AirPods Pro 2, il verdetto del teardown, tre anni dopo, è lo stesso: niente riparazioni

29 Settembre 2022 49

Passano gli anni ma la storia è sempre la stessa: nemmeno gli AirPods Pro 2 possono essere riparati, come quelli di generazione precedente. Come di routine, dopo aver passato in rassegna iPhone 14 che all'opposto ha sorpreso i tecnici americani, iFixit ha provato a disassemblare la custodia di ricarica e gli auricolari di nuova generazione, ma il verdetto non è cambiato di una virgola: aprirli non è semplice, e anche a riuscirci con la massima attenzione possibile qualcosa si finisce per rovinarla.

Insomma, tre anni dopo si finisce per ripetere le stesse cose: gli AirPods 2 non sono riparabili e probabilmente non può farlo nemmeno da Apple, che ha consigliato in passato e a questo punto con ogni probabilità continuerà a farlo che nel momento in cui l'autonomia diminuirà al punto da suggerire il cambio della batteria bisognerà smaltirli e comprarne un altro paio. Vero che riciclandoli si recuperano le plastiche e i metalli preziosi all'interno tra cui l'oro, ma - fa notare iFixit - il processo di riciclo richiede molte risorse e ciò cozza con l'obiettivo di essere carbon neutral entro il 2030.

"La riparazione dovrebbe avere la priorità sul riciclo, ma da quanto abbiamo visto questi auricolari non potranno mai essere riparati". Per cui quello che sarebbe dovuto essere un video teardown su AirPods Pro 2 si trasforma in un video da 3 minuti in cui iFixit spiega i riflessi ambientali della scelta di Apple e auspica che almeno la prossima generazione possa essere approcciata in modo diverso, tenendo a mente le priorità del mondo attuale che per prendere di petto la crisi climatica deve pensare a riparare e non a gettar via.

Il case si apre più facilmente degli auricolari, ma va scaldato e forzato: non tornerà mai come prima

Un cambio di approccio da parte di Apple, aggiungiamo noi, sembra però improbabile. Vale, in piccolo, il ragionamento che si faceva con Galaxy XCover6 Pro, uno smartphone progettato per resistere prima che esser bello: quando i progettisti non devono abbinare tecnologia a dimensioni contenute ed estetica escono fuori prodotti che si riparano facilmente. Non è il caso delle AirPods Pro o standard che siano, che fin dal primo modello devono esser belle e compatte: dubitiamo che Apple mandi su le dimensioni da una generazione all'altra in nome della riparabilità, ma ci auguriamo che i fatti ci smentiscano.


49

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Tiwi

peccato

Egidiangelo

I nuovi non proprio. Mia madre li ha e questi hanno la battria ricaricabile non sostituibile quindi stai dicendo caxxate

Masterblack91

Ma chi dice che dev'essere più piccolo possibile? Questo trend che va avanti da anni,sia in ambito Smartphone che portatili ha rovinato questi dispositivi.
Cosa cambia se il cellulare è spesso 3 mm in più? Oppure se il portatile pesa 250 gr in più? Ad oggi si deve fare il portatile il più sottile e leggero possibile ed il thermal throttling è diventato la norma (discorso uguale per i telefoni).
I prodotti fatti con la testa ormai,penso che si contano sulle dita di una mano...

The Undertaker

Non è cosi, comunque ognuno ha diritto alla propria oppinione.

Mario Sernicola

Non condivido... se spendi ad esempio 150 euro per un ottimo paio di TWS e le usi per 3 anni, 50 euro all'anno per avere un prodotto che usi continuamente, di qualità, che ti permette di parlare al telefono senza problemi etc. Poi dipende ovviamente dall'utilizzo che uno ne fa.

effettivamente in molti lamentano la cosa...

EdEddy

E che te ne lamenti a fare?

BerlusconiFica

come se il problema dell'inquinamento fossero le airpods

Felk

Secondo te io lo compro?

EdEddy

Inc*l'ano chi? Io non compro iPhone, di sti tempi poi...

fabrynet

Mi sarebbe indifferente, sono pieno di cavi ed alimentatori accumulati negli anni.

Background 07122017

Esiste anche la riduzione del rumore passiva, alias in ear

Felk

È una fesseria, anche perché Samsung lo ha dimostrato, facendo delle cuffie smontabili e riparabili (a patto di trovare i ricambi, in quel caso auguri).
Questa storia che il design non permette la riparabilità deve finire, anche perché ci sono svariati esempi che smentiscono questa tesi.

