M2 Pro si mostra su GeekBench: la CPU è potente ma non stupisce

19 Gennaio 2023 84

I neo annunciati MacBook Pro con SoC M2 Pro e Max stanno cominciando a fare capolino sulle tabelle della nota piattaforma di benchmark Geekbench, dove troviamo un primo test che ci mostra i punteggi ottenuti dalla CPU di M2 Pro. Questo dato è particolarmente interessante in quanto ci permette di trarre qualche conclusione riguardo il confronto del nuovo SoC sia con M2 che con il suo diretto predecessore, ovvero M1 Pro.

Prima di vedere i punteggi è bene tenere presente che questi saranno applicabili anche a M2 Max, dal momento che i chip condividono la medesima configurazione della CPU e si differenziano principalmente sul fronte grafico e sull'ampiezza di banda della memoria. Sia su M2 Pro che su M2 Max troviamo quindi una configurazione con 8 core ad alte prestazioni e 4 ad elevata efficienza (qui potete trovare un riassunto delle varie versioni), in grado di raggiungere quota 1.953 punti in single core e 15.013 in multi core.


Per avere un termine di paragone sensato, la CPU a 10 core di M1 Pro è in grado di raggiungere 1.751 punti in single core e 12.112 in multi core, dei valori che non si distanziano eccessivamente da quelli della nuova generazione, specialmente se consideriamo che ci sono 2 core fisici di differenza tra M1 Pro e M2 Pro. Cerchiamo di capire meglio il motivo per cui il salto generazionale non è così marcato.

M2 PRO VS M2 E M1 PRO/MAX: QUESTIONE DI CORE

Questo passaggio su Geekbench ci permette di fare anche un primo confronto con il chip M2 che troviamo su molti altri prodotti Apple di nuova generazione. Il vantaggio prestazionale di M2 Pro (e quindi di M2 Max) è legato esclusivamente al numero e alla configurazione dei core della CPU scelta per questa variante del chip, dal momento che tutti gli altri elementi restano invariati rispetto a quanto proposto su M2.

Su entrambe la piattaforme, infatti, troviamo una frequenza di 3,48 GHz per la CPU e il risultato in single core è perfettamente sovrapponibile. Il processore di M2 Pro/Max spinge l'acceleratore sulla potenza andando ad aggiungere altri 4 core ad alte prestazioni, motivo per cui si passa dai circa 8.500 punti di M2 agli oltre 15.000 in multi core di M2 Pro/Max.

Si tratta di un cambiamento molto interessante, dal momento che non riprende lo schema che avevamo visto nella generazione precedente, ovvero nel passaggio da M1 a M1 Pro/Max. In quell'occasione, infatti, Apple aveva ridotto a 2 il numero di core ad alta efficienza, offrendo 8 core ad alte prestazioni contro i 4 della variante base. I chip Pro/Max del 2023, invece, incrementano la conta di core solo per quanto riguarda quelli ad alta efficienza, lasciando invariati quelli più prestanti.

Questo spiega anche il motivo per cui l'incremento di potenza è tutto sommato molto limitato rispetto alla precedente generazione. Le architetture alla base di M1 e M2 sono sostanzialmente molto simili e gran parte dell'aumento prestazionale in single core (su tutti i chip della serie M2) è giustificato principalmente dalle frequenze più elevate e solo in minima parte da un miglioramento dell'architettura. L'effetto delle frequenze, unito all'introduzione di ulteriore 2 core ad alta efficienza, fanno si che il valore in multi core fatto registrare da M2 Pro sia superiore di appena il 20% rispetto a quello di M1 Pro.

IN ATTESA DI M3

Le similitudini tra M1 e M2 sono sostanzialmente le stesse che troviamo tra A14 e A15 Bionic, dal momento che i chip pensati per i computer di Apple sono sostanzialmente basati sulle medesime architetture. Il fatto che anche questa generazione sia basata su un processo produttivo a 5 nm ha in qualche modo limitato le possibilità di Apple, visto che l'incremento della densità dei transistor non è stato così elevato da permettere un vero e proprio salto generazionale.

