Recensione Noctua NH-D12L: dissipatore compatto ma solido nelle prestazioni

26 Aprile 2022 121

Torniamo ad occuparci di dissipatori per CPU con la prova del Noctua NH-D12L, l'ultima proposta dell'azienda austriaca che va ad ampliare un catalogo già esaustivo, ma che, allo stesso tempo, non rimane fermo e cerca di evolversi anche in base alle richieste del mercato. Oltre al supporto per tutti i processori consumer attualmente in commercio, compresi gli Intel Alder Lake-S e le prossime generazioni Intel Raptor Lake (Core 13a gen/LGA 1700) e AMD Zen4 Ryzen 7000 (AM5), l'interesse del produttore si focalizza - come in passato - anche sul form-factor e sulla sempre maggiore diffusione dei sistemi compatti che abbracciano gli standard Micro-ATX e Mini-ITX, per intenderci quei sistemi che guardano a ridurre gli ingombri ma allo stesso tempo non vogliono rinunciare alla prestazioni.

Il nuovo Noctua NH-D12L "low height" si muove esattamente in questa direzione, offrendo l'ormai rinomata qualità del brand in coppia con un design asimmetrico e dimensioni ridotte; in sostanza parliamo di un dissipatore a doppia torre con ventola da 120mm che, grazie alle peculiarità sopraccitate, può sostituire - in quanto a ingombro - i meno performanti modelli che montano ventole da 92mm.


CARATTERISTICHE TECNICHE

Avendo già testato diversi prodotti della linea Noctua NH - ultimo in ordine cronologico il mastodontico NH-P1 - sappiamo bene quali sono i punti di forza di questi dissipatori, tanto che potremmo saltare direttamente al capitolo relativo alle prestazioni, fidandoci ciecamente della scheda tecnica. In passato i dati forniti dal produttore sono stati sempre confermati dai test sul campo, restituendo spesso risultati anche al di sopra delle aspettative; come vedremo a breve, l'NH-D12L "low-height" non differisce in questo dai suoi predecessori, proponendo però delle "accortezze" che meritano quantomeno una menzione.


Come anticipato sopra, il Noctua NH-D12L è un dissipatore a doppia torre con ventola da 120 millimetri, ma decisamente "diverso" rispetto ad altre proposte della stessa categoria, non solo Noctua, ma anche dei competitor. Con un'altezza di 145mm, NH-D12L è 13mm più basso delle soluzioni Noctua con ventole da 120mm presenti a listino (solitamente arrivano a 158mm), una caratteristica importantissima se guardiamo all'installazione su case particolarmente compatti.


Oltre alle dimensioni ridotte, che ora vedremo nel dettaglio nella scheda delle specifiche tecniche, ci sono almeno altre due peculiarità di questo dissipatore che ne facilitano l'integrazione nei sistemi compatti (e non solo) ad alte prestazioni. La prima è il design asimmetrico sulla torre "interna" (foto sopra) che garantisce compatibilità con i kit RAM ad alto profilo, la seconda invece è la ventola utilizzata per smaltire il calore, una Noctua NF-A12x25r a cornice ridotta e circolare.

Noctua NF-A12x25 vs NF-A12x25r

Quest'ultima rappresenta un valore aggiunto di non poco conto in quanto parliamo sostanzialmente di una rivisitazione (solo nel design) della pluripremiata Noctua NF-A12x25, probabilmente la migliore ventola da 120mm attualmente in commercio per questa tipologia di dissipatori. Ma vediamo quelle che sono le caratteristiche principali del dissipatore (QUI la scheda completa).

Noctua NH-D12L - Caratteristiche

  • Dimensioni: 145x125x113 millimetri
  • Peso: 700 grammi (senza ventola)
  • Heatpipe: 5 heatpipe da 6mm
  • Materiale: Rame nichelato (base/heatpipe) - Alluminio (alette)
  • Supporto Ventole: Noctua NF-A12x25r (no ventole standard), supporto doppia ventola
  • Bundle :
    • SecuFirm2+ - kit multi-socket
    • Pasta termoconduttiva NT-H2
    • Adattatore NA-RC14 Low-Noise (L.N.A)
    • Panno NA-CW1
    • Cacciavite NM-SD1
    • Clip per seconda ventola da 120mm
    • Adesivo metallico Noctua
  • Socket Supportati:
    • Intel LGA1700/1200/1156/1155/1151/1150/2011/2066
    • AMD AM4/AM5
  • Garanzia: 6 anni

