Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Røde NTH-100: debutto col botto nel mercato delle cuffie | Prezzo Italia

29 Marzo 2022 33

Nota in tutto il mondo per i suoi microfoni per fotocamere, videocamere e smartphone, Røde propone ora sul mercato internazionale NTH-100, cuffie professionali over-ear che conciliano la qualità del suono alla comodità nell'indossarle, anche per lungo tempo.

Non solo ascolto della musica nei momenti di relax: le prime cuffie Røde sono adatte al mixaggio di tracce audio, al video editing, ai podcast ed al live streaming. Insomma, strizzano l'occhio a diverse tipologie di utenti, dall'appassionato di musica al creator. E questo grazie ai driver dinamici da 40mm con bobina mobile con nucleo in lega di alluminio ad elevata tensione a quattro strati, accoppiato a diaframma Mylar a triplo strato.

Se invece siete alla ricerca di qualcosa di diverso - leggasi non over-ear - date un'occhiata alla nostra guida sulle migliori TWS in commercio.


Poche distorsioni grazie al magnete in neodimio ed alle altre componenti interne, mentre il padiglione auricolare sagomato con memory foam per l'isolamento acustico passivo è ergonomico e rappresenta a detta dell'azienda il giusto mix per comfort e qualità del suono. La parte esterna di ciascuna cuffia e l'archetto (dotato di sistema di bloccaggio FitLok) sono ricoperti di Alcantara, appena sotto il gel CoolTech assorbe e dissipa il calore.

Il cavo (in confezione è presente da 2,4m) può essere connesso sia sotto la cuffia sinistra sia sotto quella destra, a seconda della propria comodità. É anche presente un sistema di bloccaggio per preservare il cavo se viene involontariamente tirato. Ultima, ma non per importanza, è la modularità del dispositivo, tramite cui è possibile sostituire singole componenti (archetto, padiglioni auricolari, cavo) senza dover necessariamente acquistare un nuovo prodotto.

CARATTERISTICHE TECNICHE
  • driver dinamico 40mm
  • risposta in frequenza: 5Hz-35Khz
  • impedenza: 32Ω
  • riduzione del rumore ambientale: 20dBA
  • massima potenza in ingresso: 1700mW
  • dimensioni: 80x190x188mm
  • peso: 350g
  • lunghezza cavo: 2.400mm
  • sistema di bloccaggio dell'archetto FitLok
PREZZO E DISPONIBILITÀ

Røde NTH-100 sono già disponibili all'acquisto anche in Italia al prezzo di 179 euro.


33

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Kekkonen

Me ne hanno parlato sempre bene. Se mi serviranno le comprerò, le Sony mi servono per il tracking, per le quali sono pressoché perfette (anche io ho cambiato i cuscinetti, operazione che dovrebbe essere obbligatoria su quel modello…): sono cuffie ovviamente pessime per l’ascolto, sono create per altro e in ascolto affaticano l’orecchio (e il cervello) dopo 10 minuti.
Occasionalmente le utilizzo in pre-mixing per limare i picchi sulle medio alte, per poi passare alle casse monitor.
Però bisogna dire che ogni output ‘monitor’ è realizzato per enfatizzare i problemi, non per ascoltare musica. Per questo credo poco ad una cuffia che faccia bene entrambe le cose.
Riguardo all’ascolto per ‘piacere’ prediligo roba più morbida, che non mi affatichi più di tanto, ce ne sono diverse da considerare.

1pixel

Se hai modo prova le yamaha hph-mt5. Mi hanno molto sorpreso per linearità e musicalità con quel che costano. Ho appena aggiunto una micro rece con confronto in altro commento a questa notizia.

