Mercato PC, il crollo continua anche nel terzo trimestre

10 Ottobre 2022 44

Il mercato PC continua a manifestare forte sofferenza e chiude il terzo trimestre con un calo di 15 punti percentuali su base annua (dati IDC), in linea con quanto rilevato nel trimestre precedente. Le unità spedite da giugno ad agosto ammontano a 74,252 milioni. Ad influire, come prevedibile, sono tanto le difficoltà legate alla domanda (debole) quanto quelle dell'offerta (forniture irregolari). I volumi sono tuttavia ancora superiori a quelli pre-pandemia.

Contestualmente preoccupa l'andamento dei prezzi: più i componenti sono difficili da reperire, più le aziende tendono a concentrare la loro produzione sui PC premium, contribuendo ad alzare l'ASP (average selling price, ovvero il prezzo di vendita medio). Lo stesso effetto lo provocano i costi lungo l'intera filiera, ormai da tempo in continua ascesa. Nel primo trimestre si è toccato il livello record di 910 dollari, poi diminuito grazie alle promozioni e a causa della contrazione della domanda.

NOTA: nell'analisi IDC ha preso in considerazione le spedizioni di PC intesi come desktop, notebook e workstation.
LA SITUAZIONE PER MARCHIO

Lenovo mantiene il primato sul mercato con 16,9 milioni di PC spediti, valore che le consente di detenere il 22,7% di quote di mercato (contro il 23,1% del Q3 2021). Il calo su base annua è del 16,1%. Con 12,7 milioni di unità spedite è HP ad occupare la seconda posizione, nonostante la diminuzione rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente sia particolarmente marcata, -27,8%.

Chi deve guardarsi alle spalle è Dell, che con uno share del 16,1% e quasi 12 milioni di PC spediti (ed un calo in un anno del 21,2%) è ora tallonata da Apple, l'unico brand ad aver riportato un balzo in avanti guadagnando quote di mercato (13,5% contro l'8,2% dello scorso anno). I PC spediti sono 10,1 milioni, la crescita annua il 40,2%. Chiude la Top 5 ASUS, -7,8% sul Q3 2021 con uno share del 7,5% e 5,5 milioni di unità spedite.


44

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

Non lo vedo forzato.
2060 e 3060 condividono la stessa fascia di mercato alla loro uscita.

Il corpo di Cristo in CH2O

eh appunto, ma sono passati un po' anni eh. la 1660 è esistita solo perchè la 2060 aveva la carta marketing del raytracing come "novità", il fatto che su hw ancora meno prestante non funzionasse a dovere ha fatto partorire una 1660. oggi esiste persino la 3050, quindi è un paragone molto forzato rispetto a quella condizione.

Matteo

Si può dire lo stesso per gli smartphone, eppure quelli continuano a vendere (seppur un calo leggero ci stato pure lì). I prezzi tra computer e smartphone sono ormai simili.

Matteo

Io non posso fare a meno del computer, non so come facciano quelli che usano solo lo smartphone.

vi era anche la 1660 a listino, tanto è vero che la 3060 è la sostituta della 2060 non della 16X.

Il corpo di Cristo in CH2O

ma la 2060 è stata lanciata a suo tempo, ed era stata lanciata come prodotto "premium" perchè c'era la 1060 rinnovata in parallelo. è un pochino diverso.

il listino della 3060 è di 330 metti 350€, e la scheda sta andando per i 2 anni sulle spalle. il fatto che sia venduta ancora più alta del listino, come per tutte le schede, è una presa in giro (a prescindere dai discorsi euro-dollaro).

Beh il listino è poco inferiore e tieni conto che prima di tutto questo la 2060 6GB Founders Edition è stata lanciata con prezzo di listino di 375 euro.

Francesco

Questo è il punto vero. Apple si sta prendendo la parte più redditizia del mercato e agli OEM Windows rimangono le briciole. Proprio come per gli smartphone.

Francesco Renato

E' chiaro, il mio commento era palesemente ironico.

Il corpo di Cristo in CH2O

una 3060 a 400€ è decente??

FactCheckoIlDisagio

Una cosa non ti è chiara: Lenovo fa quei numeri in totale. Cioè sia con gli IdeaPad da 500€ venduti a pacchi che coi ThinkPad da 2000€.

Apple fa quei numeri, da quarto produttore mondiale, avendo il proprio entry level a 1500€.

Il fatto che siano l'unico brand in crescita è un segno del fatto che si stanno mangiando la fascia alta.

E i produttori Windows sono preoccupati non per il market share, ma perché è principalmente nella fascia alta che si fanno i margini.

Big wall

forse non hai capito che Apple è un mercato di nicchia la sola Lenovo ha venduto 16 milioni di pc 6 milioni più di Apple, 87% del mercato è Windows X86 e Microsoft con Arm pensa solo di metterlo su prodotti di nicchia.