Come si evince dalle immagini, il design, la qualità costruttiva e la cura per l'assemblaggio sono quelle a cui ci ha abituati Noctua; l'ampia base in rame, lavorata in modo impeccabile, si collega a cinque heatpipe in rame (6mm di diametro) e al corpo dissipante in alluminio, raffreddati appunto dalla ventola NF-A12xr5r da 120mm; quest'ultima - l'unica compatibile del catalogo Noctua - offre un regime rotativo sino a 2.000 RPM con un valore di rumorosità massima di 22,6 dBA e una portata che arriva a 102,1 m³/h.


Insieme al dissipatore arriva anche una ricca dotazione di accessori: pasta termoconduttiva NT-H2, adattatore per ridurre la rumorosità, kit di ritenzione multi-socket, cacciavite e tutto l'occorrente per l'installazione sulla scheda madre. Come tutti i dissipatori a doppia torre, anche l'NH-D12L supporta la modalità a doppia ventola, in questo caso con una seconda NF-A12x25r che puntualmente abbiamo utilizzato nella nostra sessione di test.

PIATTAFORMA HARDWARE

Per testare le capacità di dissipazione del nuovo Noctua abbiamo scelto una piattaforma Intel, nel dettaglio la più recente Alder Lake-S con socket LGA 1700; il processore utilizzato è il Core i7-12700K (Recensione), non estremo per quanto riguarda i valori di TDP (almeno a default), ma comunque capace di mettere alla corda il dissipatore quando overcloccato. Ecco nel dettaglio la configurazione hardware/software di cui ci siamo serviti:

Come anticipato sopra, la nostra prova prevede diverse sessioni di test: vedremo come si comporta NH-D12L con CPU a default e in overclock, a singola e doppia ventola. A seguire invece le sessioni di test eseguite e le relative impostazioni di sistema per processore e dissipatore.

  • 1) Intel Core i7-12700K - Stock (Power Limit Sbloccato) - Singola ventola gestita in automatico
  • 2) Intel Core i7-12700K - Stock (Power Limit Sbloccato) - Singola ventola settata al 100%
  • 3) Intel Core i7-12700K - Stock (Power Limit Sbloccato) - doppia ventola gestita in automatico
  • 3) Intel Core i7-12700K - Stock (Power Limit Sbloccato) - doppia ventola settata al 100%
  • 4) Intel Core i7-12700K - Overclock 5 GHz (VCORE 1,2750V) - doppia ventola settata al 100%

TEST TEMPERATURE E RUMOROSITA'

Dopo una semplice e veloce installazione (ottimo il kit di ritenzione), siamo passati ai benchmark che, almeno in questo caso, non ci interessano dal punto di vista delle prestazioni e del punteggio, ma piuttosto della capacità di mettere sotto stress la CPU e di conseguenza il dissipatore sotto carichi impegnativi con istruzioni AVX abilitate. Il nostro obiettivo è di verificare, oltre al comportamento con processore a default, quanto questo dissipatore può spingersi quando iniziamo a salire col TDP; in tale contesto abbiamo fissato un limite oltre il quale il test sarà giudicato fallito, questo valore corrisponde a 95 °C sotto stress-test con Prime95, verosimilmente il peggior scenario che possiamo ricreare per la CPU.


La prima prova - con Core i7-12700K a default e singola ventola NF-A12x25r - ha dato a nostro avviso ottimi risultati, riuscendo a "contenere" il processore entro gli 81 °C. La differenza in termini prestazionali quando modifichiamo il regime rotativo della ventola al 100% è di circa 4 °C, mentre, come vedremo più avanti, mandare a pieno regime la NF-A12x25r porta inevitabilmente a un certo aumento della rumorosità.


Questo comportamento si ripropone anche quando andiamo ad utilizzare un setup a doppia ventola, motivo che ci spinge a consigliare di lasciare la gestione alla scheda madre; 75 °C sotto Prime95 (ventole auto) sono secondo noi il miglior compromesso che possiamo ottenere con questa configurazione.


