Recensione Apple MacBook Air 2020: basta finte ventole, scalda troppo!

15 Maggio 2020 1185

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Durante i primi mesi del 2020 si vociferava dell’arrivo di un nuovo MacBook Pro da 14 pollici che sarebbe dovuto essere il dispositivo perfetto per la mobilità e realizzato con la stessa filosofia del MacBook Pro 16: un display più grande e una migliore dissipazione del calore. Gli utenti Apple, e non, erano impazienti di poter toccare con mano un nuovo portatile che avesse dimensioni compatte e prestazioni elevate.

Poi a marzo è uscito a sorpresa il MacBook Air 2020 con processori Intel di decima generazione e ad aprile anche il nuovo MacBook Pro 13 con le vecchie CPU di ottava generazione. Il catalogo dei notebook della casa di Cupertino diventa quindi più affollato e l'utente non sempre è in grado di individuare il dispositivo più adatto alle proprie esigenze. Stiamo cercando di fare un po' di chiarezza, analizzando le potenzialità di ogni prodotto, a chi si rivolge e quali sono le alternative basate su Windows.

MacBook Air 2020 si propone come il portatile Apple più economico e sarà preso in considerazione da chi ha semplicemente bisogno di una macchina leggera, ben costruita, con un buon display e un buon sistema audio. Per questa categoria di utenti le prestazioni possono passare in secondo piano, perché puntano ad avere un portatile piccolo e compatto. Come sarà più chiaro leggendo la recensione, però, anche da questo punto di vista Air 2020 non è il migliore.

INDICE

DESIGN: NON È IL PIÙ COMPATTO

Chi valuta di comprare un MacBook Air lo fa per due motivi: vuole avere un portatile Apple senza spendere tanto oppure ha bisogno di una macchina dalle dimensioni ridotte. La cosa che però in pochi considerano è che ormai ci sono tanti ultrabook sul mercato e che quel fascino che i dispositivi Air avevano qualche anno fa è sparito, perché le proposte di portatili ancor più piccoli, compatti e con un design moderno non mancano. Considerazioni che valgono anche confrontando l'Air 2020 con lo stesso MacBook Pro 13 che può vantare uno spessore più contenuto:

  • MacBook Air 2020: altezza: 1,61cm, larghezza: 30,41cm, profondità: 21,24 cm, peso: 1,29 kg
  • MacBook Pro 13: altezza: 1,56cm, larghezza: 30,41cm, profondità: 21,24 cm, peso: 1,40 kg

Anche il peso non si discosta più di tanto, ma 110 grammi sono quasi impercettibili quando si prendono i portatili in mano o si tengono all’interno di uno zaino. Tutto questo per dirvi che se state pensando al MacBook Air semplicemente perché è piccolo, allora conviene guardare altro, ad esempio il nuovo Dell XPS 13 (altezza: 1,48cm, larghezza: 29,60cm, profondità: 19,90 cm, peso: 1,20 kg).

Dal punto di vista costruttivo MacBook Air è come sempre impeccabile. La mela morsicata ci ha abituato da anni a portatili realizzati in maniera perfetta, solidi, robusti e privi di qualsiasi sbavatura nell’assemblaggio. La scocca unibody è interamente in alluminio e il corpo riprende le linee dell’Air originale del 2008, con il profilo laterale che va ad assottigliarsi nel bordo inferiore. Il telaio e il display non flettono neanche sotto forte pressione e questa elevata attenzione ai materiali regala al portatile un aspetto più premium. Come da tradizione Apple i pesi sono ben bilanciati e si può aprire con una mano sola.

L’Air è sicuramente un bel prodotto anche dal punto di vista estetico, ma se lo mettiamo di fianco a un portatile Windows del 2020 sembra vecchio e con design datato. Il progetto è rimasto identico a quello del 2018, quando è avvenuto il passaggio alla struttura attuale, e aprendo la scocca le cornici appaiono molto spesse. È sicuramente un dettaglio poco gradevole: da una macchina che costa tanto ti aspetti che sia in linea con gli standard attuali.


