Huawei potrebbe tornare sul mercato dei chip già quest'anno

03 Gennaio 2023 29

Si è parlato a lungo di un possibile ritorno di Huawei nel business dei chip, che un tempo progettava in casa attraverso la controllata HiSilicon e le fonderie, spesso, di TSMC. Il ban USA ha cambiato tutto, e di chip, HiSilicon, quasi non ne realizza più. Adesso una nuova voce proveniente dalla Cina, dal social Weibo nello specifico, dice che qualcosa si muove. Qualcosa di buono e meno buono allo stesso tempo.

Huawei infatti sarebbe pronta ad avviare la produzione in massa di chip realizzati con processo produttivo a 12 e a 14 nanometri. Di buono c'è il ritorno alle attività, di meno buono il fatto che non si tratta di chip particolarmente avanzati. TSMC, che produce chip per Qualcomm e per Apple, lavora già ai 4 nanometri, la tecnologia su cui sarebbe impegnata oggi Huawei era avanzata 6 o 7 anni fa.

Va da sé dunque che un chip a 12 o 14 nanometri non è spendibile sui top di gamma moderni, ma a dire il vero Huawei non ha problemi a reperire i chip per i suoi telefoni. Sui più recenti infatti ha utilizzato gli ultimi del leader Qualcomm, il vero problema - finora irrisolto - è l'impossibilità di utilizzare modem 5G a causa del ban USA. Quindi perché Huawei dovrebbe tornare sul mercato dei chip con dei prodotti anacronistici?

75.5 x 162.1 x 8.5 mm
6.74 pollici - 2616x1212 px
72.8 x 158.8 x 8.5 mm
6.6 pollici - 2700x1228 px

Per almeno due ragioni. La prima sarebbe quella di tenere in vita HiSilicon, azienda che progetta chip di cui Huawei detiene il controllo. La seconda è che se è vero che i chip a 12 o 14 nanometri nel 2023 son buoni, forse, per qualche smartphone molto economico (consumi e prestazioni sono lontani dai riferimenti odierni), è vero pure che per determinate applicazioni vanno ancora benone, ad esempio per gli elettrodomestici smart o qualche applicazione automobilistica.

O anche, ancora, per gli indossabili su cui Huawei continua a essere impegnata. Così facendo Huawei manterrebbe in vita HiSilicon e risparmierebbe rispetto agli ordini da un fornitore esterno, e in un momento in cui i numeri si sono contratti pesantemente a causa di vendite che non sono più quelle dei tempi d'oro ogni centesimo risparmiato è prezioso. Chissà che dopo molte indiscrezioni Huawei non riesca finalmente a tornare sul mercato dei chip, e chissà che parte del merito non sia dei recenti movimenti sui brevetti con Oppo e Samsung.


29

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Fabrizio

Ah sì, purtroppo si.

ice.man

io prendo in considerazione solo i flagship con IP67
e purtroppo quelli la Huawei (e adesso la Honor) li fanno solo con bordi curvi

Fabrizio

Beh no, ci sono anche i modelli con schermo piatto, non solo curvo, anche se fra i top gamma, purtroppo, preferiscono portare per la maggiore i curvi. Quello che vorrei è che tornassero a display un po' più gestibili perché 6,7" è davvero troppo per me.

Fabrizio

Come sarebbe a dire che si è suicidato? Il ban a Huawei è stato imposto, il governo americano gli ha segnato le gambe, quindi non è Huawei ad aver deciso di "suicidarsi"....

Fabrizio

Molto interessante, davvero. Posso chiederti invece come si piazza TMSC? Ho sempre pensato fosse questa la prima fonderia al mondo per produzione.

sk0rpi0n

Ti do ragione da vendere, ho un P30 "liscio" e se oggi dovessi cambiarlo sarei in seria difficoltà.

Adri949

Quando ti compreranno ci ripenserai

Adri949

Ma che vuol dire?

Lorenzo Milani

Sarebbe un concorrente se si corresse alla pari. Data l'appoggio incondizionato del governo cinese, sia politico che finanaziario, non vedo come si possa definire vittima la Huawei.

