Raspberry Pi 4 e 400, piccola rivoluzione: non servirà un PC per installare l'OS

09 Febbraio 2022 74

Le dev board Raspberry sono soluzioni a basso costo capaci di sostituire il PC nello svolgimento di attività basilari (es. navigazione internet, gestione dei file multimediali, programmi di produttività personale) ma richiedono tuttora un PC per essere configurate. L'installazione del sistema operativo sulla scheda SD, che andrà poi inserita nello slot del Raspberry Pi, deve essere infatti effettuata tramite un'applicazione in esecuzione sul PC (Raspberry Pi Imager e simili). Tutto questo sta per cambiare.

Raspberry Foundation comunica che ora esiste una versione beta del bootloader Raspberry Pi che implementa l'installazione di rete e chiede la collaborazione degli appassionati per testarla. Per il momento la funzione è disponibile solo per gli utenti Raspberry Pi 4 e Pi 400, ma non è da escludere che in futuro possa essere estesa a più modelli.

Il Network Bootloader in azione su Raspberry Pi 4

Per provare la funzione, bisogna prima aggiornare il bootloader, dopodiché, avviando la dev board collegata ad Internet tramite cavo di rete, si potrà scaricare ed eseguire direttamente sul Raspberry Pi l'applicazione Raspberry Pi Imager e quindi procedere all'installazione del sistema operativo sulla scheda SD, come si farebbe da PC. È un primo passo verso la piena autonomia in fase di configurazione e alcuni aspetti sono quindi migliorabili. Al di là del fatto che si tratta di una funzione in beta, quindi suscettibile affinamenti, il download di Raspberry Pi Imager può avvenire solo via LAN, il WiFi non è (ancora ?) supportato.

Gli utenti interessati possono trovare tutte le informazioni dettagliate su procedura di installazione e utilizzo del nuovo bootloader nel sito ufficiale di Rasberry (Link in Fonte).

Non è l'unico recente intervento della Raspberry Foundation volto a potenziare il software delle sue dev board: si ricorda che da pochi giorni è disponibile la versione a 64-bit del sistema operativo Raspberry Pi OS. Certamente è una delle novità più in linea con la filosofia alla base dei dispositivi Raspberry: offrire tanto con una spesa minima. In quest'ottica tagliare i ponti con la dipendenza dal PC è un plus non da poco.


74

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
piervittorio

Nell'ipotesi di una incrementata potenza di calcolo, una apertura verso il mondo windows inizierebbe ad allargare gli sbocchi in ambito office del Raspberry, attirando sviluppatori e integratori.
Dopotutto, Windows e ARM sono destinati ad andare sempre più d'accordo, in certi ambiti.

Dark!tetto

Curiosità: cosa vi aspettereste dal prossimo Raspberry Pi5, che immagino
arriverà a fine anno o più probabilmente per l'anno prossimo?


Che sia realmente disponibile all'acquisto...oltre a POE, Slot M2 e una mini DisplayPort non mi dispiacerebbe

Marcello Brambilla

ok, allora ho capito male io. Grazie.

zago84

No, c'è scritto chiaramente che l'installazione avverrà attraverso la rete quindi la SD deve esserci ma deve anche essere vuota. Quindi non serve altro dispositivo, solo connessione ad internet.

Marcello Brambilla

sinceramente io su un raspi non ci metterei windows se non per giochicchiarci, pero' se raspi fosse una buona piattaforma per windows arm, magari ms potrebbe spingere di piu', e potremmo avere piu' facilmente, in futuro, dei pc "veri" con arm invece che con x64

Marcello Brambilla

si, ma tanto l'sd devi comunque crearla.
che tu debba crearti una sd con l'installer o una sd con il sistema operativo gia' pronto, sinceramente non vedo tutta sta differenza.

gp 1

visto che non si trovano in giro a sto punto aspetto il 5 direttamente.
lo zero 2 w si trovava i primi giorni.

xpy

Si intendevo più che altro nelle altre versioni, vedere delle micro USB nel 2022 è un po' strano

Aster

o semplicemente m.2 sata:)

Aster

no m.2 e lo slot,nvme e un protocollo-standard

Aster

io voglio il codec nuovi per i video

Baz

per l'alimentazione gia nel 4 hanno la type c, niente micro,
poi chiaro hanno 4 type A che secondo me ancora non ha senso rimuovere da un raspberry.
quello che spero e' che levino le micro hdmi, per usare le type c

