Recensione Apple Watch 7: lo schermo si allarga, la ricarica si restringe. Poco altro

25 Ottobre 2021 194

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Dopo gli iPhone 13 e l’iPad Mini è arrivata l’ora anche del nuovo Watch. L’ultimissima versione dell’orologione di Apple – al secolo Series 7 – è arrivata da qualche giorno sul mercato presentandosi quasi in punta di piedi, senza voler impressionare, quanto piuttosto con l’intenzione di ribadire la sua supremazia a colpi di piccole ma continue migliorie.

Stiamo parlando, infatti, di un prodotto davvero simile al precedente modello da cui, in buona sostanza, differisce per tre aspetti principali: un display più grande, un sistema di ricarica più rapida e una maggiore resistenza agli urti e agli agenti atmosferici. Troppo poco per giustificare la qualifica di “nuovo”? Forse. O piuttosto sono proprio questi i dettagli che fanno la differenza a livello di esperienza d’uso. Qui di seguito vi dico la mia.

INDICE

CRESCE DI 1 MILLIMETRO, MA IL DESIGN CAMBIA POCO

Prima di concentrarmi sulla novità principale, il display, mi soffermo un attimo sul design di questo Watch Serie 7. La differenza con i modelli precedenti - il 6, ma anche il 5 e il 4 - sta soprattutto nell’ampliamento della cassa, che passa da 40 a 41 mm nella variante “piccola” e da 44 a 45 mm in quella più grande. Il tutto mantenendo la compatibilità con i vecchi cinturini.

Da notare come il formato da 41 sia ora a solo un millimetro di distanza dalla versione L del primissimo Watch, che, lo ricordiamo, debuttò nella duplice taglia da 38 e 42 mm. Questo solo per dire che la differenza fra i due modelli non è più caratterizzante come un tempo: la soluzione da 41 pollici, insomma, non è più quella versione ristretta che un tempo sacrificava la leggibilità in ragione della grazia.


C'è un’altra differenza a livello estetico: il disegno più arrotondato agli angoli e un raccordo più avvolgente con lo schermo. Apple parla addirittura di bordi “rifrangenti”, un aspetto che è difficile notare (soprattutto da chi non ha vestito le precedenti versioni dell’orologio), ma che come vedremo mira a migliorare la visibilità sulle cornici, ora diventate parte utile del display.

PIÙ RESISTENTE (ANCHE AGLI URTI)

Merita qualcosa di più di una semplice notazione l’aspetto della resistenza alla polvere e agli urti. Per ovvie ragioni ci dobbiamo fidare di quello che dice Apple, che parla di una struttura rinforzata che nel suo punto più alto è più spessa del 50% e un grado di resistenza alla polvere IP6X, qualità che si aggiungono a quelle già note a livello di water-resistence (fino a 50 metri di immersione in acqua).


Sebbene possa dire di essere stato sempre molto soddisfatto della qualità costruttiva di tutti i Watch del passato, sia per ciò che riguarda la resistenza ai graffi, sia per quella agli agenti atmosferici, come acqua, polvere, si tratta di una buona notizia. Lo sa bene chi in questi anni ha rotto o crepato il display del proprio Watch con una botta o una caduta accidentale: sostituire il display di un Watch costa più di 300 euro. L'alternativa è affidarsi alla garanzia AppleCare+ che consente di avere due anni di assistenza tecnica e protezione in caso di danni accidentali a fronte però di una spesa di poco meno di 100 euro.

UN DISPLAY PIÙ UTILE GRAZIE ALLE CORNICI RIDOTTE

In termini di schermo, Apple dichiara uno spazio utile che cresce del 20% rispetto al Watch 6, un surplus che non è figlio solo dell’ampliamento della cassa visto poc’anzi. No, alla causa giova anche l'opera di ottimizzazione sulle cornici, ridotte del 40% circa rispetto al precedente modello. Questa immagine rende bene l’idea delle differenze fra i tre modelli di Watch - il 3, il 4 e il 7 - che hanno segnato i grandi cambiamenti nella storia del Watch.


