Recensione dissipatore fanless CPU Noctua NH-P1: parola d'ordine silenzio!

19 Luglio 2021 179

Dopo una lunga pausa torniamo ad occuparci di dissipatori per CPU, un segmento di mercato molto vasto che offre agli utenti diverse opzioni di scelta, non solo per quanto riguarda il budget ma anche per la tipologia di dissipazione utilizzata. Nel mondo del "CPU Cooling" ci sono fondamentalmente due scuole di pensiero, aria e liquido: la prima vanta anche i favori degli amanti dei sistemi fanless (senza ventole), la seconda a sua volta è divisa tra i sostenitori dei cosiddetti AiO (All-In-One) e quelli degli impianti a liquido custom, decisamente i migliori ma anche i meno economici.

Fatti questi distinguo, oggi ci occuperemo di dissipazione ad aria e in particolare del nuovo Noctua NH-P1, l'ultimo dissipatore per CPU dell'azienda austriaca, da sempre leader in questo segmento di mercato.


L'NH-P1 è stato uno dei prodotti più travagliati di Noctua, l'attesa non è stata breve ma ora il produttore può vantare a listino quello che (possiamo anticiparlo) è probabilmente il migliore dissipatore per processori senza ventole. Viste le caratteristiche e le prestazioni che ora vedremo, non ci sorprende che il tempo di progettazione sia stato più lungo del solito, se non altro perchè l'obiettivo di Noctua era di garantire un prodotto compatibile anche con i processori più esigenti in termini di calore prodotto.

CARATTERISTICHE TECNICHE

Noctua NH-P1 non è solo un dissipatore fanless, ma è un dissipatore ad alte prestazioni, un vero "bestione" in dimensioni che in questo senso riprende le orme del mitico NH-D15. Di base funziona senza ventole (vedremo ora i dettagli) ma l'azienda suggerisce di affiancarlo a una ventola a bassa rumorosità NF-A12x25 LS-PWM qualora l'utente sia orientato su un'opzione semi-fanless per processori di fascia alta.

Come facilmente si intuisce dalle immagini, Noctua NH-P1 è caratterizzato da un design asimmetrico, una scelta dettata soprattutto dalla volontà di offrire il miglior supporto possibile in ottica RAM, in particolare per quei moduli con heatsink o LED RGB particolarmente ingombranti.


Visto il posizionamento delle heatpipe, la prima impressione è quella di un dissipatore con ventola orizzontale (ossia con flusso d'aria verticale), tuttavia le generose dimensioni - nonchè gli accorgimenti del produttore - permettono di montare la ventola opzionale anche in posizione verticale.


A differenza di altre soluzioni di questo tipo, Noctua mette insieme un corpo dissipante costruito con spesse lamelle distanziate; sei di queste sono collegate direttamente dalla base in rame nichelato dalla quale partono sei generose heatpipe che, credeteci, riescono ad estrarre una quantità enorme di calore. La qualità costruttiva e la cura per i dettagli sono quelle note del marchio Noctua, partendo dalle sfumature delle alette e della base, arrivando alle precise saldature tra corpo lamellare ed heatpipe in rame.


Parlando di caratteristiche fisiche, senza ventola l'NH-P1 misura 158x152x154 millimetri per un peso di 1.180 grammi; la compatibilià è assicurata con i più recenti processori di fascia consumer AMD (AM4) e Intel (LGA 1200) con opzioni anche per i modelli HEDT LGA 2066 (sempre Intel).



Impeccabile la confezione e il bundle offerto che, oltre al kit di ritenzione SecurFirm2 e alla pasta termoconduttiva NT-H2, prevede ora anche un comodo cacciavite torx e un panno per la pulizia della base del dissipatore/processore. Gli stessi accorgimenti li ritroviamo sulla ventola da 120mm Noctua NF-A12x25 LS-PWM, modello che non ha bisogno di presentazioni e che possiamo definire perfetto per l'NH-P1.



