Il punto su AppGallery con Honor 9X Pro: tanti i nuovi arrivi | Luglio 2020

31 Luglio 2020 60

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Siamo nel bel mezzo della transizione, con Huawei che sta spingendo forte sull'acceleratore per fornire ai nuovi acquirenti uno store virtuale che sia all'altezza dei due principali competitor. Ma servirà ancora del tempo prima di tagliare il traguardo e fino ad allora bisognerà pazientare, informarsi ed aggiungere un tassello dopo l'altro a questo grande puzzle.

Tutto ciò riguarda naturalmente anche Honor, spinoff che vive di vita propria ma è naturalmente legato indissolubilmente alla casa madre. Per realizzare questo contenuto e studiare le applicazioni, gli aggiornamenti e i nuovi arrivi nello store ufficiale abbiamo lavorato su un Honor 9X Pro, una delle ultime soluzioni con fotocamera pop-up e HMS.

Bisogna tuttavia segnalare che alcune App/QuickApp sono a volte risultate indisponibili per questo terminale, mentre lo sono per tutti gli altri di Huawei con HMS (ad esempio FreeNow, Telegram o Justeat). Honor dovrà quindi mantenere il passo con gli aggiornamenti se vuol restare competitivo, specialmente in questo momento particolarmente delicato.

INDICE

IL CONTESTO A META' 2020

La casa di Shenzhen è intanto divenuta leader incontrastata del mercato mobile cinese con quote che hanno dell'inverosimile: 46 percento del totale (con i brand Huawei e Honor), in controtendenza rispetto a tutta la diretta concorrenza che ha invece visto ridursi la fetta di competenza. Un dominio difficile, anzi, impossibile all'estero, dove il ban imposto dall'amministrazione Trump ha di fatto reso impossibile la vendita di terminali con i Google Mobile Services; e dunque niente PlayStore e download delle applicazioni affidato alla propria AppGallery.

In Italia il trend è in discesa, con le ultime stime redatte da Strategy Analytics che parlano di un secondo posto dietro Samsung alla fine del primo trimestre 2020 con il 27% delle quote di mercato (ma il 27% in meno rispetto di unità vendute rispetto al Q1 2019). Si tratta naturalmente di una percentuale cumulativa che riguarda sia dispositivi GMS sia HMS (Huawei Mobile Services), non è infatti dato sapere quale sia la fetta degli smartphone venduti con la sola AppGallery preinstallata. Fonti ufficiose ci hanno riferito di "migliaia di pezzi" già in circolazione nel nostro paese, affermazione che trova una conferma anche dai nostri dati interni.

Nasce così questa rubrica che verrà redatta con cadenza mensile, un modo per dialogare con tutti coloro che acquistano o hanno già acquistato un dispositivo HMS e vogliono rimanere aggiornati sulle nuove applicazioni (o quick app) giunte sull'AppGallery. Ma prima di tutto spieghiamo quali sono le soluzioni in gioco, rimandandovi alla nostra guida completa per le operazioni iniziali di configurazione e i primi passi.

QUICK APP E WEB APPLICATION

Uno stratagemma utile per poter sfruttare alcune app è quello di ricorrere alle web application, oppure Quick App. Alcuni servizi infatti si possono utilizzare in modo simile alle applicazioni passando dal sito web in versione mobile. Una possibilità offerta da App Gallery è quella di creare collegamenti rapidi ai servizi web application tramite le cosiddette Quick App.

E' sufficiente fare una ricerca all'interno di App Gallery, se l'app è disponibile come Quick App, potrete aprirla molto rapidamente e creare una cartella nella home screen con tutti i collegamenti rapidi. Siamo in questo modo riusciti ad utilizzare comodamente questi servizi:

  • Airbnb
  • Justeat
  • Uber

Per quanto riguarda le Web Application non presenti sotto forma di Quick App, ovvero non raggiungibili tramite App Gallery, potete seguire una semplice procedura. Si tratta semplicemente di scorciatoie ad eventuali siti mobile, non molto di più.

Recatevi sul sito web del servizio che volete utilizzare, facciamo l'esempio di Trip Advisor. Effettuate il login nel vostro spazio personale. Potete raggiungere il sito con il browser di Huawei ma anche con altri come Google Chrome o Microsoft Edge. In tutti i casi cercate il menù e selezionate "aggiungi a schermata Home". Confermate nella schermata successiva e immediatamente in Home avrete un collegamento rapido per entrare sul sito di Trip Advisor, con tanto di icona. L'esperienza non sarà la stessa ma è pur sempre una scorciatoia credibile.