La casa di Cupertino ha dovuto quindi trovare il bilanciamento giusto tra l'aumento della dimensione fisica dei nuovi SoC e la necessità di doversi confrontare con un consumo energetico maggiore (aspetto che è stato evidente sin dal lancio dei primi prodotti con M2 e che probabilmente è legato anche alla scelta di adottare una conta dei core bizzarra sulle GPU di M2 Pro e Max); la coperta si è dimostrata corta e la generazione M2, di conseguenza, non impressiona più di tanto, ma offre incrementi lineari e perfettamente prevedibili.

La palla passa quindi a M3, che potrebbe arrivare già a fine anno e potrebbe portare un vero e proprio cambio di paradigma grazie al processo produttivo a 3 nm. Ciò significa che l'architettura farà affidamento sulle soluzioni che Apple ha in cantiere anche per la generazione di chip A17 e non sull'attuale A16 Bionic. Il passaggio ai 3 nm permetterà quindi di portare sul mercato chip più densi e meno energivori, in grado di introdurre un salto prestazionale molto più evidente di quanto non stia facendo la serie M2.

VIDEO


84

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Mastro

Al massimo video … nn audio , e si come gpu mobile se la cava molto bene

Mastro

M1max non m1 liscio !

Redbullman

In alta risoluzione anche no, per quello basta il cambio di scheda video.

Sergio Lucci
Black_Codec

Ad oggi il rapporto qualità prezzo veramente lo rende un bestbuy... Che parlando di Apple fa strano...

Zødiac

Onestamente vecio? Tutte pippe mentali
Se mi renderizza in video in 4k in 25 secondi invece che 30 non grido al miracolo di sicuro.
Per gli altri aspetti l'hai detto tu (e ripeto, ancora fuori tema) conta tanto anche il software.
Metto subito le cose in chiaro, onde evitare l'ennesima risposta off topic: qua nessuno sta dicendo che l'M2 Pro fa schifo, ma mi pare abbastanza banale dire che per un buon 98% degli utenti Apple, anche con un utilizzo spinto, un M1 Pro o un M2 sono più che sufficienti e performanti. Stop.
Poi applicativi, software, rendere e chi più ne ha e più ne metta sono tutti concetti per carità giusti ma che non entrano nel merito del mio commento

Antares

Le differenze non sono solo nelle specifiche del SOC ma anche nella capacità di permettere certi applicativi o plugin, cosi come gli aggiornamenti sulle perifiche hardware.
Alla fine la scheda tecnica dice qualcosa, ma bisogna sempre provarli ed analizzarli perché spesso ci sono molte novità che non vengono dichiarate o pubblicità, ad esempio con alcuni applicativi di rendering si hanno vantaggi ben oltre quello che potrebbe far desumere il miglioramento dello speedbump.
Una macchina è sempre il risultato dell'equilibrio tra hardware e software.

Zødiac

Ma qua nessuno sta discutendo del valore delle "macchine" che lo montano, è solo palese che è inutile cercare chissà che differenze fra i vari M2 Pro, M2 e M1 Pro perché hanno la stessa architettura, hanno solo 2 (o 4) core in più ed è quindi ovvio che vadano più veloci, ma ripeto, non è una evoluzione.

DeeoK

Sugli SSD sì, per la RAM insomma, i prodotti fra 1k e 2k ne hanno spesso solo 16. Se guardi, ad esempio, i Thinkpad Carbon vedrai che le schede tecniche non si discostano granché dagli Air (e nemmeno i prezzi). Se guardi le workstation il prezzo sale parecchio.
Per Dell puoi fare un discorso simile, idem per Microsoft. MSI sembra costare un po' meno, per Asus ho sentito troppi pareri negativi sull'assistenza per prenderla in considerazione. Faccio comunque notare che la risoluzione dello schermo non è l'unico parametro per giudicare uno schermo (imo, su un notebook non grande è tra i meno importanti).

