Recensione AMD Ryzen 7 5800X3D: la V-Cache 3D funziona alla perfezione

25 Maggio 2022 120

Nell'attesa di vedere all'opera i primi esemplari di processori con architettura Zen 4, oggi vi raccontiamo la nostra esperienza con l'ultima novità di casa AMD per quanto riguarda la fascia consumer desktop, parliamo ovviamente del tanto chiaccherato Ryzen 7 5800X3D annunciato dall'azienda a marzo e disponibile sul mercato da circa un mese. Abbiamo trattato l'argomento Ryzen 7 5800X3D in diverse occasioni: si tratta del primo processore di questa categoria che utilizza la tecnologia 3D V-Cache, soluzione pensata ad-hoc dal produttore che mira a un incremento prestazionale soprattutto in gaming, andando a battagliare direttamente con i modelli Intel Core 12a gen Alder Lake-S più veloci.

L'implementazione di quella che in sostanza è una cache aggiuntiva, porta diversi benefici che, tuttavia, non sono riscontrabili in tutti gli scenari di utilizzo. E' evidente come AMD punti all'ambito ludico - gaming a 1080p per la precisione - ma, oltre a considerare il prezzo di listino di 449 dollari, c'è da segnalare anche un piccolo compromesso in ottica overclock che probabilmente non farà piacere agli smanettoni.


Il Ryzen 7 5800X3D chiude definitivamente la serie di CPU AMD Ryzen 5000 annunciata nel 2020, una linea di prodotti sicuramente di successo che, tra le altre cose, ha posto delle ottime basi per la futura generazione Ryzen 7000 (Zen4 appunto). L'ultimo arrivato sposa in toto le caratteristiche dei Ryzen 5000 desktop con architettura Zen3 - in particolare del Ryzen 7 5800X - offrendo però "un extra" di non poco conto; con i nostri test cercheremo di capire quanto e dove risulta efficace la 3D V-Cache implementata da AMD su questa CPU e, soprattutto, se riesce a battare i modelli di fascia alta Intel.

AMD RYZEN 7 5800X 3D - CARATTERISTICHE TECNICHE

Come anticipato sopra, fatta eccezione per la 3D V-Cache, il Ryzen 7 5800X3D riprende sostanzialmente le stesse caratteristiche dell'octa-core Ryzen 7 5800X. Per motivi prettamente tecnici, legati verosimilmente al design del chip, il nuovo modello presenta frequenze di clock inferiori rispetto al suo predecessore: per la precisione 200 MHz quando parliamo di frequenza Boost e sino a 400 MHz in meno sulla frequenza base.

Prima di passare ai numeri della scheda tecnica però, c'è da fare subito una premessa che riguarda la compatibilità; questa CPU mantiene il longevo socket AMD AM4, caratteristica che la rende potenzialmente compatibile con un vasto numero di schede madri a chipset AMD attuali e di precedente generazione. Così come gli altri Ryzen 5000, Ryzen 7 5800X3D è supportato dalle schede madri serie 500, ma anche con quelle dotate di chipset AMD serie 400 e 300, il tutto ovviamente attraverso un aggiornamento BIOS (dove disponibile).

Come si evince dalla scheda tecnica riportata sopra, l'utilizzo della 3D V-Cache da 64MB (all'atto pratico una SRAM velocissima con bandwidth a 2TB/s) permette al Ryzen 7 5800X3D di espandere ulteriormente la cache di terzo livello portanto la capacità totale a 96MB; se consideriamo poi i 4MB di Cache L2, si arriva a ben 100MB di cache. Questa cache 3D, posizionata sul CCD del Ryzen 7 5800X3D, è implementata da AMD con il processo SoIC di TSMC, inoltre, per cercare di ottimizzarne la dissipazione, viene allineata sulla cache di terzo livello esistente.



