Gigabyte RTX 3080 Gaming OC, un anno dopo: recensione e test con NVIDIA NIS

14 Dicembre 2021 42

E' passato più di un anno dal debutto delle schede grafiche GeForce RTX 30 Ampere, una delle linee più riuscite di NVIDIA che, allo stesso tempo, ha dovuto fare i conti con un mercato messo in ginocchio dalla pandemia e dalla conseguente crisi del mercato dei chip in quanto a disponibilità e prezzi (ormai fuori controllo). Evitando di commentare ulteriormente l'attuale situazione, discussa in diverse occasioni, l'articolo di oggi sarà molto lineare e, come intuirete dal titolo, vede sotto i riflettori la GeForce RTX 3080 nella versione Gaming OC proposta da Gigabyte.


A distanza ormai di 15 mesi dal lancio, NVIDIA GeForce RTX 3080 (Recensione) rimane un punto di riferimento nel segmento delle schede grafiche gaming di fascia alta, il tutto ovviamente in attesa di vedere all'opera le prossime GeForce RTX 40 e la sua erede diretta, la tanto attesa GeForce RTX 4080 basata su GPU Ada Lovelace. Tornando al modello oggetto della nostra prova, analizzeremo le prestazioni di questa variante overcloccata di Gigabyte, abbinata ai nuovi processori desktop Intel Core 12a gen Alder Lake-S, in particolare dal top di gamma Core i9-12900K (Recensione).

GeForce RTX 3080 Founders Edition vs Gigabyte RTX 3080 Gaming OC.

Oltre a prestazioni come vedremo "rinvigorite" grazie all'ausilio del Core i9-12900K, cercheremo di rendere il tutto più interessante testando l'ultima versione dell' NVIDIA Image Scaling (NIS), l'upscaler spaziale dell'azienda di Santa Clara che promette di essere un'ulteriore e valida alternativa all'FSR di AMD. A differenza della tecnologia DLSS, NVIDIA NIS non richiede hardware dedicato e funzionerà anche su prodotti non NVIDIA (AMD e Intel), risultando inoltre compatibile con i modelli GeForce a partire dalla serie 9. NVIDIA NIS mira ovviamente a migliorare l'esperienza in gaming sulle GPU con qualche anno sulle spalle, la GeForce RTX 3080 sicuramente non ha bisogno di questa funzionalità in quanto garantisce già ottime prestazioni e, soprattutto, offre il meglio in coppia con la tecnologia DLSS, decisamente superiore in quanto a qualità e frame-rate ottenibile rispetto a NIS.


Detto questo, la GeForce RTX 3080 ci darà modo di vedere in che misura il NIS può incrementare il frame-rate, il tutto sempre considerando che i risultati ottenibili in quanto a qualità dell'immagine possono essere molto soggettivi e dipendono in modo diretto dal livello di upscaling e di nitidezza che si andrà ad applicare.

GIGABYTE GEFORCE RTX 3080 GAMING OC - CARATTERISTICHE

La Gigabyte GeForce RTX 3080 Gaming OC (V2, con LHR precisiamo) è uno dei modelli custom più imponenti con sistema di dissipazione ad aria presenti sul mercato. A bordo troviamo un dissipatore WindForce 3X equipaggiato con due ventole da 90mm e una da 80mm a rotazione alternata e supporto per la modalità semipassiva, ampiamente gestibile su questo modello grazie al massiccio corpo dissipante. Design a parte, almeno per quanto concerne la cover del dissipatore, ritroviamo sostanzialmente lo stesso sistema di raffreddamento visto sulla Gigabyte RTX 3080 Ti Vision OC (ottimo a livello prestazionale).


Il calore viene estratto dalla GPU grazie a un'ampia base in rame collegata a 7 heatpipe (sempre in rame) e un fitto sistema di alette in alluminio che, almeno dai nostri test, permettono a questa scheda di operare non oltre i 61 °C anche sotto massimo carico. Oltre al generoso dissipatore, la scheda Gigabyte è dotata anche di un robusto backplate che ha il duplice compito di raffreddare la componentistica e proteggere il prezioso PCB.

La scheda è alimentata da due connettori PCI-E 8pin, mentre il resto delle caratteristiche tecniche rimane invariato (8.704 Cuda Core e 10GB GDDR6X) fatta eccezione per la frequenza di clock della GPU che si attesta a 1.800 MHz, contro i 1.710 MHz della Founders Edition.


