Recensione monitor MSI MPG ARTYMIS 343CQR: curvo è bello!

16 Luglio 2021 15

Protagonista della prova di oggi sarà il monitor gaming MSI MPG ARTYMIS 343CQR, un prodotto molto atteso sul mercato consumer che punta tutto sul formato panoramico 21:9 e soprattutto su un ampio pannello curvo, vero fiore all'occhiello dell'azienda taiwanese. Annunciato lo scorso febbraio, l'MSI ARTYMIS 343CQR è infatti tra i pochi monitor con curvatura 1000R, una caratteristica decisamente "attraente" per chi guarda al mondo dei display curvi e cerca un buon compromesso tra esperienza utente e prestazioni di un certo livello.

La linea ARTYMIS di MSI si compone di tre modelli con diagonale da 24, 32 e 34 pollici, il 343CQR rappresenta il top di gamma della serie e per questo utilizza un pannello migliore rispetto al fratello minore da 32", non solo per via di una risoluzione superiore ma anche sotto il punto di vista della resa cromatica dello stesso.


Quando parliamo di monitor curvi, soprattutto con formato 21:9, le scuole di pensiero sono diverse; c'è chi preferisce il caro e vecchio formato piatto - magari per abitudine - o chi, una volta provato un display di questo tipo, non è più riuscito a tornare indietro.

Nel mezzo troviamo quegli utenti che, seppur interessati, non hanno un budget sufficiente per avvicinarsi a questa tipologia di prodotti, snobbandoli a priori ma appunto non per interesse. Bisogna ricordare infatti che produrre monitor come l'MSI MPG ARTYMIS 343CQR non è economico, caratteristica che si riflette direttamente sul prezzo finale del prodotto; nel caso del modello in oggetto, il listino dice 699 euro, una cifra sicuramente non bassa ma che, a nostro avviso, non è poi così elevata se guardiamo alla scheda tecnica di questo monitor.

Quanto ai benefici che può portare l'utilizzo di un monitor con curvatura 1000R, anche in questo caso non tutti sono d'accordo e molto è legato all'esperienza soggettiva del singolo utente. A questo proposito però vi rimandiamo al nostro approfondimento sui monitor curvi 1000R che può aiutarvi a farvi un'idea sull'argomento.

CARATTERISTICHE TECNICHE E DESIGN

Come la maggior parte dei monitor curvi presenti sul mercato, anche MSI MPG ARTYMIS 343CQR fa affidamento su un pannello di tipo VA che, come discusso nella nostra guida, è quello che si presta meglio a questo scopo sotto il profilo dell'uniformità della retroilluminazione (garantendo inoltre ottimi valori di contrasto). Ovviamente non mancano i contro che, statistiche alla mano, riguardano soprattutto i tempi di risposta e possibili fenomeni di backlight bleeding.

Fatte le premesse del caso, passiamo alla scheda tecnica di questo interessante monitor da gioco che, come anticipato, è equipaggiato con un pannello antiriflesso da 34" con curvatura 1000R e una risoluzione UWQHD, ossia 3440x1440 pixel. La scelta di questa risoluzione è senza dubbio un punto a favore dell'ARTYMIS 343CQR in quanto permette di ottenere una buona densità di pixel senza richiedere troppe risorse alla scheda grafica (comunque inferiori a quelle richieste dal 4K); la frequenza di aggiornamento sino a 165 Hz - solo via Display Port a 3440x1440p - rende infine questo monitor molto equilibrato sotto il profilo prestazionale (o per meglio dire "dimensionato") nonchè fruibile anche con schede grafiche di fascia media.


La proposta MSI supporta la tecnologia FreeSync Premium Pro (manca il G-Sync di NVIDIA) mentre riguardo il tempo di risposta non abbiamo dati sul valore GtG con un MPRT (Moving Picture Response Time) dichiarato in 1 ms. Ma vediamo in dettaglio la scheda del monitor:

