AirPods Max, bug per la cancellazione del rumore: ma c'è un trucco per risolverlo

31 Dicembre 2020 336

Non è passato neppure un mese da quando, a inizio dicembre, Apple ha lanciato le AirPods Max, le sue prime cuffie over-ear. Un tempo sufficiente, tuttavia, perché i primi utenti comincino a segnalare qualche bug: MacRumors mette infatti in evidenza un fastidioso malfunzionamento che compromette la cancellazione attiva del rumore. Ma per fortuna esiste già una soluzione (sebbene temporanea) in grado di risolverlo.

Procediamo però con ordine, e intanto capiamo di cosa si tratta: le AirPods Max sono dotate sulla cuffia destra, oltre che della ghiera digitale, anche di un tasto dedicato al passaggio tra ANC e modalità trasparenza (quella introdotta da AirPods Pro, che lascia filtrare alcuni suoni ambientali e non isola ed estranea quindi dall'ambiente circostante).

Alcuni utenti, come riportato da MacRumors, hanno però segnalato che non sempre alla pressione del tasto corrisponde una corretta transizione tra le due modalità: in alcuni casi solo una delle due cuffie effettua il passaggio. Il risultato è quindi una cuffia con cancellazione attiva del rumore innescata, e un'altra invece con la modalità trasparenza. Uno scenario indubbiamente fastidioso, che è possibile risolvere riavviando le proprie AirPods Max.


Per farlo è sufficiente premere e tenere premuti il tasto dedicato allo switch tra le modalità e la corona digitale finché il led di stato posto alla base della cuffia destra non lampeggia di giallo (prima di effettuare l'operazione, è bene assicurarsi che le AirPods Max e siano collegate all'alimentazione tramite USB-C o cavo Lightning). A questo punto le cuffie si riavvieranno, e una volta terminata la procedura il problema del disallineamento tra i due padiglioni sarà risolto - almeno momentaneamente, e cioè finché non dovesse ripresentarsi.

Attualmente Apple non si è ancora espressa sul problema: ma immaginiamo che sarà corretto definitivamente tramite aggiornamento software. Resta da capire quando.

Lo smartphone 5G per tutti? Motorola Moto G 5G Plus, in offerta oggi da Amazon Marketplace a 189 euro oppure da Coop online a 269 euro.

336

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
MK50
Quindi che senso ha scrivere tutto il pezzo sopra in cui si elenca un
elenco di cose per tentare di giustificare una differenza di prezzo di
140 dollari [...] per poi buttare li la frase a caso che hai citato tu?

Senza offesa eh, ma ci sei o ci fai? Il succo del suo discorso è, molto semplicemente "Considerando le caratteristiche elencate sopra, se i prezzi fossero stati quelli [citati da lui] degli Stati Uniti avrebbero avuto senso di esistere, ma con gli attuali prezzi italiani no". Punto, fine. Nessuno cerca di giustificare nessuno, pure un bambino lo potrebbe capire. Capisco però che per il classico hater di HDBlog sia un livello troppo alto di comprensione del testo.

le sony che dice lui costano 348.00 [...] Magari oltre che capire le righe informati sulla veridicità delle informazioni

Bene, ma perchè lo dici a me? Dillo a lui che ha sbagliato ad indicare il prezzo, magari correggerà il suo commento e ne approfitterà per riconsiderare le sue opinioni. Il fatto che quel prodotto costi meno di quello che ha detto lui, tuttavia, non cambia il mio discorso di una virgola, visto che io sto solamente parlando delle sue considerazioni, che tu reputi un "tentativo assurdo di giustificare il prezzoh", quando ti ho ampiamente dimostrato che non è così. Anche lì, però, capisco che il livello di comprensione del testo è quello che è.

se no finisci a [...] belare a caso nelle discussioni altrui.

Da che pulpito, proprio...

AcommonAlien

È la mia domanda xD

Matteo

Quindi che senso ha scrivere tutto il prezzo sopra in cui si elenca un elenco di cose per tentare di giustificare una differenza di prezzo di 140 dollari (che sono di più perchè vanno aggiunte anche le tasse e le sony che dice lui su amazon us costano 348.00 tasse incluse) per poi buttare li la frase a caso che hai citato tu?
Magari oltre che capire le righe informati sulla veridicità delle informazioni se no finisci a fare la pecora (apple fan) e belare a caso nelle discussioni altrui.

