Il richiamo di Fitbit Ionic potrebbe dare il via a una class action: "C'è rischio incendio"

03 Maggio 2022 11

Lo scorso marzo Fitbit ha richiamato quasi due milioni di Ionic a causa delle ustioni che il primo smartwatch dell'azienda avrebbe provocato o potuto provocare ai polsi di alcuni utenti. Il problema sarebbe scaturito dalla batteria, incline a surriscaldamenti anche importanti. Ma negli USA il provvedimento di Google - proprietaria di Fitbit - ha di fatto dato il La a un procedimento legale che potrebbe trasformarsi in una class action.

Due clienti si sono rivolti a un giudice giudicando insufficiente il richiamo di Google. I prodotti di Fitbit difettosi e quindi potenzialmente pericolosi sarebbero più di uno: i due sono possessori di un Versa 2 e di un Versa Lite, ma il provvedimento documenta casi di ustioni causate da Fitbit Sense, Versa 3, Blaze, Inspire e Inspire 2. Di fatto l'accusa riguarda buona parte dei prodotti Fitbit, per questo la corsa alla mediazione di Google è stata giudicata insufficiente e sussiste la possibilità che si riesca a coinvolgere un numero di clienti tale da tramutare la causa in una class action.

Nel documento al vaglio del tribunale quindi si accusa Fitbit di aver commercializzato dei prodotti inclini ai surriscaldamenti e che dunque, oltre alle ustioni, rendono concreto il rischio incendio. Per i ricorrenti Google avrebbe cercato di scaricare parte delle colpe ai clienti accusandoli di scarsa igiene quando invece il problema riguarderebbe i Fitbit in genere, per cui il richiamo di marzo sarebbe inadeguato tanto sul piano dei dispositivi coinvolti - il solo Ionic non è sufficiente - quanto su quello dei risarcimenti. I consumatori, si legge nel documento, "acquistano i prodotti [Fitbit] per bruciare calorie, non la propria pelle".

I ricorrenti hanno insistito sul rischio incendi, denunciando che se ci sono altri prodotti difettosi (come sostengono) i consumatori potrebbero portarli al polso senza essere coscienti dei rischi, magari anche nella cabina di un aereo. Google a marzo ha promesso dei rimborsi integrali ai proprietari di Fitbit Ionic ma a quanto pare il denaro fatica a raggiungere le tasche dei clienti. Alcuni dei danneggiati hanno anche riversato la loro frustrazione su Twitter per un'assistenza clienti Fitbit che gli ha riservato lunghe attese e poche risposte, e anche queste testimonianze sono state incluse nel documento consegnato ai giudici.

Nell'immagine in apertura Fitbit Sense, prodotto che abbiamo recensito qui e che secondo l'accusa sarebbe tra quelli pericolosi.


11

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
daniel

Tutto corretto, per il mio Ionic ho ricevuto un anno di fitbit premium, un cinturino per il mio Versa 3 + 270€ per cui sono contento. Preciso che il fitbit Ionic era perfetto. Non ho mai avuto problemi e possiedo un fitbit Versa 3.

Fabrizio

Idem, pure per il mio. Arrivato rimborso tra l'altro superiore al prezzo a cui lo acquistai. E avrei pure usato lo sconto che mi è arrivato per i loro prodotti, non fosse che avevo già acquistato il sense per me, e il nuovo charge per la mia compagna. Noi in generale siamo sempre stati soddisfatti, e quindi si continua con fitbit

ezio ilpaKi

Me ne hanno sostituiti GRATIS 3, sia il peeble che il cinturino, solo con una foto: una pratica commerciale fallimentare ma unica

Stefano Cantarutti

Per il mio ionic ho ricevuto il rimborso in un mese. Tra l altro funzionava perfettamente.

IDGAF

è un pò come dire che dove c'è ossigeno c'è un rischio incendio

Andhaka

Però anche tu sei recidivo a continuare con i Fitbit. :D ;)

Cheers

Edoardo

L'affidabilità dei Fitbit è scandalosa. Ne ho avuti 3.

Charge HR (primo modello): si è scollato il cinturino (non sostituibile), rendendolo non riparabile e inutilizzabile. Successivamente, impazzisce il bluetooth e non c'è modo di sistemarlo nemmeno con hard reset.

Charge 3: prima un difetto software ammazza la luminosità. Me lo sostituiscono in garanzia, dopo poco il display inizia a dare problemi (pixel perennemente accessi a linee). Dopo un anno muore, non da segni di vita.

Ad oggi il Charge 2 miracolosamente è ancora vivo.

Tutto ciò che ha una batteria può esplodere, negli ultimi tempi si sono registrati aumenti anche negli incendi delle auto elettriche per dire, ma su twitter e su reddit vengono segnalati anche casi di incendi con cuffie wireless, smartwatch ecc ecc. Sarà sempre così, l'importante è riuscire a contenere il fenomeno come ormai si fa da 20 anni con telefoni e PC portatili, ma è impensabile di azzerare il rischio

MatitaNera

E daje. C'è rischio "DI" incendio. Che cacchio vuol dire "c'è rischio incendio"?

asd555

Brava Google, ottimo acquisto!
/s

Jotaro

Averlo sul polso non è certo divertente se si trasforma in un ferro da stiro rovente.

Games

PS5 Pro e una nuova Xbox Series nel 2023/24: TCL anticipa le date della mid gen

Scienza

CST-100 di Boeing sfida Crew Dragon: il ritorno sulla Terra è un successo

Android

Google Pixel 6 Pro dopo tanto tempo è tutto un altro smartphone | Video

HDMotori.it

Buon Compleanno BMW M, una giornata indimenticabile in pista | Video