Crisi chip: Europa presenterà legge sui semiconduttori per essere più indipendente

16 Settembre 2021 39

La crisi del mercato dei chip interessa trasversalmente ogni continente, e ogni livello, dalle istituzioni pubbliche alle aziende private. Tutte le parti interessate, ognuna a suo modo e nell'ambito delle proprie competenze, stanno cercando di reagire ad uno status quo che potrebbe continuare ancora a lungo.

Lo scopo comune a Stati Uniti ed Europa è allentare la dipendenza dai mercati asiatici per tornare a produrre il loco i chip; così mentre l'amministrazione Biden e importanti aziende statunitensi - si veda l'articolato piano di Intel - si attivano per trovare soluzioni alternative, anche le istituzioni europee si stanno muovendo per individuare la strada da seguire.

UE: UNA LEGGE PER CREARE UN ECOSISTEMA EUROPEO DEI CHIP

Nel discorso sullo stato dell'Unione, tenuto ieri da Ursula Von der Leyen, i temi del digitale e della necessità di investire nella sovranità tecnologica europea sono tornati alla ribalta. La presidente della Commissione è intervenuta esplicitamente sul problema della crisi dei semiconduttori e della dipendenza dall'Asia, ed ha anticipato la futura presentazione di una legge sui semiconduttori. Dopo aver specificato...

Permettetemi di citare, in particolare, i semiconduttori, quei minuscoli chip che fanno funzionare tutto: smartphone, scooter e monopattini elettrici, treni o intere fabbriche intelligenti. Non esiste digitale senza chip. Mentre parliamo, intere linee di produzione stanno già lavorando a velocità ridotta, nonostante la domanda crescente, proprio per la carenza di semiconduttori.

Ma mentre la domanda mondiale è esplosa, la quota europea dell'intera catena del valore, dalla progettazione alla capacità di produzione, si è assottigliata. Ora dipendiamo dai chip di ultima generazione fabbricati in Asia.In questo caso non si tratta solo di competitività. Si tratta anche di sovranità tecnologica. Perciò, diamo a questo problema tutta l'attenzione che merita.

... Ursula Von der Leyen aggiunge qualche anticipazione sugli scopi che il nuovo quadro normativo europeo dovrà raggiungere. L'obiettivo è arrivare ad un piano coordinato e concordato tra tutti gli Stati membri, per potenziare le attività di ricerca, progettazione, e anche - aspetto cruciale - quello della produzione, per non subire più gli effetti negativi della dipendenza dai mercati esteri (asiatici in primo luogo):

Lo scopo è creare insieme un ecosistema europeo dei chip che sia all'avanguardia, inclusa la produzione. Così ci garantiremo la sicurezza dell'approvvigionamento e svilupperemo nuovi mercati per una tecnologia europea innovativa.

OBIETTIVO DIFFICILE MA NON IMPOSSIBILE: L'ESEMPIO DI GALILEO

Non è un obiettivo semplice per nessuno, nemmeno per gli Stati Uniti che possono contare su molte più risorse dell'Europa, e il Commissario europeo lo ammette senza giri di parole: è un compito estremamente arduo. E so che alcuni lo considerano fuori portata. Non si può nemmeno fare semplicemente affidamento sull'apporto di aziende statunitensi in Europa - si vedano gli 80 miliardi di euro che Intel prevede di investire nel prossimo decennio. Ma anche se si tratta di un'impresa complicata, non è impossibile.

La Presidente della Commissione sprona gli Stati Membri a compierla, ricordando il successo ottenuto con Galileo, il sistema di navigazione satellitare europeo. Ci sono voluti 17 anni per realizzarlo, oltre 10 miliardi di euro, e la capacità di superare le numerose difficoltà lungo il cammino. Anche all'epoca, quando il progetto è stato prospettato, c'era chi lo riteneva fuori portata per l'Europa, ma i fatti hanno dimostrato il contrario:

Ci siamo rimboccati le maniche. E così, oggi, i satelliti europei forniscono il sistema di navigazione per oltre 2 miliardi di smartphone in tutto il mondo. Siamo leader mondiali. Perciò, diamo nuovamente prova di audacia, questa volta per i semiconduttori.