In linea di massima, se si parla di notebook generici l'Air costa tanto ma offre anche tanto e la concorrenza è più o meno allineata sui prezzi. Quello che fa la concorrenza ma che non fa Apple è l'offrire qualcosa di più basilare, perché pure l'Air con M1 in configurazione 16/512 Apple te lo vende a 1700€ che è un po' tanto (ma non so lo street price). Per i prodotti più costosi, quelli sono prodotti professionali e se uno li compra come notebook domestici ha sbagliato acquisto (non che Apple non sia contenta). In genere, anche lì, se si cerca qualcosa di equivalente non è che la concorrenza si discosti tanto. Ed anche qui quello che fa la concorrenza ma non Apple è l'avere un'offerta più varia (anche perché con la concorrenza ha senso avere pc gaming, mentre acquistare un Mac per giocare significa aver buttato soldi, a prescindere da quel che si dice su DDay).

Quello dove davvero pecca Apple è su ram e storage considerato che ha prezzi di partenza davvero alti e vedere ancora configurazioni 8/256 a 1300€ è ridicolo.

Gabroz Gabroz

Penso @Dunkirk si riferisse al mondo della modellazione 3D, rendering o anche solo come potenza bruta in Tflops della GPU. Da possessore di Macbook M1 Pro vs HP Omen Ryzen 5800hx+Radeon 6600M ti assicuro che non c'è storia. I rendering su Blender di animazioni impiegano ore, anziché giorni. Se mi parli di montaggio video ti do ragione, ma già nel fotoritocco si vede la differenza che intercorre tra una vera scheda video dedicata e l'm1 pro.
Ho visto un paio di video comparati tra M1 ultra e PC con NVIDIA/AMD e posso tranquillamente dire che possiamo aspettare un M3 ultra prima di aver un competitor nella stessa fascia di prezzo.
Sei fai solo montaggio video, è una piattaforma concorrenziale (ma va paragonata con gli acceleratori che anche la concorrenza vanta nelle ultime generazioni, altrimenti è un confronto che non vale niente...).
P.s. Mac Studio consuma oltre 140 watt in rendering, performando anche peggio di un notebook con pari assorbimento energetico. C'è tanto lavoro da fare ancora.

[Max]

Se non sbaglio la serie 7040 di AMD per il mobile (solo questa serie) è sull'ultimo processo produttivo di TSMC (4nm FinFET)

Antares

lui parla del chip, tu invece parli di altro, ovvero della macchina nel complesso...occhio.

Antares

M2 può essere considerato uno speedbump e se consideriamo che oggi con un portatile o Mac mini m1 ci fai cose che altre macchine più carrozzate possono solo sognare, direi che va benissimo cosi, sopratutto sul Mac mini m2 che è sceso di prezzo.

Antares
Antares

l'air M1, è una macchina tutt'oggi fantastica se si cerca un portatile, difficile se non impossibile trovare di meglio per rapporto qualità prezzo.
Anche adatto per uso pesante, poi dipende da cosa, ma certi lavori in 4k stupisce, sopratutto se consideriamo che è senza ventola.

Mastro

Si parlava del solo soc cpu+gpu, cosa c’entrano i consumi di tutta la macchina ?

GeneralZod

Ci sto facendo una pensata anche io ma mi rode troppo il costo di upgrade del disco fisso.

Squak9000

solo patito perchè mi pare non capisci molto in materia...

Ergi Cela

No no lo volevo per il mio appartamento,anche perché sono un patito di tecnologia

Squak9000

se hai un hotel e i clienti si lamentano e ti serve banda penso che l'acquisto sia obbligatorio.

Ergi Cela

Io avrei la fibra da 10 gigabit della tim e vorrei comprare un router Wi-Fi 7,dici di aspettare il 2024?