Un'ultima nota riguardo le peculiarità di questo processore e il "piccolo" compromesso sulla possibilità di effettuare un overclock della CPU. Premesso che resta possibile agire su altri parametri (vedi frequenza memoria e controller), sul Ryzen 7 5800X3D non si può aggiustare il moltiplicatore di clock e quindi intervenire sulla frequenza base/boost. AMD ha espressamente dichiarato che questa scelta è figlia proprio della tecnologia 3D V-Cache; il chip SRAM da 64MB opera infatti a una tensione massima di 1,35 volt, quindi un eventuale overclock con conseguente overvolt potrebbe dare vita a delle problematiche.

Nei giorni scorsi abbiamo visto come alcuni utenti abbiano aggirato il problema cercando di modificare solo il BCLOCK del CPU, tuttavia nella nostra breve esperienza non abbiamo registrato risultati degni di nota, decidendo alla fine di escludere tale sessione dalla prova conclusiva.

ASUS PROART X570 CREATOR WIFI

Per toccare con mano le potenzialità del Ryzen 7 5800X3D ci siamo serviti della ASUS ProArt X570 Creator WiFi, una delle migliori schede madri attualmente in commercio su chipset X570, soprattutto se consideriamo che il processore in esame non ci pone davanti al "problema" dell'overclock. Sul mercato esistono diversi modelli di fascia più alta (anche della stessa ASUS ROG), tuttavia come appena detto non ci serviranno tutte quelle funzionalità aggiuntive (che si pagano) per modificare e gestire i parametri del processore (ma non solo), superflue proprio per via della limitazione imposta dalla 3D V-Cache. Nonostante quanto detto, questo particolare modello ASUS non pecca affatto per quanto riguarda l'interfaccia BIOS, molto vicino a quello che ritroviamo sui modelli più blasonati della serie ROG Extreme o Strix Gaming.


Come si evince dalla sigla, ASUS ProArt X570 Creator WiFi è un prodotto rivolto in particolare ai creator e, più in generale, a tutti quegli utenti che assemblano un desktop in ottica workstation, mirando a prestazioni di livello oltre che a un'ampia capacità di espansione/connettività. La qualità di questa scheda è quella dei prodotti ASUS di fascia alta, il design curato nei dettagli e la componentistica di fascia premium; molto solida anche nella sezione di alimentazione (VRM a 14+2 fasi) e nella dissipazione, siamo di fronte a una soluzione che sposa le memorie RAM DDR4 e, oltre alla tecnologia OptiMem II, garantisce supporto per 128GB di RAM con velocità sino a DDR4 5.100 (con alcuni precisi modelli AMD).


L'altro punto di forza della scheda ASUS risiede poi nell'ottima capacità di espansione; a bordo troviamo supporto Multi-GPU, tre slot M.2 per SSD PCI-E 4.0, doppia porta Thunderbolt 4 (via USB-C con ricarica a 15W) e un totale di 19 porte USB di vario genere, di queste poi ben 5 di queste sono USB 3.2 gen 2 (Type-A e Type-C).



A chiudere la dotazione il ricchissimo pannello I/O che, oltre alle Thunderbolt/USB citate sopra, garantisce due porte LAN, una da 10Gbps e una a 2.5Gbps; non manca poi il WiFi 6E, l'audio Surround 7.1 targato Realtek (S1220A) e il supporto per la funzionalità ASUS BIOS FlashBack. Volendo muovere una piccola critica invece, vista la fascia di prezzo avremmo gradito l'integrazione dell'utilissimo Debug LED.

