Recensione Gigabyte GeForce RTX 3060 Gaming OC: ottima per giocare in FHD

29 Luglio 2021 232

Con un mercato che fatica a ritrovare una normalità dopo la crisi scaturita dalla pandemia, parlare di schede grafiche è diventato piuttosto difficile; non tanto per quanto concerne l'aspetto tecnico, ma soprattutto perchè gli utenti non riescono a reperire i nuovi modelli di GPU AMD e NVIDIA a prezzi vicini a quelli di listino o comunque accettabili.

Senza dilungarci oltre - su quando e in che misura la situazione potrebbe normalizzarsi - le ultime settimane in realtà hanno mostrato timidi segnali di ripresa con prezzi che, almeno per le soluzioni più economiche, sono sensibilmente scesi a fronte di una disponibilità nettamente migliore rispetto a questa primavera. Proprio in questa fascia di mercato si colloca la scheda che proveremo oggi, la Gigabyte GeForce RTX 3060 Gaming OC, versione custom della NVIDIA RTX 3060 annunciata a febbraio.


Sulla carta, la NVIDIA GeForce RTX 3060 sarebbe la scheda ideale per i gamer, ottimo successore delle GeForce GTX 1060 ed RTX 2060 che, statistiche alla mano, rappresentano le soluzioni più diffuse tra i giocatori che cercano il miglior compromesso possibile tra prestazioni e prezzo. I miglioramenti apportati dall'architettura NVIDIA Ampere si concretizzano anche su questo modello che, rispetto alla precedente generazione, offre un netto balzo prestazionale in tutti gli ambiti, portando tra l'altro compatibilità con i più recenti standard e tecnologie NVIDIA.

Tocchiamo subito la questione prezzo, se non altro per evitare inutili polemiche sull'utilità di una scheda che, purtroppo, è ancora difficile acquistare a quello di listino (se non in particolari situazioni). NVIDIA ha annunciato la GeForce RTX 3060 a 339 euro, una cifra che in realtà sarebbe statoa"molto indicativa" anche in una situazione di normalità del mercato; la variante Gigabyte GeForce RTX 3060 Gaming OC dovrebbe collocarsi nella fascia dei 450/480 dollari (poco più di 400 euro), ma attualmente è impossibile acquistare una qualsiasi di queste schede a meno di 600/650 euro. Oggettivamente la situazione è questa, quindi, in attesa di ulteriori segnali di ripresa, non ci rimane che vedere cosa offre il modello custom confezionato da Gigabyte.

CARATTERISTICHE TECNICHE

GeForce RTX 3060 utilizza una GPU NVIDIA Ampere GA106 da 3584 Cuda Core, un chip nettamente più potente rispetto al vecchio TU 106 (RTX 2060) ma che, allo stesso tempo, presenta un evidente gap prestazionale se paragonato alla sorella maggiore GeForce RTX 3060 Ti (Recensione). Quest'ultima infatti può contare sull'ottima GPU Ampere GA104 da ben 4.864 Cuda Core, ossia il 35% in più di unità di elaborazione a fronte di un prezzo di listino - parliamo di Founders Edition - pari a 425 euro (+25% circa). Ma vediamo le caratteristiche tecniche della RTX 3060 in dettaglio:

Come vedremo tra poco nei benchmark, l'efficienza dell'architettura Ampere rispetto a Turing è palese; basta guardare alla differente configurazione di RT Core e Tensor Core - sulla carta a netto favore della RTX 2060 - per rendersi conto del salto prestazionale offerto da NVIDIA con la serie GeForce RTX 30. Se questo non bastasse, l'azienda propone anche un serio aggiornamento per il reparto VRAM che passa dai "canonici" 8GB a 12GB GDDR6 (15 Gbps).


Passando alla Gigabyte RTX 3060 Gaming OC, si tratta di una della quattro opzioni che l'azienda taiwanese offre per questo preciso modello NVIDIA; la serie Gaming OC si colloca subito sotto i prodotti AORUS ed è caratterizzata da un sistema di dissipazione ad alte prestazioni con frequenze di clock più spinte rispetto alle Founders Edition.


Ovviamente siamo in una fascia di prezzo nettamente inferiore rispetto alle varianti Gigabyte Gaming OC top di gamma, caratteristica che si evince subito quando prendiamo in mano la scheda, equipaggiata con una cover in materiale plastico che non ci ha particolarmente colpito. Il tutto però è bilanciato da un design abbastanza originale, un ingombro non eccessivo (considerando il dissipatore) e un backplate in metallo decisamente più curato.


