Migliori SSD SATA e PCIe da comprare a ottobre 2020: i top 5 scelti da HDblog

01 Aprile 2020 224

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Qual'è il modo migliore per rivitalizzare un notebook vecchio ma non ancora così malandato da essere destinato al riciclo? Semplice, sostituire il suo disco meccanico con un SSD. Questo nuovo anno potrebbe essere l'occasione migliore per acquistare un SSD SATA e PCIe e oggi vi consigliamo i 5 migliori da acquistare sperando in sconti importanti e offerte per SSD.

Ricordiamo che cambiare SSD è un operazione abbastanza semplice, che richiede un pizzico di esperienza con il mondo dell'informatica ma che non necessita comunque di un tecnico specializzato o di interventi da diverse decine di euro. Un cacciavite, un software per la clonazione del disco e il gioco è fatto. Ma non è questo l'articolo in cui vi spiego come portare a termine questa operazione, se mai qui potete trovare i miei consigli su quale SSD acquistare per sostituire il vostro vecchio HDD.

COME SCEGLIERE UN SSD

Ma andiamo con ordine; quali caratteristiche devo prendere in considerazione prima di acquistare un SSD? Cercherò di rispondere a questa domanda nella maniera più semplice possibile, indicando parametri basilari che tutti possono facilmente recuperare e interpretare ovvero le velocità di scrittura e lettura, la capacità, la tipologia di memoria e il tipo di interfaccia.

  • In relazione alle velocità di lettura e scrittura di un SSD è necessario prendere in considerazione due valori: quello relativo alla velocità sequenziale e quello di lettura e scrittura random. Nel primo caso parliamo delle velocità raggiungibili nel trasferimento dati in maniera sequenziale (espresse in MB/s), ad esempio quando spostiamo file di grosse dimensioni. Un dato che è quindi utile per comprendere le possibilità del disco ma che non rappresenta uno scenario di utilizzo che impatta sulla reattività del sistema. Molto più importanti sono invece i valori di lettura e scrittura random, che indicano proprio il numero di operazioni al secondo che è in grado di portare a termine un SSD, consentendo quindi di valutare la reale reattività del disco. In questo caso non si parla più di MB/S ma di IOPS: Input/Output Operations Per Second. Per darvi un'idea della differenza tra un vecchio HDD e un SSD vi basti sapere che, nel migliore dei casi e restando in ambito consumer, si parla di circa 100 IOPS per un HDD SATA contro gli 80/85.000 degli SSD (ma si arriva fino a 100.000).
  • Per quanto riguarda la capacità parliamo ovviamente di un parametro che varia a seconda delle esigenze di chi acquista l'SSD. Se siete già in possesso di un notebook e volete sostituire il vostro disco meccanico con un SSD potete acquistarne uno della stessa capacità del HDD presente nella vostra soluzione. Tenete però in considerazione che molto spesso questi dischi sono in buona parte vuoti anche dopo anni di utilizzo. Potrebbe quindi essere utile valutare la quantità di dati presente al loro interno ed eventualmente valutare l'acquisto di un SSD con una capienza inferiore a quella dell'HDD originale, risparmiando così qualche decina di euro.
  • Per tipologia di memoria intendiamo invece la tecnologia con cui sono state realizzate le memorie all'interno del nostro SSD. Si dividono principalmente in tre tipologie: SLC, MLC e TLC. La principale differenza tra queste tre tecnologie sta nel numero di bit presenti in ogni cella. Un discorso abbastanza complicato; vi basti sapere che le SLC sono le più veloci e affidabili, ma anche le più costose. Le MLC sono le più diffuse e quelle che offrono al momento il miglior compromesso tra qualità e prezzo. Chiudiamo con le TLC che permettono di avere capacità superiori ad un costo più contenuto, con tutti i compromessi del caso.
  • Infine vi parlo di interfaccia. Sminuendo molto il valore del soggetto, potremmo anche definirla semplicemente come la tipologia di connettore ma non fraintendetemi, so bene che non è solo questo, questa guida vuole però essere il più semplice possibile. Esistono fondamentalmente due tipi di interfaccia: la PCI-Express e le SATA. La prima è la più veloce ma spesso non è compatibile con in notebook più datati e con le schede madri di qualche anno fa. La seconda è decisamente più diffusa, non permette di raggiungere le velocità delle PCI-Express ma supporta pienamente la maggior parte degli SSD. ATTENZIONE: capita spesso di confondere interfaccia e formato. m.2 e PCI-E, ad esempio, non sono la stessa cosa. Esistono SSD SATA in formato m.2 quindi prestate bene attenzione e verificate che lo slot m.2 del vostro notebook o desktop sia effettivamente compatibile PCI-E.

