TSMC potrebbe inziare a produrre i modem 5G di Apple a partire dal 2023

24 Novembre 2021 9

E' solo una questione di tempo ma nei programmi di Apple c'è anche la volontà di realizzarsi un modem 5G che le possa garantire una totale indipendenza anche da Qualcomm con cui ha stretto un accordo di fornitura nel 2019. Stando a quanto riportato dal Nikkei Asia, TSMC, il principale partner produttore di chip per Apple, inizierà a produrre i modem 5G per la società di Cupertino a partire dal 2023.

Apple si è liberata definitivamente di Intel alla fine dello scorso anno, con l'annuncio del sul primo processore M1 a cui sono seguite lo scorso mese anche le versioni Pro e Max. Il "divorzio" tra le due società era stato comunque già preannunciato nel 2019 quando Apple decise di acquisire la divisione modem smartphone di Intel.

Per la produzione del suo modem 5G, Apple si dovrebbe affidare alla tecnologia di produzione a 4 nanometri di TSMC. Oltre al modem, Apple starebbe anche sviluppando componenti a radiofrequenza e onde millimetriche, e un chip specifico per la gestione dell'alimentazione.

Apple utilizza dallo scorso anno i modem di Qualcomm

Il rapporto di Nikkei Asia va a confermare ulteriormente le indiscrezioni precedenti che puntavano all'arrivo di un modem 5G targato Apple sugli iPhone del 2023. Nei giorni scorsi, inoltre, Qualcomm ha anche rivelato di avere in programma una riduzione della produzione a circa il 20% per quanto riguarda i modem per Apple, proprio a partire dal 2023, ritenendo comunque possibile l'uso di un suo modem solo in alcuni Paesi, almeno inizialmente.

In questa fase di sviluppo, conclude il rapporto di Nikkei, Apple e TSMC starebbero testando una produzione di modem realizzata con un processo a 5 nanometri ma per la produzione di massa verrà utilizzato quello a 4 nanometri che TSMC ha comunque un programma di utilizzare anche per la realizzazione del processore che verrà integrato nei device di Apple nel prossimo anno. Dal 2023, invece, dovrebbe essere utilizzato un processo a 3 nanometri.


9

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
biggggggggggggg

Ovviamente

xan

Si ma da esistere la possibilità a esserne certi ce ne passa

opt3ron

In realtà la news dice che il modem progettato dalla divisione di intel inglobata da apple verrà usato sui prodotti della mela a partire dal 2023 e infatti qualcomm prevede -20% di modem venduti ad apple per quell'anno.

Migliorate Apple music

La divisione di Intel inglobata da Apple è fallita non è un gran segno al momento.
Anche perché per ora Apple è costantemente indietro dal punto della connettività wireless

Frank

E quali sono quelli buoni ?

biggggggggggggg

Anche sulle CPU android ma ciò non le vieta di prendere mazzate dai soc Apple

xan

che qualcomm abbia attuato politiche commerciali discutibili siamo tutti d'accordo, ma tecnicamente realizza i modem migliori al mondo.
inoltre al contrario di x86 dove esistono solo 2 aziende tra cui scegliere, per quanto riguarda i modem ce ne sono parecchie, tra cui la divisione intel comprata da apple.

la stessa visione intel che è stata comprata da apple è quella che fino al 2018 ha realizzato i modem per gli iphone che erano piu scadenti dei qualcomm.

in ogni caso apple ha gia fatto miracoli tecnologici e non ne escludo un altro, ma di sicuro la cosa è molto meno che certa

CAIO MARIOZ

È leader perché ha il monopolio, ha accordi monopolistici con tutte le aziende tech, che le permettono di guadagnare indebitamente con i brevetti su ogni chip venduto con una percentuale ricavata del valore del prodotto sul quale viene montato.
Il monopolio di Intel nei processori x86 è nulla a confronto.

A breve finirà ;)

xan

ma infatti, saranno sicuramente migliori, senza ombra di dubbio. in fondo Qualcomm è soltanto l'attuale leader sui modem!

Recensione Apple MacBook Pro 14 con M1 Pro, che goduria!

Ho trasformato la casa in palestra: la mia recensione di Apple Fitness+

Nuovi MacBook Pro con M1 Pro e Max, perchè comprarli e perchè no

Recensione Apple AirPods 3, ad un passo dalle Pro