Come altri modelli della serie Gaming OC, anche la Gigabyte RTX 3060 utilizza un dissipatore WindForce 3X, dotato di tre ventole da 80mm a rotazione alternata che supportano la modalità semi passiva; il corpo dissipante in alluminio smaltisce il calore estratto da tre heatpipe in rame, a nostro avviso perfettamente dimensionate alle caratteristiche della GPU.


Sul lato esterno della scheda è presente il logo aziendale con LED RGB personalizzabili via software (RGB Fusion 2.0) e il connettore di alimentazione PCI-E 8pin; quanto alla dotazione di porte invece, sono presenti due Display Port 1.4a e due HDMI 2.1. Non dimentichiamo infine che la GeForce RTX 3060 è stata la prima scheda NVIDIA a introdurre la limitazione per l'hash-rate, mentre rimane inalterato il supporto per le varie tecnologie proprietarie (DLSS 2.0, Reflex, Studio ecc).

CONSUMI, TEMPERATURE E OVERCLOCK

La GeForce RTX 3060 è una scheda appettibile anche sotto il profilo energetico, ha un TDP di 170W e anche quando la abbiamo overcloccata non si è dimostrata particolarmente esigente da questo punto vista. Prima di vedere come si è comportata nei nostri test però vi proponiamo la piattaforma hardware utilizzata per l'occasione:

  • GPU:
    • Gigabyte GeForce RTX 3060 Gaming OC
    • NVIDIA GeForce RTX 3060 Ti Founders Edition
    • NVIDIA GeForce RTX 2060
    • AMD Radeon RX 5700 XT
  • CPU: Intel Core i7-11700K 8C/16T (5,0 GHz All-Core)
  • Dissipatore CPU: Noctua NH-P1
  • Scheda madre: Gigabyte Z590 Vision G
  • Memorie: Corsair Vengeance RGB PRO 16GB (2x 8GB) 3600 MHz CL18
  • Storage: Samsung SSD 980 500GB, SSD PNY XLR8 Gaming (CS3030) 2TB
  • Alimentatore: Corsair RM1000x
  • Driver GPU: Radeon Software Adrenalin 21.7.1, NVIDIA GeForce 471.41
  • Sistema Operativo: Windows 10 Pro 20H2

Iniziamo subito coi consumi che, come si evince dal grafico a seguire, non si discostano molto dall'antenata GeForce RTX 2060, risultando circa il 10% inferiori se paragonati a quelli di una GeForce RTX 3060 Ti.


Quanto alle temperature, il WindForce 3X di Gigabyte si conferma una delle soluzioni più efficaci per quanto riguarda i dissipatori tripla ventola, dimostrando tra l'altro un'ottima gestione delle temperature anche quando utilizziamo le impostazioni automatiche.


In questa modalità le ventole sono spente quando la scheda è a riposo, gestendo i vari carichi sulla GPU con un regime rotativo massimo che si attesta intorno al 70% della loro capacità; come visto per la Gigabyte RTX 3080 Ti Vision OC poi, non consigliamo di utilizzare la ventola fissa al 50% in quanto le temperature di esercizio in gaming tendono a essere leggermente elevate.


Veniamo infine alle frequenze operative e alle capacità di overclock della scheda che, nelle condizioni che abbiamo visto sopra, ha raggiunto un massimo di 2.002 MHz quando la ventola era impostata al 100%. Per l'overclock invece, agendo sul Power Limit (+20% circa) siamo riusciti a raggiungere una buona stabilità a 2.205 MHz a fronte di un consumo di picco della scheda rilevato in 208W.

PRESTAZIONI IN GAMING

Per la nostra prova sulla Gigabyte GeForce RTX 3060 Gaming OC abbiamo confrontato le quattro schede in esame con tre diverse risoluzioni, rispettivamente 1080p, 1440p e 2160p. Quanto ai titoli adoperati invece, non abbiamo fatto sconti alla GeForce RTX 3060, scegliendo alcuni tra i più impegnativi; nel dettaglio:

  • 3DMark Fire Strike
  • 3DMark Time Spy
  • Assassin's Creed Valhalla
  • Cyperpunk 2077
  • Gears 5
  • Watch Dogs: Legion
  • Red Dead Redemption 2

Nell'ormai classico 3DMark notiamo subito che la Gigabyte RTX 3060 Gaming OC si posiziona sostanzialmente vicino alla vecchia Radeon RX 5700 XT che risulta avvantaggiata soprattutto nel 3DMark Fire Strike. Passando ai giochi invece, la scheda riesce a gestire tutti i titoli con dettagli ULTRA abbondantemente sopra i 60 FPS con un picco di 87 FPS su Gears 5.

