Arm, ecco le CPU e GPU next-gen. Arriva il ray tracing!

29 Giugno 2022 126

Un po' in ritardo rispetto al solito, Arm ha presentato i design di CPU e GPU che troveremo verosimilmente nei SoC mobile per smartphone e tablet dell'anno venturo. Le novità sono cospicue soprattutto dal punto di vista delle GPU, visto che alle tradizionali Mali si affianca un nuovo brand flagship, Immortalis, che per la prima volta include il supporto al ray-tracing hardware; e benché i nuovi core CPU siano significativamente più potenti rispetto alla precedente generazione, è particolarmente importante la possibilità di realizzare nuove configurazioni, potenzialmente in grado di rivaleggiare con i chip Apple Silicon nel mondo laptop. Ma andiamo con ordine e scopriamo tutti i dettagli.

CPU: FINO A 25% DI POTENZA IN PIÙ E SFIDA AD APPLE SILICON

Arm ha presentato due design tutti nuovi, il Cortex-X3 a massima potenza e il Cortex-A715 intermedio, e ha apportato "importanti aggiornamenti" al Cortex-A510 a risparmio energetico. In quest'ultima categoria di upgrade rientra anche la DynamIQ Shared Unit (blocco che include cache L3, interfacce, porte e così via) DSU-110. In sintesi:

  • Cortex-X3: il core garantisce fino al 25% di potenza di picco in più rispetto "agli ultimi smartphone flagship" (una slide cita espressamente il Cortex-X2 di precedente generazione, mentre un'altra rimane più sul vago)), e fino al 34% in più rispetto "agli ultimi laptop mainstream". Da notare che i due dati fanno riferimento a core configurati con frequenze leggermente diverse: 3,3 GHz per smartphone, fino a 3,6 GHz per i laptop. In quest'ultimo caso raddoppia anche la cache L3, da 8 a 16 MB.
  • Cortex-A715: grazie a miglioramenti chiave alla precisione delle tecnologie di branch prediction e prefetching dei dati, il core pensato per compiti intermedi ora ha la stessa potenza dei core flagship Cortex-X1 di due anni fa. Rispetto al predecessore A710, migliora anche l'efficienza energetica: +20% a pari performance o +5% allo stesso livello di consumo energetico.
  • Cortex-A510: la potenza rimane invariata, ma migliora il consumo energetico, che è stato ridotto di un ulteriore 5%.
  • DSU-110: incrementa del 50% il numero di core supportati. Questo ha implicazioni importanti soprattutto nel mondo laptop: Arm spiega che è possibile per esempio realizzare una CPU con fino a otto core Cortex-X3 e 4 core Cortex-A715, e che questa potrebbe essere impiegata nel segmento dei laptop premium. Arm sfida Apple: anche se non lo esplicita, il riferimento diretto è chiaramente ai chip Mx della casa di Cupertino.
GPU: ARRIVA IL RAY TRACING

Sono tre le nuove GPU: la nuova Immortalis-G715, top di gamma, la Mali-G715 e la Mali G-615, entrambe posizionate come "premium". Novità comune di punta per tutti e tre i modelli è il Variable Rate Shading o VRS, che semplificando un po' possiamo definire l'equivalente del refresh variabile dei display: le GPU possono incrementare o ridurre lo shading rate in varie aree della scena a seconda delle necessità del momento (banalmente: rate massimo per gli oggetti in primo piano e inferiore per lo sfondo) e potenzialmente risparmiare un bel po' di energia. Secondo Arm, solo questa tecnologia può portare fino a un +40% di FPS.

Il ray tracing hardware non è completamente nuovo nel mondo delle GPU mobile: la prima è stata Samsung con Exynos 2200, la cui GPU è basata sull'architettura RDNA2 di AMD. Ma è inedita per quanto riguarda i design Arm. La società promette un incremento del 300% grazie all'accelerazione hardware rispetto al ray tracing via software (che le GPU Arm supportano dall'anno scorso con la Mali-G710). Di seguito un paio di video demo ufficiali:

Arm dice infine che ci sono significativi miglioramenti all'Execution Engine e ad altre aree del chip che in ultimo garantiranno maggior efficienza e prestazioni superiori. In particolare, raddoppieranno le performance nelle operazioni di machine learning.

In sintesi, questi sono i dettagli chiave delle tre GPU:

  • Immortalis-G715:
    • 10 core e oltre
    • Ray Tracing hardware
    • Variable Rate Shading (VRS)
    • Nuovo Execution Engine
  • Mali-G715:
    • Tra 7 e 9 core
    • Variable Rate Shading (VRS)
    • Nuovo Execution Engine
  • Mali-G615:
    • 6 core o meno
    • Variable Rate Shading (VRS)
    • Nuovo Execution Engine
QUANDO ARRIVANO

Vedremo i nuovi design nei SoC dell'anno prossimo, a partire da quelli top di gamma (che presumibilmente saranno annunciati verso la fine di quest'anno) - quindi i vari Snapdragon 8 Gen 2, Exynos 2300 e comunque MediaTek deciderà di chiamare l'erede del Dimensity 9000 (naturalmente tutti i nomi sono ipotesi non confermate ufficialmente. Come dicevamo in apertura, quest'anno la società inglese è arrivata un po' in ritardo: di solito gli annunci avvengono a fine maggio. Difficile stabilire se ciò si ripercuoterà sulle tempistiche di annuncio di chip e smartphone.