Il display non cambia rispetto al modello precedente: abbiamo un pannello LCD da 13,3 pollici con risoluzione di 2560x1600 pixel. A parer mio questa è la corretta risoluzione per uno schermo così piccolo. Gli altri produttori di portatili compatti concorrenti solitamente offrono due opzioni: una variante con Full HD 1080 e una con 4K.

Il Full HD può non essere sufficiente per le operazioni che facciamo quotidianamente con un PC, ma il 4k è eccessivo per una diagonale del genere, non fa altro che aumentare i consumi senza offrire un vantaggio tangibile nella visione dei contenuti. Il 1440p, o in questo caso i 1600p perché abbiamo proporzioni 16:10, sono il giusto compromesso tra impatto sulla batteria e definizione.

Lo schermo non offre la stessa accuratezza nella riproduzione dei colori dei modelli Pro, ma si tratta sempre di un pannello di ottima qualità. Grazie ai 400 nits di luminosità massima e al vetro protettivo trattato per avere una superficie poco riflettente, la leggibilità è discreta anche in esterna quando c'è tanta luce.

TASTIERA: UN GRADITO RITORNO AL PASSATO

Anche il nuovo Air è integra una tastiera con meccanismo a forbice che prende il posto di quello a farfalla. Abbiamo già apprezzato questa soluzione nella recensione del MacBook Pro 16 e ci era piaciuta la scelta di Apple di ammettere i propri errori nell’aver creato dei portatili con problemi così evidenti.

La nuova tastiera ha una corsa più alta di un millimetro e ciò va a incidere anche sullo spessore del portatile che aumenta nella stessa misura rispetto a quello dell'Air dello scorso anno. I tasti sono molto stabili e soprattutto sono sparite tutte le criticità legate alla polvere che, incastrandosi sotto i tasti, bloccava il funzionamento e rendeva snervante l’esperienza di scrittura.

Devo ammettere che sono sempre stato un po’ scettico su queste problematiche e non ci ho creduto anche quando sono emerse alcune segnalazioni. Io utilizzavo tutti i giorni un MacBook Pro 15 con vecchia tastiera e non avevo mai riscontrato problemi. In circa due settimane il mio portatile ha cambiato faccia, le lettere hanno incominciato a incastrarsi e l’esperienza è diventata anche per me impossibile da sostenere sino a quando ho deciso di acquistare una tastiera esterna per continuare a lavorare.

In attesa di mandare il mio MacBook Pro 15 in garanzia per essere riparato, sono contento che i nuovi utenti non dovranno fare una pulizia maniacale con aria compressa del proprio portatile e non vivranno mai i problemi del meccanismo a farfalla.

HARDWARE: INTEL DECIMA GENERAZIONE

Air 2020 è stato aggiornato non solo nella tastiera ma anche nella piattaforma hardware perché ora vengono utilizzati i processori Intel di decima generazione. La variante base viene venduta con i3 Dual Core ma con solo 50 euro in più si può fare il passaggio a un i5 Quad Core. Noi abbiamo scelto di testare quest’ultimo perché l’aumento di prezzo non è eccessivo e sarà probabilmente il modello più acquistato. Con le nuove CPU arrivano anche le RAM LPDDR4X con frequenza da 3733MHz. Con l'i5 si ha un upgrade anche della scheda video alla nuova Intel Iris Plus, ma nonostante ci sia una tangibile incremento delle prestazioni grafiche l’Air 2020 rimane una macchina inadeguata per il gaming.