Sarcasmo distratto

Nel 2015 assemblai un pc di fascia medio alta, con un i7. Oggi dice ancora la sua, però se devo analizzare i consumi in watt... Questi giocattolini mi affascinano per i consumi ridotti, che visto il periodo, è tanta roba

Luigi con i blu jeans

esattamente

seers69

Ormai tutti i software che giravano per i mac intel sono stati aggiornati alla versione apple silicon, girano alla perfezione e di certo non sono 3 o 4, che poi sono gli stessi che ci sono per Windows, escluso i giochi, comunque non esiste solo il montaggio video, ad esempio nella produzione audio tutti i software che ci sono per windows, pro e no, gratis o a pagamento, ci sono anche per mac, poi il discorso che dopo 2 anni molti software non funzioneranno più è assolutamente falso.

Mastro

si, il m2max dovrebbe arrivare 45-50, visto he m1max stava tra i 40-45

Squak9000

ho gia un Mini M1 512gb preso a 600€ durante il famoso "-30% AW".

Ancora affascinato e gira alla perfezione!
Mi fa molto piacere questo M2 ma naturalmente passo.

Squak9000

il concetto di comprare oggi per domani è sbagliato quando si parla di questa roba...

perchè domani ci saranno nuovi standard e nuovi profili.

Comunque andrà benissimo... anche il 7530Ax.

Poi dipende quanti dispositivi wifi6 hai in casa compatibili (tv e roba uscita gia nel 2022 mi pare non ci sia nulla o poca roba wifi6).
In quante persone vi connettete e a che distanza.

GianL

Ok, quindi l'M1 base base già arriva a 39W, ora si inizia a ragionare... aspetto comunque di leggere una prova seria il 24 Gennaio.

Mastro

gia una che parla con termine asfalta .... e sopratutto dubito molto che faccia meglio di un m2max, ma neppure di un m1max sopratutto nel decodifica di formati video. Gia m1 se la giocava con il Lenovo Legion 7 16ACH i9 con 3080 che costa 3000 euro, consuma come due MacBook https://uploads.disquscdn.c... e tu mi parli di asfaltare

alex
ovvero Mac only FC/Editing/rendering e Windows = everything

Convinto tu...

Dunkirk

un lenovo legion da 1700€ ti vendono una 3060 che asfalta m2 senza problemi

biggggggggggggg
Intel e AMD mantenere le prestazioni abbassando i consumi (soprattutto intel ma preparano una nuova architettura per quello) e Apple alzare le prestazioni a TDP

Questo credo anche io, però considera anche che secondo me apple non cercherà più di tanto di spingere lato CPU "classico".
Alla fine le prestazioni di CPU di quella gamma sono pazzesche, e guadagni molto di più mettendo dell'hardware dedicato ai vari compiti piuttosto che a migliorare le prestazioni "general purpose" dei core.
Cioè lo spazio che apple ha "speso" per inserire l'encoder ProRes rende 100 volte di più di quello stesso spazio usato per migliorare il core "normale", se devi fare video editing.
Ovviamente devi cercare di prevedere quale sarà l'uso maggioritario della cpu che costruisci ma qui apple ha dei vantaggi.

Non piacerà a molti (me compreso) ma non mi aspetterei grossi miglioramenti lato CPU per apple nei prossimi anni.
Terranno il passo ma niente di speciale.

Con ARM non puoi fare quello che ha fatto intel negli anni (non che sia "virtuoso" sia chiaro)... Raddoppi i consumi e le frequenze e la CPU vola

Sinceramente io l'ho letta spesso questa cosa ma non ho mai trovato ricerche serie, o studi che lo mostrino chiaramente.
Non ho neanche indagato, ma come anche tu hai mostrato con il commento iniziale, non è che x86 scali chissà quanto bene con le frequenze, prestazioni leggermente migliori per consumi enormemente maggiori.