Baz

no M.2 puo' essere anche con velocita' del sata III, a seconda delle piedinature

Baz

del supporto win11 onestamente non mi interessa nulla, non vedo un raspberry come un dispositivo da usare con windows... anzi per me gia e' insensato usarlo come pc, e infatti pur possedendo il modello da 8gb, non ne vedo il senso.
sfruttare l'accelerazione hw per me e' utile solo per dare un minimo di senso a quei tagli di memoria

piervittorio

Quindi nella lista inseriamo:

lettore microSD migliorato con supporto UHS
driver GPU migliorati (e compatibili con windows 11)
PoE
Porte displayport e usb type C invece di micro HDMI e USB 2/3
RAM LPDDR4X oppure LPDDR5
Connettore M.2
SoC aggiornato

eidolon

per me è Pimiga e il look da home computer, it's 1988 again

Antonio63333

Al tempo quando lo presi su Amazon era in offerta e costava meno, era un kit completo di tutto.

Baz

a me guarda basterebbe un lettore di microsd decente, perche' quello di ora fa davvero da collo di bottiglia, non ha puoi comprare anche una microsd performante ma tanto il raspberry non riesce a sfruttare quelle velocita'.
mi piacerebbe il supporto per le memorie UHS II, visto che ora non supporta neanche le memoria UHS I.
poi possono anche mettere il soc piu' potente che vogliono, ma finche' il browser non supportera' bene l'accelerazione HW, sara' sempre castratissimo rendendo inutili i modelli da 4 e 8gb di ram

Franco Forte

molti si lamentano che la versione kit completo si aggira sui 200 euro
uno store famoso italiano vende l'ultimo modello a 120

Baz

dai bench e test su usi reali cambia parecchio, cerca qualcosa su youtube e su internet in generale, ci sono sia bench sintetici, sia bench piu' reali

piervittorio

Ma la M.2 non supporta automaticamente lo standard NVMe?

Marcello Brambilla

come ho scritto sotto, molti dei raspi che si trovano su amazon non sono direttamente venduti da amazon, e il discorso affidabilita' e garanzia va a farsi benedire, mentre i siti scelti dalla fondazione sono affidabili.
poi, finche' si tratta di ca**atine da 10 euro, il costo di spedizione e' una parte importante, ma quando la differenza di costo tra amazon e lo store ufficiale supera i 10 euro, allora quella ragione non funziona piu'.
guarda i prezzi del 400 su amazon e su melopero.
su melopero 119 euro, su amazon quello che costa meno e' a 133€ e lo store si chiama "letmeknow", dove gia' per il nome non comprerei niente, poi vai a vedere le recensioni e solo il 73% sono positive.

Overwiew_marcia

Quello che personalmente mi manca è una porta di tipo M.2, non chiedo nemmeno una NVME ma una M.2 si, diventerebbe perfetto come spalla al PC principale.

NULL

Qualcuno ha già provato la versione a 64 bit? Quanto variano le prestazioni?

Teo_

Hanno aggiornato da poco le disponibilità. È da fine novembre che davano disponibilità da metà gennaio, poi spostata a inizio febbraio e ora a marzo.

Sagitt

PoE e WOL

Marco

Io spererei di poterlo usare o come Nas, quindi che abbia un modo semplice di connetterci 4 dischi sata, o che venga supportato a dovere lato software dai vari servizi Cloud gaming.
Lato hw ci sarebbero tante cose da migliorare.

Marco

Ottima funzionalità, speriamo la estendano anche al 3.

Il corpo di Cristo in CH2O

hai mai provato ad installare linux mainline o una distribuzione di yocto (senza scaricare il precompilato) su un raspberry?
guarda, basta che vai a farti un giro su armbian e vedi subito le bestemmie, sul forum raspberry appena gli parli di qualcosa di diverso dalla loro distribuzione ti rispondono che "noi supportiamo solo il nostro os".

raspberry è come il classico arduino, è a prova di scemo, ma chi lo usa non impara niente, e se rimani nel loro mondo limitato va tutto bene, quando vuoi eliminare qualche restrizione ecco che lì cominciano i problemi per tutte le implementazioni proprietarie senza supporto. tipo il bootloader, proprietario di broadcom, e senza uno straccio di documentazione (a parte i file per settare i parametri di frequenza ecc, anche qui solo per il gusto di dire "ho overcloccato il raspberry").

tanto per dire io adesso uso una rock pi E con linux mainline senza problemi, giusto il tempo di settare il device tree. il bootloader è standard, compili uboot e sei apposto. questo vuol dire fornire una piattaforma solida e coerente, non fornire un giocattolo con un os per farsi belli e per far dire alla gente "mi sono costruito il mio serverino" o "mi sono costruito il mio piccolo nas" in 5 minuti.

