Under Armour HealthBox: senza l'app UA Record il suo utilizzo è un calvario

22 Gennaio 2020 2

Per parlare della fine di UA Record bisogna tornare indietro di quattro anni, quando l'app di Under Armour fu lanciata per supportare il sistema di fitness HealthBox realizzato in collaborazione con HTC. Ebbene, l'applicazione con cui gli utenti tenevano monitorati parametri come peso, qualità del sonno, passi e battito cardiaco è stata rimossa sia da Play Store che da App Store.

In realtà la notizia non è di oggi, visto che l'azienda con sede a Baltimora ne aveva annunciato la chiusura già il 31 dicembre scorso. In queste ultime ore è stata aggiornata la pagina di supporto, in cui si legge che l'applicazione

  • non è più presente su App Store e Play Store dal 31 dicembre 2019
  • non viene più aggiornata dalla stessa data
  • potrà essere utilizzata sui propri dispositivi (se già scaricata) fino al 31 marzo 2020, dopo di che non sarà più funzionante

A partire dal 1 aprile, dunque, i possessori di Under Armour HealthBox dovranno virare su un'alternativa: l'azienda fa riferimento a MapMyFitness, acquisita nel 2013 ma che, stando a quanto riportato nelle FAQ, non può essere tecnicamente definita un sostituto:

Ci sono certe tipologie di dati di Record che non sono disponibili su MapMyFitness?

Sì - Passi, sonno, peso, Come ti senti? pulsazioni a riposo e Nutrizione semplice non saranno disponibili in MapMy. In più, gli obiettivi e i grafici della percentuale di grasso corporeo e alcuni dei tuoi campi nel profilo UA Record non saranno trasferiti a MapMy.

In pratica, chi nel 2016 ha pagato 400 dollari per acquistare UA HealthBox (arrivata in Europa subito dopo a 449 euro) si trova di fatto impossibilitato a sfruttare appieno il bundle che, ricordiamo, comprende la smartband UA Band, il rilevatore del battito cardiaco UA Heart Rate e la bilancia UA Scale. Ciascuna di queste ha come caratteristica "unica" quella di connettersi alla stessa app (UA Record) che, in un'unica piattaforma, è in grado di riassumere lo stato fisico dell'utente. In pratica, l'integrazione Band-Heart Rate-Scale-Record è sempre stato il vero punto di forza della soluzione proposta da Under Armour.


Peccato che Under Armour abbia abbandonato il progetto già nel 2017, con la scusa di "evolvere così come sta evolvendo il mercato" (sono parole del CTO Paul Fipps rilasciate a suo tempo a Wareable). E ora l'unico modo che pare funzionare per poter continuare ad utilizzare i dispositivi smart di HealthBox sembra essere proprio MapMyFitness. Ma se non può registrare i passi (UA Band), le pulsazioni a riposo (UA Heart Rate) e il peso (UA Scale), a cosa mai potrà servire?

UA ricorda che l'account di Record è lo stesso di MapMy, e che i dati non potranno più essere sincronizzati (esportati) né da UA Band, né da UA Heart Rate, né da UA Scale. Se si vorranno monitorare i parametri che MapMyFitness non è in grado di registrare, Under Armour consiglia di fare affidamento ad altre soluzioni presenti sul mercato, vedasi MyFitnessPal - acquisita nel 2015 - che ben si integra con app di terze parti. E si fa riferimento anche ad Health di Apple, Samsung Health, Google Fit.

Insomma, un modo gentile per dire "arrangiatevi".

VIDEO

Tre fotocamere per il massimo divertimento ad un prezzo top? Huawei Mate 20 Pro è in offerta oggi su a 508 euro.

2

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
virtual

Evviva il cloud!

GTX88

Android 11 Developer Preview: tutte le novità in continuo aggiornamento | VIDEO

Recensione Samsung Galaxy S10 Lite: bene lo Snapdragon ma si poteva fare di più

Samsung Galaxy S20, S20+ e S20 Ultra ufficiali: caratteristiche e prezzi | Video

Samsung Galaxy Z Flip ufficiale: caratteristiche e prezzi in Italia | Video