SOCIAL

Partiamo da qui, dalle applicazioni più utilizzate al mondo che ci permettono di tenerci in contatto e dialogare in tutta libertà. Sono di certo le più ricercate, alcune di queste non si trovano ancora nell'AppGallery ma possono essere scaricate direttamente dal sito ufficiale. Tra le grosse mancanze segnaliamo ancora Linkedin, non ancora presente in alcuna forma e l'unica alternativa risulta il download in rete del file APK, ma noi vi sconsigliamo di usare store terzi di dubbia affidabilità.

FACEBOOK

Se non avete fatto il passaggio dal vecchio smartphone vi basterà cercare Facebook nell'App Gallery, toccando sull'icona verrete reindirizzati sul sito ufficiale da cui scaricare l'app in formato apk. Premete su "Scarica" e poi su "ok" nella finestra di conferma per il download. Al termine del download toccate sulla notifica relativa e procedete con l'installazione. In pochi secondi l'applicazione sarà installata e pronta per il login.

Con lo stesso procedimento potete scaricare anche Facebook Messenger. Per essere sicuri di ricevere le notifiche push potete entrare nelle impostazioni - batteria - avvio app e deselezionare Facebook e Messenger dall'elenco di app gestite automaticamente. In questo modo verranno escluse dalle funzioni di risparmio energetico. Gli aggiornamenti verranno segnalati sempre da App Gallery, per ogni aggiornamento dovrete ripetere le operazioni della prima installazione.

TWIITTER

Finalmente disponibile ma come QuickApp, il che non è necessariamente una brutta notizia visto che funziona molto bene e graficamente pare del tutto affine all'App ufficiale. Basta loggarsi con il proprio account e cliccare sui tre pallini in alto a destra, così da aggiungere sulla propria homescreen un'icona e raggiungere il social network con un tocco.

TELEGRAM E TELEGRAM X

Nulla di più semplice, potete scaricarle e tenerle aggiornate direttamente da AppGallery. Qui muovetevi come se foste sul PlayStore: ricerca su AppGallery, download e installazione. Quando ci saranno aggiornamenti potrete accorgervene direttamente dallo store virtuale.

SNAPCHAT e TIKTOK

Così come Telegram anche Snapchat è già disponibile su App Gallery, potete semplicemente cercarla all'interno dello store Huawei, scaricarla e installarla. Nulla di particolare rispetto a quanto siamo già abituati a fare sugli smartphone Android. Lo stesso discorso vale per TIKTOK che è già pronta per essere installata da App Gallery.


WHATSAPP

Il download e l'installazione della più famosa app di messaggistica è semplice, risulta invece meno immediato il passaggio delle chat dal precedente smartphone. Vediamo come fare.

Ricercate WhatsApp da App Gallery, verrete poi diretti sul sito ufficiale da cui poter scaricare semplicemente il file apk e successivamente installarlo toccando sulla notifica del download completato. Confermate le autorizzazioni richieste e attendete il termine del processo di installazione, saranno sufficienti pochi secondi. A questo punto potete già cominciare a utilizzare WhatApp senza ripristinare le vecchie conversazioni, se però volete mantenere tali dati non aprite l'app e procedete come descritto in questo articolo (capitolo: "le app da usare fin da subito").

TINDER

Nuovo arrivato, disponibile come app ufficiale, funziona perfettamente come sui dispositivi Android e iOS, bisogna semplicemente scaricarla ed effettuare il login al proprio account.

INSTAGRAM

Disponibile da poco come QuickApp, vale quindi quanto già detto per Twitter: la piattaforma funziona correttamente e senza rallentamenti, può esser aggiunta alla propria homescreen per l'avvio come fosse una normale applicazione. In alternativa si può scaricare dall'Amazon AppStore.


MOBILITA' E VIAGGI

La rinuncia a Google Maps è implicita, a meno che non vogliate utilizzarlo tramite il browser, ma le alternative non mancano e negli ultimi mesi sono arrivate delle soluzioni eccellenti.

HERE WEGO E MAPS.ME

Entrambi servizi diversi da Google Maps ma estremamente ben realizzati. Here We Go ha una filosofia simile all'app di big G, propone interfaccia facile ed efficace, chiara nella grafica ma ricca nelle possibilità. Rispetto a Maps è meno improntata sull'esplorazione e più attenta alle indicazioni stradali e alla navigazione in auto. Mancano alcuni servizi sui mezzi pubblici ma nel complesso riesce bene a non far rimpiangere Google. Permette di scaricare mappe complete offline, ma non tutti i paesi nel mondo sono disponibili.