Black_Codec

Senza contare l'alimentazione via usb c che non è standard

Migliorate Apple music

Raspberry come altre marche sta soffrendo il problema dello shortage dei chip, anche passando dagli store ufficiali indicati da loro non si trovano i prodotti, paradossalmente il pi400 diventa molto interessante dato che con poco più di 100 euro si può portare a casa un sistema fatto e finito.

Migliorate Apple music

Come al solito Amazon è affidabile e non si paga la spedizione.

Migliorate Apple music

Probabilmente si, ma anche loro stanno avendo problemi di approvvigionamento

570C4550

praticamente come fosse un iphone XD

piervittorio

Però credo che sulla fascia bassa abbiano un range di prodotti validissimo, e sulla media al limite potrebbero pensare semplicemente ad un die shrink del SoC Broadcomm, da 28 nm a 22, o a 16, o a 14, o a 12nm, per ridurre consumi e throttling del Pi 4, oppure per farne salire un po' le frequenze.
Il futuro Pi5 lo vedo per forza come un completamento verso l'alto della gamma, qualcosa che possa essere utilizzato anche per far girare Windows 11 ARM senza grandi problemi (che già gira bene sui Pi4, se non fosse per l'assenza di driver per la GPU), disponendo da una parte del doppio della potenza grafica e di calcolo, e dall'altra di un sempre maggior supporto da parte di Microsoft.

Danilo82

Ma il 5 quando esce ? Quest'anno ?

zago84

La chiavetta la devi comunque creare in precedenza con altro dispositivo. Qui si parla appunto di non dipendere da altri dispositivi. Così si potrà procedere all'installatore con la sola connessione ad internet. E ci sono situazioni dove è veramente l'unica possibilità o l'ultima spiaggia.

Luke

Ho guardato così di sfuggita e avevo letto 5 sterline in EU, chissà che ho letto, non ho simulato l'acquisto perché il pi zero 2 è esaurito ma se son 23 euro ciaone proprio

Franco Forte

facilissimo, ho visto un tutorial su youtube

Gaus

peccato che su Pi Hut la spedizione costa 23 euro, quindi alla fine un Pi4 lo paghi 35+23+ tasse

Migliorate Apple music

Ethernet PoE ed uscita displayport tramite USB C invece che le micro HDMI che sono bruttine

al3xb3rg

Troppo difficile il boot da usb?

Marcello Brambilla

ok, pero' un conto e' pagarlo il 10% in piu', ma quando, come ha detto antonio6333, il prezzo e' passato da 75 a 199, il gioco non vale la candela.

poi, conta che spesso quei raspi sono venduti non da amazon direttamente ma da siti terzi, e a quel punto sulla garanzia c'e' parecchio da discutere.

Marcello Brambilla

ok un mese, ma per trovarsi si trovano, e a prezzi non gonfiati.
un tempo di 5 settimane, di questi tempi, e' anche ragionevole.
In ditta abbiamo tempi di consegna di certo materiale a 400 giorni.

Walter Antolini

Poco rilevante come cosa, preferisco os custom basati anche sulla lite di rpi, il prezzo non mai stato altissimo come in questo periodo, però aggiungere un commento per il WiFi e bluetooth esterni non sarebbero male visto che attualmente vanno saldati manualmente

DarkSide

Sul sito mi dà solo il 2 GB a metà marzo per il 4 e 8 mi dà "iscriviti alla newsletter"

xpy

Perché è comunque amazon, tra garanzia e spedizione certe volte fa comodo anche se si spende di più

xpy

Più di un mese non è proprio una cosa "Disponibile"

xpy

Sinceramente spero arrivi un rinnovamento un po' di tutta la gamma, ormai le usb type C sono sempre più diffuse e le micro usb stanno scomparendo, sarebbe bello se aggiornassero i vari modelli con la usb C o altri miglioramenti del genere

Vive

Mantenere prezzi bassi perché la tentazione di rendere l'hardware sempre più evoluto c'è ma più si alza il prezzo e più l'idea diventa meno interessante a mio avviso, perché a quel punto di mini pc cinesi da poco se ne trovano.

Recensione NVIDIA GeForce RTX 4070 Ti: consuma poco e vola nel gaming a 1440P

Recensione Gigabyte GeForce RTX 4080 AERO OC: Potente e imponente

Recensione Intel Core i5-13600K: Core i7 sei tu? Test con DDR4 e DDR5

Recensione AMD Ryzen 9 7950X e Ryzen 7 7700X: ecco i nostri test con ECO MODE