Fabrizio

Concordo. E se non sbaglio questo è anche un vecchio articolo, e nel frattempo Huawei ha investito sulla fonderia smic perché questa possa essere più avanzata e raggiungere un nodo tecnologico superiore. Il Kirin 710A a 14 nm avevano iniziato a produrlo se non sbaglio già a fine 2019. Vero che per raggiungere il livello tecnologico degli altri (che comunque nel frattempo avanzano) ci vogliano investimenti di capitali e di tempo, tuttavia mi sorprende che si parli dopo tempo solo di 12 nm e non anche di 10 nm, dato quanto tempo è trascorso. Anche se comunque, questa è una riflessione da "ignorante" in materia. Non mi dispiacerebbe se, a sorpresa, tirassero fuori dal cilindro un soc di tecnologia superiore ai 12 nm nella fascia media bassa. Certo, con la fortissima richiesta di chip per qualsiasi oggetto, anche un soc simile al kirin710A fa comodo a tantissimi dispositivi, non solo smartphone.

peyotefree
Surak 2.05

Vittima delle sanzioni americane volte a colpire, sperabilmente per loro pure distruggere, un concorrente.
Non mi pare un mistero

Rex
atm

Ottimi prodotti huawei non capisco perché si è suicidato con il bann!

Il corpo di Cristo in CH2O

huawei non è l'unica vittima ma i modi sono sempre gli stessi, più o meno alla luce del sole. (ma qui ste notizie non le vogliono pubblicare)
https://www.techpowerup.com/302417/blacklisting-of-ymtc-by-the-u-s-enables-samsung-to-raise-nand-flash-prices-by-10

Lorenzo Milani

Vittima in che senso ?

giovanni

La Cina ha già fonderie di silicio, il 15% dei microchip a livello globale vengono prodotti da fonderie cinesi, la prima società di fonderie è la SMIC, e ha pure società che producono macchine fotolitografiche ad ultravioletto profondo, tipo Shangai Micro, che produce macchine in grado di produrre appunto microchip fino a 12 e 14 nm, ma per quanto riguarda la progettazione dei microchip si ferma al solo 8% del totale globale, contro ad esempio il 60 degli USA.
A dire il vero gli USA devono questo loro primato anche a contributi esteri, ad esempio per quasi vent'anni il principale progettista di chipset di Intel dal 1993 fino alla sua morte nel 2012 fu il russo Vladimir Pentkovski, già progettista dei chipset russi della classe Elbrus, il quale in Intel progettò la classe Pentium, che pare abbia preso il nome proprio dal suo cognome, Pentkovski.
Si portò dietro molti suoi collaboratori da Mosca alla Intel e quelli rimasti formarono il nucleo progettista della società russa MCST che attualmente progetta le ultime versioni di chipset Elbrus, usate dall'industria russa e finora fabbricate da TSMC.
Quindi i russi hanno gli stessi problemi di HiSilicon, chissà che SMIC non glieli risolva pure a loro.

speriamo, saluterei samsung subito probabilmente

meyinu

Non penso che i rumors che ho letto riguardo il 5G attraverso la litografia EUV abbia qualche fondamento. Secondo me sono fake news. Huawei ha brevettato un modo per (se ho capito bene) eliminare le figure di interferenza nelle emissioni laser che si usano nella litografia da 5 nm e al di sotto.

Comunque in precedenza Huawei (mi pare anche questi rumors) aveva detto che non avrebbe aspettato molti anni per proporre il suo 5G anche se non sarà all'altezza di quello delle aziende USA. Questo mi pare molto più credibile.

Per quanto riguarda i processori kirin in vendita c'è il Huawei Y70 a 200 euro, penso monti il 710A o un processore simile fatto da SMIC:

https://consumer.huawei.com/it/phones/nova-y70/

meyinu

Senza contare il mercato degli smartphone. In Europa con 12 nm ci fai i chip kirin per il segmento basso ma nel resto del mondo ci fai i medio gamma.