Sparisce il taglio di memoria base da 128GB che era totalmente sottodimensionato per le esigenze attuali e si parte ora con 256GB. Una volta acquistata il portatile la memoria non si può cambiare o espandere e quindi bisogna valutare bene di quanto storage abbiamo bisogno in fase di configurazione. I prezzi per aumentare la memoria sono però troppo elevati. Questi non sono più giustificabili visto che gli SSD NVME con velocità di lettura e scrittura più elevate hanno un costo nettamente inferiore. Ad esempio:

SPECIFICHE TECNICHE

  • display: LED 13,3" IPS 2560x1600, 227ppi, 16:10, tecnologia True Tone

  • Sensore Touch ID

  • processore:
    • Intel Core i3 dual core a 1,1GHz (Turbo Boost fino a 3,2GHz) con 4MB di cache L3), configurabile anche con Intel Core i5 quad core a 1,1GHz (Turbo Boost fino a 3,5GHz) e 6MB di cache L3 / Intel Core i7 quad core a 1,2GHz (Turbo Boost fino a 3,8GHz) e 8MB di cache L3
    • Intel Core i5 quad core a 1,1GHz (Turbo Boost fino a 3,5GHz) con 6MB di cache L3, configurabile anche con Intel Core i7 quad core a 1,2GHz (Turbo Boost fino a 3,8GHz) e 8MB di cache L3
  • archiviazione:
    • SSD PCIe da 256GB, anche con SSD da 512GB, 1TB, 2TB
    • SSD PCIe da 512GB, anche con SSD da 1TB, 2TB
  • memoria: 8GB LPDDR4X a 3.733MHz, anche con 16GB
  • batteria: 49,9Wh, USB-C da 30W, fino a 30 giorni in standby
  • dimensioni e peso: 0,41-1,61x30,41x21,24cm per 1,29kg
  • grafica: Intel Iris Plus, supporto per eGPU compatibili con Thunderbolt 3
  • supporto video:
    • 1 monitor 6K esterno 6016x3384 a 60Hz
    • 1 monitor 5K esterno 5120x2880 a 60Hz
    • fino a 2 monitor 4K esterni 4096x2304 a 60Hz
  • uscita video digitale Thunderbolt 3: uscita DisplayPort nativa via USB-C
  • videocamera: FaceTime HD a 720p
  • porte: 2x Thunderbolt 3 (USB-C)
  • WiFi: 802.11ac, BT5.0
  • audio: stereo, Dolby Atmos, jack 3,5mm
  • tastiera e trackpad: Magic Keyboard retroilluminata a 79 tasti, trackpad Force Touch
  • OS: macOS Catalina

PRESTAZIONI: ABITUATEVI ALLE ALTE TEMPERATURE

Per montare i video io utilizzo il programma di editing Final Cut Pro su un MacBook Pro 15 del 2018 con una CPU i7 di ottava generazione con 6 core, 16 GB di memoria RAM e GPU dedicata AMD RX560. Ovviamente si tratta di una macchina molto più potente dell’Air ma io voluto mettere alla prova questo portatilino per vedere se fosse possibile utilizzarlo per lavorare anche con dei progetti più complessi.

Nota: per fare dei test che abbiano un valore concreto e confrontabile tra macchine così differenti, la funzionalità di rendering in background va disattivata. Si tratta di un una funzione che renderizza il video mentre l’editing e il montaggio sono in corso e serve per offrire dei tempi di esportazioni finali ancora più bassi. Per avere due sistemi con le stesse condizioni l’ho disattivata ed eliminato tutti i file che aveva generato.

I risultati che ho ottenuto sono piuttosto validi con i video semplici: con un filmato 1080p da 10 minuti con correzione dei colori si è comportato molto bene esportandolo in meno tempo di quanto la clip durasse. Con il 4k le difficoltà sono aumentate ma i tempi sono comunque accettabili. Però quando ho provato ad esportare un progetto difficile come la recensione dell’iPhone SE, ricca di transizioni ed effetti, ci sono voluti addirittura 40 minuti.

Tutti questi test possono sembrare assurdi ma li ho effettuati per dimostrare che il vero problema dell’Air non sta nella poca potenza del processore, ma nell’inadeguato sistema di raffreddamento che non consente di spingere le prestazioni per un lungo periodo. Nelle operazioni basilari il portatile si comporta bene perché non ci sono rallentamenti ad esempio mentre si naviga, si gestiscono le mail o si guardano video in streaming, ma quando si effettuano operazioni un po’ più difficili per un lungo periodo allora entra in crisi e scalda parecchio.