Ora che vi ho spiegato quali sono le caratteristiche da prendere in considerazione nel processo di acquisto di un SSD possiamo passare al sodo. Ecco quali sono gli SSD più venduti su Amazon e quali vi consigliamo in base alle vostre esigenze.

SAMSUNG 860 EVO

CONSIGLIATO A: chi vuole le massime prestazioni e affidabilità e necessita di una soluzione SATA

L'SSD Samsung 860 EVO nel taglio da 500 GB è il modello più venduto su Amazon e anche a livello di caratteristiche è indubbiamente uno dei prodotti più interessanti all'interno della sua categoria. Il modello di cui vi parliamo è quello nel fattore di forma da 2,5 pollici con interfaccia SATA 6. Le velocità sono quelle raggiungibili dalla maggior parte degli SSD SATA in circolazione e parliamo nello specifico di 550 MB/s in lettura e 520 MB/s in scrittura. Interessanti, e tra e migliori nella categoria, le prestazioni in scrittura e lettura casuale. In questo specifico parametro l'860 EVO fa segnare rispettivamente 98.000 IOPS e 90.000 IOPS.

Per il suo SSD 860 EVO, Samsung prevede poi una garanzia di 5 anni o 300 TBW (Terabytes Written per la versione da 500 GB ). Non è un record, alcuni produttori si fidano talmente tanto della propria tecnologia da fornire garanzie fino a 10 anni, ma diciamo che siamo nella media dell'offerta nel segmento di prezzo.

Da sottolineare poi anche il buon supporto software. L'azienda fornisce gratuitamente a tutti coloro che acquistano un SSD Samsung il software Magician, che permette di controllare le prestazioni del disco, aggiornare il firmware, criptare i file e modificare partizioni. Se il vostro scopo è quello di sostituire l'HDD di un notebook o PC desktop potete invece sfruttare Samsung SSD Data Migration che vi guiderà passo a passo durante le operazioni.

KINGSTON SSD A400

CONSIGLIATO A: chi ha bisogno di tanto spazio, magari per creare un disco portatile veloce, e non vuole spendere troppo

Al secondo posto nelle classifiche di vendita Amazon troviamo una proposta Kingston. Per la precisione parliamo del modello A400 nel taglio da 240 GB ma la proposta dell'azienda include altri 3 modelli da 120 GB, 480 GB e 960 GB. Si tratta di un SSD nel formato da 2,5 pollici che utilizza memorie di tipo TLC e interfaccia SATA 3. Le prestazioni in lettura sono di 500 MB/s per tutti i modelli, mentre in scrittura si parte da 320 MB/s del modello da 120 GB per arrivare ai 450 di quelli da 480 e 960 GB. Buoni i valori di lettura e scrittura casuale con picchi di 95.000 IOPS e 85.000 IOPS rispettivamente.

Rispetto al modello Samsung visto sopra abbiamo una velocità di scrittura casuale leggermente inferiore e soprattutto una garanzia che copre soltanto i primi 3 anni. Caratteristiche inferiori quindi, ma anche un costo decisamente più contenuto. Il modello preso in considerazione, da 240 GB di capacità, costa infatti solo 29 euro, contro gli oltre 50 euro dell'860 EVO.

A livello software Kingston offre l'applicazione Kingston SSD Manager, che consente agli utenti di controllare e gestire alcuni aspetti del proprio SSD. Ovviamente il funzionamento è garantito solo con gli SSD dell'azienda e grazie a questo applicativo sarà possibile monitorare lo stato di salute del disco, reperire informazioni quali modello, numero di serie e versione del firmware, aggiornare quest'ultimo e formattare l'unità.

CRUCIAL MX500

CONSIGLIATO A: chi cerca il miglior rapporto qualità/prezzo tra le soluzioni SATA più diffuse

Un salto in casa Micron per un disco che si posiziona nel mezzo rispetto ai due appena citati. Parlo nello specifico dell'MX500 che utilizza memorie TLC e può raggiungere velocità di lettura e scrittura sequenziali pari a 560 MB/s e 510 MB/s. Siamo quindi più o meno allineati alle altre proposte analizzate fino ad ora, così come non cambia molto nemmeno dal punto di vista delle velocità di lettura e scrittura casuali, rispettivamente dichiarate pari a 95.000 e 90.000 IOPS.

Giusto per non uscire troppo dal seminato anche questo MX500 è un SSD SATA in formato da 2.5 pollici e integra un chip che preserva il disco in caso di interruzione imprevista della sessione di lavoro, come nel caso di un calo di tensione. Come per i modelli precedenti anche questo MX500 è disponibile in 4 tagli differenti: 250 GB, 500 GB, 1 TB e 2 TB. Crucial offre per questo MX500 5 anni di garanzia e dichiara una durata pari a 180 TBW per il modello da 500 GB.