1pixel

Come promesso, senza dilungarmi troppo:

Struttura e comfortResa audio
Dopo qualche ora di rodaggio mi sembrano abbastanza bilanciate e lineari.
I bassi ci sono, scendono tranquillamente e sono riprodotti con il corretto vigore, senza mai esagerare.
I medi sono leggerissimamente pronunciati, ma nulla di grave.
Gli alti sono morbidi e setosi, mai fastidiosi.
Nel complesso mi sembrano ottimi monitor da studio che non affaticano l'ascolto. Direi ottime per la voce (la cosa non stupisce visto l'impegno di rode nel settore podcast).

Un rapido confronto
Ho due altre cuffie chiuse di simile lignaggio per uso monitor in registrazione: le classiche Sony MDR-7506 e le sorprendenti Yamaha HPH-MT5. Ad entrambe ho subito sostituito i cuscinetti dei padiglioni con dei fantastici Yaxi stPad2 giapponesi in pelle sintetica e alcantara da circa 50€ a coppia. Senza quei pad non avrei potuto confrontarle ad armi pari con queste rode (per costo, qualità, comfort e anche per resa acustica).

Yamaha HPH-MT5
In breve, se dovessi sceglierne sotto tortura una sola tra le tre, terrei le yamaha coi pad yaxi, molto lineari e più "musicali" delle altre due, più leggere e trasportabili (pieghevoli) delle rode, archetto poco imbottito ma quasi altrettanto comode sulla mia testa. Se non le conoscete non sorprendetevi, sono indirizzate ai musicisti, ai tastieristi notturni in particolare.

Sony MDR-7506

Le sony, sempre coi pad yaxi, sono praticissime in outdoor. Più leggere di tutte e tre, pieghevoli fino dimenticarle in giro e più adatte a scovare i difetti in registrazione, perchè li evidenziano: non sono lineari ne' molto musicali, un po' eccessive sui bassi ed estreme in alto. Non ci farei un mix. Il lungo cavo spiralato non è staccabile (un vero peccato).

Rode NTH-100

Queste prime cuffie della Rode mi sembrano davvero ottime per le lunghe sessioni di registrazione in studio, buone per un mix, bellissime per uno youtuber, ancora valide per l'ascolto musicale sulla poltrona, ma non le sceglierei per una presa diretta in outdoor, perchè pesanti e non pieghevoli. Sono quasi certo che l'azienda australiana ne tirerà fuori altre per questi scopi.

Tutto questo alle mie orecchie e sulla mia testa da sorgenti digitali decenti (focusrite scarlet 2i2 III e fiio olympus 2). Non prendetele come valutazioni assolute, non vogliono e non possono esserlo. Le cuffie sono una cosa molto personale, da provare sulle vostre orecchie con la vostra musica... come le scarpe con i vostri piedi sul vostro terreno.

PS. Per fortuna non devo scegliere e posso tenerle e usarle con piacere tutte e tre. :-P

Felipo

Forse per questo viene preferito nelle cuffie gaming, dove è fondamentale individuare la direzione del suono più che la sua qualità

mentalrey

Quello é un po' di marketing, é normale, é la prima e ci provi.
Le chiuse alla fine vanno più più monitoraggio, o per non scassare le palle a chi ti sta vicino alla sera.

Jiek

SE la persona che lo compra, mirando alle caratteristiche di un suono brillante, lo usa poi in un editing tool free, è ragionevole pensare che il prodotto non sarà destinato a un pubblico in grado di apprezzare il suono.
Già che un buon 85% delle cuffie in circolazione che vedo neanche sente i bassi come dovrebbe o ascolta in 128kb.

E poi tralasciando il fatto che ho ripetuto più volte che non mi importa come spende la gente, ho solo espresso la mia opinione sul fatto che questo prodotto è in una fascia di prezzo piuttosto ambigua:

Chi cerca roba, e lavora in ambito professionale non dovrebbe puntare a roba del genere.

Chi vuole ascoltare musica di qualità, la cuffia non dovrebbe essere la prima priorità e sicuramente non questa tipologia di cuffia.