Ok, ma cosa cambia in concreto? Nel quotidiano la differenza non è così marcata, o perlomeno non è così evidente come lo fu a suo tempo nel passaggio dal Serie 3 al Serie 4. Potrei quasi dire che l’impatto si noti di più nel passaggio inverso, dal 7 al 6. Quel che è certo è che questo extra a livello di spazio si apprezza di più in certi frangenti: ad esempio nella schermata di home (quella con l’alveare delle applicazioni), nelle mappe, nelle foto, nel codice di sblocco, o ancora in tutte quelle app che contengono una grande quantità di testo, ad esempio le email.


Comunque la si voglia vedere si tratta di una buona notizia: le cornici non piacciono a nessuno, tantomeno su un dispositivo che deve gioco forza limitare i suoi ingombri. I quadranti e le notifiche si leggono davvero bene in tutte le condizioni, anche per via del miglioramento della luminosità in modalità always-on in ambienti indoor: anche a riposo, insomma, lo schermo OLED LTPO del Watch 7 si fa rispettare.

Quel che mi aspetto però da Apple – ma anche dagli sviluppatori - è a questo punto la capacità di sfruttare meglio tutto lo spazio a disposizione. Magari creando applicazioni pensate fin dall’origine per arrivare ai limiti delle cornici. Mi piacerebbe ad esempio vedere qualche opzione in più nella gestione delle complicazioni, oppure la possibilità di vedere la foto del chiamante e non solo il suo nome.

Apple Watch con il nuovo quadrante Contour

A onor del vero qualcosa su questo fronte è stato fatto, soprattutto a livello di quadranti. Nelle nuova watch-face Contour ad esempio, si vede il tentativo di occupare con i numeri tutto lo spazio un tempo riservato alle cornici, lasciando di fatto libera tutta la porzione centrale. Un buon esperimento, che andrebbe esteso anche su altri fronti.

FUNZIONALITÀ INVARIATE, LA NOVITA È LA TASTIERA QWERTY

A livello di esperienza d’uso il Watch 7 si riconferma lo smartwatch da battere. La connessione con l’iPhone è impeccabile, il risveglio è pronto, l’interazione pulita, senza troppi arzigogoli. Va detto, comunque, che a livello prestazionale non ci sono sostanziali differenze con il precedente Watch 6. Nonostante il nuovo SiP - S7 - la CPU è la stessa per i due modelli, le altre piccole differenze hardware (qui il teardown fatto dai colleghi di iFixit) non hanno impatti significativi sull'esperienza d'uso.

Il sistema operativo WatchOS, giunto alla versione 8.0.1, è il solito (ottimo) software aggiornato con costanza. Fermi restando tutti i limiti delle applicazioni per le quali gli sviluppatori non hanno ancora creato una versione ad hoc - è il caso delle app della galassia Facebook sulle quali il Watch si limita a fare un mirroring delle notifiche con piccole interazioni - c’è tutto quello che serve per fare dello smartwatch un sostituto (surrogato) del telefono: notifiche, mappe, fitness, sistemi per la misurazione di parametri vitali, integrazione con sistemi di pagamento, chiamate (anche stand-alone per chi dispone della versione cellular) e molto altro ancora.


Ammirevole, seppure un po' azzardato, il tentativo di offrire agli utenti anche una tastiera Qweerty, per il momento solo in inglese. Mettersi a messaggiare cliccando su un orologio non è quasi mai una buona idea, ma in fin dei conti si tratta un’opzione in più da usare in casi di emergenza. Diciamo che se avete attivato la funzione cellulare e siete in giro con il solo smartwatch ora avete tre possibilità per interagire via testo: il messaggio vocale (o meglio lo speech-to-text), la scrittura a mano libera e – appunto – l’opzione della tastiera estesa.


Con l'occasione mi sono cimentato sulla prova di Assisitive Touch, il sistema implementato da Apple in primavera (e disponibile anche per gli altri modelli di Watch) per utilizzare le gesture della mano, dal pinch alla stretta del pugno, per eseguire azioni (conferma/back) o abilitare alcune funzioni, il tutto senza toccare lo schermo o i pulsanti fisici del dispositivo. L'idea è interessante. Quel che manca ancora è lo spunto che renda il sistema preferibile rispetto alla scelta manuale. Prima di riconoscere le gesture, infatti, il Watch deve comunque capire le nostre intenzioni, il rischio sarebbe altrimenti quello di generare falsi positivi. Ed è proprio in questa attivazione che si va a perdere qualcosa a livello di immediatezza.

