MediaTek in crescita grazie a Dimensity 9000 e 8000

21 Giugno 2022 15

MediaTek sta attraversando un periodo di crescita più che soddisfacente, e a quanto pare il merito va in gran parte ai suoi ultimi chip di fascia top e alta, ovvero i Dimensity serie 9000 e 8000. La società taiwanese ha osservato un incremento del fatturato del 33% nei primi cinque mesi del 2022, per un totale di 8,32 miliardi di dollari.

Riguardo al singolo mese di maggio, il fatturato è stato di 1,75 miliardi di dollari, sostanzialmente analogo rispetto al mese precedente (una flessione dell'1%, a essere pignoli) ma che rappresenta una crescita del 26% su base annua, ed è il terzo trimestre di seguito che supera la soglia psicologica dei 50 miliardi di dollari taiwanesi, pari a 1,68 miliardi di dollari USA.

MediaTek prevede una contrazione per il mese di giugno, per una serie di motivi relativa al periodo e alla situazione economica attuale (crisi dei chip, crescita dell'inflazione, mercato in cui ormai tutti i protagonisti sono disponibili all'acquisto, riduzioni degli ordini...), ma gli ottimi risultati registrati fin qui dovrebbero garantire un raggiungimento degli obiettivi trimestrali in assoluta agilità.

I tre chip concretamente protagonisti dell'impresa di MediaTek sono il Dimensity 9000 annunciato a novembre 2021, il Dimensity 8100 e il Dimensity 8000. Da noi si sono iniziati a vedere solo recentemente, ma un gran numero di produttori, soprattutto cinesi, li ha adottati in massa. Parliamo di tutti gli attuali protagonisti, come OPPO, Xiaomi, OnePlus, Vivo, Honor e Realme.

Non è stato dichiarato in modo ufficiale, ma possiamo dire che il chipmaker taiwanese ci ha visto giusto quando si è trattato di scegliere la fonderia per produrre i chip: i processi produttivi a 4 e 5 nm della connazionale TSMC si sono rivelati più efficienti e performanti di quelli di Samsung. Anche Qualcomm è corsa ai ripari, affidando a TSMC la produzione dello Snapdragon 8+ Gen 1.


15

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Nico Ds

In Europa? No.

Abel

Ma chi l'ha mai visto il dimensity 9000 scusate?

MrPhil17

Solo Android top di gamma (HTC Desire HD, Samsung Galaxy S3, Samsung Galaxy Note 3, Nexus 6, Samsung Galaxy S7 Edge e iPhone 7 Plus che tutt'ora possiedo).

piervittorio

Mediatek ha sempre (ovviamente) usato solo processi produttivi TSMC, non ha mai nemmeno pensato di farsi produrre i propri SoC altrove.
Che TSMC in questo momento abbia un vantaggio tecnologico notevole sulle altre due sole fonderie in grado di produrre sotto i 10nm (ovvero Intel e Samsung) è un fatto certo, ma non ne sarei così felice, posto che si rischia un monopolio, oltretutto da parte di una azienda che sta in un'isola molto vulnerabile.
Io spero che Samsung, Intel, e possibilmente anche Global Foundries, SMIC e UMC quanto prima siano in grado di ridurre il gap con TSMC.

draconian

E tu sei passato da avere cellulari mediatek ad iPhone, o avevi avuto anche Android top di gamma? (Perché, tutti i cellulari mediatek, di qualche anno fa, erano bassa e infima gamma)

Il corpo di Cristo in CH2O

intendi il bootloader immagino. in ogni caso comunque, no, non sono obbligati ad averlo, è possibile compilare anche sorgenti criptate.

Massimo Trentin

"Non è stato dichiarato in modo ufficiale, ma possiamo dire che il chipmaker taiwanese ci ha visto giusto quando si è trattato di scegliere la fonderia per produrre i chip: i processi produttivi a 4 e 5 nm della connazionale TSMC si sono rivelati più efficienti e performanti di quelli di Samsung. Anche Qualcomm è corsa ai ripari, affidando a TSMC la produzione dello Snapdragon 8+ Gen 1."

Ma va'?
Chi l'avrebbe mai detto...era sotto gli occhi di tutti che i processi produttivi di TSMC erano più di una spanna sopra a Samsung in quanto ad efficenza energetica ( e relative conseguenze).
Samsung sa fare molto bene tante altre cose ma per quanto riguarda la produzione di semiconduttori deve ancora farne di strada per raggiungere la concorrente taiwanese.
Poi, per carità, le fonderie le ha, probabile che sia questione di competenze, che ne so...

Baz

si ma anche HTC faceva smartphone su diverse fasce di prezzo.
e ripeto ho avuto smartpone con soc snapdragon nati e morti con la stessa versione di android.
un tempo aggiornavano tutti poco a parte la fascia alta.
il mediatek avevano piu' che altro il problema del modding perche' la community non aveva i sorgenti del kernel, pero' il produttore credo fosse praticamente obbligato ad averli boo, tanto ne avevano bisogno per costuirci sopra la rom stock

Paolo Giulio

Mi pare che ormai MT sia ben lanciata con prodotti sempre più "alternativi" e di "sostanza"... direi un bel passo avanti rispetto ai vetusti MTKxxxx di qualche lustro fa...

MrPhil17

Beh c'erano anche HTC coi mediatek, e anche quelli erano nella stessa situazione.

Baz

e guardacaso erano tutti dispositivi ultra economici vero?
c'erano anche dispositivi con snapdragon nati e morti con la stessa versione di android, tutto dipendeva dal prezzo

MrPhil17

Diversi anni fa, prima che passassi da Android ad iPhone, tutti i telefoni con MediaTek erano tutti fermi alle stesse release di Android, tipo la 4.4, 5.0 o 6.0.

T. P.

in effetti, in questo samsung sta toppando!

Baz

la limitazione era solo per le mod credo.
perche' comunque pagando ti davano i sorgenti, quindi il produttore i sorgenti del kernel li aveva penso, anche perche' dovevano probabilmente patcharlo

MrPhil17

Mediatek crea ancora problemi con le sorgenti software, limitando gli aggiornamenti di versione di Android come una volta?

Recensione Realme GT Neo 3T: piccoli passi in avanti

Samsung Galaxy S22 Ultra Snapdragon vs Exynos: il nostro test | VIDEO

Recensione OnePlus Nord CE 2 Lite 5G: provatelo, prima di giudicarlo

In vacanza con tre Oppo Find X5: confronto foto e... il risultato non è scontato