Recensione NVIDIA GeForce RTX 3080 Ti

02 Giugno 2021 114

Dopo tanta attesa, posticipi e indiscrezioni di vario genere, nella giornata di ieri NVIDIA ha tolto definitivamente i veli alla GeForce RTX 3080 Ti, il nuovo riferimento dell'azienda californiana per quanto riguarda le schede grafiche di fascia alta destinate al mercato consumer/gaming. Insieme alla nuova ammiraglia della serie RTX 30, NVIDIA ha presentato anche la GeForce RTX 3070 Ti che, a differenza della sorella maggiore, debutterà solo il 10 di giugno, mantenendo per il momento un velo di mistero sulle caratteristiche tecniche.

Oggi quindi si parla solo di GeForce RTX 3080 Ti, una scheda di cui in realtà sapevamo quasi tutto; le caratteristiche trapelate nelle scorse settimane sono state praticamente confermate e in sostanza vedono la nuova arrivata "affiancare" in un certo senso la sorella maggiore GeForce RTX 3090 presentata a settembre (Recensione).

Mettendola sul semplice, possiamo dire che la GeForce RTX 3080 Ti è una GeForce RTX 3090 con metà della VRAM (12GB vs 24GB); mentre volendo collocare il nuovo modello in modo più consono all'interno del catalogo NVIDIA, siamo di fronte a una soluzione che offre prestazioni 1,5 volte superiori rispetto alla sua antenata - GeForce RTX 2080 Ti - e ben due volte superiori alla "vecchia" GeForce GTX 1080 Ti (parliamo di rasterizzazione, nel rendering il divario aumenta esponenzialmente).


Ovviamente non si parla solo di prestazioni pure, che come vedremo sono piuttosto solide, ma di un netto salto in avanti rispetto alle precedenti generazioni, reso possibile dall'architettura NVIDIA Ampere su nodo produttivo a 8nm (ma non solo). Negli ultimi anni infatti, l'azienda nero-verde ha confezionato una serie di tecnologie e software che ne hanno descretato il successo in ambito ludico e professionale, raggiungendo ora risultati ancora migliori con quest'ultima generazione di GPU.

Come gli altri modelli della serie GeForce RTX 30, anche la RTX 3080 Ti punta sul ray-tracing e sulla tecnologia NVIDIA DLSS 2.0 (Deep Learning Super Sampling), affiancando a questa ulteriori funzionalità come NVIDIA Reflex (ne abbiamo parlato QUI) e NVIDIA Broadcast. Ultima, non per importanza, la piattaforma NVIDIA Studio pensata per creator e professionisti che, grazie a driver certificati, apre le porte per sfruttare tutte le potenzialità di queste GPU in ambiti come l'animazione 3D, il video editing e molto altro ancora.

CARATTERISTICHE E ANALISI DELLA SCHEDA

Abbiamo già detto in apertura che la GeForce RTX 3080 Ti è praticamente una GeForce RTX 3090 con memoria video dimezzata; la GPU è la stessa Ampere GA102, in una nuova declinazione (GA102-225) che perde solo due unità SM e 256 Cuda Core. La potenza di eleborazione della GPU sarà quindi la stessa (o quasi), mentre per la memoria avremo un impatto decisamente più marcato, soprattutto se prendiamo in considerazione il gaming a 4K o 8K con dettagli elevati.


Aumentano quindi i Cuda Core rispetto alla già ottima GeForce RTX 3080 (+17,5% circa) e la VRAM, con quest'ultima che passa da 10 a 12 Gigabyte GDDR6X su interfaccia a 384 bit (la RTX 3080 si ferma a 320 bit). Il tutto ovviamente ha un costo in termini di consumi e TGP (Total Graphic Power), con un valore dichiarato da NVIDIA in 350W (in perfetta linea quindi con GeForce RTX 3090), ossia circa il 10% in più rispetto ai 320W della RTX 3080 FE. Ma vediamo nel dettaglio le caratteristiche del nuovo modello:

La scheda tecnica della GeForce RTX 3080 Ti non lascia spazio a interpretazioni: la GPU offre una potenza di calcolo di 34 TFLOPS (FP32), oltre il doppio di una GeForce RTX 2080 Ti che, inutile dirlo, è praticamente surclassata in una sola generazione. Quanto invece ad estetica e design, se togliamo il "Ti" aggiunto alla fine, GeForce RTX 3080 e GeForce RTX 3080 Ti risultano praticamente identiche.