Big wall

Mi pare ovvio un calo della richiesta, nei due anni precedenti hanno venduto milioni di unità , senza contare che tra bollette e carburante e cibo com il prezzo alle stelle le persone di certo non stanno a pensare a prendersi un pc. Anche assemblarlo adesso almeno con l'ultimo hardware non è assolutamente conveniente, ho abbassano i prezzi o se la pigliano ...anche il mercato degli smartphone è sceso molto la stessa samsung ha detto che il 2022 sarà nero a livello di vendite.

Mo i prezzi sono decenti.

No vabbè prima del covid le 580 8gb usate a 120 euro si trovavano.

Ma in verità no … fino al 2020 ti prendevi una 1660 super a 200€ E una rx 5700 xt a poco più di 400. I prezzi erano onestissimi

ferragno

aaa

FactCheckoIlDisagio

Da due anni sono tutti in meno, ed Apple è l'unico brand col segno +. Segno che la gente ha apprezzato gli M.

Il corpo di Cristo in CH2O

e salutiamo anche chi le deve ancora comprare al doppio del prezzo.

ferragno

perchè?

ferragno

abbassate i prezzi...a no c'è la guerra in ucraina...

massimote855
R4nd0mH3r0

se scende la strategia di Tim va meglio
https://uploads.disquscdn.c...

Francesco Renato

Perché? Visto che il mondo deve finire meglio darsi alla pazza gioia e comprarsi un costosissimo computer Apple (aumento del 40%)!

Francesco Renato

In realtà si può parlare di crollo solo per HP e Dell, Apple invece incrementa le vendite, tutti gli altri calano senza crollare.

IFM

avete fatto il boom durante la pandemia per il discorso smartworking e didattica a distanza dove milioni di italiani sono stati costretti a comprare un portatike o tablet. e che volete ancora???

FactCheckoIlDisagio

Gino a un certo punto. Se le vendite rallentano rallentano anche gli investimenti e i miglioramenti anno su anno.

FactCheckoIlDisagio

Ora si capisce perché i produttori Windows hanno paura di ARM e stanno pressando Microsoft...

NOMC19

Gli è andata bene con la pandemia e ora piangono. Me ne farò una ragione.

T. P.

cavolo poi Padova è una bellissima città!!! :)
beato te!!!
qui da me pure il meteo è pessimo! :(

Andee Kcapp

E' vero i calo della domanda è a favore della domanda stessa.

Andhaka

Oggi a Padova c'era una giornata di sole splendida e ho fatto un bell'allenamento in bici all'ora di pranzo.

Non è un granchè, vale per me, ma dobbiamo goderci le piccole cose. ;)

Cheers

Jotaro

E prima col mininig non se ne trovava e costavano tanto lo stesso. È così dal 2016. Non controllo più così assiduamente.

Juza

Veramente lo siamo, secondo alcuni, dagli anni 80 almeno

massimote855
Watta

la cosa positiva è che troveremo prezzi e occasioni molto allettanti

T. P.

buone notizie ne abbiamo?
chiedo per il mio umore! :(

meyinu

Sicuramente, la gente ha in mente il riscaldamento e le bollette e non certo il pc nuovo. Le aziende stanno chiudendo una ad una e certo non si comprano il PC. Fuori Europa la situazione è certamente più rosea ma anche lì l'inflazione morde.

meyinu

Mi pare che la situazione sia di ritorno alla caduta libera pre pandemia, quando la situazione era di costante calo.

asd555

Telecom Italia Mobile?

NULL

Apple però... continua a salire. La strategia di Tim funziona ovunque.

Crisi energetica, e DAD finita.
Era ovvio, un grande saluto a chi ha comprato le schede video al doppio del prezzo.

asd555

Vanno considerati diversi fattori però:

- Siamo alla fine di una pandemia che per forza di cose ha impennato le vendite, vendite che non possono stare "in salita" all'infinito
- I bitcoin stanno vivendo un periodo di declino e in qualche modo l'interesse verso l'acquisto di nuove schede video è scemato
- nVidia ha presentato schede video che consumano quanto un peschereccio e che costano un rene..
-...Non esattamente una mossa top vista la crisi energetica in corso e che andrà probabilmente a peggiorare
- Più la crisi economica attuale che, va detto, non trattandosi questi di oggetti di prima necessità è chiaro che il loro acquisto viene rimandato
- Da non sottovalutare anche la crisi Cina - Taiwan dato che tutti i maggiori produttori di elettronica di consumo e chip stanno proprio lì

Onestamente, fossi nelle multinazionali citate più che di crisi del settore bacerei dov'è più sporco.

Patrocinante in Cassazione

colpa della crisi economica

Recensione Gigabyte GeForce RTX 4080 AERO OC: Potente e imponente

Recensione Intel Core i5-13600K: Core i7 sei tu? Test con DDR4 e DDR5

Recensione AMD Ryzen 9 7950X e Ryzen 7 7700X: ecco i nostri test con ECO MODE

Recensione Intel Core i9-13900K: Raptor Lake-S sfida AMD Zen4