Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Recensione Fritz!Box 6850 LTE: rete di qualità anche in mobilità

15 Dicembre 2023 81

Nonostante le connessioni veloci a banda ultralarga siano sempre più diffuse, continuano a presentarsi casi d’uso molto validi e tutt’altro che “limite” per essere interessati a un router con modem cellulare di qualità. Una casa vacanze molto isolata, per esempio, o una vita lavorativa in movimento in cui la collaborazione tra più dispositivi è fondamentale. Ma c’è anche chi in effetti di internet non fa un uso troppo intensivo nella propria abitazione principale, e potrebbe essere più che soddisfatto con una soluzione di questo tipo. Oggi analizziamo la proposta intermedia di AVM, il Fritz!Box 6850 LTE.

ASPETTO, CONFEZIONE ED ESTETICA

Se conoscete già i router AVM sapete esattamente cosa aspettarvi: il 6850 è praticamente identico agli apparecchi ADSL/fibra attualmente in commercio del produttore tedesco - è solo un pochino più piccolo, come potete vedere dalle foto comparative qui in giro, e include due antenne esterne orientabili per migliorare la ricezione LTE.

Il router può essere installato in verticale grazie alle scanalature posteriori per chiodi/tasselli/ganci oppure appoggiato su un ripiano. Le porte sono tutte sul retro, tranne una USB laterale ad alta velocità (3.0) e una sul lato opposto per la fonia. Anche il piazzamento e il layout dei pulsanti è identico agli altri prodotti Fritz!. In confezione troviamo i soliti manuali, l’alimentatore e un cavo Ethernet.

CARATTERISTICHE

Fritz!Box 6850 LTE è dotato di un modem 4G Cat.4, il che significa che le velocità massime teoriche supportate sono di 150 Mbps in download e 50 Mbps in upload. Purtroppo, per le specifiche ufficiali, significa che non è disponibile la cosiddetta Carrier Aggregation, che permette di combinare il segnale di più celle in contemporanea e quindi arrivare a potenzialmente raddoppiare le velocità di download/upload. La SIM si inserisce tramite un apposito slot sul retro a fianco delle quattro porte Ethernet Gigabit - un po’ dove si troverebbe la porta WAN di un router tradizionale, se vogliamo.

È richiesta una SIM di dimensioni tradizionali, come quelle che si mettevano nei vecchi cellulari (che formalmente si chiama “Mini SIM”): attenzione, perché se il vostro operatore vi ha fornito una schedina un po’ più moderna (ormai oggi si trovano solo Nano SIM) in confezione non sono inclusi adattatori, e quindi ci dovrete pensare voi. Fortunatamente si trovano con molta facilità online e costano un’inezia. Le antenne si collegano tramite standard SMA, quindi volendo è possibile installarne di terze parti - non tanto per una maggior potenza ma, grazie ai cavi di varia lunghezza, per una maggior versatilità nella ricerca della posizione di miglior ricezione.


Il Wi-Fi è dual-band “ac” (ovvero Wi-Fi 5) a 2,4 e 5 GHz con velocità massima teorica combinata di 1.266 Mbps (rispettivamente 400 e 866 Mbps), con supporto alla tecnologia Mesh. La porta USB è in versione 3.0 e permette di condividere con tutta la rete le risorse della periferica collegata - per esempio una stampante/scanner, o i file contenuti in una chiavetta/hard disk esterno/NAS.

Le porte telefoniche sono due - una RJ11 posteriore e una TAE laterale, ma solo una può essere attiva. Grazie alla base DECT integrata il router può gestire fino a sei telefoni cordless in contemporanea.

CONFIGURAZIONE INIZIALE E SOFTWARE

Come dicevamo, il Fritz!Box accetta solo SIM in formato tradizionale da 25 x 15 mm (nome ufficiale Mini SIM). NON cercate di inserire una attuale Nano SIM senza adattatore perché potrebbe rimanere incastrata nello slot e nella peggiore delle ipotesi rovinare l'hardware del router! Una volta confermato che la scheda è correttamente inserita, la configurazione iniziale è estremamente banale: di fatto basta aspettare che il router si avvii (basta collegarlo all’alimentazione, non c’è un tasto di accensione) e che la luce WLAN diventi verde. Dopodiché basta collegarsi al Wi-Fi (SSID e password sono scritti sul retro, ma si può anche usare il più comodo WPS, almeno nei sistemi operativi supportati) e si è pronti a navigare. Tempo totale di configurazione: 5 minuti scarsi. Il router recupera in autonomia tutti i parametri di connessione.