Maps.me va molto forte in Cina ed è una delle poche app sempre affidabili in giro per il mondo perché basata completamente sulla navigazione offline. Integrate al suo interno anche alcune guide per visitare i paesi. Quando internet non c'è è una salvezza, ma dovete rinunciare alla maggior parte delle funzioni moderne delle app di navigazione, come la visualizzazione del traffico in real time o la pianificazione minuziosa degli itinerari.

TOMTOM AMIGO

New entry, si tratta di un navigatore classico che offre percorsi alternativi per i nostri spostamenti offrendo la via più rapida, le opzioni non sono moltissime e, seppur offra la possibilità di spuntare strade a pedaggio, autostrade e strade non asfaltate mancano ad esempio le indicazioni sulle zone ZTL. Per il resto assolve molto bene il suo compito, segnala anche eventuali pericoli, tutor e autovelox.


ITALO TRENO

Disponibile come applicazione nell'AppGallery, permette di effettuare prenotazioni e ricercare orari in tutto il territorio nazionale (laddove opera). Per i treni esistono poi altre alternative:

  • Trainline (App)
  • Trenit! (App)
  • Trenitalia (QuickApp)

SKYSCANNER

Uno degli strumenti online più utilizzati in Europa e in Italia per la ricerca di voli, disponibile come applicazione ufficiale, seppur non sia il momento migliore per viaggiare in aereo può certamente tornarvi utile con altri dei servizi offerti. Per chi non può invece rinunciare a volare ecco le altre App disponibili:

  • Alitalia (QuickApp)
  • Ryanair (App)
  • Vueling (App)
  • Eurowings (App)
  • AirEuropa (App)
  • Etihad Airways (App)

FREENOW

Presente come QuickApp, chiede subito una registrazione alla piattaforma e una volta effettuato l'accesso funziona correttamente, si possono gestire tranquillamente le prenotazioni e i nostri spostamenti. Altre soluzioni:

  • Uber (QuickApp)
  • itTaxi (App)
  • Blablacar (QuickApp)

INTRATTENIMENTO

Sempre utile in questi casi scaricare l'Amazon AppStore e avere così accesso ad alcune applicazioni terze, tra queste naturalmente Prime Video che funziona correttamente e con tutte le opzioni a disposizione. Cosa che invece non si può purtroppo dire per Netflix, limitato a causa della mancanza del sistema di protezione dei contenuti digitali (DRM) di Google chiamato Widevine e comunque non disponibile al download se non tramite store terzi. Tra i nuovi arrivi segnaliamo:

  • Sport Mediaset (App)
  • Mediaset Play (App)
  • Rayplay (App)
  • RayPlay Radio (App)
  • Radio Deejay (App)
  • Radio 105 (App)
  • Radio Italia (App)
  • RTL 102.5 (App)
  • Dazn (WebApp)

In extremis si è aggiunta in queste ultime ore anche l'applicazione di Chili - Film e Serie TV, già presente come QuickApp e adesso più completa con il software definitivo.

GIOCHI

Un po' più complessa la questione gaming, con l'AppGallery che conta numerosi titoli e qualche assenza eccellente, penso su tutti a Call of Duty Mobile. All'interno dello store ritroviamo comunque alcuni titoli interessanti come Rise of Empires, Asphalt 9, Lords Mobile, Garena Free Fire e il programma di installazione di Fornite, che da quindi accesso al gioco più chiacchierato tra i giovanissimi (e non solo).

Per poter giocare invece a Real Racing 3, PubG Mobile e Clash of Clans bisogna passare ancora una volta dall'Amazon AppStore; una volta scaricato ed effettuato l'accesso con le proprie credenziali sarà semplice scaricare le applicazioni.

BANCHE E PAGAMENTI

Novità interessanti in questo campo, considerato uno dei più importanti e sensibili in ambito mobile. Poter controllare il proprio saldo, effettuare movimenti e altre operazioni simili è ormai comune a tanti di noi, sarà quindi fondamentale per Huawei colmare al più presto questo il gap. Segnale positivo l'ingresso delle cosiddette fintech, ma ne mancano ancora di illustri che speriamo di poter vedere presto:

  • Ubi Banca (App)
  • Banca Sella (App)
  • Intesa Sanpaolo (WebApp)
  • Hype (Hype)
  • Satispay (App)
  • EasyPol (App)
  • Relax Mobile Banking
  • My Carta BCC

ALTRO

Ci sono poi applicazioni utili che non rientrano in nessuna delle categorie citate sopra, ma non per questo meno importanti. Lo shopping online, ad esempio, è esploso nei mesi passati a causa della quarantena e dell'impossibilità di recarsi fisicamente nelle strutture dedicate. Che siano oggetti o abbigliamento poco importa, questo segmento sembra già ben coperto e se cercate casa, due dei portali più importanti sono già presenti.

