Monitor curvo 1000R, cos'è e perchè dovresti volerne uno

03 Luglio 2021 261

Al contrario di quanto accaduto qualche anno fa con i TV curvi, lentamente ma inesorabilmente spariti dal mercato dopo un paio di generazioni, i monitor dotati della stessa caratteristica stanno continuando ad avere un certo successo e anzi, stanno pian piano diventando sempre più curvi. No, non è uno scherzo e non tutti i monitor sono curvi alla stessa maniera. Il raggio di curvatura può essere più o meno accentuato e a partire dallo scorso anno abbiamo iniziato a vedere sul mercato i primi prodotti contraddistinti dalla dicitura 1000R, ad indicare proprio il grado di curvatura del pannello. Ma cosa significa e quali benefici porta? Ve lo raccontiamo subito.

1000R, 1800R, 2300R, NO, NON GIOCATELI AL LOTTO

1000R, 1800R, 2300R, cosa significano queste sigle? Andiamo con ordine. La "R" all'interno della dicitura sta ovviamente per raggio mentre il numero che la precede indica la misura del raggio stesso in millimetri. Detto in altre parole, immaginando di disegnare un cerchio proseguendo con la stessa curvatura del monitor il raggio di questo cerchio misurerà 1000 mm, ovvero 1 metro. Nel caso della curvatura 1800R sarà di 1,8 metri e così via.

Quindi, monitor con un numero più grande a precedere la "R" saranno meno curvi. Capirete allora che tra un display 1800R e uno con raggio 1000R c'è una differenza notevole e ci sono alcune situazioni, come vi spiegheremo tra poco, nelle quali questa maggiore curvatura offre vantaggi importanti in termini di comfort visivo.


Ma allora perchè soltanto ora cominciano ad arrivare sul mercato prodotti di questo genere e, tra l'altro, solo in numero esiguo e con prezzi importanti? La risposta è semplice; produrre questi pannelli non è per nulla facile, sia per le tecniche utilizzare per curvare i pannelli che per l'integrazione della retroilluminazione e di tutta la circuiteria. Avete mai visto una scheda elettronica curva?

La sfida più grande è sicuramente quella di posizionare correttamente gli elementi che costituiscono la retroilluminazione in modo che venga conservata il più possibile l'uniformità, sia in termini di luminanza che di fedeltà cromatica. I costi di produzione sono ovviamente molto maggiori e questo ha un evidente riscontro su quello che è il prezzo finale del monitor. Anche per questo motivo oggigiorno sono soltanto due i brand che offrono prodotti con un raggio di curvatura 1000R: MSI e Samsung. E soltanto una è l'azienda che produce i pannelli con questo raggio di curvatura, ovvero Samsung. Viene da sé, quindi, che tutti i prodotti MSI con questa caratteristica montino pannelli che provengono dalle fabbriche dell'azienda coreana.

Per poter poi inserire tutta l'elettronica nella maniera più corretta e garantire una corretta dissipazione del calore si studiano design particolari e unici per la scocca, solitamente caratterizzati da uno spessore più rilevante nella parte centrale; dove troviamo anche il sistema di aggancio del braccio del piedistallo.

VANTAGGI E SVANTAGGI

Veniamo quindi ad analizzare quali sono i motivi per cui potreste volere un monitor con raggio di curvatura 1000R e quali, per la verità pochi, quelli per cui potreste storcere il naso.

Cominciamo proprio da questi ultimi, che in realtà è soltanto uno ed è dato dall'ingombro in termini di profondità. Pare scontato dirlo ma, in questo senso, un monitor con questo raggio di curvatura occupa più spazio sulla scrivania rispetto ad un 1800R o ad un display flat. Se non avete una scrivania abbastanza profonda potrebbe quindi essere un problema posizionarlo correttamente.