MSI MPG ARTYMIS 343CQR

  • Dimensioni pannello: 34"
  • Tipo panello: VA - 8bit + FCR (1,07 miliardi di colori)
  • Formato: 21:9
  • Risoluzione: 3440x1440p
  • Curvatura 1000R
  • Luminosità di picco: 550 nit
  • Contrasto: 3000:1
  • Tempo di risposta: 1ms MPRT (GtG?)
  • Frequenza di aggiornamento: 165Hz
  • Angoli di visione: 178/178°
  • Gamut: 92,7% DCI-P3, 117,8% sRGB
  • Supporto FreeSync Premium Pro
  • HDR400 (VESA DisplayHDR 400)
  • Regolazione display: inclinazione -5°~20°, rotazione -30°~30°, altezza 100mm
  • Design frameless
  • Porte: DP 1.4, 2x HDMI 2.0b, USB-C (DP alt. mode), 3x USB 3.2 Gen1 Type A (+ una Type-B), jack cuffie
  • Supporto VESA 100x100
  • Consumo 54W
  • Peso 9,17 Kg
  • Console Mode (supporto 2K e 1080p 120 Hz), Profilo CEC, Filtro Luce Blu
  • Gaming OSD App 2.0, Night Vision, Mystic Light, True Color, Mobile Projector, Optix Scope, Sound Tune
  • Compatibilità PC, Notebook, Mac, PS5, PS4, Xbox, dispositivi mobili

ARTYMIS 343CQR offre una buona copertura dello spazio colore DCI-P3 e supporta la fruizione di contenuti HDR; la certificazione HDR400 sicuramente non è il top per godere al meglio di questa funzionalità, tuttavia con una luminosità di picco a 550 nit permette di ottenere risultati migliori rispetto al valido OPTIX MAG274QRF-QD che avevamo provato qualche mese fa. Punto di forza del pannello VA è sicuramente il contrasto nativo a 3000:1 che, affiancato alle diverse tecnologie implementate da MSI (che vedremo dopo), permette di godere di colori fedeli e vibranti, bilanciando se vogliamo le prestazioni velocistiche e, cosa più importante, ampliandone sensibilmente la versatilità.


MSI MPG ARTYMIS 343CQR è un monitor dalle dimensioni importanti: parliamo di un display da circa 80 centimetri che, vista la natura curva del pannello, a prima vista sembra ancora più ampio; sulla scrivania l'ingombro non è indifferente e anche la base - con disegno a V - vuole il suo spazio.


Curvatura a parte, le linee del 343CQR non si discostano molto dagli altri monitor gaming MSI; la base è solida, la qualità costruttiva buona con il classico mix di plastiche (spazzolate/lucide) che richiamano la fascia premium, enfatizzata ulteriormente da una striscia LED RGB e dal logo aziendale illuminato, posizionati sul retro ed entrambi gestibili con il software MSI Mystic Light. Sempre sul retro, troviamo il pulsante di accensione, l'ormai classico stick a 5 vie (rosso) per navigare nel menu delle impostazioni e un ulteriore tasto dedicato al software MSI Gaming OSD.


Considerando le dimensioni, le possibilità di regolazione ergonomiche di questo display possono essere considerate molto buone: 10 centimetri in altezza, rotazione di -60/60° e inclinazione sino a 20° permetteranno di trovare il giusto compromesso sulla scrivania che, inutile dirlo, dovrà essere dimensionata così come la distanza ottimale dal display.


Un cenno infine sul pannello I/O posizionato come da tradizione sul lato destro ma, almeno su questo modello curvo, non proprio comodissimo. A bordo troviamo una Display Port 1.4, due HDMI 2.0b, una USB-C (con Display Port e ricarica) due porte USB 3.2 Gen 1 Type A, una porta USB 3.2 Gen 1 Tybe B e il jack audio per le cuffie; rimanendo in argomento abbiamo particolarmente gradito il porta cuffie a scomparsa, accessorio sicuramente apprezzato dai gamer.

FUNZIONALITA' MSI ED ESPERIENZA UTENTE

Viste le caratteristiche tecniche del pannello, nonchè la fascia di prezzo occupata, da questo monitor ci aspettiamo un ulteriore valore aggiunto, rappresentato in questo caso dalle numerose tecnologie proprietarie implementate da MSI. L'MPG ARTYMIS 343CQR non è solo un monitor da gioco, guarda anche alla produttività e alla fruizione di contenuti multimediali, aiutato dalla buona risoluzione, dal formato panoramico 21:9 e, non per ultimo, dal software MSI Gaming OSD 2.0.


In quest'ottica siamo di fronte a un' ottima soluzione per il multitasking: troviamo supporto Picture by Picture (PbP) e Picture in Picture (PiP), con la possibilità di gestire fonti video esterne e personalizzare le aree dello schermo a nostro piacimento. Ma non è tutto, a bordo sono presenti anche la tecnologia True Color Sync e la modalità Mobile Projector: la prima mantiene inalterata la taratura del colore a prescindere dal dispositivo collegato, la seconda offre una modalità dedicata 18:9 quando viene collegato uno smartphone come fonte esterna.