Un Computer dentro uno Smartphone? Motorola Moto G100 è in offerta oggi su a 349 euro.

126

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Stech1987

Non hai risposto: professionisti di che genere?

Mario Rossi

tu parli di aziende in stile fiat. io parlo del piccolo professionista che ha un solo pc e ce ne sono parecchi che hanno fatto il cambio di OS:. Quindi lascia perdere i discorsi idioti e cerca di fare la persona seria-

Stech1987

Lascia stare da quel che scrive secondo me è uno che se gli parli di migrazione pensa a Salvini o alle paperelle

Stech1987

Mi fa sempre ridere leggere "i professionisti", perché non si capisce mai professionisti di che cosa... professionisti del pulito? Professionisti del porno? Killer professionisti? A parte i videomaker che per fortuna sono un numero esiguo (e molti usano cmq Windows), e chi deve avere una macchina di rappresentanza per sboronare tipo BMW X6 aziendale, non penso che nessuno sano di mente spenderebbe x-mila euro per aggiornare parco Hw e sw con tutto il casino che ne consegue (vedi compatibilità files, formati, periferiche, applicativi, senza contare costi di gestione, aggiornamento, sostituzione, riparazione e annessi e connessi)

Background 07122017

Soltanto con un soc che è fermo al 2015 potente un po' di più rispetto ad una PS3

PyEr

Tanto casino per niente.

Monakois 94

Speriamo bene.

franky29
Monakois 94

Sperando che non esca crossgen,si.
RDR2 ci ha insegnato che per quanto concerne il realismo,Rockstar e quella che può fare la differenza (anche perchè fà uscire 1 gioco ogni 8 anni).

Monakois 94

Si però non è la tessa cosa di avere una SH importante che ti fa sentire l'avanzamento tecnologico cosa che con gli indie non puoi fare.
Speriamo che si concentrino di più in questa nuova gen perchè non vedo un palazzo distruggersi da anni.

piervittorio

Immagino future configurazioni da 12 core, valide anche per PC laptop e desktop economici all-in-one...
Due core X3, quattro core X715 e sei core 510, con una dozzina di core grafici G715.

franky29
Redvex

Non è detto. Quando pareggeranno in tutto e per tutti gli x86 potrebbero aver raggiunto consumi e calore tali da essere equiparati.

Redvex

Per quello fortunatamente ci sono gli indie

Simone Dalmonte

Certo che non è solo merito di tsmc, ma ha il suo bel peso

Monakois 94

Purtroppo lo so benissimo e non posso biasimare chi sceglierá la "via piú semplice" ma spero che si possa andare sempre piú avanti alla Zelda o alla RDR2 come immersivitá e non fermarsi solo sulla tecnica.

franky29
Monakois 94

A furia di aumentare la risoluzione e aggiungere RT quà e là,gli sviluppatori saranno costretti a frenare ancora una volta il progresso tecnologico vero per dare spazio a questi "accessori".

franky29
franky29

Guarda a essere sincero non so se è merito solo di tsmc il bionic a15

olè

sì assolutamente io ci metto, ip68, sd, jack, led di notifica e buone fotocamere

Simone Dalmonte

Monakois 94

Che è quello che continueremo a fare persino su PC se con la prossima gen non si mettono in testa di aumentare la fisica,le animazioni,l'interazione ambientale e l'AI.

Andrew

A 680 con un colore rosa e 30~35 cicli è ancora un buon prezzo dice?

Simone Dalmonte

prendilo. al volo.

Simone Dalmonte

il prossimo anno almeno si gioca ad armi pari.
I benchmark di dimensity 9000 (e anche risultati realativi a calore e consumi) hanno mostrato a tutti cosa significhi il p.p. di tsmc di cui sinora ha potuto godere solo apple...

Andrew

A 680 con un colore rosa e 30~34 cicli è ancora un buon prezzo dice?

Andrew

A 680 con un colore rosa e 30~35 cicli è ancora un buon prezzo dice?

FactCheckingTheUsers

Il Ray Tracing è cruciale in ottica AR.

Ildebrando Jki

Chi compra il processore prestazionalmente al top di generazione se ne frega dei consumi.
Chi pensa ai consumi compra laptop con le versioni U, di certo non la serie K

Ildebrando Jki

Se hai bisogno di tutta la potenza di un i7 di ultima generazione vuol dire che il tuo laptop è un desktop replacemant, e in quanto tale non è adatto all'uso sul campo. I destkop replacement sono fatti per poter essere portati da una scrivania ad un'altra, quindi dalla presa di casa a quella dell'aereo e da quella dell'aereo a quella dell'hotel, stessa cosa con casa e ufficio. La batteria serve a proteggerti dai blackout o a poter controllare un file al volo durante il tragitto, ma niente di più. Se ti serve un computer da poter usare sul campo c'è la serie U a basso consumo ed equivalente su AMD.
Come è già stato fatto notare anche gli M di apple sotto stress bruciano la batteria in un paio d'ore.