Il test relativo alla rumorosità, misurata con fonometro a 30cm dalla Test bench, conferma ancora una volta che la ventola Noctua è tra le migliori in quanto a rapporto prestazioni/rumore prodotto. Con impostazioni di fabbrica - singola ventola gestita in automatico dal BIOS - l'NH-D12L è silenziosissimo, merito sicuramente dell'ottima capacità dissipante di base/heatpipe che, in sostanza, permettono alla ventola di non operare mai al massimo del regime rotativo (contenendo quindi il rumore).


Il Noctua NH-D12L dimostra buone prestazioni, tuttavia non possiamo aspettarci risultati simili a quelli che possiamo ottenere con i top di gamma come lo stesso NH-D15 chromax.black dell'azienda austriaca; questa considerazione vale ovviamente quando guardiamo all'overclock o all'utilizzo di processori più "estremi" con TDP sopra i 250W (vedi il Core i9-12900K ad esempio). Per ricreare uno scenario simile, ma meno spinto, abbiamo overcloccato il processore con tutti i P-Core a 5.000 MHz e un VCORE da BIOS pari a 1,2750W; con tali impostazioni il processore passa dai 182 watt circa di fabbrica a 214 watt, mettendo sotto pesante stress il dissipatore.

Nel nostro caso il test con Cinebench R23 è stato passato senza problemi, così come quello in Prime95 che, allo stesso tempo, si avvicina al lmite dei 95 °C che avevamo fissato in precedenza; sia chiaro, con 92 °C siamo ancora nelle specifiche, tuttavia ricordate che il nostro test è condotto su banco mentre l'installazione nel case potrebbe invece avvicinare la CPU alla soglia dei 100 °C.

CONSIDERAZIONI

Eccoci a tirare le somme su questo nuovo Noctua NH-D12L, un dissipatore per CPU che sostanzialmente non ci ha sorpreso, confermando e portando avanti l'ottima tradizione dei prodotti serie NH dell'azienda austriaca. Dopo averlo provato per qualche giorno anche nel quotidiano con carichi di lavoro impegnativi e soprattutto continuativi, possiamo affermare che le prestazioni dell'NH-D12L corrispondono a quelle dichiarate da Noctua; dati alla mano, i test hanno confermato anche quello che noi ci aspettavamo, ossia la possibilità di gestire senza particolari problemi chip con TDP sino a 200 watt.

Quello che però va apprezzato in questo caso è l'ottimizzazione delle prestazioni in rapporto alle dimensioni e all'ingombro; con soli 145mm di altezza, il dissipatore Noctua può trovare impiego in molti sistemi con form-factor ridotto, mantenendo inoltre ottimi livelli di rumorosità che, nella maggior parte dei casi, si potrà limitare visto che la configurazione a doppia ventola non risulta determinante (almeno non sempre).


Se guardiamo a processori più esigenti a livello termico o all'overclock del Core i7-12700K in prova - rimanendo sempre nel range dei 200-215 watt - l'NH-D12L può dare comunque delle ottime soddisfazioni; i 92 °C raggiunti su Prime95 rappresentano come detto il peggiore scenario possibile, mentre già in Cinebench R23 e soprattutto in gaming le temperature saranno decisamente inferiori e permetteranno all'utente di tirare fuori il potenziale della CPU senza particolari problemi.

Chiudiamo con il prezzo che, come per altri modelli Noctua, non è contenuto, ma secondo noi giustificato da ottime prestazioni, qualità impeccabile e, non per ultimo, un supporto post vendita molto solido. Noctua NH-D12L costa 89 euro, cifra che ovviamente include la ventola NF-A12x25r che da sola costerebbe 29 euro.


121

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
max76

Direi di no, e se dovessi farmi un PC adesso sicuramente andrei su un aio economico della CM e bon

sucaloro

10 gradi son tanta roba

sucaloro

Vale la pena spendere 90 euro quando con 60€ si trova il raffreddamento a liquido con 2 ventole ? (Sul famoso sito am... È il più venduto)

Researchspace

Si l'avevo notato anch'io.. ho dato un'occhiata ai prezzi del 2012
Noctua NH-U12P SE2 (2 ventole) costava intorno alle 60/65 euro mentre il Noctua NH-D14 (il top) costava incirca 70/80 euro

max76

Non leggevo una recensione di un dissipatore CPU da quando ho smesso di smanettare con hardware pc da quasi 10 anni.....ma quanto cavolo costano adesso i dissipatori ad aria?
Questo "piccolo" 90€, una volta i noctua grandi (che erano sempre i più cari e i migliori) stavano un 30-40€ in meno!

