Intel Arc A370M: primo benchmark su AotS e nuovi dati su Intel XeSS

25 Marzo 2022 7

Intel Arc Alchemist debutterà il prossimo 30 marzo, lo ha annunciato la stessa Intel che, al contempo, presenterà inizialmente solo i modelli laptop, rimandando le prime schede grafiche desktop al secondo trimestre (si pensa a fine maggio/inizio giugno). Tra i prodotti attesi per mercoledì prossimo ci sono i modelli laptop di fascia bassa, verosimilmente le prime soluzioni dedicate a utilizzare una GPU Intel Xe da 128EU (vedi DG2-128EU) nelle vesti delle Intel Arc A370M e A350M.

A seguito del nostro approfondimento sulle nuove GPU Intel, non ci sorprende a questo punto vedere l'ennesimo benchmark della Arc A370M, verosimilmente il modello Intel più potente su cui si potrà mettere le mani in un primo momento; l'inedita GPU è stata testata su Ashes of The Singularity, benchmark tra i meno accurati che, anche in questo caso, non ci permette di capire del tutto le reali prestazioni della scheda.


Il punteggio ottenuto con preset "1080p min" non è in realtà entusiasmante, tuttavia, facendo una breve comparazione notiamo che soluzioni come RTX 3060, GTX 770 e GTX 1050 restituiscono a volte lo stesso risultato. Oltre a confermare definitivamente la scheda, quindi, possiamo affermare che questo benchmark non è assolutamente indicativo, rimandando il tutto a test più affidabili, magari nel gaming a 1080p. Ricordiamo che Intel Arc A370M sarà dotata di 4GB di memoria grafica su BUS a 64 bit, garantendo - almeno sulla carta - prestazioni doppie rispetto alla migliore GPU integrata Intel Xe-LP (dati Intel).


Rimanendo in tema gaming, in queste ore Intel è alla GDC 2022, evento che non ha bisogno di presentazioni e dove l'azienda ha dato ulteriori dettagli sulla tecnologia di Super Sampling Intel XeSS. Il colosso di Santa Clara chiarisce che XeSS mira ad avere il maggior bacino di utenza possibile, dando la possibilità di utilizzare la propria tecnologia a quelle GPU che supportano Shader Model 6.4+ e DP4a, ma senza dimenticare che XeSS funzionerà al meglio sulle GPU prodotte in casa.

Dalle slide snocciolate all'evento si evince che Intel sta lavorando molto lato qualità, cercando di arginare da subito problemi comuni come possono essere ghosting e blurring. A differenza di NVIDIA DLSS e AMD FSR, Intel XeSS offrirà cinque modalità di qualità dell'immagine, tra queste troveremo la Ultra Quality Mode con scaling-factor a 1.3X; tale modalità migliorerà le prestazioni del 21% e 27% a 1440p e 4K, mentre Ultra-Performance permetterà di aumentare il framerate nell'ordine del 97%-153%. Le premesse non sono niente male, l'unica cosa che manca ora sono le schede grafiche ad alte prestazioni che, con questo XeSS integrato a dovere, potrebbero dire la loro in ambito consumer (prezzi permettendo).

VIDEO


7

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
frank700

È inutile a chi non serve, utile a chi serve.

Massimo Battini

articolo inutile su una vga inutile

Gabbo

Te lo confermo.

gioboni

Visto che hanno fatto trapelare un bench del genere viene il dubbio che non offrano nulla di che, altrimenti ci sarebbero stati leak molto più interessanti.
Comunque nessuna infamia: ci sta che la/le prima/e generazione di un progetto sia sottotono rispetto a concorrenti sul mercato da anni.

Blinkin

Perché?
A livello di prestazioni intendo eh
La 6500 xt non è forse una GPU mobile messa su una scheda desktop?

Goose

Questa è mobile

Blinkin

Le 6500xt di Intel insomma

Recensione AMD Ryzen 7 6800U, la iGPU ora convince

Recensione AMD Ryzen 7 5800X3D: la V-Cache 3D funziona alla perfezione

Recensione NVIDIA GeForce RTX 3090 Ti: l'ultimo grido di Ampere

Mac Studio e Studio Display ufficiali: il Mac mini cresce ed è potentissimo | Prezzi