NVIDIA utilizza infatti lo stesso telaio unibody con snodo centrale a X, dove il dissipatore è costituito da un unico e generoso corpo lamellare che viene raffreddato da due ventole poste su entrambi i lati del PCB. Questo design, definito da NVIDIA Dual-Axial Flow Through, garantisce una maggiore efficienza in termini di dissipazione, riuscendo a dissipare circa 90W in più rispetto alle soluzioni NVIDIA di precedente generazione.


Rimane invariato anche il reparto connettività, con HDMI 2.1 e tre Display Port 1.4a (senza dimenticare il supporto alla codifica AV1) e il connettore di alimentazione PCI-E 12pin, compatibile con il doppio adattatore PCI-E 8pin (fornito in dotazione).

PIATTAFORMA DI TEST - TEMPERATURE E CONSUMI

Per testare al meglio la GeForce RTX 3080 Ti - così come le schede grafiche di prossima generazione - abbiamo aggiornato definitvamente la nostra configurazione di test con gli ultimi Intel Core 11 gen "Rocket Lake-S". Questa volta abbiamo optato per il Core i7-11700K, a nostro avviso uno dei migliori compromessi in ottica prezzo/prestazioni dell'intera gamma.

CONFIGURAZIONE DI TEST

  • GPU:
    • NVIDIA GeForce RTX 3080 Ti Founders Edition
    • NVIDIA GeForce RTX 3080 FE
    • NVIDIA GeForce RTX 3070 FE
    • ASUS ROG Strix LC RX 6800 XT OC
  • Processore: Intel Core i7-11700K (Power Limit sbloccato)
  • Dissipatore CPU: NZXT Kraken X63 (AiO 280mm)
  • Scheda madre: ASUS ROG MAXIMUS XIII HERO
  • Memorie: Corsair Vengeance RGB PRO 16GB (2x 8GB) 3600 MHz CL18
  • Storage: Samsung SSD 980 500GB, SSD PNY XLR8 Gaming (CS3030) 2TB
  • Alimentatore: Corsair RM1000x
  • Driver GPU: Radeon Software Adrenalin 21.5.2, NVIDIA GeForce 466.27
  • Sistema Operativo: Windows 10 Pro 20H2

Benchmark e giochi utilizzati nella prova:

  • 3DMark Fire Strike/Fire Strike Ultra
  • 3DMark Time Spy
  • Final Fantasy XIV
  • Shadow of The Tomb Rider
  • World of Tanks enCore RT
  • Apex Legends
  • Hitman 2
  • Resident Evil 3 - Racoon City
  • Project Cars 2
  • Call of Duty - Black Ops Cold War
  • Metro Exodus Enhanced Edition Demo
  • Horizon Zero Dawn
  • Assassin's Creed: Valhalla
  • Watch Dogs: Legion
  • Control
  • Cyberpunk

Prima di vedere come si comporta la nuova GeForce RTX 3080 Ti Founders Edition nei benchmark e nei giochi, diamo uno sguardo a temperature e consumi. Visto il design praticamente identico, quello che ci chiediamo è se il dissipatore in dotazione - ideato sostanzialmente per la GeForce RTX 3080 - gestisce al meglio anche il chip Ampere GA102-225, sicuramente più potente ed esigente (in termini di dissipazione) rispetto alla versione GA102-200 della GeForce RTX 3080.

A seguire trovate il grafico relativo alle temperature delle schede prese in esame; segnaliamo che in tutti i test la ventola è stata impostata sulla modalità automatica con variazione dinamica della rotazione in base al carico sulla GPU.

Clicca per ingrandire

Come facilmente si evince dal grafico, il dissipatore della GeForce RTX 3080 Ti svolge egregiamente il suo lavoro; la differenza tra quest'ultima e la GeForce RTX 3080 Founders Edition è di appena un grado centigrado, risultando in linea anche per quanto riguarda la rumorosità prodotta. Quanto ai consumi, la nuova arrivata in casa NVIDIA conferma in pieno le specifiche dichiarate dal produttore, con un picco di 350 watt.

Clicca per ingrandire

E' evidente che in quanto a frequenze Boost siamo ancora lontani dalle Radeon RX serie 6000, tuttavia una GPU da oltre 10.000 Cuda Core che opera quasi a 2 GHz rappresenta a nostro avviso un buon risultato, soprattutto se pensiamo che siamo di fronte a una Founders Edition e che la temperatura massima sotto stress non supera i 75 °C.