Leggendo la scheda tecnica, avrete notato che Noctua non specifica un dato preciso relativo al TDP massimo gestibile da questo dissipatore. Il produttore austriaco utilizza il Noctua Standardised Performance Rating (NSPR), in questo caso con un valore dichiarato pari a 42; per fare un breve ma concreto confronto, pensate che l'NH-D15 ha un valore NSPR di 163/167.

Noctua, brand molto serio da questo punto di vista, specifica chiaramente che l'NH-P1 non è prodotto da utilizzare con processori overcloccati o particolarmente spinti in termini di TDP (vedi Core i9/i7, Ryzen 7/9 o le rispettive versioni HEDT Core X/ThreadRipper), tuttavia, stando a quanto dichiarato in fase di presentazione, l'obiettivo di questo preciso modello è quello di dissipare un processore con TDP 125W in modalità fanless. Sarà riuscita Noctua nel suo intento?

PIATTAFORMA E METODOLOGIA DI TEST

Per la prova sul Noctua NH-P1 non abbiamo voluto fare sconti all'azienda d'oltraple e senza troppi giri di parole gli abbiamo dato in pasto l'Intel Core i7-11700K (Recensione), sicuramente uno dei processori di ultima generazione più esigenti in termini di calore prodotto. Tagliamo la testa al toro e partiamo subito dicendo che il Noctua HH-P1 non riesce a dissipare in modo passivo il calore prodotto da questa CPU quando viene impostata con TDP sbloccato (ossia sino a 250W); discorso diverso se i valori rimangono nelle specifiche Intel, ossia entro i 125 watt.

Per questo motivo abbiamo deciso di articolare la nostra prova in cinque diverse tornate di test:

  1. Modalità senza ventola con TDP del processore bloccato
  2. Modalità senza ventola con TDP del processore sbloccato
  3. Modalità con ventola Noctua NF-A12x25 LS-PWM e TDP sbloccato
  4. Modalità con ventola Noctua NF-A12x25 LS-PWM e TDP ssbloccato
  5. Modalità con ventola aftermarket da 120MM/2800 RPM e TDP sbloccato

La piattaforma hardware utilizzata per il test è la seguente:

  • Dissipatore CPU: Noctua NH-P1 Fanless
    • Ventola NF-A12x25 LS-PWM a pieno regime (1200RPM/12,1 dBA)
    • Ventola Scythe Ultra Kaze (3000RPM@2800RPM/41 dBA)
  • Processore: Intel Core i7-11700K (Stock+TDP Sbloccato)
  • Scheda madre: ASUS ROG Strix Z590-E Gaming WiFi
  • Memorie: Corsair Vengeance RGB PRO 16GB (2x 8GB) 3600 MHz CL18
  • Scheda grafica: NVIDIA GeForce RTX 3060
  • Storage: Samsung SSD 980 500GB, SSD PNY XLR8 Gaming (CS3030) 2TB
  • Alimentatore: Corsair RM1000x
  • Sistema Operativo: Windows 10 Pro 20H2


Come da pronostico, il Noctua non ha dato il minimo problema di compatibilità, e anche su una scheda madre particolarmente ostica (per via dei dissipatori zona socket) non abbiamo riscontrato problemi, stesso discorso per il nostro kit di memoria Corsair.


Noctua NH-P1 è un dissipatore mastodontico e occupa un'ampia zona sulla scheda madre oltre che nel case; le cose non migliorano ovviamente se installiamo la ventola opzionale sul top.

PRESTAZIONI CON INTEL CORE I7-11700K

Nel grafico a seguire trovate le temperature registrate con il Noctua NH-P1 nei cinque scenari descritti in precedenza; i test sul processore sono stati condotti in ambito rendering (Cinebench R23), in gaming e sotto carico massimo con l'utility Prime95 (AVX abilitato). Per comodità e facilità di consultazione, trovate tutti i dati in un unico grafico, mentre riguardo i test sulla rumorosità, abbiamo ritenuto superfluo comparare il modello Noctua - che rispetta i 12,1 dBA ed è praticamente inudibile - con una Scythe Ultra Kaze 3000 che nasce per scopi decisamente diversi; risulta tuttavia interessante vedere le prestazioni dell'NH-P1 con una ventola di tale portata che, tra l'altro, è anche molto rumorosa.