Il design deve essere sviluppato in funzione della riparabilità e non il contrario.

Felk

Voi siete felici se vi 1ncúlan0... Complimenti, io no.

Felk
Felk

Io non ho bisogno di vedere video, perché lo faccio per lavoro e non è così. Su quasi 300€ di cuffie, smontarle per cambiare la batteria conviene e parecchio pure.
Idem per fare "manutenzione" alle cuffie.
Non vogliono che tu le tocchi, perché sennò loro non ci guadagnano.

Paolone

Come se gli altri facessero diversamente..

The Undertaker

Non vale solo per le airpods ma per tutti gli auricolari, il tempo di aprirle e cambiare un pezzo costa più in tempo che ricambio, e un dato di fatto, basta guardare il video per rendersi conto, ti faccio un banale esempio delle spine di corrente fuse sul cavo dei dispositivi elettronici, se si rompe un spinotto devi cambiare tutto il cavo o tagliarlo e mettere una spina tradizionale, non e contemplata la riparabilità, non dico sia giusto ma purtroppo e cosi.

Felk

Apple ha risorse e quantitativi di persone che dubito tu possa avere (o la tua azienda).
Io riparo per mestiere e ci sono prodotti fatti e sviluppati intenzionalmente male per far uscire problemi dopo tot tempo o per evitare le riparazioni.
Poi non veniamoci a dire che le cuffiette sono non riparabile perché piccole, visto che Samsung (ma anche altri prodotti), hanno rilasciato modelli che erano facilmente smontabili.

Non è che le altre marche scherzano!

Feature non essenziale per quanto mi riguarda ed il mio uso

Barabbas

fino al 2030 c'è tempo, intanto obsolescenza programmata per le icapre finché si può

fabiman92

Senza riduzione del rumore decente una cuffia vale l’altra e nel 2022 non vado da nessuna parte col rumore ambientale, non spenderei mai 120 euro senza riduzione del rumore di fatti presi le pro a 180

Spidocchiatore

Gli apparecchi acustici per i sordi permettono di sostituire le batterie facilmente. E sono anche più piccoli degli Airpods.

fabrynet

Ormai si sono adeguati quasi tutti i produttori di smartphone, per fortuna, ripeto.

Background 07122017

Dankpods ha fatto un video a riguardo che questo genere di dispositivi sono un po' a "scadenza" sì che neanche un diamante è per sempre, ma se dopo 3 anni mi ritrovo un dispositivo da buttare anche no. Almeno uno smartphone con 3 anni di vita ad esempio per quanto la batteria diventi un colabrodo può continuare a funzionare come uno smartphone di riserva oppure se si trovano buoni ricambi (che ammetto è difficile se non impossible per alcuni brand) puoi ridare vita alla batteria dello smartphone. Ma questi auricolari neanche si possono aprire senza distruggerli, ma soprattutto al fronte di una spesa del genere io sono poco incoraggiato. Detto questo non sono mai andato oltre i 50€ per le TWS ad oggi ne ho cambiati 2 paia. Quelli che ho cambiato dopo 2 anni la batteria durava giusto un album, appena un ora di ascolto e il case anche faceva meno cariche agli auricolari. Alla fine ci stanno per indossarli sul autobus ascoltando musica nel tragitto, ma se voglio la qualità ad oggi rimango fedele alle akg k371 con il DAC

Background 07122017

Hai fatto uno degli esempi meno azzeccati, dato che l'automobile è facilmente accessibile e sostituibile i pezzi rotti. Poi l'esempio parlava di un danno fisico, mentre il mio commento parlava del logoramento nel tempo. Riprova e sarai più fortunato

Edoardo

Ecco perchè non spendo più di 3000€ per un automobile: se sbatto su un palo, la carrozzeria non la puoi raddrizzare, tutto da buttare via.

Zoro

ma com'è possibile che usate sempre insieme una cuffia possa usurarsi molto più di un'altra??? ormai le airpods prima generazione mi durano in quella sinistra sui 50 minuti, quella destra quasi il doppio e le ho usate sempre insieme...