Io267

Guarda che se le avessero messe sotto le Sony come qualità audio c’era qualche problema visto che le Sony costano quasi la metà (e Sony è famosa per non avere un eccellente rapporto qualità prezzo)

MK50

E quindi? Siamo in Italia, mi sembra normale che uno guardi il prezzo italiano e faccia le sue considerazioni basandosi su quello.
Ha anche parlato del prezzo di vendita degli Stati Uniti, è vero, ma ha argomentato le sue ragioni per considerarlo più sensato rispetto al prezzo italiano, al contrario tuo che come unica argomentazione hai strillato "tentativo assurdo di giustificare il prezzoh!!!1!".
Ah, e per la cronaca, io "tutte le righe sopra" le ho lette, ma, a differenza tua, le ho anche capite.

Matteo

mi sa che non hai letto bene te, il piccolo estratto che hai riportato è legato ai prezzi Italia.
Leggi tutte le righe sopra capisco che sonno tante e fai fatica!

MK50

Ma almeno hai letto il suo commento? O fai l'hater per sport? Ha espressamente detto "per me non ne vale assolutamente la pena. Non me la sento di consigliarle"... Bah, questo blog non finisce mai di sorprendermi.

Ricky

Mai sentito parlare di equalizzazione?Giusto, sulle airpods non la puoi neanche toccare.Sono inferiori in tutto, dal codec, al peso, all’anc oltre che alla resa sonora una volta bilanciata al tuo gusto se preferisci la massima fedeltà.

Ricky

Veramente solo gli italiani dicono che suonano meglio

Ricky

Concordo sul ragionamento ma visto che per il 99% delle persone vanno bene cuffie qualsiasi inutile spenderci 600 euro quando alla metà ci sono alternative migliori.

Matteo

Solo con Apple gli articoli relativi a un bug si trasformano nel tentativo assurdo di giustificare il prezzo di cuffie globalmente inferiori alla concorrenza se on per l' integrazione nell' ecosistema.
unico motivo per preferirle ma non so se è abbastanza.

Alessandro Peter

A me piacciono le linee dei MacBook proprio perché minimaliste, mai avuto un problema di TT e l’alluminio più che per affettare serve a dargli un indubbia resistenza. Ma son gusti personali.
Concordo pienamente sulla visione “purista”, ma occorre precisare che l’audio computazionale usato da Apple serve proprio a fornire una curva più flat possibile in ogni condizione ambientale. Essendomi occupato di color grading per 6 anni, mi viene facile il paragone con le TV; ogni volta che entravo a casa di un amico e guardavo ste TV nuove di zecca com sti “true motion” che “inventavano” frame inesistenti, uccidendo completamente il film, oppure con quelle funzionalità attive di “super contrasto dinamico” che saturavano all’inverosimile per poi spegnere completamente le ombre, o la riduzione rumore/compressione MPEG che andava a sfumare talmente tanto da far sembrare le immagini un acquarello.. Ecco, io tutte ste porcate le ho sempre sofferte, al pari di funzionalità come “Super Mega Ultra Bass Boost” nelle cuffie, o il 360° che per simulare un effetto 3D m sballa completamente l’acustica di un brano.
Tuttavia se Apple, come afferma, usa l’elettronica semplicemente in contrasto all’ambiente esterno e alla forma dell’orecchio, non vedo perché bocciarle subito, sapendo che queste non sono certamente cuffie da studio.

Haku

Anche a me i portatili gamer fanno schifo, ma hanno l’indubbio vantaggio di mitigare il TT rispetto ai portatili che pare che debbano affettare il prosciutto come extra nelle caratteristiche. Tutta questa pappardella, per tornare alle cuffie, è semplicemente risolvibile pensando che audiofilia e musica computazionale sono un’ossimoro. Semplicemente sono agli antipodi e usano mezzi diversi per scopi diversi. Personalmente mi ripugnerebbe ascoltare in queste cuffie un lp dei Dire Straits che suona come un pezzo pop di Miley Cyrus o di Sfera Ebbasta perché l’algoritmo decide a dispetto dei tecnici del suono che hanno fatto il mixing ed il mastering. È un po’ come la fotografia: ci hanno talmente abituato ad immagini “sparate” fatte dai mezzi più inadatti al mondo per questo scopo (gli smartphone) per pura questione di fisica ottica che spesso scambiamo per qualità gli artefatti computazionali. E ci stanno convincendo sempre più che non serve a niente scegliere i tegami, gli ingredienti migliori e saper cucinare una crêpes a regola d’arte, magari selezionando pure il vino più adatto, quando in cinque minuti possiamo mettere in tavola dei deliziosi sofficini è una Coca Cola.

Haku

Mette anche la nomenclatura “pro” sui suoi ultrabook come questo MBP16 che sto usando... ma rimane un ultrabook

kanna mustafa
Mariux Revolutions

Of course

Corrado G.

Se dovessi prendere delle over-ear professionali sceglieresti delle cuffie cablate. Ovviamente.

