Qualcomm tra Samsung e TSMC: i piani per la fornitura dei chip a 5 e 4nm

25 Febbraio 2021 29

Qualcomm progetta e sviluppa i suoi processori Snapdragon, utilizzati ormai nella maggior parte degli smartphone Android, pur non producendoli internamente. Nel corso degli anni, infatti, la società di San Diego ha esternalizzato la produzione a due delle più grandi ed avanzate fonderie conto terzi al mondo, Taiwan Semiconductor Manufacturing Company (TSMC) e Samsung Foundry.

A Samsung è stata affidata negli scorsi anni la produzione dello Snapdragon 820, SoC realizzato con processo produttivo a 14 nm, e dello Snapdragon 835 e Snapdragon 845, entrambi con un processo a 10 nm. Per lo Snapdragon 855 da 7 nm, invece, si è rivolta a TSMC per poi tornare nuovamente da Samsung sia per lo Snapdragon 865 da 7 nm che per lo Snapdragon 888 da 5nm lanciato lo scorso dicembre.

Per i processori che arriveranno il prossimo anno, tuttavia, Qualcomm tornerà probabilmente ad affidarsi a TSMC. Citando fonti industriali, Digitimes ha riportato che per il suo processore 5G di nuova generazione che verrà annunciato verso fine anno sarà ancora una volta Samsung Foundry a produrlo utilizzando il nodo a 5nm. Tuttavia, nel 2022, Qualcomm tornerà presumibilmente alla corte dell'ambiziosa società taiwanese per un processore realizzato con il processo a 4 nm.

Una fase della produzione di chip

Secondo quanto affermato da un dirigente di TSMC, la fonderia è già sulla buona strada per iniziare a produrre chip a 3nm nel 2022, in linea con la cosiddetta "legge di Moore" secondo cui la densità dei transistor su un chip (il numero di transistor che si riescono a inserire in uno spazio di 2 nm) raddoppia ogni due anni. Maggiore è la densità del transistor, minore è il nodo del processo e più potente o efficiente dal punto di vista energetico è un chip. Anche Samsung sta facendo ingenti investimenti per raggiungere lo stesso obiettivo.

Rispetto all'attuale processo a 5 nm, si prevede che i chip a 3 nm riusciranno a fornire prestazioni maggiori dell'11% e una riduzione del 27% del consumo energetico. Questi cicli più brevi, secondo TSMC, sarebbero possibili grazie alla tecnologia EUV che è in grado di creare dei modelli sottilissimi sui wafer utilizzati per posizionare i componenti del chip.

Ma non ci sono solo notizie positive per TSMC che, a fronte di un crescente quantitativo di ordini - la maggior parte effettuati da Apple -, deve vedersela con un'imprevista siccità che ha colpito le zone meridionali del Paese e che dovrebbe protrarsi per diversi mesi. L'acqua è un elemento fondamentale per la produzione di chip e TSMC ne sta acquistando ingenti quantitativi facendola arrivare da altri bacini. Secondo le previsioni, attualmente non dovrebbero esserci particolari problemi per la produzione.


29

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Pigs on the fly

Vero. A proposito è un peccato che samsung non dia la possibilità di comprare telefoni con snap a bordo qui in Europa. E poi a parte i benchmarc ti posso dire che ho in casa un huawei p10 e un p30 insieme a un mi 9 t pro con snap 855. Beh ti assicuro che il p30 non ha nulla da invidiare al 9 t pro anzi a parità di scala animazione risulta sempre più reattivo quindi vuol dire che il software gioca un ruolo importante. Solo che huawei con il ban è fuori dai giochi come dici tu. Secondo me ora come ora il prossimo p50 sarà un vero top peccato per il ban.

gianluca campostini

Qualcomm non ha veri competitors nella fascia alta android, perché Samsung continuerà a produrre i sui exynos nelle sue fabbriche, mediatek è ancora lontana nella fascia alta e hauwei è fuori dai giochi.
Però è probabile che tornino a produrre il flagship da tsmc per non rilasciare un altro soc deludente come lo snap 888

Pigs on the fly

Ok il tuo ragionamento è valido ma a sto punto qualcomm deve decidere se risparmiare o se essere la n 1.allo stato attuale a noi consumatori conviene che si affidi a tsmc

gianluca campostini

TSMC è sicuramente migliore di Samsung, però è anche molto più costosa.
Quindi Qualcomm può guadagnare di più stando con Samsung

Pigs on the fly

Se non sbaglio le fonderie TSMC sono in assoluto le migliori, meglio di quelle Samsung. Avevo letto in un articolo che lo stesso processo produttivo a 5nm sarebbe cmq diverso e risulta migliore quello di TSMC appunto. In tutto questo ci ha guadagnato Apple e ci ha rimesso Qualcomm. A quest'ultimo conviene mettersi d'accordo con i Taiwanesi se nel 2022 vorrà tornare a essere leader indiscusso di chip.

piervittorio

Si, è così a causa di un comunicato Qualcomm di giugno 2019, che era male interpretabile.
Quando l'865 venne poi presentato, a fine anno, anche Anandtech si dichiarò sorpresa che fosse TSMC, perché tutte le informazioni fino a quel giorno davano Samsung Foundry.

