HTC lancia i due visori Vive Pro 2 e Focus 3: caratteristiche e prezzi

12 Maggio 2021 14

I rumor della scorsa settimana ci hanno preso in pieno: il Vivecon 2021 è stata davvero per HTC l'occasione di lanciare due nuovi visori per la realtà virtuale. Stiamo parlando di Vive Pro 2 e Focus 3 - e anche qui, le indiscrezioni ci avevano visto giusto.

A sinistra HTC Vive Pro 2, a destra HTC Vive Focus 3.

Vive Pro 2 è un dispositivo di fascia alta, pensato per essere collegato via cavo al PC, e che nel catalogo va ovviamente a raccogliere l'eredità del predecessore uscito nel 2018; Vive Focus 3 è invece un prodotto stand alone ensato per le aziende, e infatti non è prevista una vendita diretta ai consumatori.

HTC VIVE PRO 2

HTC Vive Pro 2 a livello hardware si presenta come un refresh rilevante: i nuovi pannelli interni al visore saranno LCD e non più OLED con refresh rate a 120 Hz per il massimo della fluidità e una risoluzione 5K, ovvero di 2448x2448 pixel per occhio. Rispetto al Vive Pro e a i suoi 1400x1600 pixel si tratta di un bel salto in avanti.

Se il design esteriore del visore parla la stessa lingua del predecessore, da cui si discosta poco, quello delle lenti è stato invece ripensato e riprogettato: ora l'angolo di visione offerto è di 120 gradi (su Vive Pro di 110), garantendo così un effetto immersivo ancora più credibile e d'impatto.

Insomma, gli occhi vogliono la loro parte, e HTC gliel'ha data: ma per il resto ci sono però tante caratteristiche che restano invariate rispetto alle generazioni precedenti, come il sistema di tracking di Steam VR con compatibilità con le base station 1.0 e 2.0, e i controller forniti da HTC sono i Vive Wand, ovvero gli stessi di sempre (senza dimenticare che comunque si può decidere poi di impiegare alternative compatibili).

Per quanto riguarda il prezzo, Vive Pro 2 è già disponibile al pre-order sul sito ufficiale per 819 euro con disponibilità a partire dal 3 giugno.

HTC VIVE FOCUS 3

HTC Vive Focus 3 è un prodotto stand alone, sì, ma nei piani dell'azienda non è una risposta al Quest 2 di Oculus, ma qualcosa di diverso dal momento che come detto verrà venduto solo al mercato business. La piattaforma su cui è basato, comunque, è la stessa del Quest 2, ovvero lo Snapdragon XR2 di Qualcomm con inside-out tracking grazie alle quattro telecamere integrate.

HTC non ha lesinato sui display neanche in questo caso, e quindi troviamo le stesse inedite soluzione di Pro 2, ovvero due schermi LCD con risoluzione 5K di 2448x2448 pixel per occhio e lenti capaci di garantire un angolo di visuale pari a 120 gradi. Se Pro 2 però si spinge fino a 120 Hz di refresh rate, Vive Focus 3 si ferma invece a 90 Hz: una limitazione che ha a che fare con il target del prodotto e con le applicazioni che troverà al di fuori dell'ambito gaming. Rispetto al Pro 2 infatti anche i controller saranno diversi, anche se curiosamente più simili a quelli di Quest 2.

Trattandosi di un dispositivo capace di funzionare in piena autonomia, HTC ha pensato di integrare una batteria removibile per poter prolungare il tempo di utilizzo oltre le 2 ore garantite da una singola carica. Anche in questo caso si tratta di un prodotto di fascia alta, e il prezzo di 1404 euro lo dimostra: la disponibilità è indicata per fine giugno, ma come anticipato Focus 3 non sarà acquistabile sul mercato consumer.


14

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Dongiovanni82

Ho ancora HTC u12+...
In futuro pixel 6 o Sony...

emmeking

Il focus 3, non il vive pro 2, se rileggi bene il mio commento non faccio riferimento al focus 3, infatti dico che non hanno un concorrente del quest 2

From Monkey Island 2 (bannato)

non mi sembrano così costosi considerando che sono, se non i migliori, sicuramente tra i migliori

I M Scudetto

Questi sì che sono visori!

Nuanda

Han esplicitamente detto che non è indirizzato ai consumerà ma solo ad un'utenza business...

emmeking

Soliti prezzi esagerati e nessun concorrente per il quest 2, allora ditelo che lo fate apposta a voler fallire

T. P.

tu pensa che io non la feci anche, ma non solo, perchè avevo sentito di alcuni a cui era andata male e avevano poi avuto grossi problemi...
quando mi informai, almeno, c'era una certa quantità di rischio e ricordo che si firmava tipo anche una liberatoria in tal senso...
una mia amica però la fece e andò tutto bene!

quello che dici magari un giorno sarà! :)

Marcomanni

Ne hai mai provato uno in tal senso?

Bruce

Già fatta un quarto di secolo fa a 70.000 lire (con la mutua). Ora inizio a peggiorare leggermente. non mi va di rioperarmi. Ho una reflex sony con un minuscolo display regolabile con una rotellina. Vedo perfettamente. Basterebbe metterne un paio in un paio di occhialini da piscina :-) Sarebbe perfetto, leggerissimi e comodi. Regolabili indipendentemente. Una scatoletta per l'alimentazione e le connessioni e via.

T. P.

con 1.000 euro ti paghi l'operazione poi usi tutti i visori che vuoi! :)

Big G

Peccato davvero.. Che brutta fine che hanno fatto..

Bruce

Si può correggere la miopia in modo indipendente per occhio?
Io voglio un visore per guardare film come se avessi uno schermo da 1000". Senza sensori di movimento o altro :-( Tipo i vecchi Sony HMZ. Ne faranno mai?

DangerNet

Perché hanno venduto tutta la divisione Mobile a Google (inclusi brevetti, know how, progettazione, funzionalità, customer experience, assistenza ecc).

Ritornare in quel mercato sarebbe per loro una ripartenza completa dal punto di vista aziendale e struttura interna, oltre che di prodotto

Big G

Ma perchè non si mettono di nuovo in carreggiata per fare smartphone come si deve?

Provato Nintendo Switch Oled: uno schermo che fa la differenza? | Video

FIFA 22 vs eFootball (ex PES): scontro tra diverse filosofie

The Witcher: Monster Slayer arriva su Android e iOS: lo abbiamo provato

WRC 10 arriva a settembre: tutte le novità e una breve anteprima