Darkat

Assolutamente si, infatti queste cuffie non valgono assolutamente il prezzo che costano, e chi dice il contrario non ha la minima competenza sul valore di mercato di questo tipo di prodotti

masterblack91

Si,ma come ho detto in un'altro commento,visto quello che pago,non ci possono essere bug su una cuffia con 4 funzioni.

Darkat
Darkat
Joel

Te lo ripeto, se anche contro iPhone 11 con iOS 13 dura uguale ammetto di aver sparato una sciocchezza ma sono sicurissimo che non sarebbe così

darthrevanri

Quello che dici tu non c’entra niente con quello che ho detto io, Apple non può scrivere driver appositamente progettati, se li ha riciclati, anche se avessero preso quelli delle sennheiser hd800 comunque sarebbe falsa pubblicità.

StuartPot

Posto che alta fedeltà nell'audio è un concetto abbastanza arbitrario nell'audio.
Non mi stupisce che apple usi quest'espressione, un po' come quando hanno iniziato a chiamare i propri display, display retina, e continuano a farlo, facendo sembrare i propri display eccezionali.
Io ho un telefono pagato 120 euro con più ppi del display retina dell'iphone se 2020.

Su 30 persone puoi prendere le 5 più alte e dire che sono persone alte, poi le metti a confronto dei giocatori dell'NBA e ti accorgi che non sono poi così alte.

Non mi stupirei di sapere che queste abbiano una maggiore fedeltà di molte altre cuffie bluetooth, ma le cuffie ad alta fedeltà sono proprio un altro tipo, non le cuffie bluetooth.

Alucard

forse mi sono spiegato male, l 'accopiamento lo fai su un solo dispositivo, poi riconoscono automaticamente gli altri.
Sinceramente uso pochissimo cuffie TWS o bluethoot, ne ho solo un paio e le uso quando i bambini fanno chiasso per la tv, per il resto ho solo materiale cablato.

stefano passa

ok ma apple dice il contrario c'è scritto nel loro sito alta fedeltà

stefano passa

cosa che fanno anche le altre cuffie ... non lo sapevi?

stefano passa

se vuoi ti posto qualche recensione basta chiedere

stefano passa

guarda che sono cose differenti te confondi l'ampiezza di un segnale nel quale puoi fornire dei dati , con l'ampiezza d'onda dei nostri organi sensoriali,

Alessandro Peter

Questa mi pare proprio una cavolata sparata da chi non le ha nemmeno mai tenute in mano. Tutto si può dire tranne che sulla comodità. Oggi, essendo in ferie, le ho tenute incessantemente per 8 ore (ho iniziato a giocare a MK11 e il tempo è volato). Non mi era mai capitato di tenere delle cuffie per più di un paio d'ore senza sentire dolore ai padiglioni. Ho appena tolto queste e le orecchie sono "integre", poiché i cuscinetti poggiano sulle tempie e non sulle orecchie. E non ho avuto problemi di "peso". Davvero, su questo punto di vista devo essere onesto; sono comode sul serio

Alucard

L'accoppiamento si fà una sola volta, poi per funzionare basta indossarle e riconoscono automaticamente il dispositivo in uso, i-phone, mac o tablet e si può passre tranquillamente da uno all'altro senza ulteriori operazioni.
poi c'è anche dell'altro ma non ricordo

kanna mustafa

Esatto, anzi le Sony e Bose non richiedono per forza prodotti Apple per funzionare ma un fritto misto di dispositivi va benissimo

kanna mustafa

Ma tecnicamente no perchè la maggior parte dei driver in commercio provengono dalla Cina e non c'è nulla di sbagliato , infatti è possiibile comprare cuffie economiche tipo SUper lux o Samson che montano driver di cuffie più costose e c'è un mercato dei driver scartati o cloni specie per le IEM e cuffiette che prolifera tranuillamente per il vantaggio di utenti budget. La cosa triste è il fatto che l'audio sia modulato tramite DSP piuttosto che ingegnerizzazione del padiglione dove risiede il driver e che vengano vendute a 629€ con batteria che morirà tra 2 anni e cuscini terribili venduti a 75$ il paio e la banda superiore che non ha ammortizzazione ricambiabile ( quella retina si deformerà in 6 mesi al massimo )

Alucard

la confusione ce l'hai tu

Alucard

le cuffie cablate da te citate sono tutte superiori sia alle Sony che alle Apple,e il loro costo ora è sui 100-130 euro ma all'uscita costavano tutte più del doppio.
i modelli nuovi variano dai circa 300 euro ai 500

fabrynet

Quanta confusione mamma mia.

