Recensione Xiaomi Mi Watch: con Alexa integrato ha una marcia in più

21 Febbraio 2021 183

A metà gennaio, Mi Watch è arrivato finalmente anche sul mercato italiano. Con un quadrante ampio, dalle linee pulite, ha piacevolmente innovato la linea di indossabili Xiaomi, e così ho deciso di provarlo per qualche settimana.

L'attesa è stata premiata: proprio negli scorsi giorni ha ricevuto un aggiornamento software che prevede il supporto ad Alexa in lingua italiana, oltre a un paio di nuovi quadranti per la modalità standby, alla possibilità di controllare il pulsante di scatto della fotocamera dello smartphone e ad altre ottimizzazioni. Dunque, bando alle ciance: ecco come mi sono trovata in questo periodo d'utilizzo.

SOMMARIO

COSA NE PENSO

DISPLAY

Il primo tra i pro, almeno per quanto mi riguarda, è il display: grande, luminoso, AMOLED, da 1,39'' pollici, 326 PPI e una risoluzione di 454x454 pixel, è piacevole alla vista e vanta un'ottima visibilità in tutte le situazioni di luce. La luminosità infatti si autoregola rispetto alle condizioni ambientali, anche in modalità always on; ci sono oltre 100 quadranti tra cui scegliere.

La responsività del touchscreen è molto buona, e il sistema operativo è reattivo; fluidità soprattutto negli swipe e nell'apertura dei menù, un po' meno nella selezione di elementi specifici, dove a volte capita di dover cliccare due volte per ottenere il risultato sperato.


DESIGN

Anche il design incontra i miei gusti: lineare, pulito, è contraddistinto da una cassa in policarbonato opaco e da un quadrante circolare abbastanza leggero (si parla di 32 grammi per la sola cassa) corredato da due pulsanti fisici sul lato destro. Uno, con la dicitura Home, apre l'elenco delle applicazioni, e sono parecchie; l'altro, con la dicitura Sport, rimanda direttamente alle 117 attività sportive tra cui è possibile scegliere, in linea con il marketing che lo presenta come un prodotto dall'anima sportiva, anche se non professionistica.

La cassa è disponibile in tre colorazioni - blu, beige o nero - mentre il cinturino è disponibile in sei colorazioni; il dispositivo che ho provato io, come vedete nelle immagini, è tutto in blu. A proposito di cinturino, è realizzato in un silicone abbastanza morbido e flessibile, il che è un'ottima cosa - per nulla scontata - e ha due fermacinturini; tuttavia, per il mio polso risulta comunque troppo ingombrante, anche perché il quadrante è da 46 mm. La buona notizia è che può essere sostituito con qualsiasi altro cinturino di proprio gradimento, essendo l'aggancio di dimensioni standard (22 mm).


SPORT E SENSORI

Certificato contro acqua e polvere, il Mi Watch può essere immerso fino a un massimo di 5 ATM, il che lo rende adatto per l'uso in doccia oppure in piscina, visto che può monitorare anche sport natatori. Solo per la camminata e la corsa, il sistema permette di rilevare automaticamente quando si sta facendo esercizio, e funziona.

Una menzione d'onore per il contapassi, che non sbaglia un colpo, a differenza di modelli anche più patinati. Bene anche la possibilità di visualizzare i dati delle sessioni sportive direttamente sull'orologio, visto che molti concorrenti non lo permettono. Un po' traumatica invece la notifica di inattività, che si manifesta con una vibrazione violenta e un categorico "Forza, attivati!": brutale.

Buone notizie anche per il GPS, che si è rivelato preciso e veloce nel localizzarmi. Essendo standalone, non necessita dello smartphone per rilevare gli spostamenti, e il chip da 12 nm supporta i quattro principali sistemi di posizionamento, ovvero GPS, GLONASS, Galileo e BDS. Agile e stabile anche la connettività con il Bluetooth 5.0.

Gli altri sensori presenti permettono di misurare l'altitudine, la pressione atmosferica, l'ossigenazione del sangue, il battito cardiaco in maniera continuata, il sonno e anche il livello di energia e di stress; anche se devo dire che in generale non ho mai ben compreso l'affidabilità degli ultimi due valori (ma questo su tutti gli smartwatch).

