Recensione volante Logitech G923, divertimento alla portata di tutti!

05 Marzo 2021 92

Se guardiamo al settore dei volanti da gioco, Logitech è ormai da anni leader del segmento mainstream. Il G29, o G920 a seconda della configurazione, è stato fino a poco tempo fa il modello top di gamma e di recente è stato sostituito dal G923, una naturale evoluzione che non porta alcuno sconvolgimento ma migliora dei dettagli e aggiunge piccole funzioni che rinforzeranno ulteriormente la posizione di leader nella sua fascia di prezzo.

Devo ammettere che utilizzando abitualmente l’accoppiata Fanatec DD1 – Heusinkveld Sprint passare a questo G923 e rispettiva pedaliera mi ha trasportato in un mondo completamente differente, ma realizzato e metabolizzato il fatto di avere di fronte un prodotto che si trova a poco più di 300 euro le sensazioni sono assolutamente positive. Ma basta chiacchiere, entriamo un po’ nei dettagli.

SOMMARIO

MATERIALI E COSTRUZIONE

Esteticamente questo nuovo G923 non è molto diverso dal modello che lo ha preceduto, specialmente nel caso della versione per PlayStation e PC. Bottoni e selettori sono rimasti tutti nella stessa posizione e l’unico dettaglio che cambia è il colore della parte metallica a vista e delle palette del cambio. Entrambi questi elementi sono ora neri mentre prima tendevano al grigio. Il modello Xbox a nostra disposizione guadagna invece il la ghiera rotante a 24 posizioni in basso a destra.

Anche il set di pedali, che include frizione freno e acceleratore è rimasto invariato nella forma e nelle dimensioni, cambia soltanto il formato del logo ma capirete che si tratta di una variazione che non influisce minimante sull’utilizzo. Anzi, a dire il vero una differenza funzionale c’è ma si nota solo capovolgendo il set. Logitech ha rivisto il sistema di inserti in gomma antiscivolo alla base per ottenere un miglior grip.


Obiettivo raggiunto? Sì e no. I nuovi pedali scivolano meno della vecchia versione ma, a mio modo di vedere, la stabilità offerta dai soli gommini alla base non è sufficiente. Vi consiglio vivamente di trovare un modo di bloccare i pedali, acquistando un apposito tappetino anti-scivolo o posizionandoli in modo che la parte posteriore appoggi contro una parete, per avere la migliore esperienza di gioco possibile.

L’altro dettaglio che mi ha fatto strorcere il naso è la qualità delle plastiche che coprono il motore del volante, tutt’altro che premium. Del resto per contenere i costi è necessario scendere a qualche compromesso, e da un punto di vista funzionale questo è certamente il minore dei mali. Il sistema di aggancio alla scrivania è invece sempre lo stesso. Abbiamo due pomelli che vanno avvitati e svitati per allargare e stringere i morsetti posizionati alla base; la presa è salda ma occhio allo spessore del piano di appoggio: la misura massima è circa 5,5 cm.


Il volante in sé, invece, è senza dubbio l’elemento che ho maggiormente apprezzato sia esteticamente che come solidità. L’ecopelle traforata che lo riveste offre un discreto grip e consente di impugnare il volante per diverse ore senza causare eccessiva sudorazione. La struttura è poi molto rigida e garantisce una sensazione diffusa di ottima resistenza alle sollecitazioni.

L’anello e i raggi, così come il piantone dello sterzo, sono in acciaio inossidabile; stesso materiale con cui sono realizzate le palette del cambio, posizionate alla giusta altezza, facili da trovare con le dita e dotate di un feedback netto e preciso alla pressione.

INSTALLAZIONE E SOFTWARE

Una volta estratto dalla confezione occorre anzitutto collegare il cavo di alimentazione, quello che permette la comunicazione tra pedali e volante e l’USB che andrà invece connessa al PC o alla Console. I cavi sono diversi ma l’installazione resta molto intuitiva e un sistema di canaline e asole permette di mantenerli sempre ordinati.

Connesso al PC tramite la USB il volante viene automaticamente riconosciuto dal sistema ma prima di utilizzarlo è necessario installare il software G-HUB che automaticamente aggiornerà il firmware e installerà i driver più recenti. Sempre attraverso il programma Logitech è poi possibile rimappare i tasti del volante e andare ad agire su alcuni parametri per personalizzare l’esperienza d’uso.

