FreeBuds Studio, ecco come saranno le prime cuffie over-ear di Huawei

16 Ottobre 2020 19

Ecco come saranno FreeBuds Studio, le prime cuffie over-ear di Huawei che dovrebbero essere presentate la settimana prossima assieme alla gamma Mate 40. I colleghi di WinFuture sono riusciti a impossessarsi di una serie ben nutrita di informazioni che ci permettono di delineare un quadro piuttosto preciso - manca solo ascoltarle per capire quanto siano veramente valide.

Si tratterà di cuffie di fascia alta, con un prezzo di partenza intorno ai 400 euro; dovrebbero includere driver dinamici di dimensioni generose, si parla di 40 mm di diametro, e tante tecnologie di ultima generazione grazie al processore audio HiSilicon Kirin A1. Si cita in particolare una cancellazione attiva del rumore (ANC) molto efficace, in grado di ridurre il rumore ambientale fino a 40 dB, con pulsante fisico dedicato per l'attivazione/disattivazione.

Le batterie dovrebbero essere due unità da 410 mAh, in grado di garantire 20 ore di ascolto continuativo di musica e 15 di chiamate. In entrambi i casi ci si riferisce a situazioni in cui l'ANC è disattivata: non ci sono dettagli sull'autonomia quando è attiva. La fonte dice tuttavia che Huawei dichiara 70 minuti per una ricarica completa, e che bastano 10 minuti per ottenere 5 ore in più di ascolto. La ricarica avviene tramite porta USB-C

Huawei FreeBuds Studio supporteranno il protocollo Bluetooth 5.2, e sugli smartphone con OS EMUI 10.x supporteranno quick pairing e visualizzazione dell'autonomia residua (immaginiamo che, come accade per altri modelli di FreeBuds, queste funzioni saranno disponibili anche su smartphone di altri produttori attraverso l'app AI Life).

Le cuffie pesano 265 grammi e saranno disponibili nei colori Brush Gold e Graphite Black. Quasi inutile ricordare come il nome scelto per le cuffie sia molto, molto simile a quello delle cuffie Apple su cui si vocifera da un po', e che a quanto pare sono state posticipate ancora.


19

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Umberto Ratti

Audeze è sbucata dal nulla una decina di anni fa con la sua LCD 2 da 1200 dollari e ha dato uno scossone a tutto il mercato cuffiofilo talmente la qualità era elevata.

Non vedo come 400 euro (che diventeranno 300/350 piuttosto in fretta imho) possano essere un problema.

Resta da vedere, poi ovviamente la qualità del prodotto che è quella che conta.

uncletoma

Visto, uno dei tanti che recensisce di tutto, di più. Grazie :)

Shingo Tamai

Un youtuber

uncletoma

chi è?

matteventu

Esteticamente le trovo molto gradevoli.

Curioso di vedere che integrazione software avranno nell'ecosistema Huawei.

La batteria pero' e' ingiustificatamente piccola, e idem l'autonomia effettiva.

Dark!tetto

Chi ti dice che per quello che c'è dentro e dietro possono permettersi di uscire a 200€ ? Non è che tutti hanno margini del 40/50% sui prodotti, anzi si vocifera che Huawei venda spesso in perdita.

Dark!tetto

Probabilmente il fatto che ci sono grossissimi investimenti dietro, non solo a livello componentistico, ma ci sono Codec dedicati che funzionano veramente bene. Sebbene non parliamo di AKG, Sennheiser , Sony o B&O etc etc che sono brand storici, Huawei in questo settore ha dimostrato, da sconosciuta, il proprio valore con la serie freebuds. Ovviamente è tutto anche in relazione al prezzo, io ho delle Sennheiser wired che non cambierei per nulla al mondo, ma le PXC550 non mi hanno convinto per nulla, meglio le Sony 100XM4 ma costano e non vogliono scendere

Dark!tetto

Avranno anche questi codec LLAC e LHDC suppongo, sono curioso di provarli conuno smartphone Huawei a sto punto.

JustSeph

Huawei non ha esperienza in merito, quindi uno parte prevenuto, ma il problema non è quello, il problema è che non puoi uscirtene con il tuo primo paio di cuffie a 400€, posso capire 200/250€, ma 400 so tanti, e se non superano la concorrenza ti sei giocato subito male le carte. Ovviamente giudico il prezzo, il prodotto potrebbe rivelarsi sorprendente, anzi huawei ormai è un’azienda affidabile.

Giuseppi

Ma come fai a giudicare, prima di sapere qualsiasi cosa in merito a un prodotto...

Shingo Tamai

Aspetterò la rece di Vinciann, l'unico vero recensore in grado di trattare ogni minimo dettaglio delle cuffie. Perchè non lo assumete qui XD

Andredory

Perché prima di parlare le proverei, poi dopo averlo fatto posso esprimermi.

lucas

copre tutta la fascia, non solo medio bassa e a testa alta con un gran rapporto qualità prezzo

Rendiamociconto

primo modello....come dire che oppo quando ha iniziato a vendere in europa non solo più come oneplus non aveva esperienza nel settore ed era il primo modello......huawei fa cuffie in cina da decenni

Alessandro Baggio

Ma si alla fine costeranno 300€...e poi scenderanno...

Ryosaku

Hai detto bene, medio bassa. Cosa ti fa credere che queste cuffie si meritino 400+€ facendole passare per fascia alta?

Andredory

Potrei dire la stessa cosa dei PC ed invece ci troviamo i Matebook che sono i migliori PC nella fascia medio-bassa del mercato.

JustSeph

Concordo pienamente, una cosa sono le cuffiette wireless (per carità, anche li serve sapersi muovere altrimenti escono uno schifo), ma delle cuffie “serie” sono tutt’altra cosa, soprattutto non capisco perché dovrei preferirle alle xm4 che costano 60/70€ meno.

Davide

400€ per il primo modello di un produttore che ha zero storia nel settore? Anche no.
Le Sony costano meno e sono una garanzia

Recensione nuove Amazon Fire TV Stick 2020 e Lite: un gadget indispensabile

Recensione Amazon Fire TV Cube: utile, versatile ma quanti limiti

Amazon sorprende: Telecamera drone, Fire TV, nuovi Echo, Ring Car e Eero 6

Recensione GoPro Hero 9 Black, doppio display per la migliore delle action cam!