Come già anticipato sopra, il Noctua NH-P1 in configurazione fanless deve alzare le mani contro il Core i7-11700K sbloccato; le temperature di esercizio risultano troppo elevate e già in gaming si toccano i 70 °C (che non sono pochi). Precisiamo subito che i 92 °C raggiunti su Prime95 sono puramente indicativi in quato abbiamo stoppato il test dopo pochi secondi, evitando che la CPU entrasse in protezione. Quando impostiamo il TDP nel range dei 125 watt invece, il dissipatore Noctua riesce a contenere il chip Intel entro gli 82 °C, valore massimo raggiunto sempre sotto massimo stress (Prime95 - Small FFTs).

La situazione cambia completamente quando installiamo la ventola targata Noctua - l'ottima NF-A12x25 LS-PWM, da acquistare separatamente - che può essere tranquillamente utilizzata a massimo regime, permettendo di avere buone temperature in quasi tutti gli scenari proposti; va sottolineato quel "quasi" perchè quando sblocchiamo il TPD e lanciamo Prime95 le temperature tendono comunque a essere elevate, di conseguenza applicazioni così intensive per periodo prolungati sono da evitare.


In coda apriamo una breve parentesi su quelle che sono invece le differenze di frequenza del processore quando andiamo a variare in modo così sostanziale il sistema di raffreddamento e il TDP. Come saprete, le varie funzionalità Boost/Turbo di questi processori sono molto influenzate dalle temperature e dai limiti imposti dal TDP via BIOS. Ne consegue quindi che, quando blocchiamo il TDP di un chip come il Core i7-11700K, le frequenze massime subiranno una sostanziale variazione. Il fenomeno ovviamente è molto marcato su questo preciso modello di CPU, mentre su modelli meno esigenti in termini termici (e con TDP inferiore, 95W per esempio), avremo una situazione più lineare e semplice da gestire.


Ultima nota, sempre riguardo l'utilizzo o meno di un ventola ausiliaria, è rivolta alla sezione VRM che, in assenza di un flusso d'aria diretto tende ad operare a temperature comprese tra i 46/48 °C; con ventola Noctua questo valore scende a circa 43°C mentre quando la portata della ventola aumenta (come con la Ultra Kaze 3000), scendo sino a 40/41 °C.

CONSIDERAZIONI FINALI

Al termine di questa prova sul nuovo dissipatore Noctua, possiamo affermare senza problemi che l'attesa per l'NH-P1 è sicuramente stata ripagata con un prodotto che si colloca al top nella categoria dei dissipatori fanless. Sul versante qualità costruttiva sinceramente non avevamo il minimo dubbio, NH-P1 è impeccabile e si allinea ai precedenti modelli di fascia alta dell'azienda austriaca, anche per quanto riguarda la cura dei dettagli (saldature, base, heatpipe) e il bundle offerto, decisamente completo.

Rimanendo sulle caratteristiche fisico/estetiche, la scelta di un design asimmetrico aiuta molto in ottica compatibilità e, nonostante l'evidente ingombro del corpo lamellare, permette di installare il dissipatore anche su schede madri particolarmente "complicate" dal punto di vista della zona socket (vedi dissipatori VRM). Le generose dimensioni a nostro avviso non sono da considerare una pecca, se non altro perchè i vecchi modelli flagship Noctua non si discostano molto, peso compreso.


