Recensione Sony WF-XB700, Extra Bass con qualche compromesso

24 Luglio 2020 22

Un produttore di cuffie e dispositivi audio nel 2020 non può non avere in gamma degli auricolari true-wireless, ai quali abbiamo anche dedicato una guida all'acquisto. Sony punta a questo mercato già dal 2017 quando annunciò le prime WF-1000X con cancellazione del rumore attivo, una tecnologia all'epoca praticamente introvabile per degli auricolari di queste dimensioni. A questi hanno fatto seguito le WF-SP700N, dedicate agli sportivi, idrorepellenti e dotate di un design studiato per restare ferme al loro posto durante l'attività fisica. 

Negli ultimi 12 mesi l'azienda giapponese ha aggiornato entrambi i propri auricolari true-wireless di fascia alta portando sul mercato le WF-1000XM3, che abbiamo recensito qualche tempo fa, e le ancora più recenti WF-XB700 destinate ad un pubblico più giovane e attivo. Sto provando queste ultime da qualche giorno e penso di essermi fatto un'idea abbastanza chiara di come vanno e di quanto, ad oggi, sia conveniente o meno il loro acquisto.

DESIGN E ERGONOMIA

Il design di queste cuffiette true wireless di Sony è decisamente particolare. Se prendiamo uno dei due auricolari e ci immaginiamo di farlo fluttuare in aria, il primo oggetto che mi viene in mente è l’Interstellar di Star Trek. Il singolo auricolare è infatti formato da tre parti unite tra loro in ordine di grandezza. C’è il gommino che si inserisce nel condotto uditivo, una prima protuberanza che appoggia sulla parte più interna del padiglione e una terza pozione ancora più esterna che rimane invece sporgente.

Dal punto di vista dell’ergonomia non sono probabilmente gli auricolari più comodi e stabili che io abbia provato. Si tratta sicuramente di un giudizio molto soggettivo, che varia in base alla conformazione dell’orecchio e che quindi non può valere per tutti. Quello che vale per tutti è sicuramente il peso e, per un paio di cuffie true wireless, 8 grammi non sono pochi, specialmente se si concentrano sulla parte esterna.

 


Il risultato è che durante l’attività fisica, ad esempio correndo, si ha sempre la sensazione che le WF XB700 non siano esattamente salde nella loro posizione. I due auricolari sono inoltre certificati IPX4. In sostanza nessun problema con gli schizzi d'acqua e con il sudore ma, come detto, a causa della loro conformazione non sono esattamente il tipo di auricolare con cui affronterei una sessione di allenamento.

Parlando di costruzione, invece, le cuffiette danno l’impressione di essere ben realizzate e, nonostante la struttura interamente in plastica, non appaiono mai troppo “cheap”. In commercio troviamo due colorazioni: quella blu che vedete qui, un pochino più sbarazzina e sportiva, e una nera, decisamente più sobria e seriosa.


Non ci sono controlli touch ma soltanto due piccoli pulsanti fisici posti alla base di entrambi gli auricolari. Nonostante questo singolo pulsante fisico abbiamo un buon quantitativo di controlli a disposizione. Premendo una sola volta il bottone sinistro si alza il volume, mantenendolo premuto si abbassa. Dall'altro lato la singola pressione risponde al comando di play/pausa, mentre un doppio click permette di passare al brano successivo e un triplo di tornare al precedente. Infine, una pressione prolungata sul pulsante dell'auricolare destro attiva l'assistente vocale scelto in fase di configurazione.


E veniamo a parlare della custodia di ricarica, notevolmente più piccola di quella delle WF 1000XM3. Anche le finiture non sono premium come quelle del modello top di gamma: la scocca è semplicemente realizzata in plastica rigida con una verniciatura opaca piuttosto sobria e in tinta con il colore degli auricolari all'interno: blu su blu e nero su nero.

Nella parte posteriore troviamo il connettore Type C per la ricarica e il pulsante per l'attivazione della modalità di accoppiamento. Ho molto apprezzato il fatto che il fondo della custodia sia piatto; questo permette di appoggiarla stabilmente sul tavolo quando dobbiamo riporli per caricarli. 

All'interno i due auricolari sono posizionati con una angolazione tale da renderne semplice l'estrazione anche con una sola mano. Quando il case è appoggiato al tavolo non avete quindi bisogno di tenerlo fermo per poter estrarre agevolmente le due cuffiette. 

ESPERIENZA DI ASCOLTO E AUTONOMIA

E veniamo a parlare un pochino di quello che è forse l'aspetto fondamentale di ogni tipo di auricolare, ovvero la resa sonora. Alla fine possiamo anche avere le cuffie più comode e più smart della terra ma se non suonano bene, o hanno un microfono di pessima qualità, possiamo farci ben poco. 