39

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Black_Codec
Black_Codec

È l'unico motivo per cui tollerano quello che sta succedendo in Afganistan... e dovremmo vergognarci di questo...

Salvatore Davide

Sarà il momento buono che sciogliamo questo cordone ombelicale con gli asiatici???

xan

non ho parlato di unione europea ma di europa infatti, e UK sono europa.

ARM ha fatto bene ha scappare dall'europa, è l'europa che ha fatto male a lasciarsela scappare. stesso discorso per musk

si sono accorti solo nel 2021 che è completamente esclusa da uno dei settori piu strategici in assoluto (quello dei chip), e parlo sia di produzione che di progettazione.

Il corpo di Cristo in CH2O

inglese, non europea, l'inghilterra sta all'europa come il giappone sta alla cina. gli accordi gli inglesi li fanno prima con i canadesi, poi con gli statunitensi e in ultimo con gli europei (tra i paesi dove non ficcano il naso).

Luca Bartolozzi

Quindi un gruppo di burocrati a Bruxelles il cui capo, tale Ursula, è stato scelto perché ha la vagina (regola delle quote rosa) dovrebbe farci credere di essere capace di capire qualcosa di alta tecnologia dei semiconduttori? È come credere che Toninelli è stato un ministro intelligente e capace. Volete l'industria dei semiconduttori in Europa ? Chiedete ad americani, giapponesi, coreani e taiwanesi di investire qua.

Luca Bartolozzi

Quindi se è inglese non è europea. ARM è da sempre più americana che europea. Direi che liberarsi dell'Europa, di questa Europa dei parassiti burocrati sinistri, è il primo step per migliorare. Chiediamoci perché il sudafricano Elon Musk é finito negli USA invece che in Europa.

xan

ARM è di origine europea (inglese) che un mondo politico europeo poco lungimirante non ha saputo valorizzare.

prova a pensare se qualche gruppo fuori dagli USA provasse ad avere la maggioranza in Intel, AMD, Nvidia, Qualcomm etc etc.

Il corpo di Cristo in CH2O

step 2 bloccare le licenze perchè gli americani decidono che "nessuno può stampare silicio con tecnologia americana"?

BerlusconiFica

Era ora

xan

step 1: comprarsi ARM, per farla tornare a diventare 100% europea.

troppo difficile da pensare ve?

Marco

leggevo da qualche parte che la cina ha circa il 70% delle riserve mondiali di semiconduttori e che potrebbe essere usata come arma di ricatto perchè se bloccasse le esportazioni l'intera industria tecnologica mondiale andrebbe totalmente al collasso... detto questo , l'europa sarà sempre in un modo o nell'altro dipendente da altri paesi a prescindere da come si muova

Marco

Si, aspettate un altro po' mi raccomando, visti i tempi e i costi richiesti ormai da questo settore, questi discorsi andavano fatti 15 anni fa.
Poi vista la solita lentezza dell'ue quanto ci vorrà a partire con delle Fab all'avanguardia?

nonècosì

Arm è europea, tra l'altro il governo britannico non sembra di vedere di buon occhio la fusione con Nvidia e potrebbe porre un vero

Angel

Si possono fare con leggi che permettano alle aziende, sicuramente con qualche incentivo/agevolazione, di poter partire in Europa

Sven Goran E.

Il 2021 passera' alla storia come l'anno in cui l'occidente ha finalmente capito che la Cina e' una dittatura che si pone come ultimo obiettivo quello di "asfaltare" qualunque altro paese. Serviva il Covid per svegliare i politici europei dal torpore degli ultimi decenni.

Nel frattempo le aziende cinesi hanno gia' rubato tutto cio' che potevano da AMD, ARM, etc.

CAIO MARIOZ
mig86

Intel sta facendo un bel po' di lobbying sia negli Usa che nell'UE per rastrellare una valanga di miliardi.

Luca Lindholm

Anche il fish.