PIATTAFORMA DI TEST - CONSUMI & TEMPERATURE

Vista la scheda madre che utilizzeremo per i test sul nuovo Ryzen 7 5800X3D, diamo ora uno sguardo al resto della componentistica che, oltre agli altri modelli AMD Ryzen 5000, ovviamente vedrà a confronto gli ultimi processori desktop Intel. Ecco il setup nel dettaglio:

A seguire invece la suite software:

  • Cinebench R15
  • Cinebench R23
  • Corona Benchmark
  • Indigo Benchmark
  • Blender - Scena BMW
  • 7-Zip Benchmark 32MB
  • WinRAR
  • PCMark 10
  • 3DMark CPU Test
  • AIDA64 Extreme Crittografia AES e SH3
  • Mozilla Kraken (Web browsing)
  • CPU-Z Benchmark integrato
  • Far Cry 6
  • Watch Dogs: Legion
  • Gears 5
  • Red Dead Redemption 2
  • Horizon Zero Dawn
  • Shadow of The Tomb Rider

Avendo escluso per ovvi motivi la prova relativa all'overclock della CPU, riportiamo invece la nostra esperienza riguardo temperature e consumi. Il Ryzen 7 5800X3D, abbinato all'ottimo ROG RYUJIN II 360 di ASUS, non ha superato i 72 °C sotto stress-test, mentre riguardo i consumi abbiamo registrato valori a dir poco ottimi, non solo rispetto alla controparte Intel, ma anche se guardiamo al suo "antenato" Ryzen 7 5800X.


Con 161 watt complessivi (tutto il sistema) il nuovo processore AMD è secondo solo all'esa-core Ryzen 5 5600X, almeno nella nostra suite; un ultimo dato invece riguarda la massima frequenza single -core raggiunta da questo chip, ossia 4,55 GHz. Si tratta di circa 50 MHz in più rispetto a quanto publicizzato da AMD, ma ancora al di sotto del Ryzen 7 5800X (4,7 GHz) che, come vedremo a breve, riesce in alcune occasioni ad avere la meglio sul 5800X3D.

PRESTAZIONI CPU E GAMING

Iniziamo da prassi con i test rivolti alla CPU in diversi scenari di utilizzo. In questo contesto emerge subito che la 3D V-Cache, come del resto già pronosticato, non impatta in egual misura su tutti gli applicativi; dai grafici a seguire notate come il Ryzen 7 5800X3D batta in alcune occasioni Ryzen 7 5800X e Ryzen 9 5900X, mentre rispetto al competitor Intel e alla serie Core 12a gen le prestazioni sono spesso decisamente inferiori

Per essere precisi, il Ryzen 7 5800X3D migliora ulteriormente dove l'architettura Zen3 è più efficiente di quella Intel (vedi WinRar e AIDA64 in primis), in generale però le prestazioni single/multi-core assolute non fanno gridare al miracolo e le frequenze più contenute hanno alla fine un loro peso.

Lo scenario cambia decisamente quando passiamo al gaming, vero punto focale di questo processore e dell'innovativa tecnologia 3D V-Cache implementata da AMD. Ryzen 7 5800X3D esce vincente nella quasi totalità dei benchmark (fa eccezione Shadow of The Tomb Rider) con uno scarto variabile rispetto al Core i9-12900K che tocca un picco del 7,5% su Gears 5 giocato in FHD e dettagli Ultra.

In alcuni casi la differenza tra i due chip è minima, mentre i risultati rispetto agli altri Ryzen 5000 sono decisamente più concreti; quando si passa al gaming a 1440p invece, il vantaggio della cache 3D va a scemare pur mantenendo risultati alla pari con i migliori Intel Alder Lake-S.

CONSIDERAZIONI

Al termine della prova di oggi sul Ryzen 7 5800X3D possiamo dire tranquillamente di non aver avuto particolari sorprese, o quasi. L'utilizzo della tecnologia 3D V-Cache ha dato sicuramente i suoi frutti, migliorando in alcuni casi le prestazioni del suo antenato - Ryzen 7 5800X - ma al contempo perdendo terreno in altri ambiti per via di frequenze di clock decisamente contenute che, in tali applicativi, non vengono assolutamente bilanciate dalla cache aggiuntiva.