Parlando invece dei benefici derivanti dall'utilizzo di un monitor con raggio di curvatura 1000R dobbiamo sicuramente sottolineare come sia più facile ottenere l'equidistanza dei diversi punti del monitor rispetto agli occhi dell'osservatore. La maggiore difficoltà per chi utilizza monitor di grandi dimensioni, con fattore di forma 21:9 e un raggio di curvatura inferiore, è data dal fatto che le zone all'estremità del monitor avranno una distanza maggiore dagli occhi rispetto al centro dello stesso e quindi anche un piano di messa a fuoco diverso rispetto alla parte centrale. Variazione che, seppur minima, affatica sicuramente gli occhi dell'osservatore.

Per poter mantenere tutti i punti del monitor equidistanti con un pannello 1800R occorre sedersi ad 1,8 metri da esso, diversamente le estremità del monitor e il centro dello stesso saranno su piani di fuoco differenti, a tutto svantaggio del comfort visivo. Ora provate a sedervi a quasi due metri dal vostro monitor e ditemi se riuscite a leggere agevolmente questo approfondimento. Con un raggio di curvatura 1000R la distanza di visione ottimale diventa di 1 metro, certamente più semplice da gestire e più comune da ritrovare nel normale setup di uno studio.


Oltre a questo dobbiamo considerare anche la diversa ampiezza a parità di polliciaggio. Un pannello 21:9 da 34 pollici con raggio 1800R, pur con la stessa area di lavoro a disposizione, sarà sensibilmente più largo, costringendo l'utente a muovere e ruotare la testa molte più volte. E se per chi utilizza il monitor per lavorare può essere un problema immaginatevi quanto lo può diventare se quello che avete di fronte è il display che utilizzate per giocare. Più comfort quindi, ma anche più spazio a disposizione sulla scrivania, che in un certo senso compensa la maggiore profondità.

Tutto ciò porta infine ad un grado di immersività sicuramente superiore rispetto a quello che possiamo ottenere con i classici monitor piatti o soltanto leggermente curvi. Se utilizzato alla giusta distanza un monitor di questo tipo vi porta letteralmente al centro della scena.

I PRODOTTI

Bene, ora che abbiamo sviscerato un pochino quelle che sono le caratteristiche che rendono unici questi monitor vediamo quali sono le alternative attualmente disponibili sul mercato e quindi effettivamente già acquistabili da parte degli utenti. Già ve lo anticipo, parliamo di pochi prodotti, anzi pochissimi al momento, ma confidiamo in una rapida espansione della proposta non appena sarà possibile reperire i pannelli in maniera più semplice.

MSI MPG ARTYMIS 343CQR

Si tratta del top di gamma della serie Artymis di MSI; la famiglia di prodotti che racchiuderà tutte le soluzioni con raggio di curvatura 1000R. In questo caso parliamo di un monitor con una diagonale di 34,3 pollici e rapporto d'aspetto 21:9. La risoluzione è pari a 3440x1440 pixel, mentre abbiamo un refresh rate di 165Hz e un tempo di risposta di 1ms (MPRT).


Nonostante il raggio di curvatura così accentuato MSI ha studiato una struttura del pannello che riesce a garantire un angolo di visione di 178 gradi sia in verticale che in orizzontale. In termini di riproduzione dei colori l'azienda dichiara poi una copertura del 92.7% per lo standard DCI-P3 e del 117% per quello sRGB. La luminanza massima è invece di 400nit con picchi fino a 550nit. C'è la certificazione HDR400 e abbiamo uno speciale rivestimento anti-riflesso che ottimizza la visibilità nelle più disparate situazioni di illuminazione ambientale.

Trattandosi di un monitor gaming abbiamo poi una serie di tecnologie e strumenti appositamente pensati per migliorare il più possibile le prestazioni nelle nostre sessioni di gioco. Tra queste ricordiamo l'Optix Scope, ovvero un mirino virtuale che ingrandisce gli obiettivi per intercettare e abbattere con maggior precisione gli avversari, oppure anche la funzione Night Vision che "apre" le ombre nelle scene più scure per permetterci di scovare anche i minimi dettagli nelle scene più buie. Non manca la modalità console, pensata per una miglior esperienza visiva quando giochiamo con PS5. Il monitor accetta infatti segnali 4K e grazie ad un algoritmo precaricato riduce la risoluzione a 2K mantenendo un livello di dettaglio molto elevato.

