Samsung si ispira al cervello umano per i chip del futuro

27 Settembre 2021 16

Samsung punta verso l'ingegneria neuromorfica per imitare il comportamento del cervello umano all'interno dei suoi chip. É, questo, un settore in cui l'azienda sud coreana è leader mondiale, e con la ricerca svolta in collaborazione con l'Università di Harvard intende potenziare ulteriormente tanto la conoscenza quanto la sua posizione sul mercato per i semiconduttori del futuro.

Per la realizzazione dei chip neuromorfici - basati dunque su architetture simili a quelle biologiche e neurali del sistema nervoso umano - gli autori dello studio fanno riferimento ad un sistema che potrebbe essere riassunto nel concetto del copia-incolla. In pratica, tramite un "rivoluzionario array di nanoelettrodi" la mappa delle connessioni neurali del cervello vengono copiate e incollate su una rete tridimensionale di memorie allo stato solido.

Ciò è possibile in quanto l'array di nanoelettrodi riesce a registrare con un discreto livello di precisione i segnali elettrici dei neuroni: tali registrazioni "informano la mappa del cablaggio neuronale, indicando dove i neuroni si connettono tra loro e quanto forti sono queste connessioni". In tal modo si ottiene una mappatura del cablaggio neuronale che può essere "copiata" (estratta) e "incollata" (riportata) su SSD o RRAM.

IMITARE O ISPIRARSI A?

Imitare il comportamento del cervello umano significa così ottenere un chip di memoria capace di consumare poco, di adattarsi all'ambiente, di essere autonomo e di apprendere facilmente. Più che "imitare", l'ingegneria neuromorfica applicata da Samsung per l'ambizioso copia-incolla vuole ispirarsi al cervello umano: vista la complessità delle reti di neuroni e del loro cablaggio, sarebbe infatti impossibile replicare esattamente tutte le funzioni, così come ottenere una completa mappatura.

Samsung è riuscita anche a trovare un metodo per incollare velocemente la mappa di cablaggio: "una rete di memorie non volatili appositamente progettate può apprendere ed esprimere la mappa di connessione quando viene guidata direttamente dai segnali intracellulari registrati. Si tratta di uno schema che scarica la mappa di connessione del cervello direttamente sul chip di memoria".

Un progetto ambizioso, lo definisce Donhee Ham del Samsung Advanced Institute of Technology, necessario però che spingere la ricerca sulle neuroscienze e i semiconduttori oltre gli attuali limiti. Lo studio "Neuromorphic electronics based on copying and pasting the brain" è stato pubblicato su Nature Electronics.


16

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
BerlusconiFica

Pronti i primi chip che dimenticano le cose…

Antonio63333

Spero non prenda ispirazione da quelli che hanno inventato il tv curvo....

optimus81

Quando si dice "ti si è bruciato il cervello", come da tradizione samsung

Andhaka

Quindi prono a distrarsi con cose futili, facilmente manipolabile con fake news e altamente inefficiente nella gestione energetica. Got it!

Cheers

Sheldon Cooper

Mi sembra la strada dell'immortalità

Cloud387

Si renderanno conto di come i pupazzi di carne siano inferiori, inizieranno a rinchiuderci e sterminarci.

Scottyy Wiz

sono i chip che faranno andare il cervello in fumo, classico stile samsung!!!

Alexv
Pino Lino

A breve: i chip no antivirus!

franky29

Oh pensavo fino a quella del 2

mmhoppure

bisogna vedere che cervello usano come modello

tupamaro

Dementi e pericolosi.

Mauro Morichetta

Mi pare ovvio che Samsung tra alti e bassi, riesca sempre a portare dei prodotti di livello che vanno bene per tutte le teste vuote o meno.
Tornando agli smartphone, sono sempre di livello nonostante il costante bloatware con Microsoft e compagnia contante, noto da tempo che sono amati e comprati da tutti, specialmente dalla fascia medio-alta, inutile dire che sono i Leader dei tablet Android anche se a dire il vero nella fascia bassa di mercato Lenovo sta sfornando dei prodotti niente male, lo dico con cognizione di causa visto che ne ho uno e che sono povero come la m...a. Da appassionato di tecnologia sono amareggiato da Google ed i suoi prodotti, sono sempre più brutti e sottotono rispetto al prezzo, la rom Google ha tante mancanze ma la più evidente è la mancanza di linee guida per rendere le applicazioni simili tra loro (la compartimentazione delle varie applicazioni è il vero male di Google) come ho scritto molte volte provate a trovare le impostazioni della applicazioni di BIg G e vedrete con i vostri occhi quello che dico. Tanti soldi, tante menti brillanti e l'ultimo smartphone decente è il 6P fatto da Huawei, volendo essere buoni anche quello realizzato da HTC non era male.

noncicredo

Saranno basati sul cervello di DI Maio: saranno ottimi per le tabelline (fino a quella del 4).

Scemo 3.0

Quindi vedremo chip dementi in futuro

Goro

A che cosa si dovrebbero ispirare?

Spotify, Apple Music e gli altri: chi vincerà sul ring dello streaming musicale?

Xiaomi 11T ufficiale con Pro, 11 Lite NE e Pad 5. PREZZI e disponibilità Italia

Internet down: migliaia di siti offline, tra cui Amazon e Twitch | Cos'è successo

Amazon Prime Day 2021 le date e le offerte già attive: 21 e 22 giugno ufficiale