Parliamo di tutto il sud America, dell'Asia, dell'India, dell'Africa, insomma tutto il mondo.

https://www.hdblog.it/smartphone/articoli/n520917/huawei-soc-tsmic-hisilicon-kirin-710a-14-nm/

HiSilicon Kirin 710A è il primo SoC di Huawei prodotto in serie da SMIC, stando a quanto dice il giornale cinese Global Times. È un chip di fascia intermedia ed è realizzato con tecnologia produttiva a 14 nm. Si parla da diverso tempo del fatto che il colosso cinese stia manovrando per allontanarsi da TSMC, la fonderia più grande al mondo di cui Huawei è uno dei principali clienti (seconda solo ad Apple): le ragioni sono principalmente riconducibili agli Stati Uniti.
Chucky

Si parlava di usare SMIC, con cui Huawei ha già collaborato per qualche Kirin tempo fà, che sarebbe stata pronta alla produzione di chip 7 nm, ora si torna a 12/14 nm fatti in casa...

DeeoK

Molti utenti non stanno dietro a benchmark o altro, ma solo all'esperienza d'uso. Anche la fascia media e medioalta sono tranquillamente alla portata, se non addirittura la fascia alta. L'importante è che se la cavi bene lato fotografico.

ice.man

l'effetto della dipartita di Huawei è che a distanza di circa 3 anni secondo le valutazioni di DxOmark, le prestazioni del comparto fotografico degli S22/S22+ sono praticamente al livello di quelle di Huawei P30pro
Perchè in assenza di un competitor Samsung si è tranquillamente potuta sedere sugli allori
Del resto i vari xiaomi e Oppo con le loro politiche sugli aggiornamenti software non sono ritenute credibili (e tantonomeno possono ritenersi tali in amvbienti in cui la sicurezza conta.....e al giorno d'oggi conta sempre di piu)
.
Quindi magari Huawei tornasse sul mercato

ice.man

dispositivi di networking, IoT, automotive.....clienti per chip a 12-14nm c'è pieno
ovviamente con meno marginalità

FactCheckoIlDisagio

Il tuo è un telefono da 200€ e ci può stare, ma 12nm sui top di gamma sarebbe da mettersi le mani nei capelli.

Surak 2.05

Qualche giorno fa c'erano notizie sul fatto che avesse trovato modo di realizzarsi pure il 5G da sola, anche se le serviranno ancora alcuni mesi per implementare la cosa.
Qui poi si passa dal " non è spendibile sui top di gamma moderni," al "buoni, forse, per qualche smartphone molto economico" e dato che non ne so molto (so cosa vuol dire, ma meno sul lato pratico effettivo non quello teorico) mi chiedo "quanto molto economico?" . In pratica che fascia potrebbe coprire al massimo, magari offrendo in compensazione qualche altra caratteristica su cui "largheggia.
Cercando in rete quale fosse nella realtà pratica la differenza ho trovato un articolo "Intel, cambia tutto: addio corsa ai nanometri " dello stesso sito che solo un anno e mezzo fa diceva che "le misure in fondo non contano" o che comunque altri particolari facevano la loro parte.
Personalmente quando viene fatta una carogn-ta sto dalla parte della vittima, ed in questo caso se Huawei recupera mi può solo che fare piacere

T. P.

bene!

luvigji

Felice possessore di un oppo reno 2z (8gb+128gb) con processore a 12 nm. La batteria dura tra 2 e 3 giorni, a seconda dell'uso. Per me i 12 nm vanno ancora più che bene.

Patrocinante in Cassazione

bentornata

Recensione NVIDIA GeForce RTX 4070 Ti: consuma poco e vola nel gaming a 1440P

Recensione Gigabyte GeForce RTX 4080 AERO OC: Potente e imponente

Recensione Intel Core i5-13600K: Core i7 sei tu? Test con DDR4 e DDR5

Recensione AMD Ryzen 9 7950X e Ryzen 7 7700X: ecco i nostri test con ECO MODE