Specifiche tecniche

  • Dimensione della cassa: 41 o 45 mm
  • Peso: 30,5 g / 36,4 g (alluminio), 42,3 g / 51,5 g (acciaio), 37 g / 45,1 g (titanio)
  • Bordi dello schermo: 1,7 mm
  • Display: LTPO OLED Always On Retina Display
  • Resistenza: acqua fino a 50 metri, cristallo resistente nella parte frontale, resistenza alla polvere IP6x
  • Processore: SiP S7
  • Colori: Graphite, Silver, Gold (acciaio), Midnight, Starlight, Green, Blue, (PRODUCT)RED (alluminio)
  • Sensori: Misura O2, ECG, cardiofrequenzimetro, accelerometro, giroscopio, GPS/GNN, Bussola, Sensore di luminosità
  • Storage: 32GB
  • Connettività: USB-C

CON LA RICARICA RAPIDA ORA BASTA UN'ORA PER FARE IL PIENO

La seconda grande novità dell’Apple Watch 7 è rappresentata dalla ricarica rapida grazie al nuovo cavetto a induzione magnetica con connettore USB-C (presente in confezione) e a un alimentatore power delivery da almeno 18W (quest’ultimo purtroppo non presente in confezione).


In fase di presentazione Apple ha dichiarato un tempo di ricarica di 45 minuti per riportare un Watch completamente scarico all’80%, tempi che non sono distanti da quelli riscontrati nell'esperienza reale. Questi i risultati su un Watch 7 da 45 mm con alimentatore Apple da 20W partendo dall’1% di carica residua:

  • Da 1 a 25% in poco più di 10 minuti
  • 50% in poco più di 20 minuti
  • 70% in circa 30 minuti
  • 80% in circa 40 minuti
  • 95% in circa 50 minuti
  • 100% in circa 1 ora

Va detto che il Watch 7 può essere collegato anche ai vecchi dock, ma in questo caso non beneficerà della ricarica rapida. Stessa cosa a ranghi invertiti: se oltre al Watch 7 avete anche un Watch più datato potrete utilizzare lo stesso caricatore del Serie 7 ma anche in questo caso senza alcun beneficio in termini di velocità.


Ok ma quanto dura il Watch 7 con un pieno? Siamo sui livelli del Watch 6, forse qualche punto in meno. Calcolate un drenaggio del 25-30% ogni 8 ore in condizioni di utilizzo standard e display always on, un po’ di più utilizzando le funzioni più energivore, come le app per l’allenamento.

Il Watch 7, insomma, va ricaricato ogni notte, oppure, se siete fra quelli che lo tengono pure di notte, al mattino appena svegli. Sotto questo profilo, la possibilità di disporre di un sistema di ricarica più rapida garantisce più libertà. In fin dei conti si possono sfruttare anche quei pochi minuti a disposizione prima di uscire di casa per avere molte ore di autonomia.

UNA PICCOLA EVOLUZIONE, QUANTO BASTA PER RESTARE IL MIGLIORE

Per concludere: ha senso acquistare questo Watch 7? Chi ha già un Apple Watch di ultima generazione, come il 6 o il 5, può attendere. Il Watch 7 non è una rivoluzione tale da giustificare una spesa che, lo ricordiamo, parte da 439 e 469 euro a seconda della versione da 41 mm o 45 mm.

Discorso diverso per chi uno smartwatch non ce l’ha ancora (ma ha un iPhone) o parte da un Watch più datato. Apple Watch 7 è comunque un prodotto più interessante del 6: design pulito, essenziale, uno schermo più sfruttabile e resistente, una ricarica più rapida, un sistema operativo un passo sopra gli altri e continuamente aggiornato, oltre alle varie funzioni note come notifiche, timer multipli, pagamenti e un ricco carnet di funzionalità per il monitoraggio degli allenamenti e dei parametri fisici che si completerà a breve con l'arrivo di Fitness+, il servizio sincronizzato con gli altri dispositivi Apple come iPhone, iPad o Apple TV per fare allenamenti di gruppo in casa o da remoto, atteso a breve anche in Italia.