Le temperature sono sempre molto elevate indipendentemente da che attività stiate svolgendo. Con Telegram e un paio di schede aperte su Edge si toccano tranquillamente i 70 gradi; quando si guarda un video su YT si arriva anche a 90/95 e poi con un render video la CPU rimane a 100 gradi continuamente. Sebbene possa comprendere delle temperature così alte quando si usa Final Cut, queste non sono giustificabili quando semplicemente stiamo usando YouTube.

Il problema principale è dato dal fatto che la ventola integrata non è collegata ad alcun sistema di dissipazione. Non c’è nessuna heatpipe che sposta il calore dalla CPU o radiatore. L’unica ventola a disposizione muove l’aria all’interno della scocca ma non riesce a tenere a bada le temperature generate.

TOUCHPAD E AUDIO: DIFFICILE EGUAGLIARLO

I MacBook sono da sempre il punto di riferimento per la qualità offerta dai loro touchpad e speaker. L’Air non delude e abbiamo il solito dispositivo di puntamento con Force Touch: la superficie in vetro è liscia, il dito scorre bene e le gesture sono sempre comode e precise. Le casse invece sono due e rivolte verso l’alto. L’audio riprodotto è molto elevato, ricco di bassi e non distorce. Per un portatile così piccolo la qualità offerta è davvero elevata e contribuisce a rendere più appagante la visione di contenuti.

Ovviamente dovrete convivere con un adattatore sempre nascosto in borsa perché ci sono solo due porte Thunderbolt 3 con interfaccia Type C e sono entrambe sul lato sinistro. Ho trovato questa scelta un po’ scomoda perché non è possibile collegare nessun cavo sulla destra e ho dovuto riposizionare gli accessori sulla mia scrivania per poter includere anche l’Air 2020. Per fortuna, almeno sui portatili, rimane il jack audio 3,5 mm.

BATTERIA: IN LINEA CON LE ASPETTATIVE

A causa della quarantena abbiamo trascorso gli ultimi mesi in casa, ma nonostante questo una delle cose maggiormente ricercate in un portatile è una batteria eccellente. Anche su questo fronte l’Air non delude perché è capace di portare a compimento tutti task di una giornata lavorativa con una sola carica. Con un utilizzo standard fatto di navigazione web, scrittura di documenti, gestione di mail, messaggistica e visione di video su YouTube sono riuscito a usarlo 7 ore con la luminosità dello schermo al 50%.

CONCLUSIONI E PREZZI

Il nuovo MacBook Air 2020 è una macchina molto valida dal punto di vista prestazionale, ma i problemi del sistema di raffreddamento sono troppo evidenti per essere giustificati. Nelle operazioni comuni e meno impegnative si comporta in maniera eccellente perché è sempre molto fluido e con pochi tempi di caricamento; quando però gli si chiede di tenere delle velocità più alte per un lungo periodo allora entra in crisi e scalda fino a temperature elevate.

Se siete quindi alla ricerca del portatile Apple più economico e non avete bisogno di tanta potenza allora è la macchina perfetta per le vostre esigenze. Se invece non avete problemi di budget indirizzate la vostra attenzione verso il Pro 13 che non cambia tanto per dimensioni ma offre un raffreddamento più efficiente. Altrimenti, se non avete bisogno del sistema operativo macOS, guardate qualsiasi altro portatile Windows in questa fascia di prezzo perché hanno un design più moderno e sono più potenti.

Noi però vi consigliamo di saltare la variante con processore con Intel Core i3 e spendere 50 euro in più per avere la CPU Intel Core i5 (configurazione disponibile sul sito Apple). Con un prezzo totale di 1279 euro ci possiamo portare a casa un MacBook Air con chip Quad Core, 8GB di RAM DDR4 e 256GB spazio di archiviazione.