Quanto alle prestazioni, visti i risultati ottenuti non possiamo che promuovere a pieni voti l'NH-P1: tenere a bada un processore come l'Intel Core i7-11700K senza ventole - anche con TDP impostato a 125W - non è uno scherzo, lasciando in questo senso ampie possibilità di manovra per quanto riguarda i processori di nuova generazione presenti sul mercato. Come specificato dalla stessa Noctua, questo dissipatore non è pensato per processori particolarmente esigenti in termini di calore o per l'overclock, tuttavia, abbiamo anche visto come con l'aiuto di una ventola ausiliaria da 120mm lo scenario migliori sensibilmente, incluse le temperature della zona VRM.

Detto questo, non possiamo che essere d'accordo con il produttore quando consiglia l'opzione semi-fanless con l'ottima NF-A12x25 LS-PWM che, allo stesso tempo, nessuno impone di preferire ad altri brand; ricordiamo nuovamente che questa ventola non è inclusa nel bundle e che probabilmente è una delle migliori ventole in commercio per quanto riguarda il rapporto prestazioni/rumore. Noctua NH-P1 è già disponibile nei migliori negozi online a un prezzo di listino di 109.90 euro, cifra sicuramente non contenuta ma che riflette anche le qualità costruttiva del prodotto nonchè l'ottimo bundle offerto; la NF-A12x25 LS-PWM invece si può acquistare a circa 30 euro.

Il migliori Smartphone Apple? Apple iPhone 12, in offerta oggi da atpservicepomezia a 675 euro oppure da Amazon a 749 euro.

179

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Ritornoalfuturo

fai i test che ti ho detto e vedi se hanno problemi.

per l ssd prova a fare altri test.

resetta il BIOS

Si si vengono rilevati

Ritornoalfuturo

allora vedi se il pc li vede . e cmq fai il test per vedere se ci sono problemi.

Ritornoalfuturo

veramente ho capito. ma sei te che non ha capito .

secondo te allora cosa bisogna fare ?

Ho due banchi da 8

LaVeraVerità

Beh, che dire, hai capito tutto.

The_Th

Sinceramente la trovo una soluzione con poco senso, la puoi usare su sistemi non troppo potenti, su un processore intel i7 o su o un Ryzen 7 in su non ha senso, scaldano troppo, oltre al fatto che dovresti avere tutto il sistema senza nemmeno una ventola, alimentatore compreso, e un minimo di aria che circola nel case ci vuole sempre.

Per me hanno senso sistemi a bassa rumorosità, ormai un qualsiasi PC moderno se non stai spingendo sulle prestazioni è praticamente inudibile, quando hai bisogno di maggiori prestazioni le cose cambiano, ma se stai giocando o facendo girare un render un minimo di rumore è tollerabile.

Forse hanno senso per ambienti che devono essere nel silenzio assoluto, ma lo vedo un mercato estremamente di nicchia.

Ritornoalfuturo

se ne caso hai per esempio hai 16gb di ram e viene riconosciuta tutta da windows. cmq potrebbe essere guasta. e fai un test.

https://uploads.disquscdn.c...

se cerchi su internet "Testare La RAM Con Lo Strumento Di Diagnostica Memoria"

f

eppak

Il discorso vale trasversalmente anche in tutti gli altri settori, uno su tutti le automobili. Si sentono di continuo persone che non sopportano di avere meno di 100 cavalli, tutto perché gli serve per i sorpassi a detta loro, ma per muoversi ne bastano 40 a farla grossa. L'elettrico disturba tutti quelli che per sentirsi più virili devono sentire il rumore del motore e se ne escono che inquina di più del fossile: peccato che il tuo fossile sporchi dove io respiro. Il problema è l'egoismo dappertutto, Hawking diceva che siamo poco più che scimmie, ci aveva preso (con rispetto parlando della tua avatar)

Ritornoalfuturo

prova la ram. vedi se viene riconosciuta tutta. se hai più slot cambiali. se ne hai solo due prova anche a toglierle e metterle.

se un modulo di ram è guasto ci sta che rallenta il PC perché usa solo la metà della ram

Le ram non saprei, l'Asd l'ho analizzato e sembra andare bene. Il grafico della velocità è costante

Cupo Mietitore

Sono giusto siamo in estare tamb sui 28-30 gradi che pretendi...