L'efficacia di AMD 3D V-Cache è palese nei giochi, permettendo al nuovo Ryzen di rivaleggiare e battere in diversi casi il Core i9-12900K, ma questo solo quando guardiamo al gaming in FHD; dalla prova poi manca il Core i9-12900KS che è tardato ad arrivare in redazione e che, come ormai saprete, garantisce un ulteriore Boost grazie a una frequenza all-core di 5,2 GHz e Turbo Boost sino a 5,5 GHz.


Si può affermare senza dubbio che per questa generazione di CPU consumer AMD è riuscita a battere Intel sul versante efficienza, i consumi di picco del Ryzen 7 5800X3D ne sono una prova e questo nonostante l'implementazione di un ulteriore die per la cache 3D che, ricordiamo, prevede 4,7 miliardi di transistor aggiuntivi rispetto al suo predecessore.

Possiamo quindi consigliare una CPU come il Ryzen 7 5800X3D?

La risposta non è così scontata, non tanto per le prestazioni offerte, ma piuttosto per il prezzo di listino proposto da AMD: 449 dollari che in Italia sale si traduce in un costo di 520/560 euro. Ryzen 7 5800X3D potrebbe essere un upgrade consigliato a chi proviene dalla piattaforma AM4, punta al gaming a 1080p e non ha intenzione di cambiare tutto neanche in vista di AMD Zen 4; c'è anche da vedere chi è disposto a spendere 500 euro per una soluzione vincente solo nel gaming a 1080p, parliamo di fascia alta e solitamente questo tipo di utenza mira ad avere un sistema che supporti quantomeno tutte le ultime novità/tecnologia a disposizione (vedi DDR5 e PCI-E 5.0). Sulla rete attualmente è possibile reperire un Core i9-12900K anche sulle stesse cifre (565 euro prezzo minimo attuale) ma, ancora meglio, un Core i7-12700K a 390 euro che, anche su memorie DDR4, può essere facilmente overcloccato allineandosi sostanzialmente a un Core i9-12900K e allo stesso Ryzen 7 5800X3D.

Un Computer dentro uno Smartphone? Motorola Moto G100, in offerta oggi da TIM Retail a 269 euro oppure da eBay a 369 euro.

120

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Frazzngarth

va bene...

darthrevanri

invece scaldano si, soprattutto di estate, 200w di cpu+ 300w di gpu + tutto il resto sono 600-650w per ORE a giocare ti fa aumentare di 2-3 gradi la stanza se non è gigantesca soprattutto.

darthrevanri

ma ancora rispondi a questo analfabeta funzionale? dove la fisica non esiste a casa sua?

Vacancy

Cioè, fammi capire, dopo tutta questa tiritera stai usando il valore complessivo della performance del 12600K rapportato al solo consumo di picco in cinebench?

Se ti piace così tanto usare cinebench per i consumi allora usiamolo anche per la perfromance, ti pare che tra i 17699 punti del 12600k ed i 11225 del 5600X ci sono solo il 16% di differenza?

Non servono ragionamenti troppo arzigogolati, serve sapere cosa guardare e non prendere i numeri a caso in base a cosa fa comodo.

Comunque continua ad ignorare il mio link, lo sanno tutti che con una CPU non si fa altro che lanciare cinebench in loop tutto il giorno.

Frazzngarth

I carichi sono in un'altra pagina.

il 12600K complessivamente (non sotto Cinebench, complessivamente) è il 16% sopra al 5600X come performance consumando 63 watt in più in multi-thread (il 50% in più) e 90 watt in più in stress test (il 67% in più);

non è che servano ragionamenti troppo arzigogolati, è un fatto.

il 12900K è sopra al 5900X del 6% in performance e del 62% nei consumi multi-thread, addirittura del 93% (NOVANTATRE per cento, 181 watt contro 350) in stress test.

Kamgusta

con la metà dei soldi ho preso il 5700x che va uguale e consuma pure la metà

Vacancy

Si e come prima ci sono le performance ma non ci sono i riferimenti ai consumi per quei carichi.