Tra le varie opzioni possiamo aumentare o diminuire la forza della molla di centratura e calibrare la centratura dello sterzo. Non mancano poi le opzioni relative al TRUEFORCE, il sistema di force feedback che è forse la più grande novità introdotta dal G923 e di cui vi parlerò tra poco.

Lo stesso software ci permette anche di agire sulla sensibilità dei pedali. Non avendo sistemi di regolazione meccanica della forza da imprimere sul pedale possiamo solo variare la risposta alla pressione. In altre parole non si può alleggerire o appesantire il freno ma solo variare la risposta in relazione al livello di pressione.

ESPERIENZA DI GUIDA

Bene, ma all’atto pratico come si comporta poi questo G923 quando saliamo in macchina? Il nuovo sistema TRUEFORCE porta effettivamente delle migliorie nella gestione del feedback? Andiamo per gradi. Anzitutto vi posso dire che il meccanismo di controllo del force feedback è sempre gestito da ingranaggi che, secondo quanto dichiarato da Logitech sono stati ri-disegnati e ri-configurati in modo da rendere questo ritorno più immersivo. Più immersivo ma non più potente.

La forza sprigionata da questo motore è molto simile a quanto ottenuto con il sistema di ingranaggi del modello precedente e non è minimamente paragonabile a quella che si ottiene con un volante con motore a cinghia o a trasmissione diretta, ma era lecito aspettarselo visto il costo decisamente più contenuto. Se prendiamo in considerazione il prezzo, infatti, questo G923 è comunque una soluzione ottima anche da questo punto di vista.


Il nuovo TRUEFORCE non nasce quindi per offrire una maggiore resistenza ma per simulare in maniera più realistica le sensazioni che si hanno al volante di una vera auto da corsa. In sostanza il volante non si limita più a simulare la resistenza delle ruote in curva ma anche le sollecitazioni delle imperfezioni dell’asfalto e i sobbalzi dei cordoli.

Il risultato è buono, anche se non tutti i giochi sono ancora compatibili. Utilizzando un titolo che supporta il TRUEFORCE, ad esempio Assetto Corsa Competizione, il nuovo sistema di force feedback rende l’esperienza di guida un pochino più realistica. Durante tutta la sessione di guida si può notare una leggerissima vibrazione ad altissima frequenza, che simula lo scorrimento delle ruote sull’asfalto, accentuata poi da dei veri e propri colpi di sterzo quando si passa con gli pneumatici sopra un cordolo.

Nei giochi dove la funzione non può essere ancora attivata, invece, il feedback è sostanzialmente identico a quello che si ottiene con la precedente generazione. In curva lo sterzo si indurisce e in corrispondenza delle asperità del terreno il volante si irrigidisce e alleggerisce repentinamente per simulare l’ingresso e l’uscita delle ruote dall’avvallamento del suolo.

Passando invece ai pedali posso dirvi che quello del freno è stato indurito rispetto al modello precedente e il ritorno è ora più realistico. Se non regolate correttamente la risposta potreste dover fare anche troppa forza per ottenere una frenata efficace; per questo è fondamentale tarare la corsa all’interno del software G-HUB. Il comportamento di acceleratore e frizione non è invece cambiato e il problema più grande rimane la poca stabilità del set. Come dicevo sopra assicuratevi di posizionare i pedali in modo che non possano scivolare lontano dalla seduta. A causa della tenuta non efficacissima della gomma alla base rischiate infatti di trovarvi sdraiati sulla sedia alla seconda frenata nel tentativo di mantenere un contatto con le piastre.

CONCLUSIONI

Tirando le somme a chi consiglio l’acquisto di questo Logitech G923? Sicuramente a tutti coloro che sono alla ricerca di un prodotto economico per muovere i primi passi nel mondo della simulazione di guida e vogliono affidarsi ad un prodotto comunque solido e ben realizzato. Lo street price, che si aggira intorno ai 330 euro, lo rende infatti assolutamente abbordabile e probabilmente una delle migliori (se non la migliore in assoluto) soluzioni nel suo segmento di mercato. Tutto questo senza dimenticare la compatibilità con tutte le piattaforme, next-gen compresa.

