Beats Studio Buds+, ecco le confezioni di vendita: c'è anche la versione trasparente

15 Maggio 2023 9

La versione "Plus" degli Studio Buds di Beats sarebbe ormai prossima ad arrivare sul mercato. Una "fugace" apparizione su Amazon, che nelle scorse settimane ha erroneamente pubblicato (e prontamente rimosso) in largo anticipo la pagina dedicata, indicava il 18 maggio come data di effettiva disponibilità di questi auricolari in-ear compatti di cui erano arrivati i primi dettagli dal codice di iOS 16.4, rilasciato alla fine di marzo e, successivamente, dalla certificazione ottenuta dalla FCC

PRIME FOTO DELLE CONFEZIONI

Anche se Beats, società acquisita da Apple nel 2014 per circa 3 miliardi di dollari, ancora non ha confermato l'effettiva esistenza di questa nuova versione, dei Beats Studio Buds+ sappiamo ormai praticamente tutto: caratteristiche, colorazioni disponibili e prezzo di vendita negli Stati Uniti. Ad avvalorare l'imminente disponibilità, nelle scorse ore su Twitter sono state anche pubblicate alcune foto in cui vengono mostrate le confezioni di vendita che sarebbero già arrivate nella catena americana Best Buy, pronte per essere messe in vendita.


Sulle scatole sono riportate gran parte delle caratteristiche tecniche di questi auricolari che saranno realizzati in tre varianti di colore: una Black Gold nera con logo color oro, una Ivory in bianco perlato con logo nero ed una trasparente, tipo i Nothing Ear (2), che lascia intravedere la componentistica interna. Anche in questo caso, il logo "Beats" è nero.

Rispetto al modello attuale, lanciato nel mese di giugno del 2021, ci sono diverse novità sia lato hardware che software. Entrando più nel dettaglio, c'è ora una cancellazione attiva del rumore ANC ancora più efficace, una modalità trasparenza ulteriormente ottimizzata e una maggiore autonomia che sale ad un massimo di 36 ore (considerando batteria degli auricolari e quella della custodia di ricarica dotata di connettore Type-C).

Beats, inoltre, ha utilizzato dei microfoni più grandi e ha integrato il supporto all'audio spaziale. Non mancano il supporto all'assistente Siri e alle funzioni Dov'è di Apple oltre a "Trova il mio dispositivo" e Fast Pair per Android. Gli auricolari, infine, sono resistenti all'acqua e al sudore con certificazione IPX4 ed integreranno un chip Beats personalizzato e un driver proprietario con doppia membrana da 8,2 millimetri.

PREVISTO UN PREZZO PIÙ ALTO

Rispetto al modello attuale, il prezzo di listino aumenterebbe di 20 dollari. Si passerebbe, infatti, da 149,95 a 169,95 dollari. In Italia, ricordiamo, gli auricolari Beats Studio Buds sono stati venduti da Apple inizialmente ad un prezzo di listino di 149,95 euro, poi salito a 189,95 euro. Su Amazon, tuttavia, possono essere facilmente trovati anche a meno di 140 euro. Non sarebbe da escludere che la versione Plus possa avere nel nostro Paese un prezzo di listino di circa 199 euro.


9

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
CRV

io con i beats studio buds mi trovo na bomba, decisamente meglio degli airpods pro

hSeph

Infatti non ho mai detto che non ci fossero, semplicemente non erano così "sdoganati" come lo sono ora.

Mastro

ma se c'erano anche gli iMac trasparenti

T. P.

chissà il sorriso di Carl quando lo avrà saputo!!!

https://media3.giphy.com/me...

matteventu

Che a me risulti, ci sono sempre stati prodotti "trasparenti" (a volte in varie edizioni speciali), e non erano assolutamente considerati cinesate.

(Console portatili, gamepad, alcuni smartphone, Tamagotchi)

io la mela morsicata stilizzata sul retro trasparente la trovo ancora una cinesata di pessimo gusto ma non se stia vendendo o meno, gli unici telefoni di nicchia che vedo in giro sono i pixel.

hSeph

Che prima dell'arrivo dei prodotti nothing è stata una cosa considerata "cinesata" e brutta, invece adesso svariati produttori ne stanno facendo uso.

Cosa ci sarebbe di rivoluzionario in una versione trasparente?

hSeph

Assurdo come nothing abbia portato un cambiamento così come fa apple quando modifica il design dei suoi prodotti, c'è veramente da fargli un plauso.

iPhone 15 Pro Max vs 14 Pro Max: tutte le differenze e le nostre impressioni | VIDEO

Stranezze Apple: iPhone 15 Pro meno caro, ricarica 20 watt, giochi AAA e non solo!

Apple, arrivano gli iPhone 15 Pro e Pro Max: scocca in titanio, USB-C e prezzi più bassi

iPhone 15 ufficiale, anche Plus: addio notch, benvenuta Dynamic Island | PREZZI