Scheda tecnica Gigabyte GeForce RTX 3080 Gaming OC:

  • GPU NVIDIA Ampere GA102 (8nm)
  • Cuda Core 8.704
  • Memoria 10GB GDDR6X
  • Velocità memoria 19 Gbps
  • BUS memoria 320 bit
  • Larghezza di banda memoria 760 GB/s
  • Interfaccia PCI-E 4.0
  • Dimensioni 320x129x55 mm
  • Output video 3x Display Port 1.4a, HDMI 2.1

PIATTAFORMA DI TEST

Come già anticipato, la Gigabyte GeForce RTX 3080 Gaming OC sarà abbinata alla nuova piattaforma Intel Alder Lake-S, rappresentata dal Core i9-12900K, overcloccato per l'occasione a 5,1 GHz sui P-Core e 4,1 GHz sugli E-Core; le prestazioni ottenute nei vari benchmark saranno poi confrontate con la Radeon RX 6800 XT. Ma vediamo la configurazione hardware nel dettaglio:

  • Schede grafiche: Gigabyte GeForce RTX 3080 Gaming OC, Radeon RX 6800 XT
  • Processore Intel Core i9-12900K (5,1 GHz P-Core, 4,1 GHz E-Core)
  • Dissipatore: NZXT Kraken Z73
  • Scheda madre Gigabyte Z690 AORUS MASTER
  • Memorie Kingston FURY Beast 32GB (2x 16GB) 5200 MHz CL40
  • Storage SSD: PNY XLR8 Gaming (CS3030) 2TB
  • Alimentatore: Corsair RM1000x 1000W
  • Sistema Operativo: Windows 11 Pro

Ecco invece i titoli adoperati per misurare le prestazioni:

  • Far Cry 6
  • Horizon Zero Dawn
  • Watch Dogs: Legion
  • Assassins Creed: Valhalla
  • Shadow of The Tomb Rider
  • Red Dead Redemption 2
  • Metro Exodus Enhanced Edition
  • CS GO
  • Final Fantasy XIV

Prima di passare ai numeri, precisiamo che nell'abilitare il NIS dal pannello di controllo NVIDIA (o da GeForce Exeperience), abbiamo scelto l'impostazione con upscaling all'85% della risoluzione nativa - la migliore in quanto a qualità - lasciando al 50% il miglioramento della nitidezza. Si tratta di impostazioni ovviamente soggettive che dipendono dall'hardware a disposizione e da quello che cerca sostanzialmente l'utente; come potrete facilmente intuire, lo scopo del test è verificare il reale incremento prestazionale con il nuovo filtro NVIDIA.

TEMPERATURE, RUMOROSITA', OVERCLOCK

Iniziamo i nostri test dalle temperature, ambito dove la Gigabyte RTX 3080 Gaming OC brilla proprio grazie all'imponente dissipatore custom in dotazione. Le prestazioni del WindForce 3X non sono certo una novità e, dati alla mano, sono in linea di massima paragonabili a quelle viste sulla Gigabyte RTX 3080 Ti Vision OC. Nella prova abbiamo riprodotto i classici scenari con ventole impostate in automatico e poi manualmente al 50%, 75% e 100% del regime rotativo.


Lo scenario che si propone è quasi identico a quello visto sulla sorella maggiore RTX 3080 Ti, confermando inoltre che l'impostazione con ventole al 50% non risulta efficiente visti gli 81 °C, tranquillamente evitabili se programmiamo le ventole almeno al 60-65% (range che ritroviamo nelle impostazioni di fabbrica tra l'altro). I consumi di questa Gigabyte RTX 3080 Gaming OC non si discostano da altre soluzioni custom e sotto massimo carico toccano un picco di 355W; detto questo, a seguire trovate invece il grafico relativo alla rumorosità delle ventole quando andiamo a impostare manualmente il regime rotativo:


Viste le misurazioni, possiamo tranquillamente affermare che la scheda Gigabyte può operare benissimo con impostazioni di fabbrica senza risultare particolarmente rumorosa e, soprattutto, mantenendo ottime temperature.


Quanto all'overclock, su questa scheda non siamo riusciti a sbloccare il power limit (neanche con l'utility proprietaria), tuttavia, dai 1.800 MHz di fabbrica abbiamo spinto la GPU sino a 1.955 MHz, con frequenza Boost che tocca quota 2,175 MHz (niente male); le memorie GDDR6 operano a 21 Gbps senza alcun problema (+2 Gbps rispetto alla Founders Edition), mentre per quanto concerne il consumo si registra un picco di 363 watt sotto 3DMark Time Spy.