Cupo Mietitore

Sei solo un B00mer che si sente Green ma di Green non ha niente, 20-30 anni fà tanti problemi non te li facevi, eppure la coscienza te lo diceva sotto sotto che inquinare e sprecare a 1000 non va bene e non fa bene al pianeta.

dodicix
Ritornoalfuturo

si. ma infatti con una ventola che gira a 200 non si sente niente e abbassa le temperature.

Ritornoalfuturo

hai pensato che potrebbe essere l' ssd guasto deteriorato ?

Ritornoalfuturo

veramente il dissipatore grosso come un radiatore è una scelta tua se vuoi installarlo oppure no. che tra l'altro ne ho uno simile di anni fa di altra marca.

Mind_the_gap

se per il 95% della vita della cpu questa sta a 40 o 50° non cambia niente nella durata di vita, sono normalissime temperature di esercizio

Alcmaeon

Assolutamente sì.

La soluzione è quella intrapresa da Apple con l'M1, a mio parere è di gran lunga la più grande innovazione dell'azienda degli ultimi 13 anni.

Blue, trainer

In Idle?

Fandandi

Come ho gia' detto (forse non a te) in passato ho fatto overclock anche abbastanza spinto, una volta settato tutto non ho mai piu' aperto un monitor hardware (salvo per qualche benchmark lungo la strada ed e' andato per 5 anni di fila) perche' tanto di sapere quali frequenze arrivi la gpu ogni istante non me ne frega niente (arrivano dove arrivavano il primo giorno).
Che il pc sia da pulire lo so anche senza un overlay che mi dice le temperature, ogni tanto si staccano i cavi e si porta in garage dal compressore, piu' facile di cosi si muore.
Se il gioco va a scatti e' semplice, apro hwinfo e vedo le temperature. Sono normali? Se si saranno problemi software, se no ha ovviamente dei problemi a raffreddare. Ripeto, fare alt+tab ogni 2 minuti quella volta ogni secolo che il gioco ha dei problemi (non so te, a me non capita mai nulla, vanno sempre bene i giochi, sara' che se droppo qualche fps abbasso qualche settaggio non mi metto a fare debug per 2 settimane per capire se i voltaggi sono stabili o che ne so io anche perche' le mie gpu vanno sempre uguali) lo trovo meno invasivo che avere dei numeri che mi dicono valori di cui non mi interessa niente mentre gioco (anche se sono piccoli e personalizzati come vuoi te).

Non capisco questa tua/vostra necessita' di avere dei numeri che vi dicono "il pc sta funzionando" quando sono tutte cose che avresti bisogno di vedere se e solo se hai dei problemi e, avendoli, te ne accorgeresti anche senza overlay. Cioe', il mio pc ha sempre funzionato anche senza aprire hwinfo per capire se c'e' polvere, chissenefrega, lo stacco e lo vado a pulire ogni tanto XD