Squadra che vince non si cambia, insomma, o si cambia poco. Comunque la si voglia vedere, il Watch resta il punto di riferimento nel settore. Chi volesse qualcosa di più, o di completamente diverso, dovrà attendere.

Display davvero ben leggibileRicarica migliorataQualità costruttiva
Manca l'alimentatore in confezioneNessun miglioramento a livello di prestazioni e autonomia
VIDEO

Un Computer dentro uno Smartphone? Motorola Moto G100, in offerta oggi da Techberry a 352 euro oppure da Euronics a 599 euro.

194

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

motivo per cui quando spendi 200 sacchi per un apple watch in offerta al mw e' già tanto difatti entro pochi anni apple ne abbandonerà il supporto aggiornamenti e diverrà un quasi bel fermacarte

KenZen

la batteria si cambia... (anche nell'orologio)
Saluti

Christian Saccani

Al netto dell'obsolescenza della batteria.

efremis

Praticamente tutto il mondo è d'accordo nel dire che sia nettamente lo smartwatch migliore al mondo.
Autonomia in linea con tutti gli smartwatch veri.
Sei una sicurezza per la disinformazione.

Crash Nebula

L'ultima volta che ho preso un modello in acciaio l'ho cambiato l'anno dopo, perciò ormai evito. Per ora resto col 6 silver in alluminio, ma questa cosa che abbiano reso i modelli in alluminio quelli base come gli iPhone, mettendo le stesse colorazioni, costringendoti a spendere di più per quelli in acciaio che seguono la linea pro, non ha senso, è un orologio, la gente cerca ovviamente colori più sobri, non può seguire i colori degli iPhone base.

alex-b

È come se un cliente audi si lamentasse che le auto son sempre simili (io davvero non le distinguo più tra loro)… ciò che va bene non va stravolto per non spiazzare il cliente fidelizzato.

MK50

Io per fortuna quest'anno avevo intenzione di fare l'upgrade con un modello in acciaio (l'alluminio mi ha deluso un po' dal punto di vista della resistenza agli urti), che ringraziando il cielo ha conservato le colorazioni "neutre", però se ci fosse stato il modello argento in alluminio avrei un pochino rosicato, dato che la finitura opaca la preferisco esteticamente.
Quel "Galassia" è davvero bruttino, secondo me.

Crash Nebula

La gente vuole spender soldi, cerca ogni anno un motivo per comprare quello nuovo, non ha ancora capito che con la tecnologia di oggi, ha senso cambiare prodotto al massimo ogni due-tre anni.
Sono totalmente plagiati dal consumismo da cercare loro stessi motivi per giustificare un acquisto.

Crash Nebula

Un ignorante lo riconosco da 1000 km.

KenZen

Certi ragazzetti (gli adulti sono più "conservativi" perchè badano più alla sostanza) pretendono mille novità (sia hw che sw) l'anno per poi criticarle o peggio mai usarle senza capire che il modus operandi di Apple è il migliore sia nei confronti dell'utente che di lei stessa.
Introducendo novità con il contagocce ottieni:
1) aumenti il ciclo vita dei prodotti che hai proposto gli anni precedenti.
2) non crei malcontento nel cliente che l'anno prima ha pagato un prodotto e quest'anno se lo ritrova già vecchio
3) non abbassi la richiesta sul mercato dell'usato dei prodotti precedenti
4) mantenimento del prezzo dell'usato dei prodotti precedenti
5) minori investimenti per i nuovi prodotti quindi minori costi
Saluti

KenZen

Anche lo smartwatch dura una vita se lo usi solo per leggere l'ora.
Con questo non voglio difendere/giustificare gli sw ma non riesco a capirne il paragone dato che l'unica cosa che hanno in comune è il fatto che si allacciano al polso.
Saluti

E.C.