In breve, se il vostro intento è quello di divertirvi senza pretese e ottenere un’esperienza sicuramente più immersiva di quella che può offrirvi un banale Joypad allora questo è il volante che fa per voi. Se state cercando un elevato livello di simulazione, invece, date uno sguardo altrove ma preparatevi a sborsare molti più soldi, almeno il doppio per avere differenze sostanziali.

Cambierei un G29 o G920 con questo G923? Se il vostro vecchio modello è ancora integro e completamente funzionante probabilmente non vale la pena aggiornarlo. Il TRUEFORCE è infatti uno strumento carino ma non fa ancora la differenza e la forza e la precisione dei motori non è cambiata in maniera drastica. Magari risparmiate per acquistare un modello più potente tra qualche tempo.

PRO E CONTRO
Buon rapporto qualità prezzoSolido e dal design accativanteIl TRUEFORCE è interessante, quando attivabileDifferenze annullate tra le varie versioni
Giochi compatibili TRUEFORCE ancora limitatiPlastiche un pò cheapI pedali slittano

92

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Pistacchio
The_Th

concordo il G29/G920 che alla fine sono lo stesso volante sono buoni per il prezzo che hanno, spesso si trovano sotto i 200€ su amazon, che è un ottimo prezzo per il kit volante + pedali. Sono prodotti validi anche se non eccelsi, ma come primo volante non sono per nulla male.
Questo non lo prenderei invece, costa oltre 300€ e a quel prezzo va in concorrenza con altri prodotti che reputo migliori

The_Th

io preferisco la postazione con sedile e volante tutto insieme, comunque anche lo stand permette di fissare volante e pedali, che quindi non si muovono.
Se li usi appoggiati a terra è ovvio che se ne vanno per campi

comatrix

Io uso un Wheel Stand che di piega e si mette via, e va oltremodo bene

ANDREA ZETA

Qualcuno lo ha provato con Stadia?

marcy9487

Tra quei due forse il G920, ma tra il G923 (quello recensito in questo articolo) e il TX sceglierei tutta la vita quest'ultimo perché proprio in F1 posso cambiarci la corona e prendere quella appunto per F1.

Leandro Rodriguez

Tra il "Thrustmaster TMX Force Feedback" e il "Logitech G920" per la Xbox Series S (usato con Formula1 2020), quale sceglierest?

The_Th

Tra i contro scrivete che i pedali slittano, ma non ha alcun senso, se si vuole giocare con un volante in maniera decente serve una postazione fissa, non una sedia con il volante appoggiato alla scrivania.

The_Th

In realtà come entry level non sono così schifosi, il g27/g29 se presi in offerta a 180€/200€ non sono così male, alla fine esce un kit completo con poco.
Certo non sono i migliori, ma se uno è alle prime armi inizia spendendo una cifra ragionevole

Gupi

il problema è che logitech e simulazione non possono stare nella stessa frase

Gupi

no, non è una via di mezzo, è un entry level senza pretese

The_Th

Se intendi fare simulazione di guida ad un certo livello 300€ di volante non sono una follia, considera che ci sono volanti che costano 7/8 volte questo.

CinoCv

Su quello hai ragione, ma in realtà è solo un g29 sovrapprezzato e con un accorgimento software che spacciano per cambiamento epocale. E se proprio vogliamo mettere il dito nella piaga, il g29 è comunque un g27 con i pulsantini diversi e senza cambio ad H in confezione. Quindi figurati quanto dovrebbe costare sto robo in realtà

Dea1993

anche io ho quel volante, davvero fantastico per il prezzo pagato.
100 euro circa nel 2012... a distanza di 8 anni e' ancora come nuovo, ha pure la pellicola davanti al pulsante centrale con la scritta GT xD
non avra' i 3 pedali, il cambio ad H, e sicuramente ci saranno volanti con un force feedback piu' avanzato, preciso e realistico, ma per 100 euro, e 8 anni di vita, mi pare piu' che buono.
quello per me poteva essere un volante alla portata di tutti... non questo qua da 320 euro, che se poi vuoi pure il cambio ad H, sono altri 50 euro,

mireste

Quando ho letto "alla portata di tutti" ho quasi pensato di mandare in pensione driving force GT, poi ho letto il prezzo... stai tranquillo mio GT rimarrai connesso alla "PS4" ancora per un pò

nitrusOxygen

I poveri non sono ammessi, ci dispiace.

Ponteggio

Per quello che costa va più che bene. Con una 50ina di euro si aggiunge il cambio manuale e ci si diverte.