Per toglierci subito ogni dubbio inizio parlandovi dei difetti, che più che difetti sono delle mancanze. Le WF 1000XM3 sono probabilmente tra le cuffiette TW con uno dei migliori sistemi di cancellazione del rumore attualmente a disposizione ma, sfortunatamente, Sony non ha voluto utilizzare questa tecnologia a bordo delle WF XB700. Non c'è quindi nessun sistema di cancellazione del rumore attivo, così come non è possibile attivare una modalità Ambient che amplifica i suoni e le voci che provengono dall'ambiente circostante.

Manca anche il supporto all'applicazione; o meglio, l'applicazione Sony con cui è possibile gestire e personalizzare l'equalizzazione delle WF 1000XM3 non è compatibile con le WF XB700 e quindi non c'è modo di connetterle al software e di modificare qualsiasi aspetto della riproduzione audio. E c'è di più: anche l'auto-pausa quando estraiamo le cuffiette dalle orecchie è assente in questo paio di auricolari, nonostante sia una funzione presente anche su prodotti di fascia più bassa. 


Fortunatamente l'esperienza dal punto di vista della qualità dell'audio è già ottima out-of-the-box. Ovviamente non possiamo aspettarci la stessa spazialità e ampiezza sonora del modello top di gamma ma la dicitura Extra Bass sulla confezione la dice lunga su quale sia la caratteristica che fa la differenza in queste WF XB700. I bassi sono ben presenti e contribuiscono a rendere il suono molto corposo senza però andare a sovrastare alti e medi. In questo modo il suono mantiene una certa nitidezza pur risultando ricco e pieno in ogni frequenza. Insomma, per il prezzo a cui sono proposte la qualità del suono è sicuramente più che buona, direi quasi eccellente.

Nel complesso risultano buoni anche i microfoni. Certo non sono al livello di quelli delle AirPods o di altre cuffie con l'asticella che li avvicinano alla bocca  e riescono a separare meglio i canali, ma comunque si difendono bene e permettono di effettuare chiamate in tranquillità senza rischiare di non essere compresi.


E chiudiamo il capitolo parlando di autonomia. Sony promette nove ore di utilizzo con una sola carica, che vorrebbe dire tre ore in più di quanto dichiarato per la WF 1000XM3. Si tratta di una stima abbastanza veritiera e giustificata dall'assenza delle varie tecnologie di cui sopra. Ora, non si arriva esattamente a 9 ore, diciamo piuttosto che si possono totalizzare tra le 8 ore e le 8 ore e mezza di utilizzo, che è comunque un risultato molto buono e sicuramente superiore rispetto al modello top. 

La custodia contiene poi una batteria che è in grado di ricaricare completamente le cuffiette per una sola volta. Non è un granché, ma di fatto si raddoppia il tempo di utilizzo e con oltre 15 ore a disposizione si può tranquillamente pensare di ricaricare il tutto una volta ogni due giorni. Per la ricarica completa occorre poco più di un'ora ma in soli 10 minuti si ottiene un'ora di ascolto.

CONSIDERAZIONI FINALI

Ed eccoci alle considerazioni finali. Innanzitutto quanto costano queste Sony WF XB700? Il prezzo di listino è di 150 euro, ma su Amazon si trovano già spesso sotto i 130. Le alternative certo non mancano, e includono le Galaxy Buds + di Samsung, che sono attualmente disponibili a circa 110 euro e includono funzioni extra come l'Ambient Sound e una autonomia leggermente superiore. Probabilmente l'alternativa Sony vince per quanto riguarda la qualità del suono, ma è sufficiente?

Se poi pensiamo che le WF 1000XM3, attualmente disponibili su Amazon a circa 200 euro, di recente sono state più volte in offerta a 169 euro, ecco che per circa 40 euro di differenza potrebbe avere più senso restare in casa Sony e puntare sul modello top.  Insomma, a voi la scelta ma in tutto ciò tenete comunque sempre d'occhio lo street price di queste WF XB700. Data la velocità con cui sono scese sotto i 130 euro non è da escludere che entro il prossimo autunno si possano trovare alla soglia dei 100 euro.

PRO E CONTRO
Ottima qualità audioBassi potentiControlli fisici completiBuona autonomia
Niente cancellazione del rumoreNiente ambient soundNon si collegano all'app SonyErgonomia da rivedere
Top gamma con batteria infinita e display super? Asus ROG Phone 2, in offerta oggi da ASUS eShop a 699 euro oppure da Unieuro a 899 euro.