  • Casa.it (App)
  • Immobiliare.it (App)
  • Zalando (QuickApp)
  • Berska (App)
  • Zara (App)
  • Subito (App)
  • Amazon Shopping (App)
  • Aliexpress (App)
  • MyVodafone (App)
  • MyWindTre (App)

Articolo realizzato in collaborazione con Honor


60

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Nino Entradalbar

Ci sta su AppGallery.

Raiden

Poi non mandano più smartphone da testare :D

efremis

Non ho mai preso sul serio un solo articolo sull'immissione negli smartphone nei prossimi 1 o 2 anni.
Ci vogliono più anni e coraggio (e non è detto che sia una buona scelta ora come ora).

matteventu

Huawei sta riuscendo perché
- a differenza di Microsoft e Nokia, loro non hanno apps da far sviluppare per un nuovo e totalmente diverso sistema operativo, ma solo da far adattare cambiando qualche API (e neanche tutte)
- sta ricevendo una marea di supporto sui social media e blog grazie ai fondi senza fine che il governo cinese fornisce

matteventu

Beh da quel punto di vista c'è anche Alexa.

Dark!tetto

Il problema sono i giochi e in primis il fatto che con l'arrivo del nuovo anno scolastico e una probabile situazione in cui si farà DAD non è compatibile con app come Google scolar che viene usata da vari istituti ormai e quello è un bel casino, i giochi alla fine li trovi (apkpure/aptoide o simili).

Samuele Maggioni

Spotify?

Ciccio

Tutto ci vogliono fare sapere ma di questi numeri il vuoto assoluto...

TecSS

In Italia WP era sopra Apple nel momento migliore, e ci è rimasta per parecchio..
Quanto hanno di share in Italia i dispositivi HMS?

MarcoF

Spero che riesca ad emergere..se le app ci saranno huawei si può anche staccare da android una volta per tutte e avremo un po' di concorrenza in un mondo di ios e android.

Desmond Hume

Ma veramente Google fa loschi affari in Cina nel tentativo di entrare in quel mercato.
Vedasi Dragonfly.

Dwight Schrute - BASTA PADELLE
Dwight Schrute - BASTA PADELLE

Quant'è la percentuale di huawei senza GMS venduti al di fuori della Cina?

ShadowFall

Ma il loro mirabolante sistema operativo nuovo? Che fine ha fatto? Da un po' che non se ne parla

MacheteKowalski

Forse con i soldi che può avere un'azienda leader mondiale del settore mobile (+ tutta la parte delle infrastrutture)?

MacheteKowalski

Forse perché il massimo raggiunto da WP è stato un mirabolante 3.4% di market share, mentre Huawei è appena diventata leader mondiale col 46%? Dico forse eh...

Tiwi

la vera domanda è, quanti soldi sta spendendo hauwei in marketing? ovunque si sentono solo buone notizie, durante le prime recensioni post ban, pareva che il play store fosse inutile su un telefono, come gapps etc, i prodotti ovviamente tutti validi e a prezzi ottimi
poi le menate con le promo, orologi, cuffie, casse, poi il finto errore di prezzo amazon, adesso con la storia del mercato e dello store, e che pa**e

peyotefree

welcome to 2013 (wphone)

Pierre Vicquery

Android senza GMS è come la macchina senza trasmissione

Gringo

E ma il committente potrebbe risentirsi e ritirare i cash

Dwight Schrute - BASTA PADELLE

Ma hai letto quel che ha scritto? Non si è lamentato dell'articolo, ma si è lamentato del fatto che ai tempi di WP non ci fossero tutti questi articoli mensili

Desmond Hume
broncos

in effetti scandaloso che su un sito di tecnologia si parli di ste cose...
addirittura perdere tempo dietro a uno store che dopo un decennio potrebbe per lo meno scalfire una situazione di monopolio ininterrotto (duopolio se vogliamo metterci anche Apple).

Kyon

Ad di là delle app, il problema principale secondo me è il fatto che Google sta monopolizzando anche la domotica. Quindi si perderebbero tutte quelle interazioni SmartHome (Chromecast per esempio?) o anche AndroidAuto.