Naturalmente se avete esigenze più specifiche potete entrare nell’interfaccia di configurazione del router. Chiunque abbia famigliarità con i prodotti Fritz si troverà immediatamente a casa: il software operativo, Fritz!OS, è praticamente identico a quello dei router tradizionali. Naturalmente invece della pagina ADSL o WAN c’è quella LTE, con tutta una serie di informazioni e opzioni specifiche per questo tipo di connettività. Molto carina la sezione “elenco reti” che mostra tutte le celle a cui il modem riesce ad agganciarsi, con dettagli sulla qualità di ricezione, la percentuale d’uso e molto altro ancora.

Fritz!OS è un sistema immediatamente riconoscibile: è semplice, ben organizzato, ricco di documentazione e soprattutto molto completo a livello di funzionalità. Si possono impostare indirizzi IP specifici, inoltro porte, WLAN separata per l’accesso ospiti, gestione dei dispositivi smart home, configurazione server VPN e molto altro ancora. La terminologia tecnica è sempre tenuta al minimo indispensabile ed è chiaro (anche dalla localizzazione in italiano, generalmente eccellente) che gli sviluppatori di AVM hanno dedicato molta cura e attenzione al confezionamento di un’interfaccia non adatta solo agli utenti più esperti. La condivisione di un drive USB richiede qualche click appena, per esempio, e i file sono accessibili con altrettanta facilità (molto utile in questo senso la scorciatoia via URL predefinita fritz.nas).

Uno degli highlight rimane il supporto al protocollo Mesh, che permette di estendere la propria rete locale, cablata e wireless, con i tanti prodotti Fritz!, tra ripetitori, kit powerline e così via. In effetti si può anche usare un router, incluso questo 6850, come ripetitore; un’opzione utile nello scenario “casa vacanza” - per tutto l’anno viene usato nell’abitazione principale come semplice ripetitore, e poi quando è ora di trasferta diventa la star dello show. Ma non ci dilungheremo troppo su questa specifica funzionalità visto che le abbiamo già dedicato un ampio articolo di approfondimento.

È difficile fare appunti a Fritz!OS dal punto di vista delle feature: sarebbe bello veder arrivare il supporto alle VPN commerciali (come NordVPN, SurfShark o Proton), ma per ora tutto tace. Recentemente è stato implementato il supporto a WireGuard per i server VPN, e rovistando un po’ in Rete sembra che qualcuno sia riuscito a configurare e usare correttamente una VPN commerciale con il proprio Fritz!Box, ma per ora le informazioni sono poche e frammentarie. AVM in merito non si è espressa, quindi visto che una delle regole cardine del mondo tech è di non comprare mai sulle promesse, ufficiali o meno, la consideriamo a tutti gli effetti assente fino a prova contraria.

Infine, viste le ottime capacità di file/media server, non stonerebbe l’integrazione di un client Torrent, magari l’inossidabile e diffusissimo Transmission. È tuttavia vero che si sfocia un po’ nel mondo dei NAS veri e propri - e nel caso specifico di un router 4G è, si potrebbe argomentare, ancora meno rilevante.

COME VA

Il Wi-Fi ha velocità in linea con le aspettative e la portata è abbastanza buona: è ragionevole pensare di riuscire a coprire decentemente un appartamento di dimensioni medio/piccole, diciamo un trilocale da 60-70 metri quadrati, senza particolare attenzione al posizionamento. In caso di più piani la faccenda si fa più complicata, e può essere una buona idea ampliare la rete con un ripetitore Mesh per piano.

