Recensione Alimentatore Corsair RM1000x 80Plus Gold: look rinnovato, stessa qualità

08 Aprile 2021 90

Torniamo ad occuparci di alimentatori con una panoramica sul nuovo Corsair RM1000x, un prodotto che rientra nella rinomata serie RMx di Corsair, aggiornata dall'azienda per questo 2021 con interessanti novità. La linea Corsair RMx non si discosta molto dalla nota RMi, fatta eccezione per la possibilità di gestire questi ultimi anche via software grazie alla presenza di un circuito digitale; ricordiamo invece che al vertice dell'offerta del produttore californiano troviamo i famosi Corsair AXi che già avevamo apprezzato negli anni scorsi quando questo tipo di funzionalità era del tutto nuova.

Gli alimentatori Corsair RMx offrono sostanzialmente la stessa qualità e prestazioni degli RMi, risultando un'opzione più economica proprio per la mancanza della gestione digitale, sicuramente non indispensabile per la maggior parte degli utenti. A distanza di tre anni dall'ultimo aggiornamento, queste unità di alimentazione vengono riproposte con alcuni miglioramenti che riguardano soprattutto la ventola, mantenendo invece il cablaggio completamente modulare, design con singola linea da +12V, elevata efficienza e modalità Zero RPM.


CARATTERISTICHE, CONFEZIONE E CABLAGGIO

Come anticipato in apertura, Corsair propone quello che possiamo definire un vero restyling; la sostanza relativa alle prestazioni e alla qualità del prodotto non cambia rispetto ai precedenti modelli, mentre c'è da sottolineare il prezzo decisamente aggressivo con il quale il produttore propone per esempio questa variante da RM1000x da 1000W, ossia 171,90 euro di listino.

La serie Corsair RMx prevede sei modelli, rispettivamente con potenze di 550, 650, 750, 850 e 1000 watt, tutti con certificazione di efficienza 80Plus Gold; l'esemplare che abbiamo avuto in prova rappresenta quindi il top di gamma, un alimentatore capace tra l'altro di erogare tutta la potenza sulla linea dei +12V, davvero niente male. Se a questo aggiungiamo la certificazione 80Plus Gold, la proposta di Corsair sembra avere attualmente poche alternative valide sul mercato se prendiamo in considerazione questo taglio di potenza e la classe 80Plus Gold.



Come da tradizione il Corsair RM1000x viene proposto in una confezione curata e molto robusta, il bundle è completo e come facilmente si può intuire dalle immagini troviamo in dotazione numerosi connettori di alimentazione. Va citata la presenza di ben 3 connettori EPS 8pin per la CPU, una scelta alquanto anomala visto che al momento non ci sono motherboard dotate di tre connettori EPS, almeno se guardiamo al mercato consumer.

Clicca per ingrandire

Oltre al cavo di alimentazione di rete, alle fascette e alle viti per l'installazione sul case, Corsair fornisce ben 13 cavi modulari (compreso l'ATX 24 pin); nel dettaglio:

  • 1x ATX 24pin (610mm)
  • 3x EPS 8pin (650mm)
  • 3x PCI-E 8/6 pin (750mm) - 6 connettori (3x2)
  • 2x SATA (850mm) - 8 connettori (2x4)
  • 2x SATA (750mm) - 6 connettori (2x3)
  • 2x Molex 4pin (750mm) - 8 connettori (2x4)

I cavi risultano di buona fattura e con una lunghezza ottimale per adattarsi a diverse tipologie di setup; a questo proposito segnaliamo anche che i cavi EPS 8pin e i cavi PCI-E integrano dei condensatori in-line per contenere al meglio il ripple, una scelta che sotto il profilo estetico potrebbe non essere gradita a tutti. Prima di analizzare ulteriormente le caratteristiche del Corsair RM1000x, vediamone però la scheda tecnica completa:

Corsair RM1000x 1000W - CARATTERISTICHE TECNICHE

  • AC Input
    • Tensione 100/240V
    • Corrente 12A-6A
    • Frequenza 47-63 Hz
  • DC Output
    • Output massimo 1000W
    • +12V: 83,3A (Max) - 999,6W
    • +5V: 20A - 150W (combinati con +3.3V)
    • +3.3V: 20A - 150W (Conbinati con +5V)
    • -12V: 0,3A - 3,6W
    • -5VSB: 3A - 15W
  • Cablaggio 100% modulare
  • Temperatura d'esercizio 50 °C a pieno carico (1000W)
  • Ventola Corsair NR140ML (140mm) a levitazione magnetica
  • Modalità ventola Zero RPM
  • Protezioni
    • Over Voltage Protection
    • Over Power Protection
    • Over Current Protection (+12V)
    • Over Temperature Protection
    • Short Circuit Protection
    • Under Voltage Protection
  • Supporta EPS 2.92, ATX 2.52, Alternative Sleep Mode e Microsoft Modern Standby
  • Efficienza 80Plus Gold, Cybenetics Gold, Cybenetics A- (rumorosità 25-30 dBA)
  • Condensatori Giapponesi di qualità industriale con rating 105 °C
  • Dimensioni 180x150x86mm
  • Garanzia 10 anni

Per i meno esperti in fatto di alimentatori la scheda tecnica ci dice che questa unità può operare alla sua massima capacità entro una soglia di 50° C, caratteristica che denota senza dubbio una piattaforma efficiente, ma che può contare su buona componentistica ed elevata capacità di dissipazione del calore.

Il Corsair RM1000r abbraccia lo standard ATX 2.52 che, tra le varie caratteristiche, implica un'efficienza di almeno 65-70% con carichi minimi (2%); in aggiunta troviamo anche l'Alternate Sleep Mode e un supporto ottimizzato al Modern Standby (S0), funzionalità introdotta su Windows ormai da qualche anno e che permette di mantenere attive alcune funzionalità (di background) anche quando il sistema è in standby.

A bordo sono presenti tutte le protezioni che ci aspettiamo da un alimentatore di qualità (sovratensione, cortocircuito ecc), mentre la certificazione 80Plus Gold garantisce un'efficienza del 92% sotto carichi medi e dell'89% a pieno carico. In sostanza questo alimentatore sembra avere tutto al posto giusto, ma prima di poter tirare le somme diamo uno sguardo più approfondito alla piattaforma del nuovo RM1000x.

ANALISI, IMPRESSIONI E PRESTAZIONI

La proposta di Corsair sulla carta è decisamente allettante, offre praticamente tutto quello che cerchiamo su un top di gamma a un ottimo prezzo ma, allo stesso tempo, senza sacrificare la qualità costruttiva e dei componenti. Questo alimentatore è prodotto dall'OEM CWT (Channel Well Technology) - così come gli altri modelli della serie - riprendendo come già anticipato le qualità apprezzate sulla linea Corsair RMi. Siamo di fronte a un alimentatore con topologia LLC a risonanza e conversione DC-DC che utilizza componenti ad alta qualità; a bordo troviamo infatti condensatori Nippon Chemi-Con da 105°C, che rappresentano il top e risultano tra l'altro abbastanza costosi.


Una delle novità più importanti introdotte da Corsair sulla rinnovata linea RMx è sicuramente la ventola a levitazione magnetica NR140ML da 140mm. Si tratta di una scelta che permette di abbattere la rumorosità, garantendo migliori prestazioni e affidabilità nel tempo.

Corsair implementa la modalità Zero RPM, una soluzione che in pratica attiva la ventola solo quando il carico sulla PSU raggiunge il 40%, nel nostro caso parliamo di 400 watt. Corsair RM1000r quindi è un alimentatore semipassivo, decisamente silenzioso fino a quando non raggiungiamo carichi importanti; durante il nostro test abbiamo iniziato a sentire la ventola quando il carico applicato si avvicinava ai 700W. Portando al massimo il carico invece la ventola sale molto di regime e dalle nostre misure ha toccato anche i 35 dB, valore comunque accettabile se pensiamo che l'unità deve operare entro i 50 °C anche quando eroga 1000W. In linea di massima riteniamo questo alimentatore silenzioso in quanto nella maggior parte del tempo di utilizzo è risultato poco udibile anche con carichi medio/alti.