Alucard

Ma proprio no, recensori di cosa?
quelle che ho visto io le davano più o meno alla pari, l'unica aggravante per le Apple era il prezzo

Alucard

In questo Blog degenerare è un attimo
non lo seguo quasi più, commento oggi solo perchè in questi giorni ho un pò di tempo da perdere

StuartPot

Non vanno bene per ascoltare la musica, ma cosa ti è balenato in mente per dire una stupidaggine del genere?
Le beats da 60 euro vendute da apple secondo i tuoi canoni per cosa vanno bene?

Alucard

Suonano molto bene, alla pari di altri prodotti che però costano meno.
Se posso dare un consiglio non seguite come oro colato le recensioni di siti Hi-tech, piuttosto cercatevi quelle fatte da chi ascolta musica, tipo Vinilicamente, Gianluca Bocci e anche altri.

StuartPot

complimenti per l'analisi, mi piace soprattutto la tua imparzialità

Alucard

Anche Bocci ha fatto una bella recnsione e non ne escono affatto male, alla pari con le Sony

Alucard

hanno la certificazione Hi-Res quindi dovrebbero esserlo, visto che si possono ascoltare anche via cavo, non sono monitor se è quello che intendevi, ma quella è una scelta soggettiva.
Per mè la cuffia ad alta fedeltà è esclusivamente monitor, ma cmq si può rimediare con l'equalizzazione.

fabrynet

Le XM4 sicuramente non sono pensate per l’alta fedeltà, hanno molta potenza e bassi accentuati, vanno bene per i film o per i videogiochi, non certo per ascoltare musica.

Alucard

Ecco questa è una cosa su cui si può discutere a lungo.
Il "suonare meglio" è un giudizio del tutto soggettivo su alcuni tipi di prodotti, vuoi perchè viene influenzato da gusti personali, vuoi perchè alcune cuffie hanno una firma sonora precisa.
Anche su cuffie monitor ci sono alcuni modelli in cui risaltano di più certe frequenze anche se cosi non dovrebbe essere, perciò bisogna capire di cosa parliamo, dettaglio? precisione?ampiezza?
Non è semplice.

Alucard

Mah insomma 630 euro accessibili alla massa non mi pare, costano come un prodotto audiofilo di fascia media.
Con questo non le voglio criticare a priori, ormai si sa come lavora Apple, non bisognerebbe nemmeno fare più caso al prezzo...E' Apple quindi costa.
Non nego nemmeno la qualità, ho visto molte recensioni di "musicofili" che le promuovevano, qualità alta insomma.
E' innegabile che sia un prodotto pensato,studiato e realizzato per integrarsi perfettamente con l'ecosistema Apple, chi ha Android o usa Windows può benissimo guardare altrove, le alternative non mancano, per chi ne fà un utilizzo prettamente musicale io mi sento invece di sconsigliarle, ci sono prodotti migliori a costo minore.

StuartPot

Queste cuffie sono pensate, come tutti i prodotti apple, per chi vuole un buon prodotto senza interessarsi molto alle caratteristiche e al prezzo.
La forza di Apple è quella che riuscirà a far spendere ad un sacco di persone, che probabilmente normalmente non lo farebbero, 630€ per delle cuffie.

Poi probabilmente essendo il primo modello può essere anche che ci sia qualche difetto.

StuartPot

Queste cuffie non sono di certo pensate per chi vuole l'alta fedeltà, semmai per la comodità e la riduzione del rumore.

Non penso che chi cerca l'alta fedeltà compri delle cuffie su cui non sono riportate la risposta in frequenza, la distorsione armonica.
Non è una cosa nuova nella filosofia di Apple

StuartPot
Le Sony hanno bassi più evidenti non perché sono più chiuse ma perché sono proprio tarate in quel modo. Il fatto che le AirPods si sentano di più dall’esterno deriva dal materiale dei cuscinetti in memory foam che fa penetrare maggiormente il suono ma che d’altro canto fa anche traspirare meglio l’orecchio e quindi offre un comfort maggiore.

Guarda che il fatto che siano più chiuse spiegherebbe benissimo il fatto che i bassi sono più accentuati, è questione di propagazione delle onde, le basse frequenze "rimbalzano" maggiormente.
Sicuramente si può tentare di ridurre questo effetto, ma c'è anche una questione ovviamente di gusti, e i bassi potenti sono sicuramente in linea con la musica di questi anni.
E questo genere di cuffie non sono di certo pensate per l'alta fedeltà.

Vive

Esatto Sennheiser fa headset di qualità, volendo anche Audio-Technica.

Lavorare con iPad Pro M1 12.9: cosa si può fare davvero (e con quali compromessi)

I tre migliori compatti: iPhone 12 Mini vs Asus Zenfone 8 vs Galaxy S21 | Confronto

Abbiamo provato iOS 15: prime impressioni d'uso sulle principali novità

Abbiamo provato iPadOS 15: le novità che Apple non ci ha svelato