ViNicolosi

Appunto, ma vabè alla fine questa cosa è nata dal fatto neanche in redazione lo sapevano.

piervittorio

Ho già chiarito in un post antecedente a questo che hai appena postato: anche l'865/865+/870 è TSMC, come l'855.
Tutti gli altri sono Samsung Foundry.

ViNicolosi

Quindi mi stai dicendo che:

Anandtech: https://uploads.disquscdn.c...

Notebookcheck: https://uploads.disquscdn.c...

Wikichips: https://uploads.disquscdn.c...

si sbagliano?

trodert

no, l'acqua viene resa ultra pura attraverso sistemi di filtraggio e raggi UV, non con altra acqua.
Il consumo di acqua è così enorme perchè ogni singolo wafer dev'essere "risciacquato" decine e decine di volte durante la produzione del chip.
Aggiungo che l'acqua viene usata anche per la litografia ad immersione.

xan

grazie, ma proprio perchè l'acqua deve essere ultra pura non stiamo parlando di piccole quantità di acqua?

piervittorio

Hai ragione, ho controllato su Wikichip, anche l'865 è prodotto da TSMC.
Quello che aveva tratto in inganno (anche la stessa Anandtech, che infatti sei mesi dopo, al lancio, si dichiara "sorpresa") è il comunicato di Qualcomm relativo alla 5G next gen affidata a Samsung, del giugno 2019, che però si riferiva al futuro 765.
L'855 e l'865 (e 870, che è sempre un 865+ affinato) sono le due sole eccezioni, tutto il resto della produzione è fatta da Samsung Foundry.

trodert

no

trodert

Durante la produzione del chip, soprattutto dopo le fasi di etching, il wafer dev'essere pulito e lavato dai solventi e agenti chimici, questa fase è chiamata rinsing, cioè risciaquare, e viene utilizzata acqua ultra pura, perchè ogni minima impurità nell'acqua potrebbe causare dei cortocircuiti che renderebbero il chip non funzionante.

Nicola Corsi

Basta che scrivi "qualcomm snapdragon 865 anandtech" su google e vai su Anandtech a guardare le specifiche del 865 per vedere che è prodotto da TSMC

piervittorio

Nemmeno per sogno, dimmene anche solo uno, a tua scelta, che secondo te non è prodotto da Samsung, e ti dimostro immediatamente il contrario.

Nicola Corsi

Ti sbagli

piervittorio

Tutti gli SD sono prodotti da Samsung, da anni.

piervittorio

Leggi sopra.

piervittorio

Tutti gli Snapdragon sono prodotti da anni da Samsung Foundry, tranne l'855, e tranne alcuni vecchi SoC della serie 200 e 400 e 600, a 28nm.
E Qualcomm non può permettersi di rivolgersi a TSMC, perchè non solo perderebbe il suo più grosso cliente (Samsung), ma darebbe a quest'ultima la possibilità di iniziare a proporre seriamente gli Exynos sul mercato OEM, facendo concorrenza alla stessa Qualcomm.
Ancor più ora che grazie ad AMD potrà competere anche per quanto riguarda la parte grafica, ovvero proprio il maggior punto di forza degli Snapdragon (ricordo che Adreno è l'anagramma di Radeon, in quanto Qualcomm comprò la divisione mobile di AMD quando questa era in crisi...).

ViNicolosi

Esatto.
Non si spiegherebbe il passo indietro in efficienza fatto con 888 e il contestuale passo in avanti di Exynos se anche l'anno scorso avevano lo stesso processo produttivo.

c1p8HD

Ma infatti, lo snapdragon 865 è sempre stato detto che lo producesse TSMC

Nicola Corsi

Veramente lo snapdragon è fabbricato a 7nm da TSMC, non da Samnung

piervittorio

ti ho risposto sopra.

piervittorio

La produzione dei wafer necessita di enormi quantità di acqua, ed oltretutto di acqua superpura (UPW), tamente demineralizzata da risultare tossica se ingerita.
Un singolo wafer da 12" (30 cm) necessita circa 10.000 litri d'acqua, di cui circa due terzi demineralizzata.
E' una delle attività in assoluto che necessitano di maggior consumo idrico.
Le fabbriche di TSMC consumano, quotidianamente, quanto intere cittadine.

Scrofalo

Devono irrorare continuamente gli schiavi che sudano nelle fabbriche.

makeka94

Credo per la "dissipazione" del calore.

Developer
xan

"L'acqua è un elemento fondamentale per la produzione di chip": questa non la sapevo, qualcuno che la spiega?

Echo 4° generazione vs Nest Audio: quale scegliere? Tutte le differenze

Il confrontone 2021: Galaxy S21 Ultra vs iPhone 12 Pro Max, Find X3 Pro e Mi 11 5G

5G Standalone: cos'è e quali sono le differenze rispetto all'attuale 5G

Guida all'Etichetta Energetica 2021: cosa cambia e come si legge