Antonio F.

uno sceglie un dissipatore non per quanto dissipa, ma perche' e' bello. bravo, comportamento molto intelligente.
un altro per il mio ignore file.

Antonio F.

sulle prestazioni di bequiet, per la mia esperienza, hai piu' che ragione.
avevo preso una serie di ventole da case, silenziose (ma le noctua erano meglio), ma non muovevano un grammo d'aria.

Mauro Morichetta

Se posso dire il mio giudizio da esteta, avere un PC che generalmente è nero, pieno di RGB, in cui si cerca di fare tutto a tinta unità, cavi sleevati, per quale assurdo motivo dovrei inserire ste fette biscottate che non si intonano con niente, il puro marketing per farsi riconoscere è un obbrobrio che non riesco a mandare giù, ok so che sono il massimo per il raffreddamento e non sto dicendo che siano peggio di altre, il marrone per le ventole dovrebbe essere un reato penale.

M D

oltretutto su quelle nere è possibile cambiare anche i gommini laterali antivibrazioni con altri colorati diversamente. io li ho lasciati marroni. In un pc con case di legno o dall'aspetto originale ci stanno tutte le ventole marroni

M D

io ebbi un buon culatello, le trovai usate ma praticamente nuove su ebbay, ne presi 5, ne ho montate 4. il modello da 120mm

M D

nel 2016 (non ricordo di preciso l'anno) presi un LEPA LV12, a cui misi una ventola Noctua Industrial PPC PWM, che la faccio gestire alla MOBO a partire dai 280 giri sino ai 3000, con una curva personalizzata. A parità di giri con la ventola fornita da LEPA (buona anche lei a dire il vero) le temp. sono diminuite di una decina di gradi con la Noctua. i7 4790k @ 4.5 e cache @ 4.2, entrambi con meno 50mv.

Researchspace

Concordo.. parlavo in generale senza una valutazione caso per caso..
Comunque per il Megahalems oltre alla black edition avevano fato la red/black, blue/black e la silver/blue edition

Mostra 1 nuova risposta

Eh io ci lavoro, non metterei mai un sistema a liquido custom, troppa manutenzione che ti blocca, un problema sull'aio (son davvero rari eh) lo risolvi anche montando in 10 minuti un dissipatore stock a caso. Certo senza pompa è anche meglio ma come prestazioni ormai sono parecchio indietro. È da valutare caso per caso.

Researchspace

Sinceramente sono sempre stato dalla parte dei dissi. ad aria, i vari AIO sono carini ma non mi hanno mai convinto del tutto..
Con una seria ventola performante e silenziosa. sei a posto!

Dopo dipende sempre da quello che ci fai con il pc..
se un uso basico e tranquillo il dissi. ad aria tutta la vita, se viene usato più pesantemente AIO o meglio un vero sistema full liquido

Mostra 1 nuova risposta

Io ho quello precedente senza le barre di rame, tutto nero, è uno spettacolo effettivamente. Purtoppo poi ci monti la ventola e fa un po' schifo, o ne prendi una in tinta perfetta o in contrasto, o se no esteticamente non rende molto.

Devo vedere se con i nuovi processori avrà performance comparabili e se trovo un adattatore. Dubito che sia performante anche lontanamente come un AIO da 280mm nuovo con le nuove CPU

Researchspace

Avrei presso anch'io circa 12 anni quando mi sono fatto il pc, però in quel momento non era disponibile per cui sono andato su un Noctua..
Mi indragava molto la black edition