PRESTAZIONI NEI GIOCHI

Preso atto di consumi e temperature di esercizio, è ora il momento di vedere la nuova GeForce RTX 3080 Ti all'opera con alcuni dei titoli più in voga del momento, compresi ovviamente quelli che supportano ray-tracing e DLSS NVIDIA. Andiamo in ordine però, scaldiamo i motori con il classico 3DMark:


GeForce RTX 3080 Ti batte come da pronostico la RTX 3080 anche se la Radeon RX 6800 XT overcloccata di ASUS risulta in vantaggio nel 3DMark Fire Strike. Discorso totalmente differente quando passiamo al benchmark di Final Fantasy XIV e a quelli di World of Thanks Encore Shadow of The Tomb Rider con supporto ray-tracing:


Nel secondo blocco troviamo quattro titoli dove le GPU di questa generazione permettono di giocare praticamente con dettagli al massimo a qualsiasi risoluzione; in queste occasioni è semplice trovarsi con il processore che fa da "collo di bottiglia", soprattutto se parliamo di risoluzione Full-HD e il software non è pienamente ottimizzato.



Escludendo giochi come Apex Legends e Hitman 2, la GeForce RTX 3080 Ti ha sempre un netto margine sulla sua RTX 3080, trovando una valida avversaria solo nella ROG Strix LC RX 6800 XT OC (dipende molto dal titolo preso in considerazione).


Se su Metro Exodus Enhanced Edition le GeForce RTX 30 mostrano tutti i muscoli, in scenari come Horizon Zero Dawn e Assassin's Creed: Valhalla la RX 6800 XT OC ha un vantaggio medio del 14% sulla GeForce RTX 3080 Ti a 1080p e 1440p, quando invece passiamo al 4K le prestazioni sono piuttosto allineate.


Chiudiamo con un quartetto di giochi che supporta le tecnologie ray-tracing e DLSS, ambiti dove NVIDIA può - almeno sino al 22 giugno - garantire prestazioni nettamente superiori alla controparte. In attesa di vedere se AMD FSR (ne abbiamo parlato QUI) sarà valido sotto il profilo della qualità, non possiamo che confermare la superiorità della GeForce RTX 3080 Ti quando questa è affiancata dalla tecnologia proprietaria NVIDIA.



La Radeon RX 6800 XT OC riesce a primeggiare su Watch Dogs: Legion (solo in FHD e QHD), tenendo il passo anche su Cyberpunk 2077; questo vale però quando il ray-tracing è disabilitato, in caso contrario notiamo un netto vantaggio della GeForce RTX 3080 Ti (vedi Control ad esempio).

CONSIDERAZIONI

Ragionando su caratteristiche tecniche e prestazioni, risulta ovvio che l'obiettivo di NVIDIA con la GeForce RTX 3080 Ti è quello di colmare il gap esistente tra la GeForce RTX 3080 e le top di gamma Radeon RX 6000 (RX 6800 XT/6900 XT), ovviamente su alcuni particolari titoli che vedono AMD in vantaggio. Alla fine della nostra tornata di test, possiamo affermare che NVIDIA sostanzialmente è riuscita nel suo intento, offrendo una scheda che al momento offre le migliori prestazioni in ray-tracing e allo stesso tempo riesce a battere in diverse occasioni una RX 6800 XT overcloccata oltre i 2.300 MHz.

Per il resto, la GeForce RTX 3080 Ti non offre ulteriori spunti di carattere tecnico rispetto al modello presentato a settembre; volendo ribadire quanto già espresso, segnaliamo l'efficacia del sistema di dissipazione che in pratica permette di allineare le temperature di esercizio a quelle di una GeForce RTX 3080, il tutto però con prestazioni superiori. Venendo al prezzo invece, la domanda è sempre la solita: la GeForce RTX 3080 Ti vale i 1.199 dollari di listino?

Senza considerare l'attuale situazione dei prezzi legata alla crisi del mercato componenti, il nuovo modello NVIDIA si colloca tra la GeForce RTX 3080 e la "fuori scala" GeForce RTX 3090; a questa cifra NVIDIA offre una soluzione che battaglia per prestazioni con RX 6800 XT e 6900 XT, risultando al momento opzione quasi obbligata per chi guarda al ray-tracing, specialmente in 4K. Come discusso sopra, le carte in tavola si mischieranno nuovamente nel momento in cui la tecnologia AMD FSR sarà ufficialmente utilizzata nei giochi, a quel punto - se i risultati saranno paragonabili a quelli offerti dal DLSS 2.0 - si potrà fare un nuovo confronto tra le schede.