Dal punto di vista software Micron mette a disposizione dell'utente un programma chiamato Crucial Storage Executive che permette di ottimizzare le prestazioni del proprio SSD e di ottenere aggiornamenti periodici del firmware. Non manca la possibilità di monitorare la temperatura dell’unità, reimpostare la password di crittografia e abilitare la funzione Momentum Cache, per rendere molte operazioni dell’SSD fino a 10 volte più veloci. Per la clonazione del vecchio disco esiste invece una versione del software Acronis True Image appositamente ottimizzato per le soluzioni Crucial.

Dopo i modelli SATA vi proponiamo due prodotti PCI-E che, come risaputo, offrono prestazioni migliori ma anche un costo un pochino superiore. Prima di acquistare uno di questi due SSD verificate che il vostro notebook o la scheda madre del vostro PC desktop siano compatibili e offrano uno slot che possa alloggiarne uno.

SAMSUNG 970 EVO PLUS

CONSIGLIATO A: chi vuole le massime prestazioni e non si preoccupa troppo del budget

Il primo SSD NVMe PCIe che vi proponiamo è attualmente il più venduto su Amazon.it. Parliamo di Samsung 970 EVO Plus nella variante da 500 GB di memoria. Si tratta di un disco con fattore di forma M.2 perfetto per aggiornare il vostro notebook aumentandone il quantitativo di memoria di storage o migliorandone la reattività nel caso in cui sia dotato di un modello con prestazioni inferiori. Basato su memorie con tecnologia V-NAND prodotte dalla stessa Samsung questo 970 EVO Plus si configura come una delle alternative migliori nella sua categoria.

Le prestazioni sono ovviamente molto superiori a quelle descritte per i modelli SATA; parliamo di 3500 MB/s in lettura e 3300 MB/s in scrittura sequenziale, contro i 500 MB/s dei prodotti elencati poco sopra. Passando poi ai valori di lettura e scrittura casuale ci attestiamo a circa 600.000 e 550.000 IOPS. Disponibile nei tagli di memoria da 250 GB, 500 GB, 1 TB e 2 TB, Samsung 970 EVO Plus offre 5 anni di garanzia e una durata dichiarata per il modello da 500 GB di 300 TBW.

Anche qui troviamo lo stesso supporto software dei modelli SATA. L'azienda fornisce gratuitamente a tutti coloro che acquistano un SSD Samsung il software Magician, che permette di controllare le prestazioni del disco, aggiornare il firmware, criptare i file e modificare partizioni. Se il vostro scopo è quello di sostituire l'HDD di un notebook o PC desktop potete invece sfruttare Samsung SSD Data Migration che vi guiderà passo a passo durante le operazioni.

CRUCIAL P1

CONSIGLIATO A: chi cerca il miglior compromesso tra prezzo e prestazioni tra i modelli PCIe NVMe

Il secondo modello PCIe NVMe che vi proponiamo è il Crucial P1 che, nel taglio da 1 TB è disponibile praticamente allo stesso prezzo del Samsung 970 EVO Plus nella versione da 500 GB. Ovviamente per contenere i costi è necessario scendere a qualche compromesso che si traduce in prestazioni che, pur restando ottime, sono un pochino inferiori rispetto a quelle del modello dell'azienda coreana. Crucial P1 si basa su memorie Flash NAND QLC 3D prodotte dalla stessa Micron, forte di un'esperienza di 40 anni in questo settore.

Pur inferiori a quelle delle soluzioni top le velocità di lettura e scrittura sequenziale restano comunque ottime e fino a 4 volte superiori rispetto a quelle dei modelli SATA. Parliamo infatti di 2000 MB/s in lettura e 1700 MB/s in scrittura sequenziale. Bene anche i valori relativi a lettura e scrittura casuale che si attestano rispettivamente a 200.000 IOPS e 170.000 IOPS, circa il doppio dei migliori prodotti in formato 2.5 pollici. Crucial dichiara, per il modello da 1 TB, una durata di 200 TBW e garantisce i suoi P1 per 5 anni.

Infine ricordiamo anche qui il supporto software che, come per i modelli SATA di casa Micron include un programma chiamato Crucial Storage Executive che permette di ottimizzare le prestazioni del proprio SSD e di ottenere aggiornamenti periodici del firmware. Non manca la possibilità di monitorare la temperatura dell’unità, reimpostare la password di crittografia e abilitare la funzione Momentum Cache, per rendere molte operazioni dell’SSD fino a 10 volte più veloci. Per la clonazione del vecchio disco esiste invece una versione del software Acronis True Image appositamente ottimizzato per le soluzioni Crucial.