Non puoi prendere il consumo in Cinebench e applicarlo a tutto...

Nel mio link c'e Igor che spiega benissimo quello che sto dicendo, ma probabilmente non lo hai neanche aperto altrimenti non staremo a fare questi discorsi futili.

Monakois 94

Giocare in 1080p non mi risulta essere illegale,quindi va benissimo e comunque il guadagno,seppur minore,esiste pure in 1440p.

Questa cpu rimane un 8/16 in grado di soddisfare le necessitá del 99% degli utenti,quindi affermare di acquistare una cpu per il "1080p" é semplicemente errato.

Detto questo,vuoi sapere chi potrebbe comprare questa cpu?

1. Chi ha AM4 é vuole aggiornare senza spendere un patrimonio .
2. Chi non vuole cambiare cpu troppo presto e si vuole parare il posteriore con i futuri giochi nextgen,che stai sicuro non saranno gestibili da una cpu odierna.

Frazzngarth

Veramente ho scritto, e confermo, che l'8% di guadagno è in 1440p, non in 1080p;

In 1080p è circa il 13%

Monakois 94

1. Non ho mai scritto "correte a comprarla".
2. I vedo un minimo di 20 fps di differenza con punte di 46,che si traduce in un "minimo 15%",poi fai tu.

La mia era solo una piccola correzione che giá in parte ti sei fatto da solo dicendo 13% anziché 8% ma va bene lo stesso.

Frazzngarth

Ma scusa, a parte il fatto che uno che spende 500 euro di CPU per guadagnare 15 fps in 1080p non ci sta troppo con la testa;

Io vedo una differenza media di performance limitatamente ai giochi in 1080p del 13%...

Senza contare tutto il resto dei task;

Parliamo di 200 euro contro 500 lol

Andreunto

Ma chi compra sta roba per giocare in 1080p? Davvero vi fate infinocchiare ancora dai benchmark?

Andreunto
Fandandi

C'e' differenza tra "200w scaldano una stanza" e "200w scaldano una stanza DI PIU' di 100W"

Goose

A me viene da ridere quando parlate di 200W che riscaldano una stanza, siete davvero così fissati quando si tratta di PC. A casa sicuramente avrai una lavatrice che arriva a 1800-2000W di potenza, un frigorifero da 300W o una lavastoviglie da 2000W, ma non mi sembra che si muoia di caldo o che riescano a riscaldare una stanza. E voi mi fate sti pipponi sui 200W della CPU, è abbastanza ridicolo secondo me.

darthrevanri

A casa tua vedo che la legge della fisica non si applica.

Monakois 94

Se guardi gli fps medi in 1080p noterai che tra il 5600X e il 5800X3D vi é una differenza di almeno 15-20 fps che si traduce in 15/24% in base al gioco,quindi a conti fatti é un ottima differenza in gaming.

Monakois 94

Se ci pensi bene,non c'é nessun vincitore in questo confronto perché uno va forte in gaming mentre l'altro in produttivitá rendendole di fatto alla pari come prestazioni complessive.

Vacancy

Quindi la tua risposta sarebbe un link ad una pagina dove vengono rappresentati i valori dei consumi senza nessun riferimento alla performance?

Ora capisco da dove hai quest'idea che AMD è più efficiente in tutte le fasce di mercato.

Dal tuo stesso link esce fuori che il 12600K ha un rapporto perf/watt superiore a tutte le CPU AMD tranne il 5900/5950X.

