Mercato PC, che 2021! E nella crisi dei chip AMD e MediaTek raddoppiano le vendite

26 Maggio 2021 30

Il mercato PC sembra non risentire della crisi dei chip, e finirà il 2021 esattamente come l'ha iniziato: in crescita. Sembra essere un settore dalla pelle dura, resistente a shortage e pandemia. Per quest'anno IDC stima che vengano spedite 357 milioni di unità, il 18,1% in più rispetto al 2020.

Attenzione, però: la spinta è destinata ad esaurirsi, e già nel 2022 si registrerà un primo calo, anche se contenuto (-2,9%). La buona notizia però è che il CAGR 2020-2025 resterà positivo, pari al 3%. E in più si prevede un miglioramento della situazione dei chip a partire dal terzo trimestre del 2021, con segni ancor più evidenti di un ritorno alla normalità verso la metà del prossimo anno (ma c'è chi non la pensa così).

NOTA: IDC include nell'analisi PC desktop, portatili e workstation. NON tablet e 2-in-1
L'analisi di IDC si sofferma sull'andamento dei settori consumer, educazione e commerciale.

La domanda di PC continua a mantenersi elevata in tutti e tre i suoi sotto-settori, ovvero consumer, educazione e commerciale, anche se è il primo a manifestare la crescita maggiore. Tant'è che non è da escludersi che diversi utenti alla ricerca di soluzioni portatili siano costretti a virare sui desktop, "perché l'urgenza della domanda di qualsiasi tipo di PC rimane piuttosto elevata" (Jitesh Ubrani, IDC).

A PROPOSITO DI MERCATO CHIP
La Top 15 di produttori di chip

Nel corso del primo trimestre dell'anno le vendite di chip dei primi 15 produttori al mondo sono cresciute del 21% rispetto al Q1 2020 (+18% per l'intero settore). IC Insights evidenzia come ci siano delle new entry nella classifica, ovvero MediaTek e AMD, che hanno di fatto sostituito HiSilicon e Sony nella Top 15. Ed è proprio AMD ad aver registrato l'incremento di vendite maggiore, +93% in un anno, seguita (guarda caso) da MediaTek con un +90%. A queste seguono Qualcomm (+55%) e Nvidia (+51%), curiosamente tutte e quattro fables supplier, ovvero fornitori che si limitano alla progettazione e vendita dei chip esternalizzandone la produzione.

Al comando rimane Intel, che tuttavia è l'unica a riportare un segno negativo (-4%).


30

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Repox Ray

Li ho etichettati come "fuffa" perchè l'articolista ha scritto "fables" anzichè "fabless"...

C4ZZ4R0L44444444

boosook

Che tu li hai etichettati come produttori di fuffa, solo perché esternalizzano la produzione, come se la progettazione non contasse nulla. La verità è che è il contrario, altrimenti chiunque potrebbe andare da TMSC o altra fab e chiedergli di fare un processore migliore di quelli che già ci sono. Peccato che tale processore vada progettato, e questo è ciò che fanno Qualcomm &C.
Pure Apple chiaramente non produce, però se n'è uscita con l'M1 che va a surclassare (in rapporto ai consumi) tutti i processori esistenti. Fuffa anche quella? Se è così facile, perché qualcuno non l'ha fatto prima?

Repox Ray

"appaltare" non è proprio la parola più giusta in questo contesto, ma vabbè.

Repox Ray

:O

Repox Ray

...e di schede video di cartone, non dimentichiamolo. XD

Repox Ray

Pare di si, nonostante ormai siano tutti esperti di economia e persino la casalinga di Voghera ha fatto il corso di online trading.

Francesco

Ovviamente a questo periodo di boom di richieste, seguirà un periodo ben più lungo di vendite in picchiata... come è naturale che sia.

ghost

Idem fisso a metà 2019 con scheda video dedicata se lo vendo ci faccio il doppio dei soldi xD

Rob3r7o

Ok, allora il computer l'abbiamo tutti ora. Che non si lamentino del crollo delle vendite nei prossimi anni

greyhound

Ma cosa diavolo ci azzeccherebbe il capitalismo con il rincaro dei chip?

tupamaro

Ma tantu si fa tuttu cu' o smarrtofono...