Chiudiamo poi con una considerazione sul posizionamento in relazione alla già presente RTX 3080, restando quindi in casa NVIDIA. Le differenze in termini di prestazioni sono nell'ordine del 10% a favore di 3080Ti che pareggia così sostanzialmente le performance in gaming di RTX 3090. Se guardiamo però al listino la differenza rispetto al modello che la precede in gamma è di quasi 500 euro, una cifra onestamente un po' troppo elevata se guardiamo al gap prestazionale reale.

Se cercate quindi una soluzione per giocare il miglior rapporto prezzo/prestazioni è sicuramente offerto da RTX 3080. Se invece vi trovate in una condizione per cui quel 10% di performance in più risulta essenziale, allora 3080 Ti è la scelta più opportuna poichè vi consente di risparmiare 350 euro rispetto a RTX 3090, da scegliere invece per la produttività (grazie ai suoi 24 GB di VRAM). Ovviamente tutto quanto appena detto tiene conto dei prezzi di listino MSRP. Eventuali offerte o promozioni vanno valutate caso per caso.


114

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Luca Lindholm

Bravissimo, io non avrei saputo dirlo meglio!
Ottimo riassunto.

Luca Lindholm

Calcoli che le GTX 295 e le GTX 590/690 (tutte GPU a doppio processore top) stavan appena a 600€ circa.

Ricordo ancora le discussioni su HWUpgrade riguardo alla GTX 295, a gennaio 2009... l'MSRP di 499€ veniva ritenuto già una mostruosità, ma veniva in parte giustificato dal fatto che fosse un DOPPIO processore grafico top, con quantità di VRAM doppia... insomma, di silicio sulla scheda ce ne era tanto, eh.
Di certo nVidia non andava al risparmio su ciò, all'epoca.

Oggi, già solo di prezzo ufficiale servirebbero 6000€ (RTX Titan x2), il DECUPLO.

Faccia Lei...

marco

mettiti comodo , migliorerà solo verso fine 2023... devono costruire fabbriche nuove, non solo di chip, ma anche di tutto quello che gravita attorno.. inoltre le materie prime sono e saranno in costante aumento. anche se la situazione si normalizzera tra due anni , non ci sarà nessun ritorno ai prezzi precedenti..

Tullamar

Ora si che torna.

BigSlave16

Le recensioni della 3070ti escono il 9, non ne possono parlare.

Frazzngarth

Hai delle prove per dire che una scheda usata per minare abbia una vita inferiore a una usata per giocare o lavorare?

No perché altrimenti di cosa parliamo?

Io ti dico che delle schede usate per minare stanno costantemente sotto i 70 gradi, a volte sotto i 60, con limitatore di potenza e clock al di sotto del normale, poi mi spiegate su quali basi si dovrebbero matematicamente rovinare prima di una scheda maciullata dal gaming

Trixter

C'è anche cfx.. puoi produrne circa 30 al giorno con 2060 super e 2 3060ti... Per ora valgono 0.32 centesimi a cfx... Ma è nato nel dicembre 2020... E il prezzo era salito fino a 1 euro... Se hai intenzione di minare e tenere cfx non è male

NaXter24R

Esattamente. Io oggi per esempio ci provo, non perchè mi serva, ma perchè se riesco a prenderne una vinco 500€ (a 1700 la rivendi nel giro di secondi).
Lo stesso vale per 3060 e 6700xt infatti, son sovrapprezzate per quello che valgono, ma vendono comunque come il pane

Francesco Bacchini

Va bene R1tintin .
Io non mi riferivo all'immediato, ma ad un eventuale acquisto da metà settembre. Pensi che la situazione possa migliorare?

R1tintin

oramai i prezzi sono cambiati da un bel pezzo lui fa riferimento a prezzi pre GTX 1000... già con la GTX 1080Ti si è toccati 800-1000€ in base al modello. nella serie RTX 2000 anno 2018 si è arrivati con la 2080Ti sui 1400-1700€ in base al modello. Ora non ci sono schede e i prezzi lievitano senza nessuna regola. purtroppo non troverai nessuna offerta su amazon, perchè nell'istante che vengono messe sullo store vengono acquistate da bot in automatico, non avendo nessuna possibilità neanche di inserirla nel carrello. cosi i bagarini online la rivendono a prezzo che vogliono. se trovi prezzi offerta su amazon, sono solo truffe.