Poi il 5800X3D, un prodotto unico nel suo genere, non rappresenta minimamente l'intera serie 5000.

pollopopo
Baz

80 gradi non sono assolutamente un problema per una cpu.
diciamo che inizia ad essere preoccupante quando raggiunge i 90 gradi, ma 80 non sono un problema, sono cpu che possono arrivare anche a 95/105 gradi, 80 sotto stress va benissimo, cosi' come va bene anche 90 gradi con prime95, visto che quello e' uno stress test pesantissimo e nell'uso quotidiano quelle condizioni non le trovi mai

Frazzngarth

secondo me il periodo migliore è a inizio-metà estate... poi la gente torna a casa

Frazzngarth

Adiòs, amigo.

https://www.techpowerup.com/review/amd-ryzen-7-5800x3d/20.html

Frazzngarth

ho parlato del 5600X perchè in questo momento è la migilor CPU sul mercato per prestazioni\prezzo\consumi...

per tutte la altre CPU il ragionamento vale ancora di più.

Baz

ti serve, ma non e' indispensabile nel senso che il 4670k per quanto ti frena, non ti impedisce di fare cio' che ti serve.
per dire, se fossi completamente senza pc, riusciresti ad aspettare l'autunno?
io onestamente no.

Ritornoalfuturo

io la penso come te. ma non tutti la pensano come noi .
c'è chi li sta bene quella mobo e la tiene anni, senza cambiare nulla.

Marcello P

Beh, sì, vale anche per me... :D Diciamo che si tratterà di un upgrade senza alcuna urgenza e rappresenterà l'ultimo acuto del mio pc con l'attuale piattaforma.

pollopopo

No no...a me serve... i moderni giochi con il mio 4670k mi creano problemi anche in qhd con una misera 1080 (comunque in oc tocca i 10tflops regalandomi qualche gioia, frenata dalla cpu) ma fare ora una build che voglio tenere per anni (come vedi uso ancora un 4670k per la build da gioco) non ha senso con am5 alle porte....anche perché è secoli che non faccio un bel formattone e farlo in procinto di una build nuova non lo trovo sensato (anche perché sul nuovo va win 11 ecc...)

Il mio ragionamento è simil case produtrici di auto.... lancio modello e dopo 4 anni restyling (vga solitamente) e dopo 8 cambio tutto... il lockdown ha bloccato un pochino il tutto sia per i costi inutilmente elevati e perché avevo un carico di lavoro maggiore..

Youssef

Forse hai ragione, se passo a Intel devo prendere una scheda madre, un nuovo dissipatore perché il mio be quiet dark rock pro 4 non supporta lga 1700

Youssef

Ho avuto la 3070 e con il ryzen 3600, non ho notato una differenza quando sono l'ho venduta e ho preso una 3060 ti

Youssef

Sisi sono d'accordo

Negan Smith

Costano di più, consumano di più, hanno più problemi...
Per fare 2 FpS in più a 720p?
Pfff, un povero esercizio di marketing.
Come anche impiegare 2 secondi in meno nei carichi professionali al costo di notevoli consumi più alti.

Vabbè, solite storie...

Giardiniere Willy

Giusto, è anche meglio nel gaming, ma rimane comunque complessivamente inferiore al 5900x tenendo conto dell'enorme differenza di prezzo.

Il corpo di Cristo in CH2O

ma certo che bisogna tenerne conto. però è una scelta di intel di far consumare quella cpu 250w, a prescindere delle scelte che fa l'utente. se fai la recensione del processore, quello è.
se vuoi puoi fare una recensione sulla architettura dicendo "se intel avesse fatto uscire un processore a 150w, o se ve lo settate voi, allora questo sarebbe il risultato".

Baz

una frase del genere ha senso solo se non ti serve una cpu nuova, ma se non ti serve una cpu nuova, allora probabilmente non avra' senso neanche comprarla tra qualche mese.
chi ha realmente bisogno di cambiare oggi, non aspetta, anche perche' ora i prezzi di AM4 ovviamente sono molto vantaggiosi.
se invece uno dice, aspetto AM5, allora cambia piu' per sfizio che per reale necessita'

Don

Come ti hanno già consigliato, spenderesti molto meno a vendere il tuo e prendere il 5600. Avresti sostanzialmente le stesse prestazioni e non devi cambiare scheda madre e dissipatore, nel caso il tuo non fosse compatibile con il socket 1700.

