Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Huawei e SMIC potranno produrre chip a 5 nm entro fine anno | Rumor

07 Febbraio 2024 34

Indiscrezioni del Financial Times raccontano che Huawei e il suo "braccio produttivo" SMIC avrebbero fatto progressi nel realizzare i chip senza gli strumenti occidentali bloccati dal ban, tanto notevoli che entro fine anno potrebbero riuscire a partorire dei SoC con processo produttivo a 5 nanometri. Il SoC più avanzato di Qualcomm, lo Snapdragon 8 Gen 3, è prodotto da TSMC con processo a 4 nanometri, quello di Apple, l'A17 Pro, a 3 nanometri: il duo Huawei-SMIC sarebbe a un passo.

Secondo il rumor, la cinese SMIC (Semiconductor Manufacturing International Corp) avrebbe realizzato a Shanghai delle nuove linee produttive per semiconduttori così da trasformare in prodotti concreti le consegne di HiSilicon, la controllata Huawei che progetta i Kirin. I chip a 5 nanometri finirebbero su smartphone, tablet e prodotti per l'AI. L'indicazione sul processo produttivo metterebbe Huawei a un passo dai colossi occidentali, malgrado il ban che per molti anni, oltre al giro d'affari, ne ha castrato le ambizioni. Considerando però l'intero pacchetto, i chip a 5 nanometri non dovrebbero essere equivalenti agli omologhi occidentali.

MOLTI COMPROMESSI DA MANDAR GIÙ

La raffinatezza non sarebbe la stessa, nonostante il processo produttivo. La testata londinese racconta infatti che i semiconduttori non sarebbero ricavati tramite litografia ultravioletta estrema (EUV), cioè il processo industriale più avanzato in questo momento, a causa del fatto che il ban impedisce di acquistare e di utilizzare gli strumenti necessari. I chip a 5 nm SMIC e Huawei li produrrebbero con macchinari DUV, litografia ultravioletta profonda, in soldoni la tecnologia che veniva utilizzata prima che la EUV prendesse piede e si affermasse come la migliore.

79 x 163.65 x 8.1 mm
6.82 pollici - 2720x1260 px
79 x 163.65 x 8.1 mm
6.82 pollici - 2720x1260 px
76 x 161.4 x 7.95 mm
6.69 pollici - 2688x1216 px

Non saranno chip all'ultimo grido in sostanza, però dovrebbero essere un passo avanti rispetto a quanto si sia visto con l'inatteso Kirin 9000S dei Mate 60. Oltre all'arretratezza tecnologica sui migliori del settore, con i chip a 5 nm di SMIC - racconta sempre il FT su input di fonti del settore - ci sarebbe un altro aspetto non secondario da affrontare: i costi di produzione. Rispetto a un chip equivalente uscito dalle rodate fonderie di TSMC, quelli prodotti in Cina costerebbero tra il 40 e il 50% in più, costi che in qualche maniera Huawei dovrà trovare il modo di ammortizzare e che la renderanno comunque meno competitiva sul mercato.

Infine le fonti hanno spiegato che si prevede una resa inferiore e non di poco rispetto a quella dei migliori: nel "cestone" dei chip prodotti che risultano poi essere incompatibili con le specifiche di progetto, quindi i chip non utilizzabili, finirebbero circa il 60-70% unità in più rispetto a quelle che getta via una fonderia collaudata come quella di TSMC.

Che l'intera operazione di Huawei e SMIC sia solo dimostrativa per il governo cinese? - ha detto al FT Douglas Fuller, esperto di industria cinese dei semiconduttori.

SMIC dovrebbe produrre almeno due chip per conto di Hisilicon: un SoC per gli smartphone Huawei e un Ascend 920 - ne abbiamo parlato qui - per le applicazioni di intelligenza artificiale.


34

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ginlucks

Questa è una leggenda, anche la cina applica ban, tipo da sempre, tra l'altro basterebbe volerle trovare queste informazioni, non sono nascoste.
Poi mettere un ban sulle terre rare vorrebbe dire non solo perdere il miglior partner commerciale, ma anche rinunciare a tutta una serie di ordini che mandano avanti le fabbriche cinesi. Uno ha bisogno dell'altro in maniera vitale

c1p8HD
Luigi722

Ma non solo. Il ban è dovuto alla necessità di bloccare la forza militare, a quello che è la Cina in prospettiva per la possibile invasione di Taiwan e per le minacce che porta in tutto il sud-est asiatico. Una minaccia per tutti

Jenko 21

Si Crucco

Coolguy

Le SANZZZIONIHHH

Klaus Heisler

quanto conta questo "iphone" in termini strategici? niente.

Klaus Heisler

perchè dovrei regalare i dati della mia popolazione? ciarl_tano!

meyinu

Stanno gia mettendo sul terreno un altro processo produttivo non più basato sulla macchina litografica di ASML ma su un sistema a sincrotrone. Ne hanno parlato alcuni giornali facendo vedere i progetti per il nuovo macchinario che sarà grande quanto un intero stabilimento. Se ne era parlato anche in Europa di questa possibilità ma non è mai stata portata avanti perché ASML ha fatto di meglio e in modo più economico (forse). Vedremo tra qualche anno la tecnologia Cinese che si dice sorpasserà le macchine litografiche EUV.