Chi gioca o usa cuffie nel tempo libero può prendere cuffie migliori per quello che gli serve ( con soluzioni che aumentano "la qualità di vita" QOL) spendendo di meno.

Restando nella tecnologia, è come parlare dei snapdragon della serie 600.
Ormai le nuove generazioni sono troppo performanti per essere dei mediogamma e si preferisce scendere alla serie 4 o passare direttamente alla serie 7, anche di generazioni precedenti.

Kekkonen

Ma anche io le mdr75-06 non le cambierei con nulla al mondo :)
Però rimango un po’ scettico riguardo a cuffie che “fanno bene tutto”.

mentalrey

Per altro i 50 mm sono una delle trovate geniali del marketing da gamer. (50 mm per avere grandi bassi!)

Anche beyerdynamic sulle nuove cuffie da 250 euro che ha prodotto, ha ricreato driver da 45 e non 50. Ed é roba che arriva a riprodurre i 5hz, non li sente manco il cane.

mentalrey

Le 770 le usano spesso da mettere in testa ai batteristi o ai cantanti. Non é un problema di impedenza, ma di isolamento.

Se il cantante vuole il click bello alto per andare a tempo, con le cuffie aperte rientra nel microfono.

mentalrey

Per altro una delle più storiche per il tracking é la sony Mdr 7506 che non arriva ai 100 euro e che vedrai in testa, al fonico di Sky, a Sting, Dave Grohl e non so quanti altri tra musicisti e addetti ai lavori.

Troppo marketing nelle teste...

mentalrey

Cosa cavolo dovrebbe centrare un software open source, con la qualità di una riproduzione in cuffia?

Devi convertire il sengale in elettricità e quello lo si fa con una buona circuiteria, o una pessima circuiteria, il resto sono sogni software/erotici degli anni 90.

P. S. Il 90% di quello che usi tutti i giorni tra pc, smartphone, canali televisivi e via dicendo, é il risultato di software opensource

1pixel

Dai primi pareri online sembrano decisamente valide e convenienti. Penso le acquisterò per confrontarle con altre pari destinazione e fascia economica simile.

Background 07122017

Ma cosa dici? Per favore...
Devi uscire dall'ottica che le cuffie siano un qualcosa di digitale, non lo sono affatto, l'uscita dell'audio, si genera grazie alla corrente elettrica generata dal convertito audio digitale-analogico, le cuffie funzionano grazie ad impulsi, non byte di dati, non è digitale ripeto.
L'equalizzazione ad una persona comune non serve a nulla, l'equalizzazione servirà solo quando delle cuffie vengono impegnate per monitoriamo audio, quindi devono essere perfettamente piatte, non avere bassi o alti maggiori/minori. Per il resto è tutto l'ascoltatore che sceglie se rendere il suono più "divertente" arricchendolo di alti o bassi, o averlo analitico, quindi molto piatto.

In fine le cuffie da "geiming" puoi benissimo usare queste e sorpresa delle sorprese funzionano allo stesso modo, con però l'assenza di un microfono, anzi potresti anche attaccarle ad un DAC dolby surround e avere un suono tridimensionale migliore di quei ridicoli dongle presenti nelle cuffie da gaimer

Jiek

Forse avrei dovuto allungare il brodo:
Succo del discorso:è inutile che compri le cose leggendo le caratteristiche se poi non le sai sfruttare.

Inanzitutto ognuno spende i soldi come vuole, però c'è da ricordare che per una persona media una cuffia raggiunti i 100€ è già così buona che non c'è bisogno di spendere o cercare prodotti premium, finché non lavori professionalmente.
Per i chi gioca invece ci sono già altre soluzioni, ma lo stesso discorso vale per le cuffie.

Il includere così tante caratteristiche che sulla carta sembrano premium mi fa alzare le sopracciglia più che altro perché molte volte basta una manipolazione software ( l'equalizzatore in primis ) per ottenere un'audio migliore.
C'è così tanta gente a cui importa davvero l'hardware per la riproduzione musicale? Perché a quel punto tra mixer, cavi, strumenti terziari e roba varia, questa cuffia non diventa più una scelta primaria come vorrebbe il marketing.