PRO E CONTRO:

Costruzione impeccabileVeloce operazioni sempliciOttimo display e touchpadBuona tastiera e audio
Scalda tantoDesign datatoPrezzo elevato delle memorie

VIDEO


1185

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Davide Reverberi

@rudy sei messo bene tu...

Davide Reverberi

Perchè un portatile da 400 euro ha un sistema operativo diverso o prende più virus di quello da 2000 euro?
I 100°C dei portatili Apple sono migliori dei 75°C del Surface solo per citarne uno?
L'alluminio dell'Apple è più alluminio degli altri? migliorare la qualità del monitor o del case prima di adottare un sistema di dissipazione quantomeno decente mi sembra veramente stupido.
Preferisco un brutto portatile che mi dura 10 anni a uno figo per 2 anni che magari mi è costato 4 volte tanto (senza contare che Windows è un plus enorme per me).

Rick 45

Ok ci può stare il tuo discorso sull'acer, sicuramente se lo comprassi oggi troverei una macchina eccellente ma resto nella zona confort. Penso che comprerò ancora Apple a fine anno. Non voglio rischiare di trovarmi ancora con i problemi di Windows di 6 anni fa (aggiornamenti imposti in primis)

Davide Reverberi

Se il tuo Mac Air ha 6 anni vuol dire che lo hai circa dal 2013-2014 se quello prima lo hai preso amche solo prima del 2010 è ovvio che non puoi paragonare le due esperienze.
Dall'uscita di Sandy Bridge le cose soprattutto nel mobile sono cambiate tantissimo. I core 2 duo erano buoni processori ma la parte grafica era scadentissima e anche le schede video discrete avevano una decodifica molto limitata che rendono il computer quasi inutilizzabile al giorno d'oggi anche solo per andare su youtube.
Provato di persona con i miei portatili, pre sandy/ivy bridge e post sono due esperienze diverse, quello che devo riconoscere è che su un portatile da 300 euro hai sempre display molto scarsi non paragonabili a quelli di un Macbook o di un portatile windows di fascia più alta (ovviamente).

Riguardo al fatto dello status simbol è un dato di fatto che la frase più utilizzata dai fan di Apple verso i suoi detrattori sia <<tu dici="" così="" perchè="" tu="" un="" mac="" iphone="" ipad="" ipod="" non="" puoi="" permettertelo="">> come a sottintendere che è da pezzenti essere criticare un prodotto Apple.

Davide Reverberi

o... tu vivi per stereotopi (per altro sbagliati).
accomunare tutti i portatili con installato Windows è indubbiamente una cosa stupida.

Esistono decine o centinaia di produttori, ci saranno sicuramente prodotto fatti male ma statisticamente anche prodotti fatti bene.
Mi dispiace dirtelo, lo so che è un duro colpo, ma sicuramente ce ne sono anche migliori di quelli prodotti da Apple.
Se compri un portatile Windows che costa 2000 € e fa pure schifo vuol dire che non sai scegliere oppure non lo sai usare.

Davide Reverberi

Hai ragione i portatili Windows migliori di questo si trovano anche a partire da 300 euro.
Il mio Lifebook con i3 del 2014 è ancora perfetto ed è più veloce di questo air con (almeno la versione con i3) che non supera i 1.4 ghz sotto stress pur rimanendo costantemento a 100°C fissi.
Vorrei far notare che oltre alla ventola inutile, l'assenza di heatpipe e di un vero e proprio radiatore (chissà perchè tutti gli altri produttori li utilizzano), Linustech ha anche mostrato che il pezzo di rame posto sopra alla cpu non si possa propriamente chiamare dissipatore in quanto non è a contatto con la cpu. C'è un gap di aria tra i due e la pasta termica posta nel mezzo non si è nemmeno spalmata ma ha ancora la forma di goccia di quando la hanno spruzzata...
Questa è la qualità costruttiva di Apple?

Le uniche cose buone in questo portatile (pannello e cpu) sono quelle fatte da altri e maldestramente assemblate.
Prenderei certamente un Surface 3 se fossi costretto a scegliere tra i due, scegliendo liberamente andrei su un portatile con AMD Ryzen che è mostruosamente meglio di intel in questo momento.