E infine è giusto citare anche il profilo CEC (consumer electronics control) grazie a cui possiamo utilizzare i controller di PlayStation o Nintendo Switch per attivare il monitor e cambiare modalità d'uso, passando da quella Gioco a quella Film o Ufficio.

MSI MAG ARTYMIS 242C

Per chi non avesse lo spazio per un monitor da 34 pollici MSI offre anche una alternativa un pochino più piccola ed economica: il MAG Artymis 242C che, come avrete intuito dalla sigla offre una diagonale di 24 pollici. Il raggio di curvatura resta ovviamente 1000R, così come refresh rate e tempo di risposta sono anche qui di 165Hz e 1ms. Cambia invece la risoluzione che, rispetto al top di gamma, si abbassa fino al FullHD, comunque più che sufficiente se rapportata alle dimensioni del pannello.


Non c'è la certificazione HDR e il contrasto è leggermente più basso ma resta l'ottimo angolo di visione di 178 gradi su entrambi gli assi e, in termini di riproduzione colore, la copertura quasi completa dello standard DCI-P3. Il design frameless permette poi di affiancare 2 o 3 monitor senza brusche interruzioni nell'immagine per un'esperienza ancora più immersiva.

Come nel caso del modello da 34 pollici anche qui abbiamo la modalità Night Vision e l'HDMI CEC. A queste si aggiunge una tecnologia anti-sfarfallio grazie alla quale avremo un'esperienza visiva più comfortevole e il FreeSync Premium di AMD, che ottimizza la sincronizzazione dei fotogrammi per migliorare la fluidità delle immagini.

SAMSUNG ODYSSEY G9, G7 E G5

Nascono in casa Samsung, invece, le alternative a questi Artymis. Samsung che, tra l'altro, è l'unico produttore di questa tipologia di pannelli. Parliamo di Odyssey G9, G7 e G5, rispettivamente un gigantesco 49 pollici 32:9, un più "normale" 32 e un 34" con rapporto 21:9. Il primo offre una risoluzione di 5120x1440 pixel, supporto allo standard HDR1000 e compatibilità con Nvidia G-Sync e AMD FreeSync. Interessante il design futuristico, sicuramente meno il peso: ben 16.7 Kg.

Il più "umano" G7 è invece dotato di una risoluzione di 2560x1440 pixel, tempo di risposta di 1 ms e refresh rate di 240Hz. Non manca la certificazione HDR600 e, come il fratello maggiore, la compatibilità con le tecnologie NVIDIA e AMD per la sincronizzazione verticale.


Non offre invece la tecnologia G-Sync il modello G5 che ha anche un refresh rate più basso (165 Hz). Resta invece il tempo di risposta MPRT di 1ms e la risoluzione 1440p. Il pannello poi è un pochino meno luminoso dei due fratelli e può contare su una luminanza massima dichiarata di 250 cd/mq con un rapporto di contrasto di 2500:1.

Il TOP di gamma più piccolo? Samsung Galaxy S21, in offerta oggi da Amazon Marketplace a 698 euro oppure da ePrice a 759 euro.

261

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Ergi Cela

Pure io ho un monitor curvo però ho visto che ci stanno anche tagli da 49 pollici curvi,è davvero così comodo un 49 pollici curvo che ti occupa tutta la scrivania

Loco

Se giochi solo competitivo o prevalentemente non lo consiglio, ad esempio Overwatch non ti permette di usare i 21:9 e i 32:9 poiché da un vantaggio a chi lo utilizza. Ovviamente il 32:9 è possibile settarlo in modo tale da visualizzare i 16:9 su schermo. Per tutti gli altri giochi è fantastico, chi lo critica non lo ha mai visto dal vivo secondo me

Ergi Cela

Domanda ma sono davvero così comodi gli schermi così lunghi,poi se devi giocare ad un gioco competitivo riesci a vedere bene?