Fandandi

Il mio 3700X andra' avanti ancora molto, gia' e' raro che lo sfrutti oltre il 15% ahaha

Don

Ma no, la tua va benissimo, mi riferivo ad alcune B660 economiche. Capisco il motivo del tuo consiglio, ma onestamente risparmiare sulla scheda madre per tenersi poche decine di euro in tasca, compromettendo la stabilità e l'aggiornabilità futura del PC, secondo me non è una buona idea. Considera che con una buona mobo 1700 magari fra qualche anno potrà aggiornare ad un i7 13th gen, evitando così un cambio totale di piattaforma, mentre con una H610 dovrebbe cambiare anche la scheda madre per andare oltre un i3 12100/i5 12400.

Fandandi

Non ho capito cosa c'entra la storia di quanto va un i7-12700k, non fa differenza...piu' watt uguale piu' calore. Potresti avere temperatura piu' basse nella cpu a parita' di watt perche' la struttura permette di trasferire il calore meglio, ma se una cpu va a 200w e l'altra a 100w, la prima scalda la camera di piu' a prescindere da quanti gradi in meno fa la cpu.
PS: l'unica cosa interessante riguardo una cpu che consuma meno e', appunto, il consumare meno. Il calore non fa differenza, fare 60 o 80 gradi non cambia assolutamente nulla (a meno che non ti faccia andare in throttling sta cosa, ma vabbe')

NULL
Marcello P

Quando scenderà parecchio di prezzo lo prenderò in considerazione per sostituire il mio 3700x.

AllBlack

Ottimo prodotto utile solo come dimostrazione di forza da parte di AMD, arriva sul mercato troppo tardi ed a un prezzo esagerato. Per cui si aspetta l'implementazione del 3D V-Cache nella generazione 7000, con grandi aspettative.

Marco -

Per me il gaming è alta risoluzione e 60fps (non 1080@165 per intenderci) dunque mi farò bastare il 5600x attuale e piuttosto investirò per sostituire la vetusta (ma ancora ottima) 1080ti appena sarà possibile reperire le gpu next gen, spero a fine estate!

AlphAtomix

In gaming tanta roba, considerando che accendo il pc solo per giocare sappiamo dove andranno i miei soldi con la prossima gen.

Goose

È sempre la stessa storia, dipende sempre come sono dissipati quei 200W, anche se la dispersione del calore sul die è uniforme o concentrata. Vi siete creati questa leggenda delle cpu fornetto quando non è così, un i7-12700K in media si attesta a temperature più basse di un 5800x/3D pur consumando di più ed erogando più potenza.

Vacancy

Se amd consuma 150 e intel 250 devi tenere conto anche di quei due punti, non basare tutto su di essi.

Solo le recensioni superficiali si fermano a valutare perf/watt nel punto di picco in cinebench, specialmente quando una CPU ha un PPT bloccato e l'altra no.

Ritornoalfuturo

io ho una asus b660-f rog strix 16+1 stadi di potenza , con un 12400, https://uploads.disquscdn.c... .
dici che fa schifo ??

si bhe ho consigliato le h610 perché sono economiche e con un 12400 va bene

Redvex

Io ho un 3600 e una 3070. La cpu che fatica non la sento proprio. Ma non gioco fps competitivi. Sarà per quello.

Jean 13 pro
Don

Le H610 fanno pena, molte non riescono a tenere in full load nemmeno un i5 12600 senza andare in VRM throttling. In verità anche alcune B660 fanno lo stesso.

Recensione AMD Ryzen 7 6800U, la iGPU ora convince

Recensione NVIDIA GeForce RTX 3090 Ti: l'ultimo grido di Ampere

Mac Studio e Studio Display ufficiali: il Mac mini cresce ed è potentissimo | Prezzi

Apple Silicon M1 Ultra ufficiale: due M1 Max in un chip solo