Mostra 1 nuova risposta

No sei te che non sai come funziona l'elettronica di consumo.

Sono schede video pensate per giocare sporadicamente, non sono neanche lontanamente pensate per funzionare 24/24, figuriamoci a pieno carico o a carico fisso (e nessuno ti assicura che non siano state usate a pieno carico limitando solo il voltaggio).

La qualità costruttiva media è molto bassa, e con un uso intensivo come con il mining i problemi si amplificano, hai già problemi con le schede video usate normalmente alla lunga... figurati con queste.

Mostra 1 nuova risposta

Si loro comprano schede video usate e sperano nel bene. Io al massimo le vendo.

Mostra 1 nuova risposta

Gli scalper ci sono unicamente se l'offerta è limitatissima. Se la domanda supera l'offerta come ora ci sono, altrimenti si vaporizzano

Mostra 1 nuova risposta

200 euro extra che fanno bene ad intascarsi secondo me. La gente che la comprerà da loro spenderà meno che a cercarla in giro custom, inoltre ne produrranno talmente poche che saranno tutte destinate a quelli che non hanno problemi a spendere cifre da dementi.

Bisogna attendere un ritorno alla normalità, adesso siamo alla follia totale.

Francesco Bacchini

Va bene, ti ringrazio.
Quindi in sostanza per te una cifra onesta per questa 3080 Ti quanto sarebbe?

NaXter24R

Infatti valeva 999. Quei 200€ extra per arrivare a 1200 li hanno messi perchè tanto sanno che la gente la comprerebbe comunque

Mostra 1 nuova risposta

Di solito si comprava fascia media sui 200-300€, fascia medio alta (*70 e *80) tra i 350 e 500 euro, top di gamma della generazione intorno a 650 euro.

Le cifre a parte l'inflazione son sempre state queste, anche in epoche remote. Poi hanno inventato la serie semi professionale da 900 euro di cui onestamente si sentiva poco il bisogno, ma poteva avere senso se non era castrata in determinate funzioni di calcolo.

Tullamar

Ma quel 10% in più per farci cosa?
Questo non capisco.
Non li vale 200 euro.

NaXter24R

Qualunque. Se vuoi quel 10% in più della 3080 e non ne vuoi spendere per la 3090 questa è sovrapprezzata di 200€ ma va benone.

Francesco Bacchini

Domanda ingenua:
considerando il forte aumento dei prezzi sulle GPU sia su canali ufficiali che non... per chi era solito monitorare il mercato sia prima del Covid che del mining... quale sarebbe un prezzo onesto per questa 3080 Ti, casomai anche con una ipotetica offerta Amazon?

RagazzoInGambaTV

Praticamente la 6800xt Oc Sfonda tutte le Nvidia se togliamo L'RTX, se pure i prezzi fossero quelli indicati di listino io opterei per AMD. Il problema comunque non si pone perché e più semplice trovare moglie che schede video.

talyep

Dopo essermi informato della grande crisi delle schede video per gli innumerevoli maledetti motivi, ora vorrei chiedervi, se volessi acquistare un assemblato con una ryzen 5600x da utilizzare per motion design, che diavolo di scheda video posso associarci? Visto che c è tutt questa crisi? Specifico che non giocherô mai su pc visto che possiedo una xbox.

KingArthas

Che vuoi che capiscano gli utonti che dicono ste cose? Vogliono solo buttare i dettagli massimi e vedere scritto 120fps, e se non succede è colpa di questa fantomatica cosa chiamata ottimizzazione.

KingArthas

Leva pure il forse

franky29
franky29

Il bello che con 2mila euro se uno vuole solo giocare si compra una console e con il resto prende giochi da oggi fino a 10 anni

franky29
BlackLagoon

questa a niente. La 3080 per giocare in 2k con RT attivo.

BlackLagoon

A mio avviso siete stati troppo moderati sulle considerazioni.
Chi sano di mente spenderebbe il 70% in più per avere un misero 8/9% in più di prestazioni? Non ha semplicemente alcun senso. E' una presa in giro questa 3080ti. E' praticamente una 3090 tranne l'unica cosa che la rende utile ad una ristrettissima cerchia di professionisti (non gamers!), ovvero la VRAM.