Per quanto riguarda il 4G, dare un responso preciso sulle velocità è molto più complicato perché è stato testato in zone tutt’altro che ben coperte dal nostro operatore (Wind). Tuttavia, possiamo dire che gli speed test comparativi con uno smartphone Android (Moto Edge 30 Ultra) hanno restituito valori leggermente superiori, che possiamo attribuire alla maggior capacità delle antenne, ma solo in zone raggiunte da una singola cella. Quando lo smartphone può sfruttare la carrier aggregation è inevitabilmente più rapido.

Ma nel complesso ciò che si apprezza davvero di un Fritz!Box sono stabilità e facilità d’uso. La condivisione file e risorse funziona sempre al primo colpo, non ci sono tentennamenti, non bisogna mai “provare a riavviare” per vedere se un bug si risolve e così via. La connessione Wi-Fi e 4G è per quanto possibile stabile e affidabile.

CONCLUSIONI

Il Fritz!Box 6850 LTE non è certo il prodotto più economico in questo settore a parità di caratteristiche, ma è un classico caso in cui il detto “la qualità si paga” è stato vero. Come tutti i prodotti AVM,è più della somma delle sue parti: è un chiaro prodotto di anni e anni di ricerca, studio, sperimentazione e cura minuziosa dei dettagli da cui deriva un prodotto solido, stabile, consistente e dall’ottima esperienza d’uso. Puoi dimenticartene per anni e quando ne hai bisogno non c’è nulla da reimparare - è tutto facile e a portata di mano. Se vi torna utile e se avete il budget, andate sul sicuro.

Vale la pena ricordare che AVM realizza anche una variante di questo prodotto con modem 5G, per velocità di connessioni migliori - anche se da voi il 5G non arriva, il modem 4G integrato è molto più performante (Cat. 16, con Carrier Aggregation). Tuttavia, i prezzi sono proibitivi - al momento è impossibile trovarlo sotto i 500€.

In alternativa c’è anche un più economico 6820 LTE, che ha Wi-Fi e modem 4G meno performanti oltre che una singola porta Ethernet, oppure il più prestigioso 6890 LTE, che integra anche modem ADSL, entrata WAN, Wi-Fi più veloce e LTE Cat. 6 (anche qui con CA). Anche in questo caso, l’aumento di prezzo è cospicuo. Nel complesso il router che abbiamo testato oggi ci risulta il più equilibrato come rapporto qualità/prezzo.

FACILE DA USARE E SUPER STABILESUPPORTO RETE MESHANTENNE ESTERNE ORIENTABILI E SOSTITUIBILIBUONA COPERTURA WI-FI
RICHIEDE MINI SIM, NIENTE ADATTATORI IN CONFEZIONEMODEM LTE NON VELOCISSIMOMANCA MODEM DSL/WAN
VIDEO


81

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Rettore Università di Disqus

Quelle sono le seconde macchine delle mogli e dei figli parcheggiate in strada.
Quella costosa si mette in autorimessa, posto auto o box.

Rettore Università di Disqus
Rettore Università di Disqus
dark
Rettore Università di Disqus

Se parli di te stesso si.

Io parlo di Soc tu parli di materiali, è ovvio che tra i due la casalinga di Voghera sei tu, quella che ha visto che con Tiscali ti regalano il frizzebboxxxxe

dark

è come spiegare le cose a mia madre . buona vita

Raffaele

Entrambe le cose.
Ormai i suoi prodotti sono vecchiume ultra costoso. Per fare uscire un router fibra a 1 gigabit ci hanno messo 10 anni quando la concorrenza ormai è a 10 gigabit a prezzi equiparabili.

Questa sarà la prossima Nokia/ HTC, ferma sui suoi allori di un tempo contando di sopravvivere grazie alla massa di pecore fedeli, ad un certo punto scoprirà che anche le pecore più fedeli se lasciate indietro per anni e spremute a più non posso, si stancano e passano ad altro, e fallirà miseramente.

Raffaele

Chi compra Fritz è come chi compra Apple, solo moda e pecorame. 160 euro per un cat4, una rapina a mano armata e volto coperto. Allo stesso prezzo si trovano cat 16 e anche 18 con carrier aggregation e funzioni molto più avanzate e wifi più veloce. Si dovrebbero solo vergognare di vendere roba del genere a quel prezzo. 50 euro sarebbe stato il Prezzo giusto.