VIDEO


224

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Darkat

E direi proprio di si. Non ho capito nemmeno quello che hai detto, la cosa che fa ride e che sto facendo una discussione sul utilizzo dei hdd 7200 nel gaming nel 2020.... ciao

Darkat

Sony e Microsoft hanno configurazioni sotto i mille euro? Lol non mi pare, forse parliamo due lingue diverse

Scrivo ad Sony e Microsoft di andare a vedere i siti di Building prima di fare una configurazione Gaming. Ti ripeto usi gli HDD dove non hai soldi per mettere ssd nvme, gli hdd 7200 sono prodotti obsoelti.

Darkat

Mi sembra di averti gia detto a cosa serve quell’hdd in più non certo per le prestazioni ma spetta scrivo a microsft e sony che con le nuove loro console hanno toppato il BUILDING dovevano mettere un hdd 7200 al posto di SSD...
Ciao ciao

Darkat

NO! Zio santissimo, io ho parlato di BUILDING, sai che vuol dire? Santo cielo.
Buona ignoranza a 350°.

Ah capisco. Tu pensi che i pc gaming sono esclusivamente quelli sui siti dei produttori di pc gaming.... questo spiega Il tuo pensare che i pc gaming usano l’HDD Per giocare... che loro infatti continuano a mettere. Questo spiega tutto e chiude il quadro. Ciao Ciao
Buon gaming su 7200 rpm.

Darkat

Nessuna configurazione odierna monta il DVD, non diciamo fesserie su

Pensa alcuni pc gaming montano pure il DVD lo usano come gamepad?
Cmq basta di cosa parlamo un pc gaming con HDD... mettici quel caxxo che ti pare e lasciami perdere.
ciao

Darkat

No vengono usati per le configurazioni gaming sotto i 1500 euro in pratica, non è così economico creare configurazioni gaming di soli SSD

Certo é comunque un pc le foto I film li puoi mettere sul tuo hdd. Solo per il rumore Ed il calore sconsiglio gli hdd su configurazioni serie. Siamo seri coi prezzi di oggi solo un folle compra un hdd nuovo, qualunque essere sano ne ricicla uno a casa per i backup e altro. Ciao

Darkat

Hdd nel gaming di oggi?
Come dice questo sito abbastanza rinomato nell’ultimo rigo solo un pazzo non li sostituirebbe.

https: //www. tomshw. it/hardware/hard-disk-vs-ssd-sata-vs-ssd-nvme-differenze-test/

Oggi si usa altro e parliamo di prezzi accessibili....

https://uploads.disquscdn.c...

Darkat

Senti qui si parla di un tizio che chiede cosa mettere nella PS4 che tra un'anno butta, e io gli dico prendi un SSD che è MEGLIO e lo userai pure in futuro prossimo quando butterai la ps4.
Nelle aziende si usano ancora le cassette a nastro cosa cavolo c'entra?

Darkat

A parte che vengono usati ancora oggi lol ma non è vero che l'hybrid va più veloce di un 7200, non nel caricamento dei giochi sicuramente. Gli HDD vengono ancora usati nei PC gaming, accanto agli SSD, per diversi motivi (tipo la limitatezza delle porte M2 sulle schede madre e il poco guadagno degli SSD sata sugo meccanici rispetto al GRANDE guadagno di archiviazione, proprio per fare un esempio).
Vai su un qualsiasi sito di PC Building e ne riparliamo

L'Hybrid della segate è spesso più veloce di un 7200.
Ripeto la differenza è clamorosa, un SSD nella PS4 batte HDD 7200 la differenza va dall'ordine dei secondi a quella della decina di secondi.
Questo è un dato di fatto.
inoltre credo sia poco intelligente comprare nel 2020 un HDD 7200 che non potrai riciclare per metterlo in una console che sta morendo

Darkat

Ripeto: il 30% lo hai sull'hard disk base di PS4 a 5600 giri, non sul 7200, dove lo scarto è nettamente inferiore, con uno svantaggio tangibile sullo storage.

Più di questo cosa vuoi che ti dica?
La differenza mi sembra evidente parliamo di minimo 10 secondi a caricamento da 30secondi, circa il 30%, che é un immensità in questo mondo per avere poi un prodotto piu rumoso, che pesa quattrovolte, che scalda e che dovrai buttare...

