Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

TSMC, tutto secondo i piani: processo a 3nm nella seconda metà dell'anno

15 Aprile 2022 24

TSMC, uno dei più grandi produttori di processori al mondo, quasi esclusivamente per conto terzi, inizierà ad utilizzare nel corso della seconda metà dell'anno il suo nuovo processo produttivo a 3nm. L'annuncio è stato fatto da CC Wei, Chief Executive Officer della società taiwanese, durante una conference call sugli utili.

Secondo fonti industriali, TSMC dovrebbe produrre inizialmente tra i 30.000 e i 35.000 wafer al mese utilizzando la tecnologia a 3nm, preannunciata nel 2020, e tra i primi a beneficiarne ci sarebbe Apple, suo principale cliente, che dovrebbe utilizzarla per i processori che integrerà nella maggior parte dei suoi dispositivi previsti per il prossimo anno, tra cui Mac e iPad con M3 e iPhone 15 con A17.

Stando a quanto riportato da DigiTimes, e come già previsto lo scorso anno, il processo sarà utilizzato per la prima volta da Apple su iPad, ma non è stato specificato ne il modello ne il periodo in cui verrà lanciato. Qualora questa voce fosse fondata, sarebbe la seconda volta negli ultimi anni che Apple fa debuttare una nuova tecnologia per i processori prima su iPad e poi su iPhone. L'A14 Bionic, realizzato con un processo a 5 nm, è arrivato prima su iPad Air di quarta generazione nel 2020 e, solo successivamente, sugli iPhone 12.


Il passaggio a un processo produttivo più avanzato si traduce generalmente in migliori prestazioni ed una maggiore efficienza energetica, consentendo velocità più elevate e una maggiore durata della batteria. Secondo TSMC, la tecnologia a 3 nm consentirebbe di aumentare le prestazioni dal 10% al 15% rispetto ai 5 nm, riducendo il consumo energetico dal 25% al 30%.

L'ulteriore riduzione della dimensione del chip potrebbe permettendo di integrare fino a quattro matrici su un futuro M3 consentendo, potenzialmente, di avere una CPU con un massimo di 40 core. Il chip M1, ricordiamo, ha una CPU a 8 core, M1 Pro e M1 Max hanno invece una CPU con 10 core.

Guardando al futuro, infine, TSMC ha affermato che anche lo sviluppo del processo N2 (2nm) di prossima generazione potrebbe partire verso la fine del 2024, non nel 2023 come affermato in passato, con una produzione in serie dal 2025.


24

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
MaxFremps

Sni, e soprattutto fa ridere che investiamo dopo aver distrutto e svenduto tutto, investire riniziando da 0 quando avevamo già

Beh possiamo investire in questo campo in europa, qualcosa si sta già muovendo, anche se non penso che arrivando adesso nel giro di 2/3 anni si possa arrivare ai livelli di TSMC, che se è leader mondiale davanti ad altri colossi avrà i suoi meriti...

opt3ron

M2 è un tappa buchi il vero avanzamento si avrà con m3 @ 3nm.

Andre Sergio Da Rio

Si parla di m3 quando ancora non hanno nemmeno presentato m2

Cloud387

Che io sappia si taiwan pare ci sia un accordo, allo scadere taiwan torna alla cina.

Cloud387

I migliori sono quelli da 7,43 nanometri

MaxFremps

Già, ma vedendo come sta andando per le batterie, per i chip ci vorranno altri decenni

Alessandro M.

Non fa una piega....ameno che non si utilizzino altri tipi di elementi per realizzare i chip

Mark-

https://uploads.disquscdn.c...

gp

E quelli a 9 non me ho mai sentito parlare

mig86

Ma se Apple ha sul mercato chip a 5nm da 2 anni, quelli da 7 sono in giro da più di 3 anni.

Francesco Renato

Taiwan è il sogno proibito della Cina, è impossibile da prendere perché è un'isola.

Francesco Renato

Come? A nuoto? Mi pare difficile.

giovanni

Tanto questi progressi tecnologici avrebbero il loro effetto solo tra qualche anno, adesso lo standard migliore collaudato in commercio è ancora quello a 9 nanometri.

Topo Gigio

Intendi terre rare? Ma non penso che li estraggono sull'isola.

Davide
Patrizio Battemano

la signora Cina la vuole da quando è stata fondato il paese, gli sconfitti della guerra civile cinese si sono rifugiati a taiwan e poi son stati difesi dagli americani fin dal dopo guerrra. il bello è che nemmeno gli stati uniti riconoscono la sovranità di taiwan.

Dark!tetto

Diciamo che Taiwan è già "degli USA" ed effettivamente sta cosa dell'ucraina è servita alla Cina per avere un'anticipazione su come si muove la NATO e gli USA, con la differenza che Taiwan appunto non è l'Ucraina in termini di interessi commerciali e politici anche per la posizione geografica.

MaxFremps

Si be ovvio che Taiwan è ben difesa contro la cattivona Cina, però non vorrei che sta cosa dell'Ucraina non diventasse un pretesto di agire per la Cina o comunque in caso di guerra sicuramente Taiwan libera non resterà che vada alla Cina o agli Usa o chissà a chi
Diciamo che Taiwan è un obbiettivo gigantissimo, se non il più importate al mondo attualmente

Aniene

Tutto secondo i piani finchè non arriva la Cina. Li hanno già avvisati, a breve l'invasione.

MaxFremps

True, il problema è la signora Cina che la vuole da anni, e se un giorno la avrà cosa sicura, be li sarebbero bei problemi, il punto che possiamo farci ben poco

Ginomoscerino

TSMC è uno dei motivi che li tengono protetti è un'azienda strategica importante per tutto il mondo.
Iniziassero a costruire al di fuori ridurrebbero l'importanza delle fabbriche taiwanesi facendo scendere l'interesse di proteggerli

MaxFremps

Cambia poco dove li costruisci, perchè è proprio in quelle zone dove ci sono le risorse, costruire altrove ma non avere le risorse siamo li comunque

Che anno sarà il 2024? Le nostre previsioni sul mondo della tecnologia! | VIDEO

HDblog Awards 2023: i migliori prodotti dell'anno premiati dalla redazione | VIDEO

Recensione Apple Watch Series 9: le novità sono (quasi) tutte all’interno

Recensione MacBook Pro 16 con M3 Max, mai viste prestazioni così!