Come ormai da prassi consolidata, non manca un pizzico di Intelligenza Artificiale, utilizzata dall'azienda non solo per migliorare l'immagine (vedi modalità Night Vision ad esempio) ma anche l'audio. Il monitor MSI infatti supporta Sound Tune che, proprio grazie ai calcoli dell'AI, riduce il rumore (parliamo di audio via jack da 3,5mm) permettendo di comunicare al meglio con i compagni di squadra durante le fasi di gioco.


Sempre in ottica gaming non bisogna dimenticare la funzionalità Optix Scope e la modalità Console che, su PS5, permette di accettare il segnale video 4K effettuando un downscale in 2K. Quando a Optix Scope, si tratta invece di un utile strumento per i giocati che consente di impostare un mirino con zoom e che, in teoria, dovrebbe aiutare in quei giochi dove "chi spara prima vince".

MSI Optix Scope in azione

Sempre dal software MSI è possibile gestire i LED RGB con Mystic Light, impostare diverse tipologie di mirino (timer, macro ecc) e, cosa più importante, scegliere una modalità predefinita tra le otto disponibili; ricordiamo che di defaut è attiva la modalità Utente.



Dopo questa carrellata di dati e caratteristiche confezionate ad hoc, veniamo ora alla nostra esperienza di utilizzo con l'MSI MPG ARTYMIS 343CQR. Iniziamo col dire che a primo impatto, ossia alla prima accensione, il monitor non ci aveva del tutto convinto in quanto a resa cromatica, restituendo tra l'altro una luminosità di default decisamente bassa. Dopo un ripristino delle impostazioni di fabbrica e l'installazione del profilo colore, le cose sono nettamente migliorate (potrebbe essere una casualità) e la calibrazione risultava nettamente migliore (una manuale sarebbe meglio a nostro avviso).

Sempre restando in tema, soprattutto riguardo al contrasto, possiamo dire che la resa del display con i contenuti HDR non è eccezionale, nonostante questo dobbiamo ammettere che questo modello è il migliore dell'azienda da noi testato in questo ambito (parliamo sempre di monitor gaming HDR). Il pannello restituisce colori molto vivaci, unica pecca abbiamo riscontrato un leggero ma diffuso fenomeno di backlight bleeding (tipico dei VA), visibile soprattutto quando lo schermo è completamente nero o scuro.


Passando al gaming, come anticipato sopra, il pannello VA non è il migliore in quanto a tempi di risposta, tuttavia la nostra esperienza con i giochi testati è filata via con pochi intoppi. Utilizzando l'impostazione "Tempo Risposta Rapido", nei giochi competitivi ad alto framerate (molto spinto) abbiamo avvertito qualche piccola incertezza - come da pronostico - ma in linea di massima l'esperienza è fluida e i dettagli ottimi in quasi tutte le circostanze. Le cose non migliorano molto selezionado l'opzione "Più Rapido" dall'app MSI, mentre vi consigliamo di non utilizzare la modalità utente per giocare, scegliendo un profilo predefinito adatto al tipo di titolo giocato o, in alternativa, settando i vari parametri manualmente.

Venendo infine alla frequenza di aggiornamento, ricordiamo che i 165 Hz dichiarati sono possibili solo se si collega il monitor alla scheda grafica via Display Port; con questa impostazione se abilitiamo il FreeSync avremo un'esperienza utente ancora migliore e decisamente fluida, mentre un refresh superiore a risoluzione UWQHD sarebbe risultato superfluo (solo pochè GPU di fascia top possono ambire a questo target, e solo nei giochi meno esigenti in termini di risorse).

CONSIDERAZIONI FINALI

Giunti alla fine di questa breve prova sull'MSI MPG ARTYMIS 343CQR, battute a parte, le conclusioni potrebbero davvero essere riassunte come nel titolo dell'articolo: curvo è bello. A prescindere dalle scuole di pensiero sull'utilità e i benefici che possono apportare i pannelli curvi, il monitor proposto da MSI è un prodotto che a nostro avviso può trovare i favori di un'ampia fascia di utenza: offre un generoso display con curvatura 1000R, una buona densità di pixel, immagini vivide con un ottimo contrasto e buone pretazioni in gaming che - seppur inferiori ai più veloci pannelli Rapid IPS - permettono di giocare praticamente su tutte le tipologie di titoli, con alcune limitazioni nei competitivi da alto frame-rate. Il monitor è esteticamente gradevole e curato, e grazie al braccio ergonomico può essere facilmente regolato in base alle esigenze dell'utente, evitando tra l'altro di andare ad inficiare l'esperienza d'uso qualora il display curvo sia collocato in uno spazio diverso da quello che potrebbe essere una classica scrivania.