Forse ci si dimentica che si sta parlando dì Apple. Questa è la loro politica. Non si deve necessariamente essere d’accordo, ma questo è il loro stato dell’arte. Io sono loro cliente e vorrei vedere tutti gli anni dei fuochi d’artificio nuovi ma se ci si mette nella loro prospettiva, multinazionale che massimizza i guadagni con il minimo sforzo, ci si rende conto, visti i ricavi che genera, che il filone aurifero non si è ancora esaurito. Pensare che costruiscono cose per noi è pura follia. L’unica arma è “lascialo lì dov’è”, come si fa per altre decine di altri prodotti di diverso segmento. Il mio pensiero.

alex-b

Infatti io ne comprerò uno per ogni cinturino diverso, per abbinarli al meglio coi colori delle casse e per non smontarli di continuo. Solo che comunque ogni sera dovrò mettere in carica quello che ho tolto.

alex-b

Apple stava lavorando a un coso tipo tappetino per mettere tutto in carica ovunque appoggiassi, poi ha cestinato tutto. Magari in futuro.

alex-b
alex-b

e pensa che c’è chi compra le versioni più costose in acciaio/titanio spendendoci quasi il doppio…. assolutamente no sense per un prodotto effimero non come uno smartphone ma quasi. Sti cosi dovrebbero costare non più di 200 euro, ma apple è bottega cara, si sa.

alex-b

fai un telefono senza cornici: oh wow è il futuro, che figata, lo vogliono tutti.
Fai uno smartwatch senza cornici: eh ma è uguale al vecchio.
Misteri della fede.

TheAlabek

Un troll non lo riconosci manco se ti porta nella grotta, chiedo scusa

Crash Nebula

Dai lo fai apposta pd. Non LE faccia regali.
Quello che volevo dire è che un diamante è giusto per altre occasioni (e gliene ho già regalati), un regalo come Apple Watch va bene per questa.

Crash Nebula

Non è un "problema", iPhone quando è connesso al Watch funziona così. La notifica arriva solo sul Watch, per non essere ridondante, iPhone non vibra né si accende il display.

Crash Nebula

Forse sbagli tu nell'aspettarti un determinato funzionamento:
1) "Hey Siri" funziona a schermo acceso, senza contare aod
2) Con le notifiche non si accende lo schermo, vibra solo, una volta ruotato il polso vedi la notifica.
Ho cambiato quattro Apple Watch ed è sempre stato così.

TheAlabek

Buonanotte fiorellino

TheAlabek

Ahaha

TheAlabek

Grazie per la correzione, comunque mica ho detto che tu non gli faccia regali

kappa

È sicuramente un bug per quanto riguarda la full immersion. È come se ti silenziasse le notifiche

Stesso problema!…il problema non è la mancata ricezione del messaggio o contenuto ma il mancato feedback sonoro o aptico che dovrebbe subentrare non appena il watch riceve una notifica!
La cosa assurda è che il problema si presenta con whatsapp ma anche con app prioritarie come mail o messaggi…ma non accade ad es con “subito” o altre app…
Ribadisco nuovamente che con il servizio apple abbiamo abbiamo controllato scrupolosamente ogni settaggio di modifiche(del watch e dell iphone)

Ho il vago sentore che tale problema sia nato da quando ho iniziato a smanettare con le full immersion(come se si fosse venuto a creare qualche conflitto)ma non ne sono sicuro!..fatto sta che anche disabilitando tutto e eliminando tutte le full immersion il problema resta il medesimo!

ps: questi giorni sono in contatto con la sezione tecnica della apple dove già hanno raccolto i log dei due dispositivi..

MK50

Tra le altre cose, anche io ho pensato a quello.
Io l'ho ordinato su Amazon appena sono partiti i preordini (qualche minuto dopo rispetto a quando sono partiti sull'Apple Store, hanno fatto un po' di casino), all'inizio la consegna era stimata per il 26 Ottobre/25 Novembre, poi per fortuna i tempi si sono accorciati e mi è arrivato il giorno dopo il Day One.

MK50

Giuro che non volevo causare danni, ahahah! xD

Pistacchio
kappa

E ti da sempre lo stesso problema? Anche con un altro telefono? Mi sembra assurdo. Sembra un problema software ma non vorrei che fosse collegato ad altro di tipo hardware. Portalo in Apple store e mandalo in assistenza, ti torna nuovo dopo pochi giorni.

flagor

Un sensore per fotocamera /videochiamate estraibile automaticamente simile alllo Xiaomi mi 9t e sarebbe un buon upgrade.