Luca Lindholm

Anzi, Intel e Microsoft stesse hanno appoggiato il fatto che negli Stati europei e in Giappone, negli anni ‘80, i loro prodotti si diffondessero e/o venissero modificati clandestinamente, in modo da favorire indirettamente la creazione del monopolio x86 e Windows!

Il corpo di Cristo in CH2O

ma non funziona così nel mondo reale. nel mondo reale è sempre funzionato più o meno così:
io ho una idea, il mio sistema mi garantisce che questa viene depositata e quindi io la posso sfruttare per produrre o per qualsiasi altro fine ma questo funziona solo se è il sistema in essere a garantirmelo, si fa da garante che tutti rispettino questo presupposto, ma se così non fosse? supponiamo esista un altro stato che prenda tati brevetti e per le sue regole fa produrre anche se non sono di sua proprietà, lo stato originale che ci può fare? io vedo due cose, o se ne frega, o dichiara una guerra. d'altro canto non è un caso che i segreti militari siano segreti in tutti i sensi. e dichiarare una guerra tra potenze mondiali è la cosa meno probabile che possa essere concepita.
poi se vuoi possiamo discutere su moralità e robaccia del genere, ma quello non vale niente all'atto pratico, non è mai valso niente e mai varrà niente, c'è da farsene una ragione.

Il corpo di Cristo in CH2O

poi la parte sul sistema galileo non la capisco proprio, è il miglior sistema mondiale, ma è stato costruito da zero e di tempo ce n'è voluto, mica avevano compromessi da rispettare. oltretutto è molto semplice come concezione, basta investire qualcosina e il gioco è fatto, per il mercato dei semiconduttori non lo è, altrimenti molti altri stati dormirebbero sogni tranquilli. baah, è sempre più evidente il distacco tra le competenze necessarie e quelle effettivamente possedute da chi fa rappresentanza, ed è sempre più evidente di come chi fornisce consulenze dice quello che si aspetta l'altro, sono pagati per dire opinioni che non deludano per autoconvincersi della bontà di ciò che si pensa.

NaXter24R

In questo caso basterebbe smembrare le aziende. Nvidia ha troppo potere, idem AMD, idem Intel. Paradossalmente, ARM, non è allo stesso livello perchè non ha potere produttivo e non ha le spalle larghe come queste 3 aziende. Basta pensare ad AMD qualche anno fa, che pur essendo nella m3rda fino al collo e piena di debiti non poteva fisicamente fallire perchè deteneva l'altra metà dei brevetti x86-64 ed era, nonostante prodotti non all'altezza, l'unico competitor di Intel.
Capisco l'idea, però penso comunque sia sbagliato. Se io ho un'azienda ed ho una buona idea, non esiste che uno me la prenda così, che io sia una multnazionale o meno. Piuttosto, servirebbe buonsenso. Sempre rimanendo in tema, pensa a Gameworks di Nvidia e la roba fatta da AMD. AMD la rendeva open, quindi almeno ci si poteva lavorare tutti, Nvidia no. Andrei più su una strada del genere ecco

Il corpo di Cristo in CH2O

tempo che comincino a definire qualcosa ci saranno già il minimo degli investimenti statunitensi già belli che consolidati a livello produttivo per far passare l'aspetto in secondo piano, tanto "gli usa sono i nostri alleati ideologici, cosa potrebbe andare storto?"

Surak 2.04

"i semiconduttori, quei minuscoli chip"

Eh? Se lo dice il mio fornaio, passi... ma in un discorso pubblico?
Ma in fondo è la stessa che firma contratti senza leggerli, manco mia nonna con i piazzisti nelle scale

ferragno

i chip si fanno con una legge?

Luca Lindholm

Si dovrebbe fare come si faceva in parte in Europa e in Giappone negli anni ‘80: prendere il copyright e i brevetti delle multinazionali informatiche e FREGARSENE, prendendo i loro progetti/prodotti e cominciando a modificarli liberamente.