Non abbiamo condotto test approfonditi sul ripple o sul crossloading, tuttavia prima di congedare il Corsair RM1000x abbiamo verificato quantomeno la regolazione di tensione sulle linee principali e i valori di efficienza con diversi livelli di carico, il tutto per confermare o meno i dati forniti dall'azienda.



Per verificare il comportamento del Corsair abbiamo utilizzato un carico elettronico che, nelle varie misurazioni, ci ha confermato effettivamente che l'RM1000x rispetta i valori dichiarati dal produttore. I due grafici mostrano l'ottima regolazione della tensione dell'unità e l'alto grado di efficienza che, a medio carico, supera anche la specifica 80Plus Gold toccando punte del 93%; nel nostro breve test abbiamo anche cercato di portare "alla corda" l'alimentatore che, a circa 1100W di carico, ha restituito un'efficienza dell'89%.

CONSIDERAZIONI FINALI

Corsair RM1000x si è dimostrato un alimentatore decisamente valido, sia sotto il profilo della qualità costruttiva che sotto quello prestazionale. L'unità proposta da Corsair può contare su un'ottima regolazione della tensione anche quando il carico sulle linee inizia a diventare impegnativo, mantenendo al tempo stesso un grado di efficienza che conferma pienamente le specifiche 80Plus Gold, facendo addirittura meglio quando parliamo di carichi medi.

La qualità della componentistica e l'assemblaggio, così come il bundle, sono quelli a cui Corsair ha abituato i suoi clienti ormai da anni; da questo punto di vista, riproporre una soluzione prodotta da CWT non poteva che confermare quanto di buono si era visto sulla precedente generazione.

Corsair RM1000x però si migliora ulteriormente, offrendo supporto per lo standard ATX 2.52 e, cosa più importante, un sistema di dissipazione rivisitato con la ventola a levitazione magnetica NR140ML; questa soluzione si è dimostrata decisamente efficiente e silenziosa, facendosi sentire solo quando abbia cercato di "tirare fuori" tutti i watt dalla PSU (circa 35 dBA a 1000W). Come già anticipato sopra, riteniamo l'RM1000x un alimentatore silenzioso che merita la certificazione Cybenetics A-, ossia una rumorosità media nell'ordine dei 25-30 dBA.

Un cenno anche all'ottima dotazione di cavi modulari, di buona fattura e con condensatori in-line che, anche se esteticamente potrebbero non piacere a tutti, garantiscono ulteriore soppressione del ripple; il tutto si sposa infne con un design piuttosto compatto e una garanzia Corsair estesa a 10 anni. Il prezzo (circa 170/180 euro) è sicuramente l'ultimo punto a favore di questo alimentatore che, almeno nella fascia dei 1000 watt con certificazione 80Plus, ha veramente pochi avversari.


90

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

mi accontento del mio corsair da 650 che costa un terzo e va piu che benone anche spremuto :D:D

NaXter24R

Esiste una cosa chiamata picco. Se di media fai 400W per dire, potresti farne 550 di picco. O speri che l'ocp funzioni a dovere, o alzi un po le specifiche dell'alimentatore.
Non ho detto che 1000 siano per tutti, ma hanno senso. Altra cosa, secondo me non avete ben presente cosa consumano tutte le lucette che vanno di moda oggi, assieme eventualmente ad altre periferiche e hdd vari se uno ne ha. Non è solo questione di CPU e GPU

BerlusconiFica

raga

BerlusconiFica

la mia lavatrice ne consuma di meno.
1000w servono a linus per fare i video, il resto é marketing