Le CPU ARM, che io sappia, storicamente hanno frequente un po' più basse per il semplice motivo che giocano sul parallelismo a livello di istruzione, quindi per ogni ciclo possono eseguire più istruzioni, cosa che su x86 diventa complicata a livelli micidiali perchè i decoded delle istruzioni diventano sempre più complicati man mano che vuoi parallelizzarne sempre di più (sembra un discorso complicato ma in realtà non lo è).
E sappiamo che arrivati ad un certo punto il costo in termini di consumi per aumentare la frequenza diventa allucinante rispetto alle prestazioni ottenute:
https://en.wikipedia.org/wiki/Dennard_scaling

Però se ci sono ricerche riguardo alla difficoltà di salire in frequenza con ARM le leggo.

Mastro

guarda che nel SOC apple è compresa anche una gpu che quel amd non si avvicina neppure se non affiancandone una discreta e i consumi ciao

Mastro

le TB in uscita non alimentano? i dischi SSD non consumano? gli speaker e le ventole sono alimentate da altro?
Qui i risultati di M1 che ha praticamente lo stesso alimentatore del M2. https://uploads.disquscdn.c...

Mastro

vga che comunque ha prestazioni inferiori a quella di m2 pro e molto inferiori a m2pro max

acitre

Avranno problemi diametralmente opposti nei prossimi anni: Intel e AMD mantenere le prestazioni abbassando i consumi (soprattutto intel ma preparano una nuova architettura per quello) e Apple alzare le prestazioni a TDP praticamente costante visto che ARM, storicamente, non sale linearmente con l'aumentare dei consumi. Con ARM non puoi fare quello che ha fatto intel negli anni (non che sia "virtuoso" sia chiaro)... Raddoppi i consumi e le frequenze e la CPU vola... Con ARM raddoppi i consumi, le frequenze non salgono e le prestazioni salgono del 15%.

Zødiac

Infatti mi riferivo al multi-core, in single-core la differenza è talmente poca da non essere manco considerabile

biggggggggggggg
Non esistono cpu "da portatile" in senso letterale.

Si certo, questo è ovvio.
CPU da portatile hanno, all'incirca, un miglior rapporto consumi/prestazioni, magari senza cercare il 2% in più di performance consumando 150 watt in più.

Ma qui parlavo delle dimensioni più che altro. Vero che un 7950x non è come un threadripper o un Epyc, ma comunque parliamo di una CPU molto più grande. Su un M1 più o meno un terzo del die è occupato dalla CPU, mentre su un 7950x è quasi tutto.

Poi ok, se il confronto l'hai fatto per cercare di capire come andranno gli zen 4 ok.

Se non vedi che il divario in 2 anni si è sostanzialmente annullato, amen.

Beh ti ho detto, se prendi CB23 ok.
Ma CB23 è un benchmark, per confrontare due cpu devi prenderne tanti e vedere come vanno in vari task diversi tra loro.
E quelli che ho messo sopra mostrano che le differenze non sono affatto sempre di 3X in favore del 7950x.
In alcuni (pochi, ovviamente) test addirittura l'm1 pro sta sopra al 7950x (non al 5000, al 7000), e comunque la differenza non è mai del triplo.
Con questo ovviamente non voglio dire che l'M1 pro è praticamente come un 7950, perchè chiaramente rimane molto più veloce, anche se non è il triplo più veloce.

Dico solo che al momento non credo si possa dire che hanno recuperato.
Sicuramente non intel.

Vatti a vedere qualche test dell'epoca. Andavano meno consumando il doppio

Sono d'accordo, infatti è chiaro che amd ed intel abbiano fatto molto, molto più di apple su questo fronte.
Come prestazioni assolute le nuove CPU probabilmente, almeno in alcuni casi, saranno sopra ad apple, in rapporto ai consumi al momento mi sembra di no.
Poi vedremo quando escono.

Callea

La vera rivoluzione è il Mac mini con M2 Pro che va a colmare il buco che di era creato tra Mac mini è Mac Studio.

GianL

Ne hai già testato uno?