PRESTAZIONI IN GAMING CON E SENZA NIS

Come anticipato sopra, l'utilizzo del NIS non risulta determinante su una scheda grafica come la GeForce RTX 3080, soprattutto a 1080p e se impostiamo lo scaler all'85% della risoluzione nativa. Quello che ci interessa però è l'effettiva efficacia di NVIDIA Image Scaling, un'opzione che inizia a farsi interessante quando saliamo con i dettagli e attiviamo il ray-tracing.

L'incremento prestazionale varia in base al titolo giocato e alla risoluzione utilizzata, mentre dal punto di vista della qualità il NIS con RTX 3080 inizia ad avere un senso quando si guarda al gaming in 4K con ray-tracing. Ad occhio nudo non abbiamo percepito molto la differenza tra la scena renderizzata a risoluzione nativa e quella con NIS abilitato, incrementando però il framerate con picchi anche del 20%.

Quanto alle prestazioni globali della GeForce RTX 3080 Gaming OC, i risultati sono in linea per una variante leggermente overcloccata; come da pronostico, la Radeon RX 6800 XT ha dei titoli "preferenziali" (vedi Assassin's Creed: Valhalla ad esempio) che la vedono in vantaggio, mentre quando passiamo al ray-tracing NVIDIA è ancora nettamente avanti ad alte risoluzioni, anche nonostante gli ottimi miglioramenti apportati agli ultimi driver Radeon Adrenalin. La sfida sul ray-tracing tra AMD e NVIDIA è ormai archiviata per questo anno, rinviata però al 2022 con le GPU di prossima generazione.

CONSIDERAZIONI

Eccoci a tirare le somme su questa Gigabyte GeForce RTX 3080 Gaming OC, una scheda grafica che non ci ha riservato particolari sorprese in quanto a prestazioni, confermando nuovamente la leadership di NVIDIA quando parliamo di gaming con ray-tracing (almeno per il momento). Questo modello di Gigabyte risulta ottimo in quanto a temperature di esercizio e rumorosità, offrendo inoltre un buon margine per l'overclock che, tra l'altro, permette anche di guadagnare qualche FPS.

La qualità costruttiva della scheda non si discosta dagli standard a cui ci ha abituato Gigabyte, mentre se vogliamo trovare un punto a sfavore di questo prodotto possiamo citare solo le dimensioni, decisamente imponenti e non per tutti i case (come del resto la maggior parte delle GeForce RTX 3080 custom).

Questa "spolverata di fine anno" alle prestazioni della GeForce RTX 3080 ci ha anche dato modo di saggiare l'efficacia dell'NVIDIA Image Scaling, uno strumento a nostro avviso molto valido, che troverà ottimi riscontri soprattutto sulle GPU con qualche anno sulle spalle (ma non solo). Parlare del prezzo al dettaglio della Gigabyte GeForce RTX 3080 Gaming OC in questo periodo potrebbe sembrare provocatorio, per dovere di cronaca riportiamo che attualmente la scheda si trova sul mercato italiano a un costo di circa 1.500 euro, cifra che scende a circa 1.300 euro per la prima versione senza LHR (Lite Hash Rate).


42

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
M D

concordo e tengo la mia r9 290x tri-x da 4gb occata e moddata

P1EMO

Confermo. Io gioco con una 1070 su un 3440x1440... non si mette tutto su ultra e non si sperano 200FPS, per il resto basta e avanza

Aster

Ma no era per dire se c'è gente che ci casca;)

Matteo

Si sì, sono su diversi gruppi telegram e quelle che spuntano sono le lhr...a me interessa non lhr

Alessandro

prova nexth.. o cmq su amazon a 1300 le custon spuntano ogni tanto

Matteo
Aster

https://uploads.disquscdn.c...

;)

WhoAmI

Nel senso che ci avete messo un anno a trovarne una?

Matteo

@redazione dove si trovano le 3080 non LHR a €1300?

Alex Anyone

stessa situazione mia. Ho preso la series x dopo che cercando una 3080 per sostituire la mia 1080, il prezzo minimo che ho trovato è stato 1200€. Incazzato come una iena, sono andato da gamestop e l'ho prenotata.

pollopopo

Ma anche la one x è ancora godibile :) poi tutto sta in quanto si gioca...con il mio tempo libero se installo 4 o 5 giochi lunghi le finisco dopo 1 o 2 anni :P

NaXter24R

Diciamo che stanno lavorando bene, anche col NIS e col DLSS in futuro si andrà molto bene. E l'altro discorso è quanto uno si accontenta. Se non si vuole tutto ad ultra, son schede che andranno benone per un bel po

Alessandro

Telegram. Ci sono un sacco di gruppi appositi
Tipo Techtracknow

AndreaBezio

C'è qualche modo di avere notifiche sui drop?