IMHO è da bocciare senza se e senza ma. Tra l'altro verrebbe quasi da chiedersi.. non è che siccome le RTX 3k si vendono al doppio / triplo del loro prezzo di listino, nvidia non voglia semplicemente aumentare il proprio profitto su un prodotto che verrebbe comunque venduto altamente sovrapprezzato? Della serie: se tu utente finale stai già pagando 2k € una scheda da 700, mica noti differenze se io nel frattempo guadagno il 70% in più di prima?

asd555

Praticamente non l'avete confrontata con l'unica soluzione sensata: la 3070 Ti.
Bah...

EmanueleA99

Sono le uniche che si trovano a prezzo di listino sul sito ufficiale. Non sono molte, ma ci sono

EmanueleA99

Si spediscono in Italia, il giovedì pomeriggio fanno restock, devi stare davanti al PC con gli alert di telegram e fare cassa veloce con paypal appena le mettono disponibili. È difficile ma non impossibile, io alla seconda settimana ci sono riuscito

Crazyciccio

Per quando il RT sarà indispensabile saremo già ad Hopper e RDNA 4 almeno. Queste sono ancora tutte architetture acerbe che stanno facendo da apripista e quando il RT verrà sfruttato seriamente è assai se riusciranno a fare 20-30 fps nei giochi futuri.

Crazyciccio

Credo facciano una media, ci sono giochi pesanti come Metro o CP dove ovviamente fa molta fatica, compensati da giochi leggerissimi dove si fanno 200 o più fps che alzano la media. Per quello è uscito 100 fps di media.

Crazyciccio

Indubbiamente ma su PC ormai è una costante che si ottimizzi non a fondo per svariati motivi. Guarda le console vecchie, con hardware simil Radeon HD 7770-7790 e CPU Atlhon, riescono a tirare fuori ancora delle meraviglie tecniche.

AllBlack

Quasi del tutto una GPU nosense.
Un prezzo fuori scala, con prestazioni vicine alla minore 3080 e prezzo vicino alla maggiore 3090, il tutto per prestazioni che vanno al massimo il 10% in più della prima e una quantità di GB che sono la metà della seconda.
Ottimo LHR, che aumenta, seppur in “minimissima” parte, la possibilità di trovare qualche scheda in più.

Riccardo sacchetti

Forse 30 anni fa.. 10 anni fa si ottimizzata come oggi..

Riccardo sacchetti

Si scherza.. ma 1300 per un prodotto che ne vale forse la metà...

Tullamar

Ma una domanda.
Se supponiamo che uno non la usi per minare, per quali giochi servirebbe a qualcosa questo mostro?

Tullamar

Augh!

Tullamar

La voglio! La voglio! La voglio!

pollopopo

ci sono dei test in merito e un pochino meno vanno, hanno un'usura,....roba marginale comunque, non perdono chi sa quanto...inoltre è sicuramente più probabile si possa rompere una scheda con 100000 ore di lavoro che una che ne ha si e no qualche miglialio

Oh senti, fa come vuoi allora. ;)

gioboni

Ma voi credete che l'elettronica sia eterna? Forse non ci lavorate direttamente.

gioboni

Intanto è uno sbattimento e invalidi la garanzia, e poi "risolvi" a metà perché eventuali difetti sulle saldature bga che potrebbero essere amplificati da una dissipazione non corretta e prolungata persistono.
Dai su, state cercando di difendere l'indifendibile: tra una macchina Km0 e una con 200000Km, pur con tutti i tagliandi e le manutenzioni eseguite, quale preferite? (esempio estremizzato, ma il succo è quello).

Andreunto

Ma lol che stai dicendo?

Gli cambi i pad termici e risolvi. ;)

Luca

Quella frase nella recensione parte dal presupposto del MSRP, e quindi hanno ragione. E' vero che al momento non è realistico, però se devono dare una baseline solo quella possono usare.

Hanno imparato dai gringos! ;)

comatrix

Ma gli Scalper sono nativi americani? ^^

Come fare Animazione 3D: i consigli dei professionisti

Recensione NVIDIA GeForce RTX 3070 Ti

Acer annuncia Swift X e rinnova i notebook ConceptD | Anteprima video

iMac M1 24": altro che colori, bianco è meglio ma servono 16GB di RAM | Video