BerlusconiFica

la mania di andare a vedere i condensatori teapo, dc regulated e falco ha invaso internet e sono partiti i pipponi mentali di tutti i gaymers

shoot3r

Bhooo io ho sempre avuto enermax e mai paro con i watt che richiedeva il pc sempre sui min 850w..ho da da qnd è uscito il platimax e va come una bomba senza problemi

uncletoma

lui?
https://www.youtube.com/watch?v=8-bgiiTxhzM

pollopopo

si fan tutti troppi pipponi.... gli alimentatori da 35/40€ in su di marche note rispettano quanto descritto, sono affidabili e hanno le linee che rispettano gli standard ATX, standard che tutte le aziende che producono hardware usano come base per immettere sul mercato il loro hardware in modo che compensi le variazioni ecc..........

NaXter24R

Si, poi devi guardare i picchi ed eventuali altre periferiche. Tra lucette, HDD e altro metti comunque altri Watt. Poi, a me piace star largo, se faccio 700 di picco 1000 mi sembrano proporzionati

Quelli da scegliere, contrariamente ai Group Regulated ( da evitare come la peste ).
;)

Davide

Invece non ci vai neanche vicino: fai 250W per la CPU, 400W per la GPU e 50W per il resto.
Tutto super esagerato eppure sei solo a 700W.

Davide

Se muore l'alimentatore il PC si spegne e basta, non è che si mette a sparare corrente a caso ai componenti

NaXter24R

180€ per 1000W non son tanti eh.
Poi, per 1000W dipende che ci fai. Se ti diverti a fare OC ed hai una configurazione top gamma a 1000 ci vai vicino a seconda di cosa fai.

Davide

Pure gli alimentatori base hanno corrente e tensione stabile. Basta non prendere delle cinesate e si può stare tranquilli.
1000W servono giusto se hai più schede video e processore megagalattico. Altrimenti, anche considerando valori esagerati per CPU e GPU top di gamma, non si va oltre i 700-750W

Davide

Esatto. Io uso senza problemi i Corsair VS e pur essendo base di gamma vanno alla grandissima e non mi hanno mai dato problemi

RavishedBoy

"ventola a lievitazione magnetica"
Geni!
Chissà allora quante focaccine, pizzette si potranno fare!

Sempre più in basso...

RavishedBoy

"look rinnovato"
Eh beh, in un alimentatore il look è importante!

Keres

che è dc dc?

pollopopo

si, ok ma il tdp è quello e non credo sia a carico della cpu ma della vga, quindi se tiri 350w di tdp non è che ne puoi consumare 500 :P comunque ok, diciamo che 500w consuma il tuo pc da solo :)

pollopopo

corsair è una buona azienda, un po' caruccia peró :P ... ho l'800D e l'alimentazione loro

pollopopo

ma quanti ne conosci di persone con pc morti con l'alimentazione bruciata....?? un alimentatore decente (da 30/40€) spesso già adotta fusibili da sovraccarico ecc.....

pollopopo

?? ma che stai a scrivere? ma chi ha mai detto di spendere 30 euro per un 750w senza classe..... ho detto solo che non servono mostri da mille mila euro per mandare pc anche molto prestanti nelle situazioni reali (non al banco con inutili stress test).... un buon gold/bronze da 850w soddisfa le esigenze di tutti fino a 600w che sono ben oltre il 99.9 percento delle configurazioni.... se si prende i platinum ecc.... potrebbe bastare anche un 750w.....

tutti i pipponi che si vedono al banca nella realtà non servono a nulla, non tieni 15 anni una vga e francamente gli alimentatori crepano se mal tenuti o se difettosi....

darthrevanri

Quando recensiranno le gpu diranno: “non sappiamo quanti fps fa, però abbiamo verificato che i driver si installano per confermare i dati forniti dall’azienda”

comatrix

Confermo

Sistox v2

Saranno 4 i produttori di alimentatori. Comunque di alimentatori 12v seasonic ne fa qualcuno. Hanno un modulo esterno che si occupa delle conversioni. Pare che aumenti di parecchio l'efficienza.