Rettore Università di Disqus
BlackLagoon

Se te, nel 2023, sei senza nas e continui ad affidare i tuoi dati al cloud di questo o quell'altro provider, è giusto che tu subisca rincari, limitazioni, leak e quant'altro.
Non si è mica negli anni 2000, oggi i dati ed internet in generale sono diventati roba "seria" e bisogna sbattersi per rimanere aggiornati.
Liberissimo di vivere ancora negli anni 2000, intanto il mondo è andato avanti.

Abitacolo Odoroso

L'auto? Il nas???
Ma pensi di stare nel blog di Musk e Bezos?
L'utente medio è già tanto se ha un computer da collegare, la maggior parte della gente usa internet solo sul cellulare

dark

il mondo non gira intorno a te io a me. noi non possiamo essere il punti di riferimento di cosa è buono o non.
ci sono cose oggettive.
anche se io mi trovassi bene con un modem 4g cinese sconosciuto da 20 euro e mi funziona bene e allora? mi devo sentire in dovere di dire cosa.?
non si può mettere in dubbio la qualità di altri prodotti rinomati da anni .
ma questo vale per tutto ma le persone non lo capiscono

Rettore Università di Disqus

Immagino che tu non sai di cosa parli perché questo prodotto monta un Qualcomm scarsissimo come tanti altri prodotti cinesi, montato su una schedina prodotta in Cina.

La disinformazione la fai tu, ripeto!

dark

un conto è provare una cosa un conto è fare disinformazione dicendo che dentro ci sono i soliti componenti "cinesi " da poco anche su modem più costoso. immagino che tu abbia aperto entrambi i modem e hai visto con i tuoi occhi ?
poi riguardo il made in Cina purtroppo c'è una disinformazione di fondo molto profonda , il made in Cina di marche note è fatto con materiali di qualità, scelti dall'azienda.
i prodotti "cinesi " di marche sconosciute che si trovano a due spicci è un'altra cosa.
cmq marche come il tp link sono prodotti buoni. altre marche piu costose si paga anche il software di gestione del modem cell id cosa che altri non hanno , facilità d'uso. te non sei il punto di riferimento, te sei te e per il tuo uso e il mio vanno bene anche i tp link.
altri marchi costosi aggiornano falle di sicurezza che altri non chiudo e già 5 anni di Garanzia contro i due , è tanta roba che in caso di rottura ti fa risparmiare soldi .
cmq noi stiamo parlando di tp link che sono buoni e durano nel tempo e non hai bisogno di altro .è per quello che non vedi le cose da un'altra prospettiva .

Rettore Università di Disqus

Non ho bisogno di essere convinto ho provato entrambi i prodotti, cosa che evidentemente tu non hai fatto per poi venire qui sopra a fare disinformazione.

dark

ok . se ne sei convinto non posso fare altro per te

Rettore Università di Disqus

un frigo è un elettrodomestico che deve avere una certa durabilità e non è soggetto ad obsolescenza ed ha ben altri prezzi...

Ti prego falla finita perchè stai sparando una serie di frescacce senza fine e hai già inziato a confrontare mele con pere, come quelli che confrontano cpu e automobili, cosa molto diffusa qua sopra...

dark
Rettore Università di Disqus

Tra 5 anni il router 4g lo userà solo tua nonna, falla finita…

Rettore Università di Disqus
Rettore Università di Disqus

Mr600…

dark

ora ho il Tp-Link MR600 cat 6 preso per via che posso scegliere le bande, 130 euro
ma ho anche preso anche il D-Link DWR-960 cat 7 che mi arrivare a preve, 56 euro .
vedo quale tenere.
che chr tp link hai ?

dark

ok

Rettore Università di Disqus

Sì il prodotto è decisamente overpriced di almeno 50-60 euro.

Rettore Università di Disqus

TP link 100 volte meglio di sto robo.

Te lo dico perché li ho avuti entrambi e reso questo.

Rettore Università di Disqus

Costosissimo per quello che offre.

Ci sono prodotti molto più economici e decisamente più performanti.

dark

moda ?

dark

5 anni di garanzia?

