iFixit spiega in video come non mandare in fiamme una batteria

23 Novembre 2022 9

I maestri delle riparazioni di iFixit hanno spiegato come ridurre i rischi durante la riparazione di uno smartphone. Il componente "incriminato" è la batteria, lo sappiamo: possono essere pericolose sia quelle di piccole dimensioni dei power bank che quelle, enormi e potenti, delle auto elettriche, e di Tesla letteralmente esplose dopo un incidente, ed esempio, sono piene le cronache.

Nel momento in cui si apre uno smartphone, un tablet o un portatile bisogna fare molta attenzione al modo in cui si maneggia la batteria. Vietati gli oggetti appuntiti, vietatissimi quelli in metallo che è un materiale conduttore, e tanta tanta cautela insieme ad alcune pratiche preliminari che possono minimizzare il rischio di infortuni qualora qualcosa non andasse per il verso giusto.

CONSIGLI DI IFIXIT E CONSEGUENZE DI INTERVENTI MALDESTRI

iFixit consiglia di:

  • non utilizzare strumenti (meno che mai di metallo) che possono forare la copertura esterna della batteria
  • intervenire sul dispositivo solo quando la percentuale di carica è intorno al 25%; meglio se la batteria è completamente scarica, tanto qualche ora allo 0% non provoca danni
    • il consiglio vale anche per le batterie danneggiate, "gonfie": non sono meno pericolose di quelle in buono stato
  • disconnettere subito la batteria, quale che sia la riparazione da effettuare o il motivo per il quale si è aperto lo smartphone
    • riconnetterla come ultima.

La percentuale di carica della batteria, che è il riflesso del quantitativo di energia chimica contenuta al suo interno, è fondamentale nella prevenzione di incidenti e danni. Anche se disconnessa dalla scheda madre del dispositivo, rimane pericolosa. Un foro agli strati di cui è composta provoca un cortocircuito, che a sua volta in pochi istanti si trasforma in un incendio difficile da spegnere. I ragazzi di iFixit la mostrano in video la differenza tra una batteria sopra e una sotto il 25% circa di carica residua, e non è banale.

Inoltre la cautela con cui si interviene deve crescere proporzionalmente con la potenza della batteria con cui si ha a che fare. Una batteria che contiene 100 volte l'energia di uno smartphone come quella mostrata a fine video, se "ferita", può reagire molto male.

Immagine in apertura da Gudella.


9

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Overwiew_marcia

Nemmeno cortocircuitarla e avere un secchio di metallo pieno di sabbia, e guanti buoni.

xoryzont

iFirex ;)

supermariolino87

Consigli per ritardati.

The Undertaker
Nick126

Eh ma invece ci hanno dato anche grandi perle di saggezza del tipo che le batterie gonfie non sono meno pericolose di quelle in buono stato

efremis

Grande iFixit.

efremis

E non lavorarci al di sopra del 25 % di carica.

Funz

Un'auto elettrica che va a fuoco fa sempre notizia (indipendentemente dalla causa), mentre migliaia di auto termiche che bruciano da sole ogni anno sono la normalità (ho visto di persona più di un caso).
Fatto: le auto termiche vanno a fuoco molto più facilmente e più spesso degli EV.

asd555

"Non bucarla/aprirla", fine.

Recensione Gigabyte GeForce RTX 4080 AERO OC: Potente e imponente

Recensione Intel Core i5-13600K: Core i7 sei tu? Test con DDR4 e DDR5

Recensione AMD Ryzen 9 7950X e Ryzen 7 7700X: ecco i nostri test con ECO MODE

Recensione Intel Core i9-13900K: Raptor Lake-S sfida AMD Zen4