Sistox v2

Perché non spendere lo stesso denaro in un Seasonic?

Sistox v2

Efficienza 92% mi sembra tanto ottimistico come parametro reale. Non voglio dire che sia una cavolata, ma sembra uno di quei casi in cui il test viene eseguito secondo le linee guida del produttore e non rappresenti un caso reale.

Gupi

comunque per recensioni di alimentatori chiedere di Falco

[Max]

Da cosa dovrebbe essere composta una recensione su un alimentatore?
Semplice da tutto quello che manca in questa:

Non abbiamo condotto test approfonditi sul ripple o sul crossloading, tuttavia prima di congedare il Corsair RM1000x abbiamo verificato quantomeno la regolazione di tensione sulle linee principali e i valori di efficienza con diversi livelli di carico, il tutto per confermare o meno i dati forniti dall'azienda.


Ma soprattutto come sono stati generati questi diversi livelli di carico?
Quando si fanno dei test si spiega anche la metodologia con cui sono stati eseguiti, magari anche corredati da foto, altrimenti sembra la solita recensione di carta, il prodotto sarà anche buono, ho visto le recensioni dei fratelli minori su youtube, recensioni condotte con oscilloscopi, carichi variabili ecc che ne confermano la qualità, tutte cose che qua mancano.

comatrix

Azz, che sfiga, può capitare purtroppo, però io suggerirei a sto punto di fartelo sostituire completamente...

P.S. A me è successo col Lenovo, ben 3 volte in assistenza, hanno sostituito prima SSD, poi RAM, infine la Mobo, mai più Lenovo!!! (il primo anno ho usato il portatile tipo 3/4 mesi...)

Gupi

io ho la versione da 1200w dell hx e mi è toccando mandarlo 2 volte inassistenza, la prima volta sono andate in corto le uscite gpu e si sono fusi i connettori..

Non è chi mi aspettavo ma, a giudicare dalla sua home page, fabbrica per un mucchio di marchi. ;)

josefor

1000w sono tanti, ed alto il costo, probabilmente non servono nemmeno con un

Core i9 11900K e RTX3090, poi di questi tempi con schede video introvabili...li avranno fatti per i miners...

Soloamd

bel filotto di balle che hai scritto.
intanto HDblog scrive "top Gamma" quando non lo è. un gold non è top da anni e anni. titanium o plat sono top. la differenza c'è e si vede sia in potenza erogata sia in durata dei componenti.
un 550W Platinum vale e rende molto di più di un 750w white. ironicamente potresti avere problemi di potenza sul secondo e non sul primo con un 3900x + 6800xt LOL. poi chiaramente un ali non deve mai stare impiccato quindi il fatto che possa non vuol dire che va fatto quindi per la config citata serve almeno un 660-750 gold o meglio plat.

Rob-Roy

poi quando l'alimentatore muore portandosi via tutto il resto del PC si piange.
Mi sembrate gli acquirenti dei magnifici prodotti trust (pronunciato proprio cosi)

Riccardo sacchetti

Ah ecco.. mi sembrava di averlo sentito nella recensione di qualche giorno fa!

*Er_Mellino*

Non ho Nvidia quindi non so farci i conti :D

NaXter24R

Anche a me chiesero di spedire. Feci notare la cosa e tempo 5 minuti mi mandarono la bolla di DHL dicendo che effettivamente non era dovere mio sobbarcarmi il costo.
Mi è morto anche un RM650, una delle prime serie del 2014, mentre giocavo si è spento tutto dopo un bel "pop" e puzza di bruciato. Cambiato subito con un altro e nessun problema. Son poi passato al RM750i perchè avevo una 290x sotto liquido e 650 mi stavano stretti quando la tiravo.
Sinceramente con loro (Corsair) mi son sempre trovato benissimo. Alimentatore disponibilissimi. Il case (450D) aveva una leggerissima sbeccatura sulla paratia col plexi, roba che nemmeno si vede. 24h dopo mi hanno spedito la paratia nuova. Dopo un anno è partito il led di stato del hdd del case, spediti i controlli nuovi del case. Tastiera, fuori garanzia, spedito DUE tasti spazio con tanto di scuse che erano del modello nuovo. Tutto questo gratis.
Detto questo, verissimo, 1000w ormai li usano in pochi, anche se, chi ha Intel (ti giuro mi fa ridere anche solo scriverlo) e una 3080 o superiore e magari altre periferiche, non sono poi male ecco. Salvo OC o mining chiaramente, in quel caso 1000 servono per una scheda video e basta.