Quanto alle nostre impressioni sulla curvatura 1000R, chi scrive viene da un'esperienza utente su monitor piatto e il passaggio da piatto a curvo possiamo dire che si sente tutto. A differenza di quanto lamentano molti, non abbiamo avuto problemi ad "orientarci" su un desktop curvo 21:9; nei primi minuti di utilizzo sembra quasi che il desktop sia troppo esteso, ma bastano un paio di sessioni di qualche ora per abituarsi e godere al meglio della curvatura 1000R che, inutile quasi ribadirlo, è quella che si sposa al meglio con quelle che sono le caratteristiche dell'occhio umano.


D'altro canto, non possiamo neanche affermare che passando a un monitor curvo avrete uno stravolgimento/miglioramento della vostra esperienza in gaming o in ambito produttivo. MSI MPG ARTYMIS 343CQR è sicuramente un display versatile e molto indicato per produttività e fruizione di contenuti video, ma in questo contesto non possiamo escludere che un pannello piatto da 34" con risoluzione equivalente dia risultati altrettanto ottimi.

Tornando infine sulla resa cromatica del monitor, la calibrazione di fabbrica non è impeccabile ma possiamo affermare che può andare bene per la maggior parte degli utenti che giocano (utilizzando uno dei profili predefiniti); se vole utilizzare il monitor anche per altri ambiti, tirando fuori il meglio che questo pannello VA ha da offrire, allora vi consigliamo una calibrazione manuale.

Concludendo con il rapporto qualità/prezzo, l'MSI MPG ARTYMIS 343CQR è già ampiamente disponibile nei migliori negozi a partire da 700 euro circa, una cifra sicuramente non bassa ma adeguata alla tipologia e alle prestazioni offerte del pannello che, allo stesso tempo, può contare su una serie di interessanti tecnologie proprietarie MSI che migliorano l'esperienza utente (e non sono gratis).


15

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
JustATiredMan

la risoluzione verticale è risibile per un monitor di questo tipo

Sepp0

Ma sono io che vedo male le foto o nessuno di questi monitor curvi ha l'attacco VESA?

Che peccato, mi piacerebbe metterlo a parete con supporto snodabile.

il Gorilla con gli Occhiali

Sembra il Samsung.

Ricky

È 1600r ed è 144hz

Ricky

È un samsung g5 rimarchiato e sovrapprezzato

Mostra 1 nuova risposta

Hanno recensito l'involucro

Roberto Giuffrè

RX570 la Sapphire Nitro ha 2 DP e 2 HDMI.

Altre schede spesso hanno 1 DP ed 1 HDMI, e se i monitori che prendi sono 144hz la HDMI rischi che non ci arrivi.

Roberto Giuffrè

Sicuramente lo Xiaomi Gaming Curved 34". Ottimo pannello ed anche il prezzo 390 Euro su Banggood spedito da Polonia...

alfri

io mi trovo benissimo con il mio aoc 100hz

Emiliano Frangella

Il mio prossimo sarà un 34..... 21/9
Però più economico ;)

Bellerofonte

Magari, è quella che uso ora. Il problema è che non trovo info unanimi sulla massima risoluzione: 4096 x 2160 o 7680 x 4320.

Luke

Una gt 1030 basta e avanza, non so se ci sia una versione doppio display Port, se no prendi una dp e HDMI e colleghi il secondo monitor in HDMI o convertitore HDMI/dp

Luke

La chiamerei una brochure

Bellerofonte

OT: cerco consiglio per una SK Video capace di pilotare 2 display QHD su DP. Non per gioco, non servono led, da usare per attività lavorativa (produttività + grafica vettoriale + video editing), prezzo basso.

Scemo 3.0

Recensione di un monitor da gaming che non parla dei tempi di risposta misurati, i vari settaggi di overdrive disponibili e testarli e vedere se c'è la presenza di ghosting e altri artefatti derivanti non può chiamarsi recensione, questo è soltanto una preview e nient'altro, non aiuta un potenziale acquirente in nessun modo, non ho trovato una singola informazione in piu rispetto al sito MSI.

Recensione Samsung Galaxy Book Pro 360, convertibile super sottile e leggero

Recensione Intel Core i7-11700K: potenziale nascosto, ma occhio ai consumi

Recensione ASUS ROG Zephyrus S17, tanta roba ma che prezzo!

Recensione GIGABYTE RTX 3080 Ti Vision OC: il giusto mix tra prestazioni e design