SISTEMA OPERATIVO

Passando al sistema operativo proprietario (quindi niente Wear OS) la navigazione tra le pagine è fluida, ma come accade spesso nel caso degli indossabili poco personalizzabile: non è possibile installare app di terze parti.

Scorrendo a destra rispetto alla Home si trovano 8 schermate che riportano, rispettivamente: la frequenza cardiaca, l'energia, i dati sul sonno, il meteo, lo stress, l'ossigenazione del sangue, la schermata musicale (che permette di gestire la riproduzione sullo smartphone, ma non di scaricare direttamente musica nell'indossabile e ascoltarla da lì) e il report attività (calorie, passi, tempo passato in piedi).

Il menù di sistema contiene parecchie app, ma devo dire che graficamente non sembra studiato per la forma circolare del display; pare invece più adatto a una forma quadrata, e le icone non sono particolarmente accattivanti. Scorrendo dal basso verso l'alto si trovano invece i controlli rapidi, come la modalità non disturbare, l'attivazione del display in corrispondenza della rotazione del polso, la possibilità di tenere lo schermo sempre attivo, la torcia, le sveglie, le impostazioni.


NOTIFICHE

Dall'alto scende invece la tendina delle notifiche, e con essa le limitazioni in uno degli ambiti che più mi interessa. Sulla sincronizzazione nulla da dire: una volta selezionate, tramite lo smartphone, le app da cui si desidera riceverle, le notifiche sono tempestive e si manifestano con una vibrazione adeguata. La sincronizzazione avviene one-way, nel senso che le notifiche "lette" sul Mi Watch rimangono visibili sullo smartphone, e invece quelle "lette" sullo smartphone scompaiono dal Mi Watch.

Tuttavia non è possibile interagirci più di tanto: ci si limita a visualizzarne il contenuto, anche per esteso (per le mail solo l'oggetto) e con eventuali emoji, ma non si può rispondere ai messaggi, in nessuna forma, né alle telefonate, se non rifiutandole. Inoltre non è possibile selezionarne solo alcune per farle sparire: a questo scopo, bisogna visualizzarle per esteso oppure cancellarle tutte insieme. Peccato, perché essendo presente un microfono (sfruttato per Alexa), poteva magari essere implementata una funzione Voice to Text.

Questa è per me una limitazione di un certo peso perché concepisco un indossabile da polso come un sostituto, per quanto possibile, dello smartphone; insomma, un dispositivo che mi permetta di lasciare il telefono nella borsa o in tasca e di portare avanti le funzioni di comunicazione essenziali (o anche di ascoltare musica in locale). Forse però, essendo il Mi Watch pensato espressamente per lo sport, potrebbe essere una questione di target.

APP E AUTONOMIA

L'app è Xiaomi Wear, e devo dire che la trovo ben fatta. Semplice da consultare, è anche completa: condensa tutti i dati raccolti dall'indossabile in alcune schermate di agile visione. Unico neo l'impossibilità di visualizzare il tracciato GPS a schermo intero e di esportarlo in altre app.

Molto bene, anzi benissimo l'autonomia: una carica dura 12-14 giorni con un utilizzo misto. Certo, molto dipende dalle attività che si decide di intraprendere: se l'opzione Always On non consuma poi molto, il GPS inevitabilmente è energivoro, ma comunque meno della concorrenza: si attesta su un consumo di 4% all'ora, notevole. La ricarica avviene tramite la basetta dotata di pogo pin magnetici, e impiega circa 1 ora e mezzo per arrivare al 100%.

L'AGGIORNAMENTO DI VALORE

Per quanto mi riguarda, l'aggiornamento di metà febbraio ha portato con sé delle funzionalità decisamente interessanti. Da un lato infatti c'è il supporto ad Alexa in italiano, che rende giustizia alla presenza del microfono e permette di accedere a varie opportunità legate all'assistente vocale di casa Amazon, dalla gestione dei dispositivi intelligenti alle ricerche web, passando dalla possibilità di impostare timer e tanto altro attraversi i classici comandi vocali.