Adri949

L'irreprensibile app store

Adri949

Gli alieni

Dwight Schrute - BASTA PADELLE

Google avrà sempre le sue app, cosa che huawei non potrà avere finché ci sarà il ban

Dwight Schrute - BASTA PADELLE

Vabbè ma le app di google quando le caricano? Io aspetto solo quello

macosx

Ha iniziato a collaborare da poco... Infatti basta guardare Xbox come viene elogiata...

The_Th

che mancano i servizi google, e quindi maps non va, gmail ha limitazioni, yt anche.
Perchè prendere un telefono limitato allo stesso prezzo di uno con tutte le funzionalità?

macosx

Cosa l'arrivo di uauei?

bobbu

Beh la storia di Huawei è nettamente diversa da quella di MS. Innanzitutto monta anch'essa Android e non un altro OS. In più huawei ha avuto modo di consolidarsi nel mondo Android, cosa MS non è riuscita a fare. Quindi si, ovviamente Huawei sta investendo miliardi ma è anche vero che gli sviluppatori non devono fare un grosso sforzo per rendere disponibili le app su App gallery. Da com'è ricordo basta cambiare i servizi da Gms a hms. Non devono riprogrammare da zero le app, cosa che invece accadeva con Windows phone. Sicuramente gli sforzi economici li stanno facendo nei contratti commerciali...

broncos

e chi dovrebbe intervenire e per quale motivo?

Dwight Schrute - BASTA PADELLE

stanno regalando miliardi e miliardi a chiunque tra marketing e incentivo a sviluppare app, cosa che non ha potuto fare ms nonostante essa sia la prima azienda per liquidità perchè considerata una mossa troppo pericolosa a livello economico, eppure chissà come e chissà con quali soldi lo sta facendo huawei ma nessuno si fa due domande.

ProseccoDoc

I soldi dei cowboy finiscono in Cina. I cinesi si comprano azioni americane gli americani gli mettono il ban e i cinesi si tengono il mercato più grande del mondo: la Cina. Chi ha vinto? La cina

stanno regalando miliardi in ogni dove pur di portare le proprie app sullo store, dove li trovano lo sanno solo loro tutti sti soldi e nessuno che interviene

neripercaso

Forza Huawei ma licenziate Adolfo vi prego

Dario Prince

C ripigliamm tutto chell c er o nuostr
https://media3.giphy.com/me...

Lato oscuro

Mah,peggio di Windows phone è sta roba!

TecSS

Addirittura un recap mensile per vedere quali app aggiungono?
Non mi pare che ai tempi di Windows phone abbiate mai solo anche ipotizzato una cosa del genere, eppure era un sistema profondamente diverso, in crescita, che in Italia aveva molti più utenza di quella che credo abbia Huawei con i modelli HMS.
Ok che Huawei spende molto in "marketing", però così......

MikaHakkinen

Molto generico come video. Ad esempio non avete parlato di domotica: Xiaomi Home e Smart Life non ci sono. Ben più importanti di Unieuro e Zalando che bene o male puoi usare il browser.

Lele Prozac

se ci fossero tutte le app che limitazione avrebbe?

ProseccoDoc

Forse è la unica speranza contro il duopolio guugu e apllo

acitre

Sarebbe interessante un'analisi al contrario. Non quante app stanno/sono arrivate ma quante ne mancano, per esempio, delle 10 più scaricate sul play Store per ogni categoria.

mitrez21

Ottima idea questa guida, se in effetti Huawei vende anche senza servizi google mi sembra giusto aggiornare l'utenza attuale e potenziale.

Giulk since 71'

Ottimo, ora posso NON comprare come sempre un Huawei :)

Avalon

Devi aspettare m90 , adesso starà pranzando.

Gen

nel giro di un anno ci saranno tutte, se a ottobre trump non prende saranno **** amari per google, huawei sta riuscendo dove prima nokia e poi microsoft hanno fallito

Connor RK800

Ci voglio 10 anni di crescita esponenziale per colmare il gap
Per non parlare di quello da App Store

Huawei e il suo ecosistema di prodotti e servizi: ecco come sta crescendo

Huawei Days: fino a domani sconti su PC, Smartphone e accessori e un extra 10%

Nel 2020 presentati 230 smartphone in 7 mesi: Xiaomi, Samsung e Huawei sul podio

Recensione MateBook 14: è il migliore tra i notebook Huawei