saviomaximo

allora non guardare chiudi gli occhi

Hereticus

Scusa, mi è venuto un ulteriore dubbio... Ma volendo usare un VR con un simulatore di volo (DCS o MS FS), mentre uso il visore, come faccio a vedere i comandi su Joystick e throttle???

iPollo

il termine accentuare è fuori luogo, fatti una ripassata sul dizionario di Italiano, buffon3.

eppak

Io ho un 32 16/9 stessa marca e serie e mi trovo bene però mi pare che il salto per la tua scheda video sia altino, io ci sto dentro ma ho una 3070ti e gioco a 1440p

computers

A ok, certo, questo si sa da moooolti anni! Ma ti assicuro che il tubo catodico era peggio.

tommaso

più stai allo schermo più rischi danni alla vista...

computers

In che senso?

multi.vac

ora c'è il covid, ma prima lavoravo spesso fianco a fianco con i colleghi con tabulati e documentazione cartacea pesante un paio di tonnellate.

greyhound

bhe è difficile che 2 o piu persone utilizzino lo stesso monitor... non è una tv

Oramyar (ex Ming-Hi-One)

Se la volevi cambiare comunque, come non detto :)

Oramyar (ex Ming-Hi-One)

L'importante e' che non siamo noi! :D

gpiemo

Io personalmente ho preferito l'AOC34 (oltre al prezzo vantaggioso). Con la curva 1000R diventava troppo "spesso" e non si allineava col design della scrivania.
Personalmente non noto un disturbo così effettivo, tenendolo a circa 70-80cm dal viso. Alla fine ci si concentra sul centro dello schermo, il resto è tutta visione periferca (a mio modesto avviso).
Per l'immersività secondo me bisogna andare sul VR. Questi 34" secondo me sono più comodi in ambito work che non in gaming

olè

infatti per quello ho detto che penso che la vr sia solo in attesa di un evoluzione tecnologica, però è innegabile che il lancio delle nuove console non abbia puntato sul vr, però sì sa che le console influenzano molto questo tipo di mercato, questo non significa però che la vr è finita in futuro vedremo, anzi sinceramente penso che se non ci fosse stata la pandemia nel 22 avremmo visto grandi novità per la vr invece penso che ora ci vorrà almeno almeno il 23

Steve

che molte persone non lo sanno e prendono inculate fidandosi di articoli del ca44o come questi ,ecco dove sta il problema

Michele

Certo, sono poi anche io messo come te, non è che abbia così tanto tempo da dedicare al Gaming, poi spesso faccio ancora Smart Working e attualmente sia in ufficio sia a casa uso due Monitor da 24", che però, come dici tu, c'è la riga in mezzo..
Quindi lo utilizzerei un po' a 360°.

Se mai dovessi trovarlo con una buona offerta ci farò un pensierino, mi piace l'idea della curvatura 1000R e con la scrivania profonda che ho io non ho problemi di spazio.
Poi, chissà, in futuro cambierò anche la scheda o comunque mi farò una nuova Build! ;)

dino bianchi

io sto giocando a Shadow of the Tomb Raider e insieme a Control sullo schermo 21:9 curvo ad ultra sono tra le cose più spettacolari che ho visto.

gpiemo

Decisamente, poi sfortunatamente non riesco a giocare quanto vorrei, per cui va un po' bene tutto. Il 34" è stato più per un motivo professionale (non volevo avere 2x24" con la riga in mezzo), ma avendoci in passato provato NFS Heat, Ace Combat 7, CSGO e poco altro che ora mi sfugge, dico che è pienamente godibile. Peccato che tipo per Stadia non ci sia il supporto alla risoluzione

MaximCastelli

Il rapporto d'aspetto ormai è un parametro importante.

MaximCastelli

Giochi ancora?