Ma la cosa più rilevante è la funzione otturatore, che permette di controllare il pulsante di scatto della fotocamera dallo smartphone rendendo possibile fare delle belle foto anche a distanza di diversi metri. I selfie di gruppo, posizionato lo smartphone in qualche posto stabile, diventano molto più semplici e si può tralasciare la famigerata stick! Insomma, una possibilità che ho molto apprezzato anche perché molti dispositivi concorrenti, anche ben più costosi, la rendono disponibile solo all'interno del proprio ecosistema, mentre da questo punto di vista Xiaomi si è dimostrata generosa.

PREZZO E CONCLUSIONI

Il prezzo di vendita è di 129 euro: niente male, considerato anche che al lancio è stato messo in offerta a 99 euro diventando davvero un ottimo affare.

In conclusione, al netto di tutto ciò che è stato scritto, il Mi Watch è un dispositivo solido, senza fronzoli, che rappresenta un bel passo avanti rispetto alle smartband e, pur non essendo un prodotto da super professionisti, fornisce un bel po' di funzioni interessanti per chi pratica sport. Considerato anche il prezzo, rappresenta una buona alternativa da tenere in considerazione nel panorama degli indossabili.

DISPLAY AMPIO E LUMINOSODESIGN PULITOCINTURINO STANDARDAUTONOMIA ECCEZIONALEGPS EFFICIENTEOTTIMO CONTAPASSIPRESENZA ALEXAFUNZIONE OTTURATOREFLUIDITA' OS
NO INTERAZIONE CON LE NOTIFICHENO POSSIBILITA' DI RISPONDERE ALLE CHIAMATEUN PO' INGOMBRANTE PER POLSI ESILIOS CHIUSO PER APP TERZE

183

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
hagan marcus

Ciao, mi chiamo Alexander Michael, mi trovo negli Stati Uniti d'America, hai mai pensato di investire te stesso nell'imparare a guadagnare entrate extra per te stesso con l'aiuto e la comodità del tuo smartphone o computer attraverso il mercato FOREX e CRYPTO ? Con un piccolo investimento di $ 300 hai diritto a un profitto di $ 4.500 e oltre settimanalmente. dandoti una struttura reale attorno alle tue strategie di trading. Fai trading con me come tuo manager e ti aiuterò a realizzare enormi profitti contattami per maggiori dettagli via email Fredcarson835@gmail.com o whatsapp +1 (470) 543-5889

Simone Vocca

cambierei il titolo dell'articolo con "uno SPORTWATCH con una marcia in più"...personalmente uno smartwatch può definirsi tale se permette di rispondere alle notifiche e chiamate, altrimenti è uno sportwatch, e sinceramente se devo comprare un dispositivo del genere mi accontento di una band o uno di 50€ max...io ho la miband4 da quasi 3 anni che per l'attività fisica va una bomba (almeno quella che pratico io), se dovessi cambiare dispositivo lo farei solo ed esclusivamente per quelli che permettono la risposta a notifiche e chiamate spendere più di 100€ per un dispositivo che fa lo stesso di una band lo vedo inutile e questo lo penso di xiaomi, huawei, honor etc etc

Aristarco

non esagerare, sono 1,83 e ho l's3 frontier e non è un pataccone

The_Th

Tutto dipende da cosa cerchi e da quanto vuoi spendere.
Io ho un BIP con ormai tre anni alle spalle, per le mie necessità mi basta, per altri sarebbe troppo scarso. Considera che per un oggetto del genere parti dai 30€ di una band ai 600€ di dispositivo apple, quindi dire quale sia meglio a prescindere è impossibile, ad esempio per chi fa molta attività fisica i migliori probabilmente sono i Garmin, per chi vuole principalmente la parte smart non sono invece adatti.

Fabrizio B.

Secondo me no. Se fosse si sarebbe un ottimo device

Artù-tavola-rotonda

Fuori di testa il prezzo.