Pippu

A quel prezzo, diciamo che siamo corretti.

Crazyciccio

Fortunatamente credo ci vogliano ancora un 3-4 anni minimo prima che hardware ora decente, tipo RX 580 e GTX 1060 (per citare le GPU più diffuse) diventino ingiocabili pure in FHD. Per ora la maggior parte dei PC gamer può ancora dormire sonni abbastanza tranquilli.

pensa me con la 780 allora...
Serie X è veramente tanta roba

NaXter24R

Per ora no, ma quando sarà, bisogna che ci siano le piattaforme. Ad oggi non venderebbero nulla perchè la gente non ha console e schede video

Ken

la series x mi ha salvato per i giochi newgen

ad esempio halo sulla mia 980 ti scatticchia. il pc lo uso solo per rocket league oramai

Oax3lO

Si..si...tutto molto bello...ma finché i prezzi sono questi rimangono lì...per fortuna ho un backlog di videogiochi da recuperare..sperando che i prezzi tornano umani se no sarà un hobby ahimè da accantonare con grande rammarico dopo anni di passione per pcmasterace...

Crazyciccio

Diciamo che i titoli veri da giocare e che richiederanno hardware tosto a prova di next-gen usciranno tutti la seconda metà del 2022. Per ora fortunatamente non se ne sente ancora il necessario bisogno di aggiornare.

Alessandro

1199 € sito nvidia dopo drop di venerdi

Mostra 1 nuova risposta

Non ho mica capito che intendi... Probabilmente perderò un paio di giorni a reinstallare tutto da zero e passare tutti i dati come ho appena fatto, avevo una versione di Windows super stabile ma ferma da 3 anni e ho aggiornato formattando.

Pippu

3080ti MSRP? How much?

Pippu

Sarà un bel problema far passare tutto il software. Clonare il disco non basterà.

Mostra 1 nuova risposta

Ma neanche chi ha le serie 2000 riesce a sfruttarle bene, era solo una serie preliminare adatta agli early adopter, è rimasta nei PC solo perchè non c'è altro in vendita.

Mostra 1 nuova risposta

Ho una 1060 6GB OC che per giocare alle cose che ho in lista va più che bene.

Quando cambierò PC passerò ad un monitor almeno a 120hz, probabilmente passerò anche al 4K per cui servirà tanta roba.

Per ora semplicemente non mi serve altro perchè sono limitato a 60hz e 1920x1200. Comunque il mio PC è un misto lavoro/gioco per cui se dovesse servirmi avere più capacità di calcolo per lavoro lo cambierei senza pensieri. Il gioco è solo un hobby (costoso)

Redvex

Guarda non tanto RT, quanto il DLSS & Co

Alessandro

mah io ho una 2070 con un 15 12600k e inizia a starmi stretta.
non sono stato tanto disperato da spendere 1000 e passa euro per una 3070 del menga, avrei voluto una 3080 MRSP, ma mi sono dovuto accontentare di una 3080ti MRSP.

non spenderei mai soldi per una scheda sovrapprezzata del doppio. ma mai.

erano metà computer.

Pippu

550€ non erano certo pochi.

Pippu

Hai checcosaaa???
Ma perchè non ci fai un pensierino e passi a un, ad esempio, 5600X che costa il giusto assieme ai vari accoppiamenti di mobo ed altro?

io ho aggiornato il pc del 2014 i5 4690, 8 GB DDR3 e GTX 780 per avere oggi nel 2021 i5 10600, 16GB DDR4 e GTX 780...
le schede video sono a prezzi folli considerando che la 780 (Asus Direct CU II OC) la pagai solo 550€...

