Murata produrrà batterie alla stato solido per cuffie e indossabili da inizio 2022

04 Maggio 2021 14

Nel corso della prima metà del prossimo anno, Murata Manufacturing inizierà la produzione, in piccole quantità, di batterie allo stato solido destinate inizialmente a cuffie auricolari e altri dispositivi indossabili. L'intenzione dell'azienda giapponese è quella di ampliare la sua capacità produttiva già durante la seconda metà del 2022. A regime, la previsione è quella di produrre circa 100.000 batterie al mese.

Murata Manufacturing è riuscita a raggiungere un notevole livello qualitativo delle sue batterie combinando la tecnologia degli accumulatori agli ioni di litio, acquisita da Sony nel 2017, con le tecniche di laminazione sviluppate per la produzione di condensatori ceramici multistrato. La linea di produzione verrà realizzata nello stabilimento di Yasu, nella prefettura di Shiga.

Di batterie allo stato solido si parla ormai da anni, una tecnologia che ancora non è riuscita a raggiungere il mercato di massa ma a cui sta guardando con sempre più interesse anche il settore dell'automotive con diverse aziende impegnate in prima linea per accelerarne lo sviluppo. Tra queste BMW e Ford, che hanno recentemente annunciato investimenti nella startup Solid Power, Volkswagen, con un investimento da 200 milioni e Mercedes. Un altro produttore giapponese, Hitachi Zosen, ha annunciato lo scorso marzo di aver realizzato una batteria allo stato solido da 1000mAh in grado di resistere a temperature e condizioni estreme.

Le batterie allo stato solido di Murata sono indicate per auricolari e altri dispositivi indossabili

Caratteristica principale di questi accumulatori è quella di utilizzare elettroliti allo stato solido, al posto dei classici allo stato liquido, che consentono di immagazzinare maggiore quantità di energia a parità di spazio, con un minor rischio in termini di usura, infiammabilità e rottura. Inoltre, queste batterie offrono una maggiore libertà di progettazione e sono più facili da integrare.

Le batterie allo stato solido progettate da Murata, tuttavia, utilizzano un ossido per l'elettrolito. Di conseguenza, non è adatta per impieghi dove occorrono grande capacità e alto rendimento, come l'alimentazione di veicoli elettrici, ma è considerata molto sicura per dispositivi indossabili in quanto non produce gas tossici. La batteria, inoltre, può essere posizionata direttamente su un circuito stampato.

Murata Manufacturing ha deciso di puntare molto su questa tecnologia dopo aver ridotto drasticamente le vendite di batterie agli ioni di litio ai produttori di smartphone a causa di una forte concorrenza


14

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
AcommonAlien

D'accordo con te, o almeno lo spero, a stato solido sono davvero l'evoluzione :)

xpy
AcommonAlien

Il problema è che conservare la produzione per 1 anno, ti dà 1,2 milioni di batterie, e loro ne vendono in 1 mese :)

xpy

Anche Apple o samsung per un ipotetica airpods pro 2 o simili, conservi la produzione di x mesi e sei apposto per il lancio

Federico

Vedremo, in quella zona certo non mancano i capitali necessari per costruire altre linee di produzione destinate ad una tecnologia vincente.
Se si dimostrerà vincente, ovviamente.

AcommonAlien

La mi band vende troppo perché la produzione possa soddisfare le esigenze... A mio parere i marchi che possono permettersi queste batterie, sia come costi che vendite, sono tipo B&O. Vendono "poco" se considerato la concorrenza, e a prezzo molto elevato
La mi band 6 in 2 mesi ha venduto oltre 1 milione di unità, loro hanno intenzione nel 2022 di arrivare a produrre 100.000 batterie al mese

AcommonAlien

Considerando la produzione esigua, credo che gli unici a poterle utilizzare impiegando tutta la produzione sia B&O. Ne vendono poche se confrontati ai grandi numeri degli altri, e tutte a prezzo elevato, quindi possono utilizzare questa tecnologia... Nonché darebbero più mercato, se le loro cuffie al triplo del prezzo, durassero anche 2-3 volte in più della concorrenza

Federico
ADM90

Forse sulla 8/9.

EL TUEPO

Ovviamente io ho preso uno smartwatch proprio ieri

axoduss

Va bene quindi per gli orologi e le cuffie

Federico

Io spero che arrivino nella mia amata, prossima, Mi Band 7.

Iena_Reloaded

finchè non arrivano sul mercato non ci credo!

William

Recensione Huawei Band 6: eleganza in formato slim

Snapdragon 888 vs Exynos 2100: qual è il migliore?

Echo 4° generazione vs Nest Audio: quale scegliere? Tutte le differenze

Il confrontone 2021: Galaxy S21 Ultra vs iPhone 12 Pro Max, Find X3 Pro e Mi 11 5G