BWD87

Veramente i portatili sono tutti degli scaldini al dì di oggi, se non si cambia pasta termica e nei casi più gravi, se non si undervolta... anche lo stesso acer di cui stiamo parlando, ti credi che ha la pasta termica di 10 anni fa??

No non è questo il problema. Il problema dei portatili di oggi è trovarli con 2 slot per la ram ed entrambi non saldati, sai non è così semplice... ovviamente molti vanno amche a risparmio sul dissipatore, vedi gli asus vivobook, quelli son patetici veramente... ma onestamente, se dovessi rifarmi un portatile, mi scelgo un bel acer che abbia il dual channel! O un lenovo....

Newer71

la serie che tu hai faceva parte di una ben consolidata partita di acer buoni.. (come tutta la serie G). Oggi sono tutti degli scaldini tienitelo stretto

sagitt

bene, io programmo PLC & HMI di macchine industriali (windows), programmo inverter, telecamere smart e quant'altro compete in una macchina industriale da circa 100.000€, mi occupo occasionalmente di fare piccola parte di sistemista aziendale (esempio preparato tutti i pc per smart working), configuro magazzini verticali sia via SW, ed in passato ho gestito anche la strutturazione gestionale (Supply Chain & Wherehouse) di tali oggettini, macchine da circa 70.000€ l'una, gestione dei Terminali RF (PDA), nel mio privato assemblo pc da quando ho 13 anni, ne conosco di elettronica (e ho un padre ex elettricista per 30 anni), ho imparato a programmare a 10 anni i primi linguaggi semplici per poi arrivare DA SOLO E SENZA INSEGNAMENTO ALCUNO a programmare in C# (a livello basico ok, ma sempre C# è), dopo anni di sudore (visto che mi sono fatto tra tutto anche 10 anni da magazziniere e controllo qualità) mi sono comprato una casa nel quale mi sono divertito a farmi cablare un impianto KNX, sulla base di quello e con tantissimi altri begli aggeggi in casa mi sono programmato un intero sistema domotico da solo, con un hypervisor KVM fatto con un intel nuc8i3, 32gb di ram, SSD NVME 500 gb 970 pro, 2tb HDD per backup, un server linux con valanghe di script custom in Perl, Python, Bash affiancato da un server domotico Home Assistant... una vps remota sincronizzata che analizza lo stato locale e informa in merito, valanghe di automazioni di cui alcune anche pubblicate in rete...... un nas OpenMediaVault con RPI via PoE, un impianto CCTV hikvision PoE con Zoneminder, un tablet a muro Android totalmente automatizzato in maniera custom tramite tasker sfruttando il protocollo MQTT, tanto che l'elettricista che mi ha cablato casa mi ha offerto un lavoro, ma non tanto lui, il suo programmatore laureato che programma impianti da 20 anni.....

ma hai ragione, io sono un babbeo perché ho un macbook e un iphone, tu invece perché assembli 2 pc sei un fenomeno che sa tutto.

svegliati tu.... babbeo....

BWD87

Lavoro in amministrazione in un'azienda, come primo lavoro e come secondo assemblo pc desktop/workstation, li sistemo, mi occupo di portatili e li sistemo. Perché? Questa curiosità verso la mia vita privata? Ti pebsi di stare a parlare sempre con persone al tuo stesso livello? Apriteli gli occhietti signori che il mondo è diverso da quello che pensate

BWD87
sagitt

Di cosa ti occupi nella vita? Quali sono le tue competenze?

BWD87

Esatto, perchè non vi è nulla da cpire in un bidone del genere!