E, come facilmente immaginabile, nella DDR, in URSS e in Giappone nascevano prodotti modificati ben più potenti e personalizzabili rispetto ai limiti artificialmente imposti dalle aziende americane.

Quando vi è un monopolio di fatto di due-tre sole aziende che fanno cartello… non si può più garantire la proprietà intellettuale.

LuiD

Sempre le solite ambiguità dell'Europa: o conduttori o non conduttori.

Ginomoscerino
Ma mentre la domanda mondiale è esplosa... ....Perciò, diamo a questo problema tutta l'attenzione che merita.


i politici europei vivono nel 1990? sono 20+ anni che dipendiamo dall'Asia.

poi ovviamente bisogna fare burocrazia perchè in Europa è una religione

Ginomoscerino

mica si può agire subito, prima la legge poi altri 500000 fogli di carta riciclata per essere green e dopo, forse, si inizia a far qualcosa

MatitaNera

Dei paesi tuoi

MatitaNera

Una legge?

Scemo 3.0

Nemmeno la cina con documenti e progetti rubati (lo so che lo fan tutti ma è per far capire) sono riusciti a eguagliare AMD / Intel e adesso l'Europa vorrebbe partire da zero e credere di competere con quei due colossi?

Tornate a mangiar pasta asciutta e creare leggi che mettono in quel posto ai vostri poveri cittadini, solo questo sapete fare razza di babbei.

RomanRex

un po piu tardi no? ormai è troppo tardi

NaXter24R

Non è cosa facile. Anche perchè si parla di produzione, o di tutta la filiera? Perchè se ad Intel, AMD o Nvidia dai un'altra FAB loro son contente, ma son comunque loro 3. Un esempio banalissimo, se voglio giocare al PC, o compro AMD, o compro Nvidia (oppure mi piace farmi male e prendo Intel). Se AMD ed Nvidia decidono domani di tirare su i prezzi del 50% (e lo faranno con molta probabilità), la gente si attacca. Questo perchè non c'è competizione in senso assoluto.
In tanti settori di semiconduttori c'è ampia scelta, ampissima, ma in alcuni parliamo veramente di nicchie

biggggggggggggg

Qualche consiglio spassionato sul tema informatico in EU: 1) che ne dite di ripensare quella schifezza di legge sull'AI? Non è che potete menarla su quanto siamo scarsi e poi fare di tutto per uccidere quel poco di ricerca e aziende che operano da noi.
2) che ne dite di ripensare anche al GDPR, visto che per fare i dispettucci agli americani e ai cinesi ad oggi, numeri alla mano, quelle che ci hanno rimesso di più sono proprio le (più) piccole aziende europee, visto che il costo dell'infrastruttura per adempiere a queste regole non è per niente uguale per i grandi e per i piccoli.
3) a proposito di sicurezza: facciamo che evitiamo di mettere il controllo di stato (come alcuni suggeriscono) per aggirare la crittografia? Non potete menarvela sulla superpotenza dei diritti e menate simili perchè noi a differenza di usa e cinesi c'abbiamo o mare e o sole e poi fare cag*te di tale portata.
4) se non iniziate mettendoci una montagna di soldi i semiconduttori non li avremo mai. intel ci mette 80 miliardi. Intel, ovvero un'unica azienda, in uno dei tanti territori in cui opera. E' poca roba, ce ne vorrebbero 800 probabilmente per iniziare a ragionare.

Olianza <3

Ma i buoi (le risorse) erano tuoi? Dove stavano? Non mi pare siano mai stati in Europa.
Non sono scappati dall'Europa, sono stati presi dall'Africa e da altre zone dell'Asia.
O sbaglio?

Brava Ursula ma non solo i cips - tutto quanto

Spotify, Apple Music e gli altri: chi vincerà sul ring dello streaming musicale?

Xiaomi 11T ufficiale con Pro, 11 Lite NE e Pad 5. PREZZI e disponibilità Italia

Internet down: migliaia di siti offline, tra cui Amazon e Twitch | Cos'è successo

Amazon Prime Day 2021 le date e le offerte già attive: 21 e 22 giugno ufficiale