Con risultati del genere, in quelli che possiamo definire alcuni dei giochi più impegnativi attualmente sul mercato, capirete come la GeForce RTX 3060 - in questo caso nella variante custom di Gigabyte - potrà gestire praticamente la quasi totalità dei titoli con dettagli maxati in FHD; con qualche rinuncia sui dettagli, le prestazioni risultano ottime anche in 1440p che, allo stesso tempo, è il terreno ideale della sorella maggiore GeForce RTX 3060 Ti.

Quanto a ray-tracing e gaming 4K, parliamo di ambiti dove la GeForce RTX 3060 fatica, soprattutto quando saliamo con risoluzione e dettagli; se vi interessano gli effetti grafici della tecnologia RTX possiamo dirvi che con questa scheda non potete aspettarvi molto e anche 1080p dovrete chiedere aiuto al DLSS 2.0 per avere un frame-rate soddisfaciente.

CONSIDERAZIONI FINALI

La Gigabyte GeForce RTX 3060 Gaming OC si è dimostrata una scheda grafica decisamente equilibrata, ovviamente se prendiamo in considerazione le prestazioni offerte con quello che dovrebbe essere il suo prezzo reale, ossia 400/420 euro circa; diversamente, ai costi attuali, non possiamo consigliarla, così come nessun prodotto/scheda sovraprezzato. L'attuale situazione del mercato però ci fa ben sperare per l'ultimo trimestre dell'anno, quindi chi gioca in FHD e necessita di un upgrade deve avere pazienza e attendere che i prezzi scendano ulteriormente.

A quel punto, mettere le mani su questa scheda sarà un buon affare in quanto il salto prestazionale rispetto alla precedente generazione è netto e questa variante di Gigabyte è da prendere seriamente in considerazione soprattutto per via dell'ottimo sistema di dissipazione.


GeForce RTX 3060 Gaming OC è molto silenziosa e opera con ottime temperature di esercizio con qualsiasi tipo di carico; grazie al dissipatore a tripla ventola abbiamo inoltre un buon margine per l'overclock che, con un incremento di circa 200 MHz, permette di ottenere anche un ulteriore boost prestazionale con consumi che possiamo definire buoni (nell'ordine dei 200W). In conclusione, possiamo affermare che GeForce RTX 3060 è la scheda ideale se volete giocare a 1080p maxato; chi cerca un frame rate più "sostanzioso" o mira a sfruttare un monitor QHD può tranquillamente farlo rinunciando a qualche dettaglio senza particolari problemi (magari giocando su Alto).


232

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Felk

650€ di scheda per il FHD.
Va bene.

Redvex

Beato te....la 3070 pagata 800 euro. Comunque che refresh? già 144 hz cambia.

M D

i difetti di FC2 sono : respawn dei nemici troppo veloce, non puoi correre per più di qualche decina di metri che il tuo personaggio si affanna, armi che si autodistruggono pure se nuove dopo poco... per il resto è uno spettacolo, ma pure lì va a gusti. E' ripetitivo, ma le ambientazioni sono di tutto rispetto e colmano in parte questa lacuna.

Alcuni pregi: puoi uccidere il nemico anche se sta riparato dietro un bandone di metallo. E se spari col lanciarazzi in mezzo alle sterpaglie, la fiammata che esce da dietro incendia quelle sterpaglie e se non ti accorgi ti bruci il sedere hahaha. Ciclo giorno notte, fisica ottima, distruttibilità ambientale di qualunque cosa... mi sono ritrovato a potare piante per farle assomigliare a dei bonsai, col mitra hahaha
I mercenari nella zona neutra sono uno spasso, se corri e gli vai addosso di proposito ti mandano a quel paesello senza tanti complimenti e certe volte ti schianti dal ridere per ciò che dicono pure in battaglia.
Giocalo che merita secondo me.

GePaCa

Un rene sul mercato vale dai 20mila dollari (India) ai 160 mila dollari (Israele).. :-D

GePaCa

A qualunque prezzo conviene una console dal punto di vista economico.

Mostra 1 nuova risposta

Non lo avevo giocato in effetti, ma Crysis dovrebbe essere basato sullo stesso engine e credo che la distruzione ambientale fosse più o meno la stessa. Con i camion buttavi giù intere case parete per parete, tanta roba.