Darkat

Io non vedo tutto a questa differenza tra i 7200 e gli SSD sata che supporta PS4, certo lo riusi l'ssd ma lo paghi comunque caro rispetto alla capienza che ti può fare un 7200 a parità di prezzo, non vedo questo gran vantaggio visto che la PS4 nemmeno sfrutta bene la tecnologia degli SSD

Darkat

Appunto, sta facendo un paragone tra un SSD sata e l'hard disk interno di PS4 che va a 5600 giri, io ti ho detto di prendere un 7200 e vedrai che appunto avrai le stesse identiche prestazioni, quel 30% in piu, ma con uno storage molto più grande e risparmiando soldi

Darkat

Non ha prestazioni migliori sulla PS4, ci sono video di benchmark che te lo dimostrano, la PS4 non supporta nessun SSD di nuova generazione, vai su youtube

Meglio non comprare nulla. ma spendere soldi per un HDD normale so proprio soldi buttati...

Anche no.
oltre ad avere comunque prestazioni migliori, almeno l'ssd lo potrà riciclare in un futuro.

Dydog

Questa è proprio bella! Come se Samsung non producesse la maggior parte dei chip di memoria presenti ognidove, anche in prodotti rimarchiati.

Ale.T1212

io ho preso il sabrent rocket 512GB ieri a 50 euro...vediamo comè

R41

Anche io acquisto sempre da loro

R41

Samsung è un produttore generalista, mancano solo il formaggio e il prezzemolo, Micron è uno specialista delle memorie

R41

Pinche altro è questo articolo ( e gli altri sul black friday) a non avere senso, perchè non segnala solo le promozioni, ma anche articoli a prezzo pieno

Andee Kcapp

Grazie per la spiegazione, così mi sono tolto qualche dubbio

erdarkos

che prese per il cuXX ... sconti che non sono sconti, basta guardare l'andamento dei prezzi un paio di mesi prima e rendersi conto che continuano a prendere per il lato B gli utonti!

Marco P.

Domanda lecita. Perché solo il G5 15 ha la 2060 a 1400€, mentre questi hanno CPU più recente e si fermano TUTTI alla 1650?
C’è una differenza abissale tra le due quasi, e non comprendo

DjL4S3r

Li ho praticamente tutti XD

2x 970 Evo plus da 500Gb, 1x 860 Evo da 500, 1x 860 Evo da 1Tb, 1x A400 da 480Gb. Ho anche un 860 Pro da 512 che devo provare... ;)

DjL4S3r

Acquistati alcuni per dei clienti, direi discreti per quanto offrono, e li consiglio come rapporto/prestazioni.

nic74

ok grazie

Marco

Lo sto usando su un Macbook Pro 2011 ed è assolutamnte competitivo in termini di rapporto prestazioni/prezzo. L'ho montato da qualche mese e per il momento nessun rallentamento o problemi da segnalare.

nic74

Qualcuno sta usando Crucial BX500? Come vi trovate?

Aster

Si ci sta

Account Anniversario

https://uploads.disquscdn.c...
ecco qui un altro test

Account Anniversario

https://uploads.disquscdn.c...

ecco qui un test fresco fresco

Gark121

mmm devo provare un adattatore diverso. lo uso su un fisso come disco per i giochi che uso più spesso e fa 300MB/s scarsi.

Matt

Ok, ma non certo si può dire che Crucial/Micron sia conosciuto come Samsung ;)

Account Anniversario

Io raggiungo tranquillamente i 500MB effettivi... Su un portatile di m per giunta

Account Anniversario

IO ho sia i BX che gli MX. Confermo i problemi di surriscaldamento delle unità BX, le quali (almeno le mie) a 60ºC rallentano in modo veramente vistoso, per poi "riprendersi" una volta calate le temperature.
Le mie unità MX invece, non soffrono assolutamente del problema di surriscaldamento e rallentamento conseguente

MasterBlatter

Se elabori video il collo di bottiglia è la RAM non il disco

Anthony Gallo

Stavo pensando la stessa cosa

matteventu

Nessun problema :)

erdarkos

preso Samsung 970 m2 da 1 tera a 130 euro ... stai bene cosi Amazon cara!

Aster

Ma non conosciuto dove!!?qua su hdblog;)dove conoscono solo apple,Samsung,fritzbox,ecc, e i soliti noti sponsorizatisponsorizati in ogni settore

Recensione Mac Mini Apple Silicon M1, ho QUASI sostituito il mio desktop da 2K euro

Recensione HONOR Router 3: il miglior Router Wi-Fi 6 qualità/prezzo

Apple Silicon è il futuro di Apple: da desktop a smartphone, andata e ritorno

Recensione Honor MagicBook Pro, occhio ai paragoni azzardati!