eberg93

L'OEM è CWT.

comatrix

Ah e non ho neanche il Visore più esigente (Rift S), chi possiede un Quest 2 necessita persino di maggior potenza poiché il livello di compressione e decompressione è quadruplicato

comatrix

Certamente, è alimentata direttamente, come detto come schermo, audio, video, compressione e decompressione, registrazione ecc...
Poi gli altri programmi fanno il resto (se denoti da 480W a 650W ci sono solamente 170W di differenza, il che ci sta tutto)

pollopopo

? non capisco, nel senso che alimenta la VR da type C o simili, intendi quello? ok..... ma non credo consumi 2000w :P

comatrix

Beh no, il pc alimenta anche la VR, non per nulla l'ho menzionata

pollopopo

ah ecco 480w il pc :) ...che ti dicevo, sui 500w... io parlavo del PC, l'alimentatore alimenta quelli, mica i monitor :P

ahhh bei tempi... arrivai ad avere anche il radiatore mora 360, che bestione :P

pollopopo

a PC acceso, nella schermata del bios ovviamente, stacchi la spina.... ci metti le mani 2 secondi dopo se vuoi :)

comatrix

Ho una 2080s, un 3.700x, x570, 32GB RAM 3.600 15cl, ma è la VR che ciuccia e parecchio, poi il resto con programmi streaming, compressione del segnale sia audio che video, interazioni, 3 schermi, beh direi che è nella norma.
Guarda il solo test benchmark singolo del pc senza null'altro, tocca picchi di 480W, immagina col resto

pollopopo

ma di solo PC? CPU vga ecc...?? non so che roba usi ma la 3090 consuma circa 350w .... a meno che non hai messo un forno firmato intel arrivare a 700w non è facile...

io con 2 r9 290 che certo non consumavano poco solo di PC arrivavo a 650w alla spina in gioco o bench.... ma solo le VGA sono date per 275w di TPD....... forse potevo arriva a 750w ma se facevo dei test giusto per spaccare le VGA e la CPU....

comatrix

Mica tanto, dipende da cosa ci fai, io in streaming gaming, con 3 schermi, VR inclusa, con 7/8 programmi che girano a pieno regime più gli altri in background, arrivo anche a 650/700W di consumo, quindi dire che non te ne fai nulla non è del tutto corretto

pollopopo

ba..... quelli da 25/30€ vanno a bomba :P le uso da anni in PC da lavoro accesi 24H su 24H...basta prenderli di marca conosciuta che sai che prima di importare la circuiteria un minimo la testa

pollopopo

devono aver modificato qualcosa negli RMA, con il mio ex ax1200i non si comportarono così... lo mandai a spese mie in nord Europa e mi ritornò dalla cina... fra riffe e raffe non meno di 3 settimane.....

comunque di configurazioni da 1000w quante ne trovate? ora il che lo sli o cross è praticamente privo di supporto è difficile arrivare anche a 500/600w reali...

comunque cambia poco a meno che non si cerchi il record del mondo in OC

Recensione Intel Core i5-11600K. Rocket Lake-S alla prova dei fatti

Recensione Lenovo Yoga 9i, notebook premium ma a che prezzo!

Recensione Monitor MSI OPTIX MAG274QRF-QD: gaming al top e non solo

La (mia) postazione da Creator: dal Desktop MSI al Monitor 5K Prestige