Il mercato indossabili non teme il virus: cuffie e auricolari guidano la crescita | Q1

29 Maggio 2020 4

Se c'è un settore che la crisi economica causata dalla pandemia proprio non lo sente è quello dei dispositivi indossabili. IDC ha analizzato i dati delle unità spedite nel primo trimestre dell'anno, rilevando un incremento che sfiora i 30 punti percentuali.

Dati che sono ben superiori rispetto a quelli che la stessa IDC aveva in precedenza stimato per l'intero 2020, anno in cui si attende una crescita, sì, ma più ridotta e di poco superiore al 9%. Colpiscono (in positivo) i numeri del primo trimestre: 72,6 milioni di unità spedite, in gran parte cuffie, auricolari e smartband.

La notizia infatti è proprio questa: a differenza di quanto riportato da Strategy Analytics, secondo cui il mercato smartwatch sarebbe cresciuto nei primi tre mesi del 20%, IDC ritiene invece che proprio gli smartwatch abbiano frenato un settore intero che, altrimenti, si sarebbe potuto sviluppare ulteriormente. La società di ricerca parla di un -7,1% nelle spedizioni degli smartwatch nel Q1, dunque di segno completamente opposto rispetto ai dati visti in precedenza.

Smartband e hearable, si diceva, con questa seconda categoria (che include cuffie e auricolari) che ormai rappresenta più della metà dell'intero settore (54,9% delle spedizioni totali). Nel sotto-settore degli smartwatch sorridono solamente Huawei (+118,5%), Garmin (+31,7%) e Huami (+80,2%, in crescita ormai da diverso tempo, ora di diritto tra i principali produttori).

Dati relativi al mercato degli indossabili nel suo complesso
Focus sugli smartwatch

In breve:

  • Apple mantiene la leadership del settore con una quota di mercato del 29,3% e una crescita complessiva del 59,9% rispetto al 2019. A sostenere la crescita sono state le cuffie Airpods e Beats, mentre Apple Watch ha registrato un calo del 2,2% su base annua.
  • Xiaomi è seconda grazie alla continua espansione al di fuori dei confini nazionali. Ha il 14% di market share e segna un +56,4% nelle spedizioni.
  • Samsung occupa il terzo gradino del podio: il merito, anche in questo caso, va soprattutto agli auricolari, che da soli contano per 2/3 delle sue spedizioni di indossabili. Ha l'11,9% di quote di mercato, ed è cresciuta del 71,7%.
  • Huawei e Fitbit chiudono la top 5, la prima in positivo (+62,2%) grazie alla sua presenza che resta tuttora forte in Europa, la seconda in negativo (-26,1%) a causa di una catena produttiva basata in Cina che ha subito forti rallentamenti durante la crisi sanitaria.

Credits immagine d'apertura: Pixabay

Il miglior Galaxy del 2020? Samsung Galaxy S20 Plus, in offerta oggi da interteria a 681 euro oppure da Yeppon a 774 euro.

4

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
E K

Giusto ieri qualcuno mi parlava delle stravendite ed extrasuccesso del mercato smartwatch, avrei dovuto aspettare ad oggi per rispondere. Ad ogni modo oltre l'effetto "moda" non capisco nemmeno il mercato degli auricolari true wireless.

Sono inutili (esclusa la moda)

Andrej Peribar

In questo mercato ci hanno inserito a forza le cuffie pur di farci delle mezze statistiche e definirlo come vivo ma si continua a aprire gli articoli con foto di smartwatch o smartband.

Nino

Sempre piu' banale e', chissa' quanti hanno acquistato cuffie e auricolari bluetooth oltre ai braccialetti.

Pablo Escodalbar

Cioe' le cose vanno sempre nel modo piu' banale che possano andare.

Sky Wifi: l'offerta in fibra (FTTH) è ufficiale. Come funziona e quanto costa

App Immuni è disponibile al download su Android e iOS

Covid-19: come non cadere nella trappola della falsa informazione | Podcast

Apple e Google, più privacy per le app di tracciamento: cosa cambia per l'utente