Certo, non è un prodotto da pro driver, è una via da mezzo, ma in offerta lo comprerei senza pensarci troppo.

Avevo il G27, purtroppo finito sottacqua durante un’alluvione, e mi ci sono divertito alla grande.

Ora onestamente non ho più il tempo e la voglia di giocare, ma se domani una delle due dovesse tornare comprerò questo senza ombra di dubbio.

Poi c’è di meglio, si, alcuni Thrustmasters hanno un force feedback migliore, ma bisogna aggiungere separatamente i pedali e il pezzo alla fine è quello.

Qui bene o male c’è un kit plug and play divertente e ben fatto, quindi mi sento di consigliarlo.

From Monkey Island 2 (bannato)

Concordo sul fatto che non abbia fatto enormi passi avanti rispetto ai modelli precedenti, ma quella di logitech continua ad essere la migliore soluzione" all in one" con volante e pedaliera.
È vero che In casa Thrustmasterti porti a casa con poche decine di euro in più un volante che si, è sensibilmente migliore ( anche se parliamo di due tipi di volante diversi uno ha un motore brushless l' altro è a ingranaggi)ma che ha una pedaliera assolutamente indegna che ti costringerà a prenderne una a parte.

From Monkey Island 2 (bannato)

non sono qui a fare polemica, ma abbiate pazienza: Non scrivete " un pò" ma " un po' ".

FabriFi

Troppe poche novità rispetto al g29. Il passaggio da g27 a g29 fu enorme, mentre questo mi sembra identico al modello precedente, che tra l'altro in offerta stava a 160 euro, altroché 330

Adri949

C'è ancora il fanatec che avevo sulla ps2. Lo recupero e con un adattatore lo connetto al pc piuttosto

Arale's Poopoo

Su questo sono assolutamente d'accrdo.
Anzi, ad oggi un telefono da 200 ti fa comunque tutto e con un deficit prestazionale d'uso quotidiano minimo rispetto a quello degli smartphone da 1000+€ .

Il problema peró é l'esistenza stessa di questi prodotti, considerando la centralitá degli smartphone nella vita quotidiana.
Mi é capitato di sentire seriamente che 500€ sono "mezzo iPhone" per intendere che non sono tanti soldi, mentre solo una decina di anni fa avremmo detto "mezzo stipendio", ad intendere ovviamente il contrario.

Dea1993

pero' la maggior parte degli utenti continua a comprare smartphone da 200 euro o meno.

Dea1993

ci si abitua... sicuramente non e' il migliore per le formula (e non solo per le formula), ma ho questo che ancora funziona bene, non lo cambio di certo solo per un gioco, inizialmente lo avevo comprato per gt5 su ps3.

frank700

Voglio solo aggiungere che il dfgt non mi pare troppo adatto alle formula, dato che almeno io trovo inusabili i paddle dietro al volante, troppo duri.

frank700

Non saprei.

Vise 718

Dici che conviene aspettare alcuni mesi che scenda un po' o ha già senso così?

Grewal

esatto, io ho infatti comprato tempo fa il t150 pro con la pedaliera a tre pedali, ottimo volante per iniziare!

darkn3ss1

300€ quell'affare manco regalato

il mio vetusto G25 pagato (usato) 70€ quando ne costava 250 ma parliamo anche di 10 anni fa e di grandi progressi questo G923 non ne ha fatti
la pedaliera sempre quella è, anzi la mia almeno col tempo l'ho moddata ed è decisamente meglio

io guarderei sinceramente in casa Thrustmaster per un volante decente ma non troppo costoso, i Logitech solo usati o in offertissima

Arale's Poopoo

Oddio il driving force GT lo amavo... come volante.
La pedaliera mi ha sempre fatto incacchiare perché scivolava sul marmo come una slitta sulla neve e quindi ho mollato poco dopo per mancanza di fondi.

Comunque il problema dei 320 € "alla portata di tutti" é che con gli smartphone che sono ormai abbondantemente sopra i 1000 e sfiorano i 2000€ la percezione della quantitá di denaro diventa quasi marginale.

al3xb3rg

Più che una recensione sembra una pubblicità... Fasola, lascia stare, che questo non è il tuo campo!

