Huawei: il programma per ricompensare la scoperta di bug si estende a tutto il mondo

20 Novembre 2019 6

Huawei ha dato il via lo scorso anno al suo Vulnerability Reward Program, un programma dedicato alla segnalazione di bug e criticità presenti sui suoi prodotti che permette a chi li scova di ricevere importanti ricompense monetarie in base alla gravità della scoperta.

Purtroppo il VPR era disponibile solo per gli utenti e i ricercatori stanziati in suolo cinese, ma sembra che la società abbia recentemente cambiato i suoi piani e lo abbia esteso a livello mondiale. La notizia arriva grazie a un'immagine condivisa su Twitter che mostra le varie ricompense massime offerte, mostrata nel corso di un evento privato che si è tenuto a Monaco, in Germania.


Si parte da 1.000 euro per quelle di livello più basso, sino ad arrivare a ben 200.000 euro per quelle più gravi. Stando a quanto dichiarato dalla fonte, le ricompense di Huawei sono tra le più alte del settore e superano quelle offerte da concorrenti come Samsung e Apple. L'adesione al programma avviene solo tramite invito e al momento questo riguarda i dispositivi delle famiglie P, Mate, Nova e alcuni Y, mentre in futuro verrà esteso anche a Harmony OS, il nuovo sistema operativo proprietario della casa cinese.

Probabilmente l'estensione del programma è stata incentivata dal bisogno di rendere sempre più sicuri i prodotti Huawei, specie alla luce delle continue accuse che vengono rivolte alla società in seguito alle vicende relative al ban USA. Gli esperti di sicurezza informatica ora sanno dove rivolgere le proprie attenzioni.


6

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Yafusata

Allora e' meglio che non gli faccia vedere il mio ombrello nuovo.

Yafusata

Io gli ho scritto che ho trovato un bug per cui spiano tutto il telefono ma non mi hanno ancora pagato!

Repox Ray

Con quelle tariffe mi sa che paga ancora meglio l'NSA...

ReArciù

occhio che se scovate backdoor andrete a fare compagnia al tizio di piazza Tienanmen, è scritto in piccolo note

Abbia già scoperto il bug più grosso da molto tempo: Huawei.

rsMkII

Se gli porto una cimice asiatica va bene lo stesso?

L'identikit degli smartphone TOP di gamma 2020: più cari, più grandi, 20:9 e 5G | Video

Motorola Razr 2019: un tuffo nel passato e uno sguardo al futuro | Anteprima Video

Recensione Google Pixel 4 e confronto con iPhone 11 Pro

Xiaomi Mi Note 10: live batteria (5260 mAh) | Fine ore 22:45 con il 14% rimanente