NVIDIA RTX 6000 ufficiali: Ada Lovelace anche nel settore professionale

21 Settembre 2022 8

Ma come, le schede video NVIDIA RTX 4000 di nuova generazione sono ufficiali da neanche 24 ore e già arrivano le RTX 6000? Ebbene sì, ma a quanto pare la società di Santa Clara ha semplicemente optato per una nomenclatura diversa riguardo alle sue schede professionali. La RTX 6000 è basata sulla stessa architettura GPU "Ada Lovelace" vista sulle RTX 4090 e 4080, ma è pensata per ambiti professionali e per la creazione di contenuti.

La scheda si basa sulla GPU AD102 in configurazione massima, con 18.176 core CUDA (addirittura più della RTX 4090), ed è equipaggiata con la bellezza di 48 GB di memoria video GDDR6. Le RTX gaming usano le GDDR6X, ma non hanno l'ECC, che invece qui è presente. Non mancano nemmeno i tensor core di quarta generazione (in totale 568) e i ray tracing core di terza generazione (142 in tutto) che abbiamo visto nelle schede gaming, ma nella scheda tecnica ufficiale non viene fatta menzione del nuovo coprocessore Optical Flow Accelerator che debutta sulle RTX 4000 ed è alla base del DLSS 3. È abbastanza facile intuire che un chip del genere potrebbe risultare ridondante su una scheda professionale, ma è difficile capire al momento se è semplicemente presente ma disabilitato oppure è stato a tutti gli effetti rimosso.

Secondo NVIDIA, la nuova RTX 6000 offre miglioramenti prestazionali tra le due e le quattro volte rispetto al modello che sostituisce, ovvero la RTX A6000 basata sull'architettura Ampere. È lo strumento ideale per chi deve per esempio realizzare mondi virtuali grandi e complessi, o chi deve eseguire imponenti calcoli AI o che vuole sfruttare la suite per il metaverso NVIDIA Omniverse Enterprise; la società spera inoltre di renderla un elemento chiave della rivoluzione della trasmissione in diretta di eventi sportivi via internet. Sempre più spesso le stazioni TV che lavorano in questo ambito si appoggiano a schede video e software appositi per arricchire e migliorare i propri contenuti; l'amministratore delegato di Grass Valley, società specializzata del settore, dice che grazie alle nuove RTX 6000 è lecito aspettarsi un +300% delle performance.

Le schede NVIDIA RTX 6000 saranno disponibili all'acquisto a partire da dicembre; non sono ancora stati specificati i prezzi, ma non è nemmeno detto che li sapremo mai - del resto non è un prodotto pensato per l'acquisto al dettaglio.


8

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Il corpo di Cristo in CH2O

pensate alle aziende di ricerca o startup che *dovremmo* avere (anche) in italia che in pochi mesi si sono trovate a dover sborsare il 30% in più per le schede per far conti (come le chiamo io). se già era disincentivato l'avviare startup o il trovare fondi per la ricerca in europa, che per inciso sono proprio quelle che supponiamo debbano mandarci avanti, pensate un po' al rincaro sugli strumenti del lavoro, che sono tutti importati.

Pip

Mi immagino già l'assurdo rumore che dovrà fare quella povera ventolina in quel dissipatore blower per poter dissipare 450W continuativi per decine di ore di fila...
Per fortuna che sono dedicate a server che in genere stanno ben lontano dall'orecchio delle persone...

Antsm90

Quindi tra 2 anni avremo la RTX 6000 che sarà quella professionale che però non è la RTX A6000 che è quella vecchia, affiancata dalle RTX 60X0 per il gaming.

Boh, preferivo quando le professionali erano le Quadro e le gaming le GTX, almeno si capiva subito di cosa si trattava

XPower7125

@redazione il titolo è errato

Stefano

Esatto, di norma costano 5-6 volte rispetto le versioni consumer

matteventu

Immagini alternative per la foto di copertina:

https://uploads.disquscdn.c...

https://uploads.disquscdn.c...

MartinTech

:P
https://uploads.disquscdn.c...

Davide

7/8 k,forse qualcosa di più. Se non ricordo male la p6000 ne veniva di listino 6 appena uscita.

Recensione AMD Ryzen 7 6800U, la iGPU ora convince

Recensione AMD Ryzen 7 5800X3D: la V-Cache 3D funziona alla perfezione

Recensione NVIDIA GeForce RTX 3090 Ti: l'ultimo grido di Ampere

Mac Studio e Studio Display ufficiali: il Mac mini cresce ed è potentissimo | Prezzi