Lu

Guarda che è un Zyxel. Non è una marca sconosciuta.
Poi mi parli dei materiali...ma che materiali deve avere un modem/router?? Tra l'altro i Fritz non è che abbiano chissà che materiali superiori e lo dico io che ho un 7530ax. E anche il wifi: è risaputo che i Fritz non brillano sotto questo aspetto.
Cmq ci sono alternative più valide di questo fritz non solo Zyxel ma anche Zte, Huawei e probabilmente anche Tp-link.

Massimo Olivieri

I smartphone si scaldano, se vuoi che ti duri non puoi tenerlo acceso come hotspot per tutto il giorno.

Massimo Olivieri

I zyxel e huawei funzionano benissimo, pagato 59€ su BAia.
Se non mi credi gurda le tensioni di li testa veramente.

Quela dei Fritz è diventata un po una moda.

Chicco Bentivoglio

Avm paga bene per il marketing...

dark

affidabilità?? materiali , stabilità del modem qualità dei componenti interni, segnale wifi stabile , garanzia ecc ecc

Lu

Non so cosa intendi per affidabilità. Il modem funziona ed è consigliato da persone esperte. Ovviamente aggregazione bande, band selection e cell lock. Ti consiglio il canale youtube "MioNonno" che prova diversi modem 4g e 5g.

dark

stessa affidabilità ? 5 anni di garanzia? solito supporto assistenza post vendita? aggiornamenti? id cell ? aggregazione celle ?

Lu

Esatto. Ottimo consiglio

Lu

Zyxel LTE5398-M904

Diabolik82

Si sicuramente

dark

con 5 anni di garanzia ? stessa affidabilità? stesso supporto software e aggiornamenti? con cell ID?

hassunnuttixe

Ti consiglio lo Zyxel 5398 che è cat. 18 ed è spesso in sconto su amazon ;)

Squak9000

si parla di failover... non di connessione continua.

Squak9000

no a me non serve...

ho un 7530 connesso alla fibra e con chiavetta 4g connessa.

per casa al mare ho un 4020 con chiavetta dati.

Wasdawasda

Io avevo un modello della fritz simile (non ricordo la sigla, era quello che visto di profilo assomiglia al logo atari): non aveva l'antenna esterna per la rete cellulare e nemmeno il relativo connettore supplementae, quindi prendeva malissimo. Ora, se prende malissimo (fai 20mbits) e la parte router fa pena, che senso ha che il wifi sia ultraveloce? Inoltre, parliamo della forma: nè appoggiarlo orizzontalmente, ne fissarlo al muro si poteva.

Ritengo che questa marca abbia perso terreno negli anni, o semplicemente sia sopravvalutata dall'utente medio.

sappavive

se ti serve un router che digerisca tutti e tre i tipi di connessione più comuni (adsl, fibra e rete dati) ti posso consigliare asus dsl ax82u. ce l'ho e mi trovo bene. non l'ho mai usato però con la fibra perché non mi arriva e neanche con la rete dati per ora ma so che si può fare con una chiavetta adattatore

sappavive

... azz ho comprato esattamente questo modello il giorno prima che scrivessero quest'articolo. farò sicuramente il reso dopo aver letto tutti i commenti.
mi sono fidato troppo del marchio e di altri articoli simili a questo e non ho guardato troppo nel dettaglio le specifiche

hassunnuttixe

La chiavetta dati ha una ricezione ridicola, va bene se sei vicinissimo al ripetitore

Nicco Costa

Ahh allora si :)

Nicco Costa

Allora non era quello che pensavo io.

Squak9000

PS: la porta WAN non dovrebbe mancare... la porta WAN è la porta 1 del router (che viene usata anche come WAN)

Squak9000

non ho capito... parte il 4G cosa dovrebbe fare con modem DAL/WAN?

Abbiamo rifatto la nostra workstation, ora è tutta ASUS ProArt!

Recensione AMD Radeon RX 7600 XT: mainstream ma con 16 GB di memoria

Acer Predator, nuovi laptop in arrivo. C'è anche un monopattino! |VIDEO

Recensione GeForce RTX 4080 Super FE: il modello total black di Nvidia