Paul The Rock

Quello intendevo (magari scritto male... :-D )

Pistacchio
Nuanda

sarei stato d'accordo con te fino all'anno scorso...ma sinceramente Tizen è rimasto un pò fermo ed è notizia di ieri che pare Samsung lo abbandoni... se prendo il primo Galaxy Watch ad esempio e l'ultimo Galaxy Watch 3 di evoluzione ce ne è stata veramente poca, sia a livello hardware (hanno lo stesso processore per dire...) che software..... anzi la batteria del primo è decisamente migliore di quello attuale....io ora come ora almeno di non trovarli a prezzo stracciato come sto periodo (Galaxy Watch 3 LTE a 199 con Tim e cash back Samsung) difficilmente li consiglierei....diciamo che nel campo di smartwatch pure su Android c'è pochino, per questo consiglio il Versa 3, che ha anche lui i suoi difetti, ma ha una parte smart molto buona (con un assistente vocale realmente funzionante e non come Bixby su Tizen) e anche una parte sport ben sviluppata....però pure lui ha qualche bug a livello software, con gli smartphone cinesi sopratutto ha qualche problema di troppo...la sensoristica non viene sfruttata bene a livello software....

LuPo

Purtroppo sì

noncicredo

Mi avrebbe fatto piacere leggerlo nell'"articolo" (notare le virgolette). Ma probabilmente sono io ad essere troppo schizzinoso.

Claudio M.

Aggiungerei per Android Galaxy Watch, il più completo e con uno store GALATTICO.

Aristarco

preferisco i paradisi fiscali

Miryman

Oh che grande paese e' l'italia.

Fabrizio Malato

Anche io mai vista una WF con l'agenda, ma c'è un widget (mi basta girare la corona di 1 posizione) che mostra gli appuntamenti in calendar :)
In più mi arrivano le notifiche dal calendario quindi sono abbastanza soddisfatto https://uploads.disquscdn.c...

Aristarco

c'è del marcio in danimarca

Miryman

Ah scusa avevo capito male io.

Miryman

Se li convinci a smettere di bannarmi... volentieri.

Miryman

Se vuoi pormi altre domande sono a disposizione.

Miryman

:)

Miryman

Ciao. Interessante l'indagine.
Te lo spiego subito.
Questi dementi della redazione tendono a bannare tutti ad minkiam come molti qui possono testimoniare.
Quindi dato che prima o poi capitera' anche a me, beh tanto vale divertirsi no?
Non si sfugge alla statistica.

Miryman

Grazie. E' un mio pallino da sempre.

eppak

OT molto gradito, noto anche che misura la pressione arteriosa, non ho idea di come faccia

Nuanda

No

noncicredo

Ma ha delle casse per emettere l'audio oppure no?

Filippo

OT: Uscito ECG per watch active2

eros

Segnalo aggiornamento in download per galaxy Watch 3 con ecg e pressione arteriosa

Nuanda

non esiste il migliore, dipende dalle tue esigenze, ognuno ha punti di forza e punti deboli...personalmente avendone provati tanti su Android per me il migliore è il Fitbit Versa 3, su Ios rimane Apple Watch per distacco...ma è solo una mia opinione...

Matteo

Quindi, il miglior smartwatch al momento? Consigli?

KenZen

Meglio investire in un'anfora...
Saluti

Nuanda

guarda a me questo smartwatch interessava molto...ma la mia paura era proprio il software....mi confermi che è ancora lontano dall'essere accettabile...già il fatto cje se mi faccio una corsetta e dopo 40 minuti va tutto in vacca per una notifica, mi ha convinto a starne alla larga...

GioCarro

Da quello che leggo online hai ragione, solo che faccio una fatica matta a trovare in internet le immagini di watchfaces che contengano qualche sorta di Agenda. Trovo qualche screenshot qua e là, ma nessun sito serio che riporti una sorta di catalogo. Comunque prendo atto che la funzione c'è, probabilmente una volta ce si ha l'orologio si trova quello che sto cercando.

TheDoctorClone

Non posso dire che faccia schfio, però il suo software è molto acerbo
Pensa che l'ho comprato al day 1 a 99€, perchè mi sembrava discreto e costava tipo 1/5 del garmin fenix 5x :D

Aster

infatti,solo la morte e le tasse fuori Italia sono sicure;)

GioCarro

Hai ragione, perdonami, è corretto. Scusa ma nella mia testa gli orologi che hanno durata batteria inferiore alla settimana non esistono.