Michele

Beh comunque parliamo di un gioco molto recente, secondo me è un ottimo risultato.
Riesci a godertelo altrettanto bene nonostante i dettagli medi, con la risoluzione più alta di un FHD deve essere comunque godibile!

gpiemo

Ultimamente sto giocando pochissimo. Su AC Valhalla con dettagli medio/alti a 3440x1440 viaggia tra i 45 e i 60+ FPS (a sbalzi). Direi sufficiente per giocare in singleplayer...
Purtroppo però così su due piedi non ho altri dati da fornire

pollopopo

ma...ci saranno giochi che le tiri e altri no, la rx580 va simile ad una 980 ti se non ricordo male

pollopopo

dipende molto dal gioco, tendenzialmente va meglio, in particolare è più stabile in percentile... comunque si, non è un mostro (in relazione poi al costo al quale veniva proposta)...

comunque diciamo che va bene se si vuole avere una buona esperienza videoludica :) la 580 rx va bene solo se vuoi giocare con infiniti compromessi

Andreunto

Io ogni settimana sto tentando con la 6800 ma è un casino perché la più equilibrata come rapporto qualità prezzo. Da questo giovedì tenterò anche con la 6800xt

Andreunto

Si la reference dal sito amd. Sta sui 450€ se riesci ad aggiudicartela

Luca Simonelli

Ciao io ho appena acquistato il tuo stesso monitor. Come scheda ho una rx460 che prevedo di cambiare appena i prezzi delle nuove gpu saranno un po' più umani...
Volevo chiederti se effettivamente si riesce a giocare decentemente a quella risoluzione e se si può fare un downscaling (es. Giocare in 2560x1080) per aumentare un po' il frame rate

Mostra 1 nuova risposta

Sono due cose separate anche se non soffri questo disturbo nella vita reale puoi avere dei disagi dovuti al lag tra input e monito, che spariscono appunto quando riesci a ridurre il lag sotto ad una certa soglia.

Michele

Come si comporta la scheda?
Immagino che tu abbia messo i dettagli su medio nei giochi più recenti e a quanti FPS vai generalmente?

Comunque sarebbe già un buon risultato giocare a dettagli medi con un aumento di risoluzione e stare sui 40 FPS.

Dovrebbe essere comunque più gustoso che giocare su un 24" FHD anche se con dettagli più alti..

tommaso

saranno contenti gli oculisti e gli ottici!

Michele

Certamente il cavo sarà DP 1.4, comunque al di là di questo, andare su risoluzione 3440x1440 già di per sè la qualità generale aumenterebbe parecchio e non sarebbe affatto un problema scendere di dettagli.

Ora con FHD riesco a mettere tutto Ultra (senza ambire a chissà quanti FPS sia chiaro), ma già salire di risoluzione non mi dispiacerebbe.

Comunque grazie per il tuo feedback!

Michele

Eh, non sarebbe una brutta idea.. Intendi proprio la reference?
Non ho idea di che prezzi si parli per quella, ma guardando le Custom direi che sia ancora un tantino esagerato, anche se pare sia l'unica che si trovi realmente senza andare su roba 2019-2020.

Michele

No, ma hai fatto bene a citarlo perché la risoluzione aumenta, nel senso che sì rimane 1440p ma i Pixel orizzontali non sono più 2560 ma 3440 che dovrebbe chiedere ancora qualcosa di più in termini di risorse.

Roberto Giuffrè

Parlo per esperienza diretta perché ho queste schede: R7-240, R7-250, RX460, RX570, GTX1060, GT1030.

Con monitor 3440x1440 si può giocare mettendo settaggi medi con RX570 e GTX1060 (a dire il vero solo la RX580 è equivalente alla GTX1060). Con 5700 o 1080 puoi salire di qualche settaggio.

Io ci gioco bene a GTA5, Fortnite e Rocket League che non sono proprio esosi come risorse.

Altri giochi vogliono schede più potenti.

Mentre per lavoro e produttività va benissimo la RX460 perché solo da questo modello in su tiene i 144hz ma con cavo di qualità. Le R7-240/250 hanno HDMI ma non raggiungono bene i 144hz.

Con la RX460 ci ho anche giocato ma se non vuoi lag devi ridurre i dettagli e verificare il raffreddamento della scheda.

Ah io ho lo Xiaomi Curved Gaming 34".