Pippu

Le 2070 Super e famiglia vanno ancora fortissimo senza problemi. Tutta questa fretta di cambiare non c'è.
Ha fretta solo chi ha una serie 1XXX senza le tanto decantate nuove tecnologie RT.

io ho una 780 e Serie X mi sta salvando la vita...
volevo giocare i gears recenti (4,5 e tactics), il nuovo multiplayer di halo e la sua campagna uscita pochi giorni fa) e soprattutto flight simulator.
con una 780 non posso.
oggi come oggi chi vuole giocare prende una console, io consiglio Serie S per il risparmio enorme che fornisce in abbinamento con il game pass ultimate (ed un amico con cui dimezzare qualsiasi spesa...).
il risparmio di soldi che produce questa "mossa" permette o di far acquistare una PS5 o (più avanti negli anni) di assemblare un pc da gioco per il FHD con Raytracing.

p.s ho anche una PS5, ma la tengo spenta e nella scatola.
la rimonto solo quando esce una esclusiva che compro insieme ad un amico che ha pure lui la stessa macchina.

Scemo 3.0

Esatto o si aspetta o si va di console se proprio non puoi starci senza giocare

Mostra 1 nuova risposta

Ok ok, in quel caso si, ma parliamo di 7 anni fa. Di solito chi gioca la scheda la cambia in media ogni 3-4 anni diciamo, c'è sia chi la cambia tutte le generazioni che chi aspetta di più. Avrebbero però anche un computer abbastanza obsoleto... Io ho uno Xeon X58 che per la scheda che ho va ancora bene, ma una 3070 o giù di lì non ce la monterei mai.

E anche qui... ormai non ha più senso cambiare tutto adesso, è un pessimo momento. Minimo passa un altro anno in modo da vedere la completa offerta di Intel e AMD con DDR5.

Ci vuole ancora pazienza

Scemo 3.0

Assolutamente d'accordo, ci sono decine e decine di titoli datati ma che meritano

NaXter24R

Secondo me il momento potrebbe essere peggiore. Non ci sono tutti sti titoli da giocare. Anzi, secondo me sarebbe anche il caso di tornare su vecchi titoli che costano pochissimo e girano bene anche su hw non così prestanti. Quindi alla fine, anche senza sto hw dietro si può comunque giocare ed apprezzare titoli non male.

Scemo 3.0

Perchè chi ha una 2xxx, 1080 e simili dovrebbe essere tanto disperato da volere una console new gen?
Io parlo di gente con una gtx970 in giù e simili, ti assicuro che non sono in pochi, molti dei miei amici hanno gtx970, 780, 290, rx570 ecc e vogliono aggiornare ma no possono, chi è messo ancora peggio e vuole giocare una console ora come ora non è una cattiva idea, io a loro mi rivolgo, non a chi ha già una gpu abbastanza recente.

Mostra 1 nuova risposta

Chi ha un PC adatto a supportare una serie 3000 di sicuro non torna ad una console, tantomeno ad una Serie S.

Probabilmente ha già una serie 2000 oppure come moltissimi, una 1080/1080Ti e anche in questo caso di sicuro non compri una Serie S.

Semplicemente si aspetta. I giochi (esclusi i nuovi o quelli con RTX) anche con vecchie schede hanno una qualità maggiore pure con quelle schede di 5 anni. E per raggiungere qualità visiva simile basta poco in tutti i giochi usciti fino all'anno scorso (anche qui mettiamo pure qualche eccezione tipo i porting usciti male come i vari Ubisoft)

Scemo 3.0

Prezzi esagerati, ho potuto comprare "solo" tre schede new gen a prezzi di listino (6900XT - 3070Ti rivendute ad amici con un rincaro di €50 per il tempo impiegato) e una con un forte sconto (3080Ti che ho nel mio mini PC) ma ho impiegato quasi un anno, ne sto cercando una per un altro conoscente ma ormai il nulla cosmico.

Trovo la recensione alquanto inutile e forse un poco fuorviante, io mi sarei aspettato, leggendo il titolo, un confronto tra i vecchi e i nuovi driver invece non è così, benchmark con il NIS attivo ci sono sui vari portali da mesi ormai.

Detto questo NON comprate nessuna gpu new gen a prezzi triplicati se non siete sicuri di guadagnarci economicamente o avete estrema necessità. Se volete giocare prendetevi una Series S (ormai si trova un po'dappertutto e sotto i €250-300) o PS5 se proprio non potete rinuciare alle poche esclusive o via.

Intel Alder Lake-H ufficiali al CES: 14 core per i notebook e desktop 16 core da 65W

Recensione NZXT Kraken Z73: ecco come se la cava con l'Intel Core i9-12900K - TEST

Recensione Apple MacBook Pro 14 con M1 Pro, che goduria!

Recensione Gigabyte Z690 AORUS MASTER: prestazioni al top, ma non solo