BWD87
BWD87

Come sopra, pochezza cerebrale ed incapacità di rispondere argomentando, dato che non sai nemmeno di cosa sto parlando

BWD87

Eh si sono io lo stolto.... questo è quello che voi che avete un solo neurone funzionante (forse) riescite a dire quando non avete nulla da argomentare. Probabilmente non ha nemmeno compreso cosa ti ho detto. Rimani nella tua latrina di ignoranza, tira giù pantaloni e mutande e compra prodotti apple, che vedo che sei contento così

fabrynet

Sei fuori argomento, stavamo parlando di design, non di sistemi di raffreddamento.

sagitt

Povero stolto

sagitt

Vabbè il tuo commento sì autocommenta

BWD87
BWD87

Infatti non serve spendere 800€. Se tu non l'hai trovato non vuol dire che non c'è. Sai perchè non l'hai trovato? Perchè sei un emerito incompetente in materia. Difatti utilizzi dispositivi apple!

BWD87

Voi apple fanboy avete il prosciutto negli occhi e anche altrove. Sai che con 150€ di portatile usato si riescono a fare le stesse cose se non migliori di queste schifezze sovraprezzate di macbook?? Ma voi cosa diavolo ne dovete sapere, sapete a malapena accenderlo sto catorcio con una mela strapagato..... a quelli come te, un operatore apple ti dovrebbero raddoppiare il costo dei prodotti quando andate a comprare sta porcheria, perchè altro non è, e sai perchè? Perchè stato rimanendo in pochi fortunatamente! La gente piano piano sta aprendo gli occhi ma a quanto pare tu ancora sogni ad occhi aperti! Svejate che il mondo è un'altra cosa!

BWD87

Perché scusa?? Io ho un 5750g ancora pienamente funzionante e con un i5 ssd e 8gb di ram non lo scambio nemmeno con un macbook qui recensito guarda. Sai perchè? Perchè non si scalda!

admersc

Un mac che dura 2 anni in quale universo parallelo ?

Emanuele Barbato

Andate a vedere qualche recensione seria prima di parlare a vanvera.

Mariano Cirino

qualcuno sa spiegarmi perché il vecchio macbook 2016 non aveva questi problemi di riscaldamento e perché non è più in produzione?

MrViper

€ 1200 per avere un fornetto portatile con 2h di autonomia.

Dunkirk

Nessuno parla della scandola webcam? Riesce da essere migliore lo stesso modello del 2017 rispetto al 2020.

Giulk since 71'

In Apple come detto prediligono da sempre le temperature alte per tenere bassa la rumorosità delle ventole, io senza macfanscontrol sul mio mbp 13 2018 i5, sto sulla cpu peci tra i 50 e 55 gradi con uso leggero

Comunque tieni in considerazione che il Mac ha una marea di sensori e le ventole posso attivarsi o accelerare anche se il sensore cpu peci non è alto, magari perché il Mac rileva temperatura barriera alta o il Palm rest ( dove appoggi le mani ) e via dicendo

Comunque io là temperatura alta l’ho impostata a 75 gradi se ricordo bene, ma poi è soggettiva la cosa a seconda dell’uso che fai del mac

SimOOne

Ho provato MacsFanControl ed effettivamente sembra funzionare..
Appena acceso il sensore CPU PECI segnava circa 80 gradi, dopo un pò è sceso a 47-50.
Ora ho impostato l'aumento delle ventole a 55 gradi con velocità massima a 90 gradi, vediamo come va..

Ma le temperature in generale non sono un pò altine?
Considera che avevo appena acceso il PC, Safari aperto e già avevo impostato MacFanControl da qualche minuto, quindi le ventole hanno girato inizialmente penso al massimo, poi sono scese..

Anyway grazie per il consiglio!

https://uploads.disquscdn.c...

Sucklord9000

Acer...e un brivido mi pervade il corpo.
auguri!

Marco

ho preso un acer i5 decima generazione pagato 650 compreso di un anno di office , mi sto trovando molto bene

GilgameshJR

ho il precedente (720), che configurazione ha il tuo?