Masterblack91

"La gpu e' andata in throttlig, ha abbassato le frequenze e sta laggando il gioco? Come mai?"
Ripeto il gioco va a scatti e non hai overlay.
Temperature? Driver? Colpa di win ed i suoi update?
Senza un overlay,come fai a sapere già che è andata in throttling?
Come detto,serve anche per capire varie situazioni,come ad esempio il porting fatto male. Se lanci un gioco per la prima volta e ti da quei problemi,come fai senza overlay? Dovresti giocare per 1/2 minuti,poi alt+tab a controllare i parametri di utilizzo,poi ti sposti in un'altra area del gioco e di nuovo controlla i parametri.
Fai prima con un'overlay.
Le temperature medie si sono alzate di 4-5 gradi dopo 6/7 mesi? Significa che cè polvere e va pulito,puoi farlo senza overlay,ma dovresti aprire hwinfo ogni tot mesi per controllare (ti ricordi di farlo?).
Utilissimo durante overclocking. io ho una GTX 1060 bi-ventola e le frequenze scalano con la temperatura,posso vedere quali frequenze raggiunge il core durante i giochi e con quali arrivo a quella impostata e quali no,capire se è inutile andare oltre perchè tanto scalda troppo ecc.
(i test sintetici lasciano il tempo che trovano,servono a validare il tutto nei casi più estremi,perchè sono sono dei carichi fissi,cosa che durante un uso normale/gioco non accade).
Io uso riva tuner e puoi configurare ogni singolo parametro come vuoi tu,info da mostrare,colore,posizione,forma,dimensione,opacità,su quali giochi mostrarlo o meno ecc.
Puoi farlo bianco e quasi trasparente con 4 parametri.
Oppure come me,se ti serve un colpo d'occhio rapido,rosa acceso.
Se non hai sbatta di configurare il tutto (cosa più che leggittima) si può usare un overlay minimale come quello di Nzxt.

LaVeraVerità

Concordo, ovviamente.

Mattia Alesi

Frequenza di base 2.4 GHz
Riuscii a portarlo a 3.20-3.30 ma non era stabile (PSU? scheda madre?)
A 3.0GHz era stabile come un chiodo e addirittura con tensione su auto

Mr. Robot

è una bestia quel processore

Mr. Robot

Ma alla gente non frega niente di nulla.
In nome del marketing si creano esigenze che non esistono per poi godere del pensiero di possedere tale oggetto; spesso addirittura senza davvero utilizzarlo.
Quanti sfruttano veramente la capacità di calcolo dei propri prodotti? E quanti utilizzano gli strumenti che acquistano a peso d'oro per perseguire obbiettivi veri e validi?

Penso che smartphone e pc tirino avanti grazie a gente malata che spende e spande solo per il gusto di farlo.

Davide

Non proprio brillantissima come soluzione, specialmente su processori K

soxxoz

"L'avessero fatto progettare a me, gli avrei insegnato come si fa ad essere ingegneri d'energia"

Steve

La ventola non ce l ha, la compri a parte

Le avevo provate tutte. Avvio pulito, installazione pulita, seguivo le guide di Franco Leuzzi. Alla fine con il reset del BIOS è migliorato

Ciao dodicix.
Ho seguito il consiglio di Scemo e ho premuto CMOS sulla mb e devo dire che l'avvio è stato molto più veloce. Poi sono entrato in uefi ed era in modalità normale. C'era modalità veloce e ultra rapido, ho selezionato quest'ultima e adesso è ancora più veloce.

LaVeraVerità

0123456789

LaVeraVerità

Nel senso che stiamo perdendo il senso di ciò che facciamo. Processori sempre più veloci che sprecano la maggior parte dell'energia in calore da disperdere con dissipatori grossi come il radiatore di un'auto per cosa? Per far girare office? Per redigere documenti per cui nella stragrande maggioranza dei casi basterebbe un editor con le funzionalità di 20 anni fa? O per... giocare?
Perchè roba come questa non l'acquista solo quella ridottissima fetta di utilizzatori per i quali il minimo surplus di potenza è necessario per far girare simulazioni molecolari o modelli meteorologici ma gente comune abbagliata dal marketing e del tutto inconsapevole dei danni connessi allo spreco di energia e al ricambio inutile dell'hardware ad ogni piè sospinto.

Mattia Alesi
Mr. Robot

in che senso?

Mr. Robot

Frequenti siti poco raccomandati probabilmente ahahaha

Dal mio pc fisso con ssd low cost e buon hardware, a quello di mio fratello molto simile al mio, al pc d'ufficio della mamma della mia ragazza con ssd cinese montato su un hp del 2013 con intel core duo quad Q6600 funziona tutto alla perfezione.
Se si sono rallentati si sono rallentati di 2/3 secondi dal primo avvio.