Big G

Io vorrei uno smartphone con un soc del genere e tutto il resto al top!

biggggggggggggg

Sinceramente non ricordo, dovrei andare a rivedere le analisi. In ogni caso, il risultato finale è ben superiore rispetto a quello dell'A510. Tra l'altro il fatto che i consumi siano minimi a fronte di quelle prestazioni, mi fa pensare che il problema degli A510 sia architetturale.
Io più che altro mi porrei la domanda se i 20 fantastilioni di core ad alte prestazioni su un android siano davvero utili, invece dei due bestiali come si hanno sugli iPhone, visto che da ormai (mi sembra) 10 anni vengono letteralmente battuti ad ogni iterazione.
Magari due cortex X-qualcosa + 4 ottimi core ad alta efficienza (ma comunque con buone prestazioni) sono la soluzione migliore su smartphone.
Anche perchè ormai se devi fare calcoli pesanti ci sono acceleratori dedicati che fanno il tutto molto più velocemente e consumando pochissimo.

olè

sarebbe perfetto sopratutto per i medio gamma, ma ho seri dubbi sul fatto che poi lo vadano a fare così

Mario Rossi

adesso faranno anche il ac pro che di mini non ha proprio nulla. e nemmeno gli iMac, tecnicamente, sono mini pc.

Big G

A questo punto la migliore configurazione sarebbe un soc con 4 Cortex A715 e altrettanti core A510. Ne uscirebbe un soc che non consuma na mazza ma che ha prestazioni cmq di alto livello

Slartibartfast

C'è anche da dire che gli ice storm non sono per niente piccoli, hanno probabilmente più transistor di un A75, quindi costano molto molto di più di un misero A510.
Se l'obbiettivo è far girare la UI vanno benissimo, imho il problema di ARM è la serie X, che doveva essere quella delle massime performance e invece sta rimanendo indietro anche rispetto a Intel e AMD come IPC.

Mr. G/Blocked:40/Mac+Android

In pratica una Nintendo Switch

EL TUEPO

STO GODENDO
evviva la competizione, dai Apple sforna sti M3 con core ray tracing DAIIIII

PilloPallo
Background 07122017

La cosa divertente è che Windows on arm funziona meglio su Mac M1 che sul surface X

Background 07122017

In realtà si, x86 ormai è arrivato agli sgoccioli, salvo comunque applicazioni la quale serve assolutamente quel set di istruzioni, per il testo non ha senso, io voglio vedere ad esempio più giochi basati su arm, e anche una steam deck con arm così da ridurre dimensioni e ampliare l'autonomia (sebbene questo significherà ridurre la compatibilità con tutti i videogiochi correnti)

Policarpo

Ci vorrà ancora un po' prima che si allineino ad Apple. Nel frattempo, per fortuna, c'è ancora x86 che le tiene testa.

Background 07122017

Più che altro gli sviluppatori passassero ad ARM

Background 07122017

Un affare

Background 07122017

Per fare titolo alle testate giornalistiche

Andrew

Sì era quello, ogni volta che trovo qualche Windows a quel prezzo ha una sola mancanza gravissima che ne compromette il mio utilizzo (che per carità, è limitato a fare task pesanti e basta, non ci gioco e non faccio video editing e altre robe). Va bene, adesso provo a guardare quello da lei consigliato, la ringrazio.

Ciaoiphone4

Ovviamente non so entro quali limiti le royalties saranno gratis a vita, cioè solo per il set di istruzioni, ecc.

Fla

E ma ti credo il 1280p è un 28w di base con punta di 64.
Prendi un serie U da 9 o 15W oppure un Ryzen 6000 con TDP scalabile da 15 a 28w.
M1/M2 hanno ottime autonomie per uso light ma sotto stress scaldano a bestia e vanno in throttling anche loro, duranno 2-3 ore anche loro..

Ciaoiphone4

Apple non ha royalties da pagare ad ARM, ma può usare tutto ciò che vuole a vita. In breve ti riassumo: un tempo Apple era stata azionista di ARM insieme ad un fondo di investimenti, poi hanno venduto la società ad altri, e nell'accordi di vendita si stabilì che Apple non avesse dovuto pagare royalties a vita.

Abbiamo provato i nuovi Galaxy Z Fold4 e Z Flip4, ecco le novità! | VIDEO

Pixel Buds Pro: con l'ANC gli auricolari Google sono top di gamma | Recensione

Honor Magic 4 Pro vs Nikon Z9: la "folle" sfida con un fotografo professionista

Cosa succede agli smartphone: fine di un ciclo tecnologico? Video