Andrò a rivedermelo...

TheAlabek
Roberto
M D

pieno giorno? ma tu di notte andavi a dormire in quel gioco? :D ti parlo della versione pc, non ho mai avuto una console purtroppo. L'unica su cui misi le manacce era un clone della atari 2600, di un mio cugino. Pitfall spaccava di brutto!

Mostra 1 nuova risposta

Si era in pieno giorno senza luci aggiuntive, era decisamente più gestibile. Bisogna scendere a grossi compromessi in raster per la distruttibilità ambientale, ma comunque credo che il limite più grosso sia stato la capacità di calcolo ridicolo della CPU delle console di precedente generazione...

M D

succede di non essere compresi in cose che sono personalissime come la percezione di un videogioco. Dipende dal vissuto videoludico, da ricordi d'infanzia e chissà che altro. Va tranquillo e goditi le videogiocate a modo tuo, anche perché a modo di qualcun altro, dubito che ti divertiresti davvero! hahaha

TheAlabek

Se la vuoi cambiare ti do una 1070 a "poco"

asd555

Be', sicuramente.
Io ho parlato di "effetto cinematografico" e ovviamente (serve ribadirlo?) parlo per me.
E quell'altro che mi attaccato dicendo che sparo vaccate.

M D

su heat io gioco tutto ad ultra senza alcun lag ed ho una r9 290x tri-x da 4gb. Vabè che io gioco in 1280*1024 ma se usassi un 1080p va sempre liscio a 60fps tutto ad ultra. per evitare rallentamenti hai editato quel famoso file .cfg?
nel mio canale se scorri un po sotto ho fatto un video di test ad ultra su questo gioco. Peccato che la trama sia brevissima!

M D

ho un proiettore super 8 che puoi selezionare 24 o 16 frame. col film che supporta i 16 frame non noto differenze con quelli che supportano i 24 frame. semplicemente sono fatti per girare lisci a quei fps. Concordo sul fatto che è comunque questione di abitudine. Io i 60 fps me li godo eccome, così come gioco senza patemi a 30 fps. Sul pc di un amico con schermo 2k e 144fps, ci gioco bene lo stesso e quando torno al mio 60fps 1280*1024 non patisco per niente. Quindi la questione è soggettiva e ti do ragione. Ma c'è da dire che gioco tutt'ora a titoli per Commodore 64 e VIC 20. Per C64 Castle Master e Driller (questi 2 in 3d) girano a pochissimi fps e pure con quelli non patisco per nulla, anzi, mi creano una sensazione (specialmodo Castle Master) affascinante e che mette la giusta tensione durante la sessione di gioco. Quindi sarebbe opportuno dire che "in ogni situazione ci sono dei risvolti sia positivi che negativi, a seconda del soggetto giocante e della sua sensibilità"

M D

Pure io ho una r9 290x tri-x da 4gb, ancora tira bene nonostante gli anni sul dissipatore

Youssef

HO potuto comprare la settimana scorsa una nuova rtx 3070 ti a 620e,che dire,sono molto deluso dalle performance . Ho avuto la rtx 3060 di Gigabyte e non ho notato delle differenze enormi forse perche gioco in full hd?

GC

A questi prezzi convengono le console, (se si trovassero) c'è poco da fare. Per il momento mi tengo stretta la mia 1060 che in fhd ancora si difende.

Stefano Emilio Marcon

Per le schede video ne riparliamo nel 2025.

Marco Sartori

Verissimo

giuseppe

non piu di 220/230 ,torniamo seri perfavore

Monakois 94

Comprane 3 mi raccomando XD.

Monakois 94

Infatti non si puó,anche perché quando poi si parla di esclusive che spremono l'hardware lí poi voglio vedere se non diventa un x2 rispetto alla normalitá.

Francesco

stai letteralmente farneticando...

Francesco

Di listino costa 349e.

Josè.pH

stesse considerazioni miei, 6 anni fa presi la R9 290x.. con 1000€ mi sono fatto un pc nuovo con 32gb di ram, Ssupd Meshlicious e ryzen 7 3800x.. ci metterò la R9 pazienza..

Josè.pH

pensa che io ho la R9 290x ... non ho mai speso oltre le 350€ per una scheda video e mai lo farò.. il prezzo delle 3060ti dovrebbe essere esattamente questa cifra.. ma il mercato fa i prezzi e se non se ne trovano hanno un motivo in più per raddoppiarli...

eppak

Anche a me suona un po' strano

eppak

Sarebbe interessante sapere di che parametri parli, mi pare sia azzardato come confronto visto che si parla di una ps5 come, al più, di una 2070. Però se mi indichi leggo volentieri

eppak

scenderà ancora, ma non credo vista l'aria che tira, più di 100€

www.uiblog.it

Io mi tengo stretto la mia 1070 che per quello che la uso va ok.