Just.In.Time

Lasciate stare, avendo il g29 gi dico che il force feedbakc ad ingranaggi è terribile, degno di un volante da 80€.
Rumoroso, slitta, a scatti e sempre in saturazione nei cambi veloci di traiettoria.
Meglio i trustmaster almeno hanno una cinhia fluida e con maggior forza.

Kamehame

Alla portata di tutti>320e

disqus_hZ3N8tpxMU

per tutti e costa come una consolol

Antonio

Ho provato diverse volte un g29 e avuto un t300 rs per 5 anni... thrustmaster di un altro livello

Dea1993

e poi come ho scritto qua sopra, solitamente sia la deadzone, che l'intensita' del force feedback (che mi pare cio' di cui si lamenta), si configurano a livello software all'interno del gioco

Dea1993

guarda che solitamente il deadzone si configura a livello software... molti giochi permettono di gestire la deadzone del volante e dei pedali.
quello che tu dici non e' il deadzone, al limite e' poca resistenza del force feedback? (che solitamente anche l'intensita' si regola a livello software).
io ho un vecchio driving force GT, non ho questi problemi che citi gioco su F1 2018, la deadzone e' nulla sia sullo sterzo che sui pedali, e il force feedback dello sterzo risponde bene a seconda dell'angolo di sterzo, della velocita', dei cordoli, della forza G, e altre cose.

SoUlSnAkE

Solita recensione pettinata, che poi come si fa a consigliarlo a tutti propio non capisco...

frank700

Praticamente il volante è sempre dritto. Ma ciò di solito rende la vettura anche più instabile o dura. Poi dipende dal gioco.

frank700

La mancanza di forza non è deadzone. Con deadzone si intende la mancanza di risposta: giri il volante (di pochi gradi) ma al gioco non arriva l'input.

LoseYourself

Tra l'altro su amazon warehouse si trova il t150 a 130 euro, imbarazzante per logitech.

LoseYourself

LEGGERA? ci vuole coraggio per chiamare leggero il deadzone dei logitech. Praticamente sul dritto (su assetto corsa nel mio caso) devi stare attentissimo sennò la macchina si rigira da sola. Chiamalo come ti pare ma ci saranno 10° di rotazione in posizione neutra dove non c'è assolutamente forza e quindi non c'è controllo.

Dea1993

ma non ci faccio troppo caso mentre guido... anche perche' a parte la curva nel GP di monaco, ci sono davvero pochissime altre curve dove devi sterzare cosi' tanto

mister x

NUOVA Recensione volante Logitech G923
gente, non compratelo.

frank700

Comunque una formula 1 (e credo tutte le formula) ha di solito 430/450 gradi di rotazione.

Dea1993

ahh si si verissimo 900gradi, anche se 900 gradi li usavo solo su gt5, perche' poi per i giochi che ho fatto su pc (per lo piu' i vari f1), non ho mai sfruttato tutta quella rotazione.
certo che sono sicuro :)
https://uploads.disquscdn.c...

https://uploads.disquscdn.c...

piu' sicuro di cosi'.

frank700

Non credo che sia deadzone: con questo termine si intende che non ci sia nessuna risposta a piccoli movimenti del volante, nella zona centrale. Forse è una leggera mancanza di forza, che è una cosa diversa. Sono cose che si possono sistemare se il gioco permette di accedere a tutti i settaggi del force feedback, come la frizione (non il pedale), ma non tutti lo permettono.
E poi più duro non significa più realistico.

LoseYourself

Perchè pensano di essere furbi cosi lo compri a parte.

LoseYourself

Questo logitech porta i stessi problemi dei logitech di 10 anni fa causati dal motore a ingranaggi ossia che in posizione neutra c'è un deadzone imbarazzante, meccanismo rumorosissimo (la sera con qualcuno che dorme scordatevi di utilizzarlo) e viene venduto allo stesso prezzo del t300 che è un doppia cinghia. Imbarazzante che dal g27 logitech sia ancora ferma allo stesso punto ANZI, hanno pure levato il cambio ad H dalla confezione.

mister x

Come può avere la frizione se non ti danno la leva del cambio?

Recensione Monitor MSI OPTIX MAG274QRF-QD: gaming al top e non solo

Twitch: storie di ban ambigui, streamer in "rivolta" e regolamenti poco chiari | Video

Super Mario 3D World + Bowser's Fury: prove tecniche di Open World | Recensione

Anteprima Bravely Default II: la nuova casa dei fan di Final Fantasy