Ansem The Seeker Of Lossless

La Cina ha diversi blocchi e regole nei confronti delle aziende estere.
Non è mai stata aperta come gli usa

Roundup

Basta che li facciano piccoli, anche i telefoni

Andreoid

Faranno una nuova serie (tipo la 60) per il mercato interno. Per entrare in competizione con altre fabbriche invece servirebbero forti incentivi da parte dello Stato

sw3ntrax

vero, ma prova a bannare dispositivi apple, come hanno fatto con huawei... poi vedi come Tim si ingroppa qualcuno e con piacere.....

Surak 2.05

Come diceva Confucio "piuttosto che niente, meglio piuttosto" , per cui saranno indietro e non sarà nemmeno al livello stesso del "nome", ma comunque hanno recuperato molto e in caso di ulteriori aggressioni economiche hanno comunque un prodotto casalingo
Da vedere poi se facendo economia su altro, quei difetti sono accettabili per l'utente medio rispetto al resto (ed al costo)

Jenko 21

Con brevetti USA

Jenko 21

Ma è solo una speranza la tua fortunatamente. Intanto la sprangata la prendi tu, e non sui denti.......

Arale's Poopoo

Ad ASML è stato impedito di fatto di poter commerciare con aziende cinesi, se non fosde per il fatto che ASML crea i dispositivi litografici usando brevetti protetti dal codice statunitense.

Nulla le vieta di vendere i propri prodotti ai cinesi creando macchinari senza brevetti USA, ma poi può scordarsi di vendere i propri prodotti ad Intel o a TSMC, dato che nessun microchip prodott o con macchinari ASML potrebbe entrare negli stati uniti.

Jenko 21

Decine di aziende USA non possono operare in Cina. Sono i CRIMINALI cinesi a farlo per primi e da anni!

T. P.

è un mondo difficile... :(

Giovanni

Le terre rare mica ci sono solo in Cina, diciamo che li costa meno estrarle e raffinarle.

Giovanni

Non dimentichiamoci che tra i motivi del ban ad Wiwowhei c'era anche l'avere fatto affari con l'Iran sotto embargo.

sw3ntrax

certo, ma non è normale far si che tu obblighi uno stato ad essere nell'era dei dinosauri nei chip in modo che non possa evolversi come fanno gli Usa...
oltretutto, fai in modo che non possa farseli e che non possa comperarli... stai abusando.. e lo stesso farei io, niente iphone in cina e terre rare col contagocce

Giovanni

Che bello avere qualche eccellenza anche in Europa ...

Giovanni

speriamo che la prendi anche tu XD ...

Giovanni

Oppure gli usa potrebbero fare come la cina, sfruttando il popolo ed impedendogli di votare, tenere l'aria inquinata nelle città, dare sovvenzioni alle proprie industrie, spiare i segreti industriali cinesi, annettersi Cuba, ecc.

T. P.

diciamo che le situazioni sono differenti ma, aldilà di questo, sanno entrambi che non possono andare troppo oltre nel muro contro muro perchè già hanno diversi punti su cui si stanno scontrando...

sinceramente, dobbiamo solo sperare che la tensione di abbassi non che si inasprisca!

sw3ntrax

cioè, fammi capire, uno può fare il suo comodo e l'altro no?

T. P.

per la terza guerra mondiale intendi?

sw3ntrax

non so, non riesco proprio a capire... gli usa mettono ban alla cina e la stessa non lo fa agli usa...
basterebbe che bannasse prodotti apple e terre rare e il gioco è fatto

Ansem The Seeker Of Lossless

Tra 5 anni magari saranno dove sono oggi TSMC e altri.
Recuperare il vantaggio è parecchio difficile, anche perchè i banm vari potranno solo peggiorare

Ansem The Seeker Of Lossless

In pratica sono indietro di quasi 5 anni sul risultato finale che hanno ottenuto con rendimenti inferiori e costi maggiori.
Alla faccia di chi diceva che il ban non serviva

Ansem The Seeker Of Lossless

La Cina doveva aspettarselo dopo anni di blocchi e di infrazioni di proprietà intellettuale.

Alex........

Sono dell'idea che Huawei entro 5 anni darà del filo da torcere alla concorrenza. Considerando anche quanto investono in ricerca e sviluppo, non mi meraviglierei se riuscissero a trovare un'altro processo produttivo.

Patrizio Battemano

Più che altro è Curioso come i paladini del libero mercato impediscano ad uno stato terzo di commerciare legalmente con un altro stato terzo, e allo stesso tempo continua a sfruttare la manodopera a basso costo. Della serie “potete essere schiavi, ma non potete essere produrre prodotti più avanzati dei nostri”. Ricordiamoci che Huawei aveva pure superato Samsung per un periodo. Il ban è stato una chiara mossa commerciale per favorire Apple e le aziende commerciali, anche perché per fini militari non vengono usati chip così avanzati

Fade

curioso come del ban americano il vero ostacolo per huawei sia l'impossibilità ad acquistare le macchine EUV dell'olandese ASLM

Abbiamo rifatto la nostra workstation, ora è tutta ASUS ProArt!

Recensione AMD Radeon RX 7600 XT: mainstream ma con 16 GB di memoria

Acer Predator, nuovi laptop in arrivo. C'è anche un monopattino! |VIDEO

Recensione GeForce RTX 4080 Super FE: il modello total black di Nvidia