Enrico Cristini

Con i soldi che spendi adesso per comprare una scheda mi sono fatto l'intero computer 4 anni fà

Se non erro era del 2001, ero troppo piccolo.
;)

il Gorilla con gli Occhiali

Cambiano le prestazioni ma sono la stessa cosa su un PC.

Claudio M.

il tuo commento non è molto coerente, la parte 2d non è contemplata nel tuo "fa un pò di tutto". anche una intel integrata fai un pò di tutto. ho reso l'idea?

Antonio

ovvio AGP 4X , come processore credo avevo un Athlon XP, ma non ricordo quale.

il Gorilla con gli Occhiali

Non puoi paragonare PS5 ad una scheda grafica per pc, PS5 è nata esclusivamente per giocare ed è ad altissime prestazioni mentre il PC fa un po' di tutto e si adatta anche per poter giocare.

Andrea

E come confrontiamo i Core RT di una 3060 con la GPU RDNA 1.5 (perchè non sono delle vere RDNA2) delle console?

Come confrontiamo il DLSS, basato su AI, di una 3060 con l'AMD FFX (non ancora molto diffuso, ma spero lo diventi preso)?

Sia chiaro, io non sto parteggiando nè per PC, nè per le console. A me piacciono entrambe le cose. Io dico solo che è fin troppo riduttivo mettere il dato dei Teraflops a confronto.

Roberto

La mia attuale scheda.. impossibile attualmente cambiarla senza vendere un rene

TheAlabek

Ti ho augurato di provarlo "veramente".
Non dico conoscere i concetti base della fotografia...ma almeno leggere, dai

asd555

Talmente hai letto benissimo che mi hai suggerito di provare i 144 Hz quando è scritto altrove sempre qui che ho un PC con un monitor con quel refresh rate.
Poverino, lol.

TheAlabek

Ho letto benissimo la fandonia che hai scritto.
Ciao ignorante contaballe :)

opt3ron

Certo, le console sono lo standard per cui sviluppano i giochi , se vuoi giocare su pc la gpu deve almeno essere veloce quanto una console in tutti i suoi aspetti altrimenti i giochi non ci girano bene.

asd555

Infatti non hai letto gli altri commenti, gioco a 144 FPS quasi a qualsiasi cosa sul mio monitor G-Sync 144 Hz.
Ciao minorato, lol.

TheAlabek

L’effetto non è quello e non assomiglia proprio per il motivo che ti ho indicato.
Oppure facciamo che ti giro a 24fps ma con ss a 120 e vediamo che succede?
Gli fps non sono il metro di giudizio giusto, hai detto una vaccata.
Ti auguro di provare una volta nella tua vita veramente i 144hz

asd555

Non arrampicarti sugli specchi tesoro.
È OVVIO che un render non è una pellicola, ma ho anche detto che "l'effetto è quello", sai che vuol dire?
Vuol dire che visivamente rassomiglia, ricorda l'esperienza di un film.
Ora, vuoi continuare a far finta di non capire l'italiano o a dimostrare che sei quello sveglio della cucciolata?
A te la scelta.

TheAlabek

Esempio senza senso, un render non è un impressione su pellicola, digitale o fisica che sia.
Non hai detto una cagata, ma una gran cagata

Andrea

Ma ancora paragoniamo le GPU alle Console?

asd555

I film al cinema vengono girati/proiettati a 24 FPS circa, quindi il risultato visivo è quello cinematografico.
Io non ne dico cagate, segnatelo.
Ciao caro.

opt3ron

E' due volte più lenta della ps5 che costa 400€, ai tempi della ps4 una scheda più veloce o equivalente della ps4 (r9 285 2GB)aveva un prezzo di listino di 249$, anche a prezzo di listino è tutto tranne che un affare.

Lenovo Yoga Slim 7 Carbon, Slim 7 Pro e IdeaPad 5 Chromebook ufficiali

Recensione Samsung Galaxy Book Pro 360, convertibile super sottile e leggero

Recensione Intel Core i7-11700K: potenziale nascosto, ma occhio ai consumi

Recensione ASUS ROG Zephyrus S17, tanta roba ma che prezzo!