Mr Organ

eccone un altro... mo ci sono le cuffie per il mastering...

Mr Organ

lasciate perdere l'audio professionale... va bene per il consumer.

Kekkonen

Dubito fortemente che una cuffia da sciolto possa essere utilizzata per il mixing.

Kekkonen

Negli “studi” si fanno diverse cose e una cuffia che va bene per il tracking è pessima per il mixing, eccetera.
Mediamente negli studi si hanno più cuffie per diverse esigenze.

Kekkonen

Beh, dipende cosa ci devi fare in studio. Se per tracking o mixing o mastering.
Possono essere professionali delle Sony MDR-7506 che per registrare vanno ottimamente ma che in ascolto sono terribili.
O delle planari Audeze da oltre 1000 euro per il mastering.

Cgiesti

Mai viste in studio cuffie da oltre 300€ :\

Cgiesti

Il prezzo è particolarmente basso per sto genere di cuffie, bisogna vedere come suonano

Background 07122017

O AKG k371, 1000€ neanche ho idea di cuffie da studio che si potrebbero comperare, mi verrebbero in mente solo cuffie da audiofili

Background 07122017

Commento insensato, nelle fotocamera fai una conversione da un qualcosa di reale, analogico, in un formato digitale, mentre nel caso delle cuffie tu ascolti semplicemente un segnale che viene convertito da digitale ad analogico, questo comporta che uno degli strumenti chiave non è il software, ma l'hardware.... Pessima DAC, significherà un segnale convertito e quindi ridotto male, pessimi driver, significherà che l'ascolto non avrà un ottimo suono, cavi non schermati e così via.
Il software cosa, solo le trovate marketing di aziende blasonate che fanno cuffie mettono in ballo questa fesserie quando poi ti ritroverai prodotti che non sono lontanamente paragonabili a delle AKG mid budget nonostante il prezzo di gran lunga maggiorato

kanna mustafa
kanna mustafa
Cummenda

Alla fine sono cuffie chiuse monitor, non ideali per ascolto hifi

Dema

Ti røde eh?
Scherzo sono d'accordo

LoneWolf®

Mi piacerebbe vedere un confronto con le DT770 Pro della Beyerdynamic.

LoneWolf®

La grandezza dei driver conta relativamente per la qualità del suono, più importanti i materiali usati per magnete e coil. Un driver più grande però potrebbe darti più soundstage, ovvero restituisce maggior spazialità del suono (dando la percezione della provenienza e del posizionamento dei strumenti e voci in una canzone ad esempio).

Jiek

Professionali più o meno significa specifici.
Le cuffie, quelle da gaming, sono generiche e offrono soluzioni migliori per tipi di giochi.

Tanto la gente non capisce che, come le fotocamere, non basta avere un buon prodotto fisico con o numeroni per fare la differenza. Bisogna saperlo usare e bisogna avere un software capace di sfruttare quello che hai.

77fabio

Cuffie professionali a 179 euro? Quindi negli studi dove mediamente un paio di cuffie costa 1000 sono tutti f3ss i? Con sta mania di infilare "professionale" ovunque si perde veramente il senso delle cose...

Felipo

Da ignorante in materia: i driver da 40mm non sono in controtendenza rispetto a quelli da 50mm, per un prodotto che punta sulla qualità del suono?

T. P.

???

Recensione Fujifilm X100VI: la regina delle compatte è tornata | VIDEO

Tra i Mega Schermi, l’IA e i display trasparenti del CES di Las Vegas | VIDEO

Che anno sarà il 2024? Le nostre previsioni sul mondo della tecnologia! | VIDEO

HDblog Awards 2023: i migliori prodotti dell'anno premiati dalla redazione | VIDEO