22

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Gio

Galaxy Buds+
Le ho prese qualche mese fa e le uso per molte ore al giorno
La persona con cui sto parlando non si accorge neanche che non sto parlando direttamente al cellulare
L'autonomia e l'ergonomia sono ottime
Costano un po' care però la qualità è indiscutibile
Ti consiglio i video di Becca di theverge per valutare

Tiwi

no grazie

GinoGinoPilotino

Ho visto le urbanpods a 49 euri..... li valgono ? Meritano ? Devo regalarli ad amico per uso pc e telefono Android.
Sarebbe comodo un modello che si attacca a due device contemporaneamente

Rick Deckard®

Quelle della Samsung si...

theMANoftheFate_

Credo che comunque lui cerchi qualcosa senza tappi in silicone...

theMANoftheFate_

Se non hai pretese di gesture o di altre cose, e vuoi la forma airpods, lessi in un commento su questo blog "onyx ace" , mi sono informato, le ho prese su amazon e penso di aver trovato la soluzione alle mie esigenze.
Hanno delle gesture, ma la qualità costruttiva non è di fascia alta, l'estrazione dalla custodia è un po' scivolosa, per esperienza personale, il bastoncino in generale, con cappello, mascherina ed occhiali, ti porta a dover fare attenzione sempre per non strapparle via, ma non meno delle mi earbuds, quindi sono tutti gli aggeggi alle orecchie il vero problema, comunque per poco più di 30 euro, non credo ci sia di meglio con quella forma (erano in offerta su amazone a 33 euro poco tempo fa).
Lessi anche di un app per Android che ti dava lo stesso controllo (o abbastanza avanzato) delle airpods su iOS ma non ho più trovato info, e la cerco ancora..

Squak9000

ma lui parla di costi... non mi parr le buds costino meno

Igi

Esatto, concordo in pieno...
Io ho le Galaxy Buds e le uso esclusivamente per andare a correre in combinazione con il Galaxy Watch... mai e dico mai che si siano mosse, nel mio caso calzano a pennello! Cancellazione del rumore attivo ovviamente, altrimenti il fruscio del vento risulta molto fastidioso.

Rick Deckard®

Ci sono tanti aspetti da valutare, primo tra tutti a cosa lo usi.
Ho provato le galaxy buds, regalate alla mia compagna e ho preso per me le pixel buds, entrambi ottimo prodotti.
Le galaxy buds Hanno un suono e un microfono più ovattato ma scommetto che il 90% delle persone nemmeno sente la differenza

Myngionee

Se sono comode ma suonano nella media o un po' peggio, hanno un loro perché (per es. andare a correre).
Se suonano bene ma cascano di continuo, come le Sony, non ce l'hanno.

Okazuma

Direi che le due cose vanno a braccetto.
Se sono scomode o cadono ma suonano bene, non hanno senso.
Se sono comode ma suonano male, idem

_PorcoDi3Lettere_

Non c'è niente da fare, esteticamente la fascia media sony è sempre un ca22otto in un occhio.

Ciccillo

Airpods perché allo stesso prezzo trovi:quelle che non son buoni o bassi..quelle che si disconnettono di continuo...quelle che duran poco..quindi non hai alternative.Altrimenti prendi qualcosa cinese sui 30 euro con delle.buone review su Amazon.

Squak9000

Airpods

Shoo7err

Dai un'occhiata alle OnePlus Buds presentate da poco

Simone

Sono alla ricerca di un paio di true wireless da usare soprattutto per le chiamate.
Non vorrei buttarmi sulle airpods soprattutto per il prezzo.
Consigli?

momentarybliss

Il problema è che le conformazioni delle orecchie variano troppo da soggetto a soggetto, e le alette servono proprio a dare quell'aggancio in più nelle condizioni di uso più difficile, quindi non rischerei mai l'acquisto

Fabio

Proverete anche le Panasonic RZ-S500W che sembrano essere molto valide?

momentarybliss

Per carità non ho gli auricolari in questione ma lo stesso redattore in questo articolo critica la mancanza delle alette, non oso immaginare come stiano su durante una corsa e con il sudore le WF1000XM3 che sono più grosse e pesanti

kanna mustafa

Perchè usano il bilanciamento dei pesi e attrito del orecchio per tenerle in poszione , io ho le WF 1000X che hanno le alette ma se le hanno tolte nei modleli successivi un motivo ci sarà

Myngionee

La comodità è molto più importante della resa sonora, in un true wireless. Se non è comodo e stabile, passiamo oltre subito.

momentarybliss

Mi chiedo perché Sony non abbia dotato questi auricolari come mi pare anche i
WF1000XM3 di piccole alette per tenerli fermi nel padiglione interno. Per un uso sportivo non le prenderei mai, e certo non vado ad effettuare una spesa due volte a seconda dell'uso

Dal lockdown al calcio senza spettatori: l'analisi di DAZN sul nuovo sport in TV

Recensione Sonos Arc: oltre al Dolby Atmos c’è di più

Appunti fotografici: i segreti del ritratto con Amedeo Novelli

DVB-T2: chi, come e quando dovrà cambiare TV? | #HDonAir oggi ore 17