Andreunto

Comprati una 6700xt tentando la sorte sul sito amd

Hereticus

La profondità di campo non è la stessa cosa della messa a fuoco... Cercherò come sono costruite da un punto di vista geometrico...

gpiemo

Attualmente su una 1070 in OC e devo dire che è al limite dell'accettabilità su un 34" 1440p. Dipende tutto dalle velleità che si hanno... se si vogliono 100FPS, sei fuori come un balcone. Se ti accontenti di 60FPS al limite con dettagli medio/alti, sei lìlì

Aster

Ma quando mai?!Hai visto le schede dei nuovi tv?sono dei giocattoli piccoli come una calcolatrice,tutta roba usa e getta

DIXON

Ho comunque citato il polliciaggio perché di "25/29 in 21:9 in 1440p non c'è ne sono in commercio credo. Io personalmente avevo la 2070 e un monitor 34" 1440p e in alcune circostanze già c'erano rinunce.

DIXON

La 1080 va poco meno della 2070, la 2070 per quella risoluzione è proprio la base anche mettendo la possibilità di usare il DLSS ove possibile. Per puro raster 1080/2070 la differenza è risibile.

Michele

Sisi, siamo lì.
Alla fine parliamo sempre di Polaris e la 590 ha Clock più alti, poi non so che versione hai tu, comunque il concetto è questo.
Incuriosisce molto un monitor UWQHD purtroppo e avere più pareri mi aiuta a calmare la voglia di acquistarlo!

Diciamo che la consapevolezza di non sfruttarlo al massimo l'avevo già ovviamente, però giocare con un immersività di questo tipo senza uccidere il PC sarebbe bellissimo ma ormai si sente il peso degli anni di questa Build..

Michele

Forse al di là dei pollici è proprio la risoluzione (senza puntare ad essere allineati con gli FPS agli Herz del monitor) che mi porterebbe ad abbassare di molto i dettagli.
Sarei curioso di provare per vedere effettivamente di quanto dovrei scendere, ma non credo sia fattibile.. a meno che non lo compri su Amazon ed eventualmente lo restituisca :D

Michele

Sisi, infatti salire di risoluzione ovviamente mi porterebbe a settare i dettagli grafici da estremo/ultra a medio forse con qualcosa anche su alto altrimenti non farei 50-60 FPS che ho adesso.
Chiaro che i 165 FPS costanti con gli Herz sono un sogno con questa Build :D

Jonathan

Provato Rift S e Quest 2, ho avvertito il motion sickness sul primo ma sul secondo è migliorato tantissimo

comatrix

Ecco vedi, il. PSVR invece ci sarà eccome per la PS5, e pensa che persino Apple sta sviluppando il suo VR.
Poi di giochi ce ne a iosa, io possiedo oltre 100 giochi in VR di cui una 30ina sono di alto livello.
Però oggi come oggi, sulla VR per avere della ciccia si deve andare su PC, perché su Standalone ci sono solamente un paio di giochi validi, il resto sono giochetti...
Inoltre la VR non è solamente considerata per i giochi, si stanno sviluppando piattaforme per il lavoro, editing e via dicendo.
La VR è solamente agli inizi, quando si svilupperà a dovere, fai così ciao con load manina agli schermi, a meno che non si soffra di chimetosi

pollopopo

non è detto, una 1080 che va meno si difende benino :) ma l'rx580 richiederebbe fin troppi compromessi

pollopopo

l'RX580 è meno potente della mia 1080 e io trovo che oggi la 1080 è al limite per il qhd se piace giocare con dettagli alti e un frame rate costante oltre i 40.... poi va in base al gioco anche

olè

bè è palese che il target principale sia quello questo mica vuol dire che non lo puoi usare per altro, ci mancherebbe

Recensione Samsung Galaxy Book Pro 360, convertibile super sottile e leggero

Recensione Intel Core i7-11700K: potenziale nascosto, ma occhio ai consumi

Recensione ASUS ROG Zephyrus S17, tanta roba ma che prezzo!

Recensione GIGABYTE RTX 3080 Ti Vision OC: il giusto mix tra prestazioni e design