Dalle specifiche dal sito Apple leggo:
Potenza massima continua (M2): 150W
Potenza massima continua (M2 Pro): 185W

Ciaoiphone4

Li ho presi da un sito USA, ma sono stati riportati tali e quali da più parti e più fonti.
Effettivamente verificando su geekbench 5 sono più in linea i valori da te riportati!

Accapi

No perché in single core si usa solo un core appunto

Rales

Ma da quale pianeta vieni?

Sergio Lucci

A mio modesto parere ancora adesso il miglior MacBook é il “semplice” Air M1 del 2020!
Prodotto eccezionale. Ovviamente non per uso pesante, ma davvero ottimo. Oserei dire addirittura ottimo come rapporto qualità prezzo, il chè é incredibile riferito a prodotto Apple

L’unica cosa che mi farebbe vacillare per il cambio, é (finalmente) un Air da 15

acitre

Non esistono cpu "da portatile" in senso letterale. La stessa tecnologia viene declinata a vari TDP e, nel caso di AMD, aggiunta una GPU. E diventano "da portatile" perchè gli si da meno corrente.

Come grandezza apple silicon è enorme sia in termini di dimensioni che di transistor integrando tutto al suo interno. Forse ti confondi con gli AMD EPYC, quelli si sono enormi. Ma lì è come avere vari Ryzen sulla stessa PCB, ovvio sia enorme.

Non stavo facendo un paragone 1:1, ovviamente. Per quello aspetteremo ryzen mobile zen4 in macchine reali. Ma i dati di efficienza dei ryzen 7000 desktop portati a 35 e 65w danno una buona stima di quelle che saranno le prestazioni confrontate con le soluzioni apple silicon. Se non vedi che il divario in 2 anni si è sostanzialmente annullato, amen. Forse non ricordi in che condizioni disastrose erano AMD e intel 2 anni fà confrontate con M1... Vatti a vedere qualche test dell'epoca. Andavano meno consumando il doppio ahahahaha

Dunkirk

anche avessi CL30 visto che il purpose è completamente differente, ovvero Mac only FC/Editing/rendering e Windows = everything. La versatilità del sistema non viene inficiata da una irrisoria lentezza delle ram

alex

RAM a volontà a che velocità?
Qualità costruttiva? Display? Trackpad? Autonomia?

alex

Vendo subito il mac e corro a prendere un bel pc windows così posso finalmente usare sw di vent’anni fa!!

ma e anche facilissimo che fa soli 2 anni molti sw studiati ora per SoC silicon non saranno più compatibili con la versione macOS che uscirà appunto già solo fra un paio di anni


Facilissimo proprio. Come confermano i dati storici che, ad ogni cambio architettura, tempo due anni e tolgono la compatibilità, mmm o forse no?

In ogni caso, oltre all’estetica, basta guardare la qualità costruttiva, con trackpad e display inarrivabili, al momento, da chiunque

Dunkirk

Con W 2K con VGA dedicata e che VGA, scusami se è poco senza contare ram a volontà e SSD molto più capienti.

DeeoK

Ni, ARM è sicuramente avvantaggiato anche solo per non doversi portare dietro tutta la retrocompatibilità di x86. Oltretutto è da parecchio ormai che si è accettato che RISC > CISC.

Detto questo, anche ai tempi di M1 era evidente che AMD se la cavasse comunque piuttosto bene anche se era indietro di pp (e di una generazione, ai tempi, visto che di prodotti mobile non se ne trovavano). Dove Apple domina è dove può usare i suoi coprocessori perché sfruttati a dovere.

Macbook Pro M1 Max 15 mesi dopo: durata e consigli alla luce dei nuovi M2 | Video

100 Giorni con iPhone 14 Pro: cos'è cambiato? | Recensione

Recensione iPhone 14 Plus, autonomia da vendere

Recensione iPad Pro (2022) con Apple Silicon M2, gioca proprio un'altra partita