Passa ad AMD con un bel 5600, va come un razzo e ha un costo giusto.
Più o meno. :\

tupamaro

Io sono stato fortunato, ho cambiato il portatile nel 2018 e il fisso nel 2019.
Con i soldi che ho speso, oggi non mi comprerei manco un kit mouse+ tastiera......

Ora, lungi da me difendere il modello capitalista
Ma qui c’è stata una pandemia globale e una richiesta improvvisa

Marco

siete sorpresi che nell'anno dello smart working e della didattica a distanza sia aumentata la vendita dei pc?

Mostra 1 nuova risposta

Io ho una 1060 ma ci sono tanti giochi nuovi che vorrei godermi al massimo, nel frattempo ho comunque diversa roba da giocare molto datata quindi pazienza. E si, gli emulatori in questo periodo sono veramente l'ideale! Retrogheminggggg

Mostra 1 nuova risposta

NON FA RIDERE VA BENEEE?

Ahahahah

Iena_Reloaded

beh, piuttosto di cambiare scheda video ora vado avanti con l'integrata di 10 anni fa; anhe se sono appassionato di videogiochi, se malauguratamente dovvesse esplodere la mia s.v., rispolvero gli emulatori; comprare ora significa letteralmente buttare via il denaro..

nasceva come una battuta per l'errore nella scrittura di fabless nell'articolo :D

ADM90

Ieri Microsoft ha presentato qualche soluzione per migliorare il porting, prestazioni dei programmi x86 su ARM a 64 bit?

Mostra 1 nuova risposta

Ma il problema non è che non ci sono, è che non si riescono a comprare. Loro ne producono come prima praticamente... c'è stato un calo ma non così forte

Mostra 1 nuova risposta

Il mio Xeon del 2010 tiene botta ma è stanco. La scheda video anche, ma al momento di cambiare non se ne parla.

Mostra 1 nuova risposta

Io spero che i prezzi tornino abbastanza normali per la distribuzione di DDR5 e prossimi socket/CPU e schede video... queste attuali ormai non scenderanno mai

Roberto Giuffrè

Il problema del capitalismo che guarda solo nel breve periodo.
Eppure la disruption dello smart working e della 4a rivoluzione industriale era nell'aria.

Hanno piazzato di colpo tutti i colletti bianchi e gli amministrativi a lavorare da casa e i più fortunati hanno avuto in dotazione il PC che l'azienda aveva già, o qualcuno aveva già un buon computer per passione personale.

Tutti gli altri l'azienda glieli ha dovuti procurare acquistandoli o se li sono dovuti comprare da soli.

RoRo

Per forza, tutti quelli che non avevano cambiato computer dal 2010
almeno lo stanno facendo tutti adesso! Conosco anch'io tante persone
così, che andavano di smartphone e talvolta di tablet finché si sono
accorti che un computer è stranamente ancora utile...

no di favole.
ad esempio nvidia ti racconta storie di fantomatiche gpu che però nessun uomo ha maii visto :D

Maurizio Mugelli

abbastanza chiaro che la "crisi" produttiva per il covid e' durata solo pochi mesi, poi sono passati alla "crisi" perche' la richiesta si e' incrementata di svariate volte, non perche' producessero poco.

Fabrizio

*fabless

boosook

Quindi qualsiasi altra persona è in grado di progettare una APU come quelle di AMD o un chipset come lo Snapdragon e appaltarne la realizzazione a una fonderia? E come mai non è pieno di concorrenti allo stesso livello dato che è così facile?

Repox Ray
...curiosamente tutte e quattro fables supplier, ovvero...


...ovvero venditori di fuffa? XD

Recensione Samsung Galaxy Book Pro 360, convertibile super sottile e leggero

Facciamo il punto su Windows 11: tutto ciò che bisogna sapere

Windows 11, Microsoft cambia idea sui requisiti: solo sistemi recenti

Recensione ASUS ROG Zephyrus S17, tanta roba ma che prezzo!