GilgameshJR

Il problema è che l'Air ha un sistema di dissipazione primordiale (no ventola su cpu)… indi per cui ha temperature alte (e più alte degli altri ultrabook)

@lberto

Mi puoi indicare i "numerosi strafalcioni grammaticali" gentilmente? Non avrò scritto in maniera impeccabile, ma prima di appenderti a certe cose assicurati almeno di scrivere in maniera corretta quando rispondi. La tua prima frase, oltre ad essere in un italiano a parer mio discutibile, mi mette in bocca cose che non ho detto, anzi dimostra che tu o non hai ben compreso il significato del mio commento o (come credo) cerchi di interpretarlo come meglio ti comoda. Te lo rispiego con un esempio più "drastico": il mio pensiero è che in una situazione di ipotetica parità nel comparto hardware/software e di prezzo una gran parte di consumatori premierebbe i MacBook proprio per il design che qui viene definito datato. Se molta gente preferisce comprare altro è principalmente per una questione di funzionalità e soprattutto prezzo, ma NON perché il design non piace, e questo credo si possa capire guardandosi intorno. Io parlo SOLO di design nel mio commento, non discuto su come funzionano o se il prezzo a cui li vendono sia giusto o meno.
Comunque ognuno spende i propri soldi come vuole, anche guardando solo l'estetica se lo ritiene opportuno.

Caio petrus

Adesso si, fino a domenica sarei stato fuori legge

SemperGio

Tu stai fuori

Caio petrus

Il problema è che adesso mi ritrovo con il MacBook Air e scaduto il tempo per il diritto di recesso l'unica cosa da fare è rivenderlo. Se solo il Pro fosse uscito una settimana prima...

SemperGio

Serie Y sono CPU fanless

giuseppe antonio toscano

Ragazzi un PC portatile per uso ufficio che non costi molto ? Grazie al chi risponderà

Rick 45

Se avessi letto con attenzione i mie post avresti capito che li ho spesi con cognizione di causa in quanto in quel momento il macbook air rispecchiava ciò di cui avevo bisogno e si è rivelato a tutt'oggi, un acquisto azzeccato per le mie esigenze. Non butto via i soldi! ho solo risposto stupidamente a una stupida affermazione.

ffvv

Un gran peccato

Su quel sito però comprano e usano solo mac. Tirano fuori qualche difetto minimo per non farsi dire che di essere dei fanboy

Allora? Quindi? A me fa piacere che spendi i soldi perché non sai a cosa servono. Beh almeno non li spendi a merendine.

Teomondo Scrofalo

92 muniti di applausi!!!!!

krikstyan

A quando una recensione Lenovo Ideapad 5 con il nuovo Ryzen 4500U?

Simone Lux Martignago

"scalda" è decisamente riduttivo. Una rx 480 scalda, un athlon xp scalda, un termosifone scalda,
qui per rendere l'idea della realtà bisognerebbe parlare di touchpad che diventano ROVENTI, non di portatili che scaldano

Fra80

Grazie del consiglio. Ho parlato con L università e hanno una specie di convenzione con Microsoft Italia e mi hanno proposto di prendere il surface studio 2 come aio. Ho letto che è un po’ datato e di sicuro molte delle funzioni che ha sono eccessive per me (ho visto video),

sagitt

Ps avevo l501x

sagitt

Io avevo questo come primo xps, ti assicuro che ci ho speso più a ripararlo che a potenziarlo. Il macbook di pari annata, 200€ in più... il primo ormai è nel bidone l’anno scorso ha smesso di partire penso mb rotta, il macbook lo usa mia madre a soddisfazione. Poi dia gli ultimi xps che hanno tutti un design orrido e un throttling assurdo, partono da 1099 ma con specifiche più basse del macbook air... quindi? Siamo li no? https://uploads.disquscdn.c...

App e gadget low cost per imparare a suonare la chitarra durante il lockdown

Il confrontone 2021: Galaxy S21 Ultra vs iPhone 12 Pro Max, Find X3 Pro e Mi 11 5G

Samsung vs. Apple: confronto tra tutti i Galaxy S21 e tutti gli iPhone 12

Apple e Xiaomi: due storie di posizionamento opposte (ma di successo) | Video