Mostra 1 nuova risposta

Gli AIO ormai li montano anche nei server, il tasso di rottura è veramente basso

Mostra 1 nuova risposta

La recensione lo compara con la temperatura ambiente
lol

Mostra 1 nuova risposta

Ho il primo da tipo 12 anni... con una sola ventola che gira pianissimo... Infatti sono indeciso se tenerlo nel prossimo pc o no

comatrix

Con la scheda madre montata.
Io ho un case che è stupendo esternamente ma che internamente no è proprio così facie di accesso.
IL punto più difficile è mettere l'asta correttamente, ecco quello lo posso capire, ma l'errore che fanno tanti è sovente è stringere una vite, allorché vanno imbastite entrambe e poi piano piano passare da una all'altra, stringendole in maniera coerente poco alla volta.
Forse la prima volta non si capirà come agire, ma una volta carpito l'intento è una bazzecola

Baz

5 minuti con scheda madrea gia montata dentro il case? oppure con la scheda madre libera?? non so magari chi si lamenta della difficolta' lo fa da dentro il case e li e' piu' complicato... non so.
comunque e' un dissipatore che mi ha sempre attratto tantissimo, onestamente a me piacciono tanto i dissipatori enormi xD poi questo e' pure molto curato esteticamente

comatrix

Forniscono in confezione un cacciavite lungo a magnete, basta svitare il cappuccio sulla testata del dissipatore, infilare i cacciavite, attaccare la vite e andare sino in fondo verso l'asta di sostegno, il resto va da solo

Baz

avevo visto recensioni di gente che se ne lamentava parecchio per la complessita' (forse sono solo difficili da raggiungere le viti?? boo sicuramente sai meglio tu).

comatrix

Entrambi sono eccezionali, uno performa un paio di gradi in meno, l'altro è invece più silenzioso e, ribadisco, per un paio di gradi in meno, è preferibile maggior silenziosità (fossero 10 gradi in meno allora il discorso cambierebbe)

comatrix

Io ci metto 5 minuti a smontarlo e montarlo a dire il vero, col cacciavite fornito

Researchspace
Fabio Pastore

Serve solo per scopo pubblicitario, oppure per fare vedere agli amici che hai speso più di ventole che di case xD. Alla fine è solo per farsi pubblicità che mantengono quel colore inguardabile al prezzo più basso, se sono nere sono uguali alle altre quindi non fanno effetto WoW hai Noctua!

Fabio Pastore

Se rileggi quello che ho scritto bene bene noterai che ho usato il D15 (per i pignoli e distratti alla lettura Noctua NH-D15). Io non uso programmi come prime che servono solo a rompere prima il processore.

Quello che intendo io è che con il dissipatore ad aria hai un sacco di problemi di ingombro, problemi quindi con case e banchi RAM; unico punto a favore il fatto di essere impossibile da rompere, al massimo 50€ e cambi ventole, non che siano pochi considerando il dissipatore costa 100€.

Con aio i problemi di durata o di perdita non ne ho mai avuti, appunto il più vecchio che ho ha 9 anni e mezzo a singola ventola, ancora va benissimo e pompa silenziosa al 100%.

Ora uso un arctic 360 pompa al 100%, nessun rumore, ventole al 30% in push pull e processore Ryzen 7 5800X overclockato, su uso prolungato su giochi e rendering non supero i 72°. Il problema non sono gli hot spot ma le temperature medie..

Con il Noctua arrivavo a temperature medie di 60/65 gradi (hotspot 79/82°) mentre con aio 50/55 gradi (hotspot massimo 73°). Stessa pasta termica stessa stesura a mano di tutto l'IHS. Per non parlare dell'Airflow: Corsair 5000D + 13 ventole (6 su radiatore immissione + immissione laterale + 4 espulsione sopra e 1 retro).

alberto redolfi

vuoi mettere l'iconico color cacca e cremino? :-)

Pistacchio
Baz

si il dark rock pro 4 e' un ottimo processore sopratutto a quel prezzo.
pero' se non ricordo male, montarlo e' una tortura.
poi non so come e' messa be quiet a livello di accessori forniti in confezione, pero' noctua ti da di tutto e di piu'.
comunque immagino che cambiando le ventole il tuo dissipatore potrebbe performanre molto meglio.
ho ventole bequiet per l'airflow, pero' in generale bequiet punta tanto sul silenzio a discapito delle prestazioni (l'impressione e' questa).
e' vero che fa ventole molto silenziose, ma e' anche vero che poi le ventole per l'airflow smuovono poca aria rispetto alle concorrenti, e le ventole da dissipatore, hanno poca pressione

Baz

10 gradi dove? in prime95 o daily use (gaming o altre cose che fai tutti i giorni)?
perche' su prime 95 magari sono 10 ma poi in scenari reali, sono 5 gradi scarsi, e allora ne vale davvero la pena?
che noctua avevi? perche' chiaramente c'e' una bella differenza tra un dissipatore di fascia media o alta.