Mattia Alesi

Ecco perchè ho abbandonato Windows
Il mio utilizzo era praticamente perfetto:
poche installazioni, CCleaner e RevoUninstaller (per rimuovere rimasugli delle disinstallazioni), no antivirus che rallenta, no daemon in background, no aggiornamenti cumulativi.
...ma inevitabilmente dopo alcuni mesi era necessaria una formattazione perchè comunque visibilmente rallentato; un immane spreco di tempo.

Ad ogni modo il tuo sembra un problema HW

alberto redolfi

noctua 4ever

Mind_the_gap

40° o 50° per una CPU non cambia niente sulla vita di una CPU

Aristarco

cr2032 è la batteria a bottone

LaVeraVerità

Ma vedere una cosa simile non vi accende la lampadina che ci sia qualcosa di profondamente sbagliato nel nostro approccio alla tecnologia?

dodicix

Puoi ipotizzare che la causa del rallentamento siano le differenze software installatesi nel periodo di tempo da te indicato. Vari mesi sono un tot di aggiornamenti automatici di Windows, più quelli dei singoli programmi, o di alcuni drivers. E il tutto insieme, magari ti ha inficiato le prestazioni. Ad esempio l'antivirus potrebbe aver attivato un maggior numero di controlli in tempo reale, rallentando il PC. Sono solo ipotesi, però hanno una loro logica, visto che l'hardware è stato spento per mesi.

Fandandi

La gpu e' andata in throttlig, ha abbassato le frequenze e sta laggando il gioco? Come mai? Devo capirlo per risolvere ovviamente quindi apro hwinfo e vedo che le temperature sono troppo alte. Problema risolto mettendoci 30 secondi in piu' senza avere avuto per qualche anno un overlay davanti ai miei occhi :D
Non lo so, sara' cosi tanto utile avere l'overlay per debuggare gli innumerevoli problemi che incontrate tutti i giorni (a quanto pare), ma per me non ne vale la pena.

Mauro Morichetta

Beh almeno non lo hanno fatto marrone m...a come le ventole, saranno le migliori ma sto colore è orripilante.

Masterblack91

Che la gpu va in thermal throttling,abbassa le frequenze di brutto ed il gioco lagga. Perchè? Chiudi il gioco ed incomincia a controllare le varie possibilità.
Con un'overlay minimale sai subito che è colpa della temperatura in quel caso.
Un gioco va male nonostante il tuo pc sia ben messo? Capisci che è il porting fatto male perchè non sfrutta a pieno gpu e cpu ed hai dei frametime alti (sempre grazie ad un overlay).
Quindi sai già che è colpa del gioco e non di win o vari driver.
Sempre utile avere un overlay anche minimale...

Masterblack91

La ventola la puoi impostare in modo tale che sta ferma fino ad una certa temperatura (che si attiva ad esempio in caso di thermal throttling).
Con un dissi classico non potresti,perchè andrebbe subito in thermal throttling.

pollopopo

guarda se ci sono dei processi che occupano ram/cpu inutilmente e disinstalla gli ultimi aggiornamenti di windows

pollopopo

il bios? e perché scusa?

Fandandi

Mi verrebbe da pensare alle RAM...proverei a testarle in qualche modo per vedere se ci sono anomalie.

daniele g

ma se mettevano le heat pipe in orizzontale una volta montato potevo usare direttamente solo la ventola di estrazione aria dietro sul case, quella sopra la scheda madre.

Recensione Samsung Galaxy Book Pro 360, convertibile super sottile e leggero

Recensione Intel Core i7-11700K: potenziale nascosto, ma occhio ai consumi

Recensione ASUS ROG Zephyrus S17, tanta roba ma che prezzo!

Recensione GIGABYTE RTX 3080 Ti Vision OC: il giusto mix tra prestazioni e design