Roberto
Aster

vabbe ,magari fossero questi i problemi della vita:)

Nuanda

wow...non proprio incoraggiante la tua esperienza sul campo....

Roberto

È una costante delle recensioni di Elena. Per qualche motivo nonostante l'inesistenza stanno puntando molto su di lei a scapito di altre figure diciamo "storiche".
Sia chiaro che non voglio offendere nessuno però i suoi articoli, per quanto si veda l'impegno, al momento sono un po' "meh".

Aster

Si ma almeno le caratteristiche!Sembra il volantino del X negozio dove spara tv oled a 500 euro per un lcd led

Birra

Si esatto, la procedura di somministrazione del test di indagine si chiama intervista. Attendo conferma perché ho necessità di capire.

DiscentS

Ormai quando leggi recensioni di certe marche in praticamente tutti i siti, sai già che non sono veritiere perché in un modo o nell'altro stanno influenzando la verità con il denaro.

David Lo Pan
Roberto

Prima di acquistare conviene sempre fare una media delle recensioni di chi lo usa veramente. Chi recensisce per lavoro difficilmente sarà realmente obbiettivo, per tutta una serie di variabili difficili da gestire: tempo, sponsorizzazione, superficialità.

David Lo Pan

Ma pensa un po'.... Addirittura!!!

Non c'è più educazione fisica.

Nuanda

Probabilmente non avevi settato bene i permessi perché io sia il Galaxy Watch che il Gear Sport li utilizzavo senza nessun problema sul Mate 20 che è stato l'ultimo Huawei che ho avuto...

David Lo Pan

Complimenti vivissimi per la scelta dell'avatar, Mister X.

David Lo Pan

Su questo sono perfettamente d'accordo e sono conscio della gestione "ad ca##um" delle app in background dei miei smartphone cinesi, soprattutto quella del Huawei Mate 20, che killa tutto e di più.

Difatti, però, come ho risposto all'altro utente, di certo non cambio smartphone per uno smartwatch, anche se in futuro mi sa che andrò di Samsung, visto che i Google Pixel detestano il suolo italiano.

P.S l'app Zepp, come la sorella Mi Fit (che utilizzo attualmente), però, tale problema non sembra accusarlo. Perlomeno, mai avuto problemi di connessione/disconnessione con la mia attuale Mi Band.

Aster

si si ma mi metto nei panni di uno che vuole comprare...va su google e cerca!Personalmente per me anche la apple watch e sopravalutata per quello che fa e costa.Pero ne ho comprate e regalate qualcuna,si vede che alla gente va bene cosi.

TheDoctorClone

Ho questo orologio da circa 2 mesi, nelle varie recensioni che ho avuto modo di leggere ci si dimentica di scrivere che: "la batteria dura fino a 2 settimane" equivale a dire circa 1 settimana con uso "normale" (bt acceso, notifiche, lettura continua della frequenza cardiaca), la companion app è ben lungi da essere completa, non mostra nemmeno tutti i dati letti e memorizzati dal dispositivo, per esempio tra tutti i possibili allenamenti riconosciuti ne mostra 4, non gestisce altri dispositivi Xiaomi, tipo Mi Band, Mi Scale, per cui devi aver installato anche l'altra loro app, durante allenamenti "lunghi", superiori ai 45min, per esempio una passeggiata lunga, oppure un'ora e mezza di allenamento "freestyle" (io pratico karate ed ero curioso di capire cosa registrasse) se ti arriva una notifica c'è il grosso rischio che si impalli tutto, il dispositivo si riavvii e tu perdi tutti i dati dell'allenamento.

HDMotori.it

Tesla Model 3 2021 Long Range: pregi, difetti, autonomia e test ricarica V3 | Video

Windows

Migliori Notebook, Portatili e Ultrabook: i top 5 fino a 600 euro | Marzo 2021

Tecnologia

Perseverance si è mosso, primo obiettivo scientifico trovato | Foto e dettagli

Alta definizione

Mi TV Q1 75’’: ecco come si presenta il primo QLED di Xiaomi