77fabio

Beh senza nulla togliere al Dark Rock (che è un ottimo dissipatore) Noctua rimane eccezionale e non lo dico io, lo dicono 1000 recensioni...

Dav85

Ok.

Dav85

Vuoi dire, ZERO rumore.

Dav85

Mi permetto di dire che il sistema di montaggio Noctua è tra i più semplici e solidi che conosca. Lo so per esperienza personale non per sentito dire anche perchè ne ho montati anche di altre marche.
Ribadisco, la cura maniacale che hanno per i dettagli del corpo dissipante, è imbattibile.

Researchspace

Perché non hai visto il SilverStone HE02 170 x 130 x 160mm dal peso di ben 990g

https://uploads.disquscdn.c...

Researchspace

Perché non ha mai visto il Prolimatech Super Mega (Megahalems) 130 x 158,7 x 74 mm ma dal peso di ben 980g senza ventola o il SilverStone HE02 170mm x 130mm x 160mm dal peso di ben 990g senza ventola in confronto al suddetto Noctua da 700g

Researchspace

Beh il Dark Rock Pro 4 è un signor dissipatore, Noctua sicuramente e una delle migliori marche ma non l'unica.. assieme alla suddetta Be Quiet, Thermalright, Scythe, Phanteks ecc. ottimi erano anche i Prolimatech soprattutto con il famoso Megahalems pero se non mi sbaglio non ci sono più in commercio.
Dopo sinceramente non saprei se negli ultimi anni ci sono stati altri marchi top.

Comunque molti scelgono Noctua per vari motivi le sue ventole incluse, il servizio post vendita, la facilita di trovare le staffe per il cambio di socket.

comatrix

Possiedo un Dark Rock Pro 4 da ormai oltre 2 anni, un vero gioiellino.
È vero che "performa" quel paio di gradi in più dell'NH-D15, ma per una differenza così esigua non ne vale la pena rispetto alla rumorosità e le orecchie ringraziano parecchio, è di un silenzioso che fra poco manco te ne accorgi che sia montato

Ngamer

infatti non è una recensione è solo prodotto messo in vetrina :P
detto questo da quando ho messo un Noctua nel mio pc ( 4 anni fa) non voglio nient altro davvero tanta qualità e affidabilità ottime prestazioni pochissimo rumore .

Emiliano Frangella

L'ho avuto.
Troppo invasivo anche se ottimo

Emiliano Frangella

Non ho detto che vadano male ansi.
Ma Abnormi
L'ho tolto e messo uno più gradevole, specie se hai una finestra

Fabio Pastore

10 anni con dissipatore ad aria, pompa fa stesso rumore e stesse prestazioni, sarà questione di C....
Ma ho avuto il Noctua e la differenza non era di 3 gradi ma di 10 in overclock. Nessun problema con le RAM, ne spazio sul case, cosa che il modello D15 non ti assicura.

Sul fatto che basta cambiare la ventola e sei a posto, sono più che d'accordo ma per il resto AIO fino alla fine.

Emiliano Frangella

Ok
Ma sempre abnorme

alberto redolfi

perchè c'è di meglio? In effetti ho anche un cooler master che sembra il radiatore di uno scania e va da 10 anni senza tossire, ma i noctua finora non mi hanno mai deluso

Baz

per essere un dissipatore a 2 torri non e' grosso.
e' basso e la torre davanti, e' molto stretta.
un d15 e' molto piu' grande

Baz

idem

Dav85

Ottimo consiglio!

Dav85

Le sto ordinando adesso.

Recensione NVIDIA GeForce RTX 3090 Ti: l'ultimo grido di Ampere

Mac Studio e Studio Display ufficiali: il Mac mini cresce ed è potentissimo | Prezzi

Apple Silicon M1 Ultra ufficiale: due M1 Max in un chip solo

Recensione MSI GeForce RTX 3080 Suprim X 12GB: la custom che tutti vorremmo