GeneralZod

Nuovi sensori? Processore più veloce? Nuove caratteristiche/funzionalità? Ottimo per chi lo prende, ma chi ha già un 6 può sicuramente attendere un'iterazione più succosa (IMHO).

L.Lort
Lo so che non è la stessa cosa ma non riesco a non farne il paragone


infatti non si può proprio fare il paragone ;)

Nuanda

per essere uno step importante avrebbero dovuto aumentare la durata della batteria, sinceramente tra un serie 6 a buon prezzo ed un serie 7 io opterei per il primo...

Luca Donella

Stessa situazione ma il 7 mi deve ancora arrivare. Ho pensato di vendere il 5 per non aspettare un ulteriore deprezzamento l' anno prossimo.

E.C.

Schermo più grande, ricarica più veloce, più resistente. Hai detto niente. Che deve fare per essere un upgrade?

Nuanda

beh hai poche pretese sulla parte smart a quanto vedo, orientati su un GTR3, GTR3 Pro, GTS3 o Huawei GT3, ma andrebbe bene anche un GT2.

Nuanda

ma questo non è un'orologio ma uno smartwatch...infatti il paragone non esisterebbe perchè sono due oggetti completamente diversi che hanno in comune il fatto di poter leggere l'ora...cosa che un orologio tra l'altro ha in comune con centinaia di altri dispositivi...

BerlusconiFica

ma cosa c4zzo stai dicendo...quali tumori

Tambua

Con il grafico mi hai dato la mazzata finale.
Non mi resta che fare il confronto dal vivo all’Apple Store e vedere se sotto Black Friday lo trovo scontato di almeno un 20%…

ghost

E pensare che una volta 500 euro per un orologio che ti durava una vita erano tanti xD.
Lo so che non è la stessa cosa ma non riesco a non farne il paragone

Phoenix

Uso una MiBand 6 e mi andrebbe anche bene perché trovo utile la vibrazione per le notifiche ma qualcosa sullo sport mi manca e il display con tutte le scritte che scorrono mooolto lentamente è fastidioso.

Già fatto..aggiornamenti e reset del watch ..addirittura ho provato ad associarlo ad un altro iphone

Utilizzo un iphone 12 pro max e ho fatto il test anche su iphone x

Phoenix

in ECG e SpO2 sono super affidabili. Ci sono decine di casi di patologie cardiache rilevate da AW e non è una barzelletta.

asd555

Il più inutile della gamma Apple quest'anno, evitabilissimo come prodotto, futura spazzatura elettronica senza senso... Ed Apple che ci spacca i maroni con l'ecologia e pu**anate da green washing.

Nuanda

Se vuoi uno smartwatch su Ios c’è solo Apple Watch tutto il resto se funziona è profondamente castrato su Ios…. Se no ci sono le solite smartband a forma di orologio tipo Gt3, Gts 3, Huawei Gt 3, che hanno una buona autonomia ma un terzo delle funzioni…tutto sta a cosa cerchi, autonomia e funzioni sono inversamente proporzionali.

Phoenix

Altro compatibile con iPhone? Non AW per l'autonomia ridicola.

edd

Bravo, almeno quello potrebbe ridartelo se tutto malauguratamente andasse in malora e potresti rivenderlo.

iTunexify

Secondo me ci sta. Alla fine non c’è alcun motivo per cui ogni anno debbano cambiare roba al Watch che, di fatto, già come è adesso è ottimo. È comunque un orologio e le persone tendono a tenerlo più a lungo. Potrebbero tranquillamente aggiornarlo ogni 2 anni, o fare piccolo aggiornamenti ogni anno (come stanno facendo)

kappa

Aggiorna tutto, compreso iPhone che non so quale hai e fai un reset del watch

Recensione Apple MacBook Pro 14 con M1 Pro, che goduria!

Ho trasformato la casa in palestra: la mia recensione di Apple Fitness+

Nuovi MacBook Pro con M1 Pro e Max, perchè comprarli e perchè no

Recensione Apple AirPods 3, ad un passo dalle Pro