Pistacchio
Pip

Non per difendere Apple (che merita di sparire dalla faccia della terra), ma questa volta gli do quasi ragione.
Sistemi che permettono il facile smontaggio senza danneggiare nulla occupano spazio (viti e inserti) e/o sono fragili (clip di plastica), e per cose così piccole come le stesse cuffie non c'è spazio neanche per le clip (che sarebbero estremamente fragili data la dimensione).
Non tutto è possibile, e qua ci sono evidenti limiti fisici che non permettono di creare un design riparabile.

Discorso diverso per i loro pc dove in Apple sono animali e meritano di fallire.

Felk

Per fortuna per chi? È una fortuna solo per loro così possono fartelo pagare uguale il telefono, mettendoti in cavo type c-lightning che nessuno ha, così puoi pagare 25/30€ un accessorio che fino all'anno prima era incluso.

Vi vendono m3rd4 al posto della cioccolata e voi siete anche felici e contenti, perché così "fanno un favore all'ambiente", non capendo che stanno solo facendo ambientalismo di facciata.

Pip

Fidati, non è così.
Sono ingegnere elettronico e da mesi sto progettando un prodotto molto piccolo.
Ogni singolo giorno penso a come renderlo apribile e riparabile e ogni singolo giorno capisco che qualsiasi provo a trovare non è fattibile.
Ci sono dei limiti e dei compromessi se si vuole il prodotto più piccolo possibile.

Stefano Bortoletto

Se fosse progettato per essere riparato non sarebbe più così piccolo, poi si può discutere sul fatto che la scelta di Apple sia immorale e incoerente col discorso ambientale ma rimane il fatto che se si vuole avere un certo design bisogna sacrificare altro

fabrynet
come ci ha già insegnato togliendo il caricatore dalla confezione.

Cosa copiata da tutti poi, per fortuna.

Felk

Se fatto bene, si ripara tutto.

Felk

Non è conveniente perché non vogliono renderlo conveniente.
TUTTO è riparabile, basta fare le cose come si deve, peccato che alle aziende convenga fare simili scempi, perché costa meno e guadagnano di più in caso di rottura.

Policarpo

Finché la gente compra robe come queste o le sigarette elettroniche usa e getta non si va da nessuna parte.

The Undertaker

Esiste il trade-in per sostituirle (anche una sola) se le batterie sono esaurite, riparare oggetti cosi piccoli non è conveniente.

Andreunto

Non ho capito

Background 07122017

Ed ecco perché non spendo più di 50€ per le TWS. La batteria quando si degrada non la puoi più cambiare, tutto da buttare via

Stefano Bortoletto

Ma cosa vuoi riparare in un corpo così piccolo?

E K

Ma serve un certificato, apple sa che i bambini africani non hanno abbastanza scuole e non tutti saprebbero compilare i documenti, ovviamente costruire scuole e aiutarli costa caro,

quindi preferirá sicuramente compensare quote co2 alla CAP2 o simili.

Callea

Il vento di cambiamento, la transizione ecologica e la "nuova normalità" non vale per le multinazionali.

Andredory

No dai, basta sottopagare qualche bambino africano per piantare qualche alberello che cresce in parte alla strada e sei a posto.

E K

Apple sará carbon neutral creando ad hoc una controllata che produrrá per apple ma non sará apple stessa.

L'alternativa sarebbe investire le quote di CO2 in progetti ecologici nel terzo mondo, ma questo le costerebbe denaro e sappiamo che non lo fará.

T. P.

beh per una piccola società come la loro penso si possa essere clementi e sperare che faranno meglio con la prossima generazione! :)

Andredory

Beh, sarebbe già un grande passo dividere la batteria dal resto del corpo e non penso che sia una sfida impossibile, anzi. Anche allungando la bacchetta di 1mm secondo me si riuscirebbe a fare, già così si riuscirebbe ad evitare l’acquisto di un nuovo paio… ma così a sentore ad Apple come agli altri non interessa proprio rendere riparabile il prodotto, il guadagno è troppo più importante della riparabilità e del rispetto per l’ambiente come ci ha già insegnato togliendo il caricatore dalla confezione.

Macbook Pro M1 Max 15 mesi dopo: durata e consigli alla luce dei nuovi M2 | Video

100 Giorni con iPhone 14 Pro: cos'è cambiato? | Recensione

Recensione iPhone 14 Plus, autonomia da vendere

Recensione iPad Pro (2022) con Apple Silicon M2, gioca proprio un'altra partita