Da Gigabyte la prima eGPU con GeForce RTX 30 raffreddatata a liquido

24 Novembre 2020 38

Gigabyte ha presentato la nuova versione della sua AORUS Gaming Box, una dock grafica esterna ad alte prestazioni aggiornata ora con schede grafiche NVIDIA GeForce RTX 3090 e GeForce RTX 3080. Si tratta di un sostanziale passo in avanti rispetto al modello con GeForce RTX 20 annunciata nel 2019, non solo per il boost prestazionale che offrono le GeForce RTX 30, ma anche e soprattutto perchè si tratta della prima GPU esterna (o eGPU) che utilizza un sistema di raffreddamento a liquido.

La AORUS Gaming Box nasce soprattutto per migliorare le prestazioni grafiche su ultrabook e notebook, ma in sostanza può essere utilizzata su qualsiasi PC portatile o desktop che supporta l'interfaccia Thunderbolt 3 40Gbps. Gigabyte offre al momento due opzioni con le top di gamma GeForce RTX 30, ma non escludiamo che arrivi un ulteriore modello con GeForce RTX 3070 (QUI la nostra prova).


Caratteristica di rilievo della nuova AORUS Gaming Box è appunto il raffreddamento a liquido, gestito dal sistema proprietario AORUS Waterforce, un dissipatore all-in-one che prevede un waterblock full-cover (raffredda GPU, VRAM e VRM) e un radiatore da 240 millimetri con due ventole da 120mm. La scheda grafica e il sistema di dissipazione sono integrati in uno chassis che misura 3‎00 x 140 x 173 millimetri per un peso di circa 3,8 Kg.


Quanto alle schede grafiche utilizzate, al momento Gigabyte ha aggiunto a catalogo solo la variante con WaterForce GeForce RTX 3080 che, tra le varie caratteristiche, prevede anche il supporto per l'AORUS Engine e l'RGB Fusion 2.0; le velocità della GPU e della memoria sono quelle della versione Founders Edition, ossia 1,71 GHz per la GPU e 19 Gbps per i 10GB di VRAM GDDR6X. Nessun dettaglio al momento è trapelato su prezzo, mentre per la disponibilità purtroppo la situazione dovrebbe essere la stessa vista per le GeForce RTX 30.

AORUS RTX 3080 GAMING BOX - SPECIFICHE TECNICHE
  • Scheda grafica: Gigabyte WaterForce RTX 3080
  • GPU clock: 1710 MHz
  • Memoria: 10GB GDDR6X 19Gbps
  • Interfaccia memoria: 320 bit
  • Larghezza di banda memoria: 760 GB/s
  • Dimensioni: 3‎00 x 140 x 173 (mm)
  • Peso: 3‎,825 Kg
  • I/O: Thunderbolt 3 type-C, Ethernet, USB 3.0 x3, 2x HDMI, 3x Display Port
  • Alimentatore: 550W 80Plus Gold
  • Requisiti di sistema: Laptop PC/Desktop PC conThunderbolt 3 e supporto eGPU, Windows 10

38

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Darkat

Ancora? Ma ti sto dicendo che ci sono ALTRI casi di uso, se uno ad esempio ha un portatile e non vuole comprare un altro PC che deve fare? Si deve comprare un mini PC perché la egpu non conviene? Lol

greyhound

Centra con il fatto che se uno vuole un mini desktop si compra un case piccolo direttamente senza piazzare sulla scrivania un egpu che da sola occupa lo spazio di un pc ed è venduta sovraprezzata

Darkat

Ma cosa c'entra? Esistono tanti case mini che non permettono l'ingresso di nessuna GPU. Inoltre ci sono i portatili per cui va bene questa egpu, e ci sono infine computer con GPU meno potenti che possono aver bisogno di soluzioni aggiuntivi per questioni di lavoro. Non esistono solo i tuoi casi d'uso

greyhound

No ci sono case itx con slot doppio per gpu come il dan a4 o il louqe s1 che occupano rispettivamente 7,5l e 8,5l...proprio come questa egpu

Darkat

No ci sono in sacco di itx mini-dek, come l'imac mini per intenderci, con quelli al massi fai partire YouTube con la grafica che hanno e di sicuro dentro non ci infili una gpu

sopaug

tu te ne freghi, uno che vive con un portatile silenzioso è difficile che accetti una cosa che fa rumore di aereo in una scatola (perchè quello è sì l'effetto in questo caso, perchè non parliamo di un case atx).

DeeoK

Ripeto: chi se ne frega.
Non è un elemento necessario in un case ad hoc solo per la GPU. Non è che quelli che mettono una GPU di fascia alta in un case compatto hanno l'effetto jet in decollo mentre giocano.

sopaug

ripeto: con il liquido hai un equilibrio termico che puoi controllare meglio, con la dissipazione diretta no, per quanto customizzata sia. E' questione di fisica.

DeeoK

Mah: sia GPU che case sono custom e non stiamo parlando di schede particolarmente rumorose nemmeno stock. Trovo difficile pensare che non avrebbero potuto metterci un sistema di dissipazione ad aria ad hoc considerando che controllano tutti gli elementi in gioco e non ci sono altre fonti di calore.

sopaug

comunque per il rumore. Il liquido in un box di quelle dimensioni permette un equilibrio termico mantenibile con 2 ventole relativamente silenziose rispetto a quelle che sarebbero da utilizzare per una dissipazione diretta.

Elia

Non hai la potenza di un PC di fascia alta, le egpu su tb3 sono estremamente limitate

DeeoK

Perché raffreddare a liquido se è un case separato? Mi sembra una complicazione inutile.

UnoQualunque

Ci guarderò, perchè la serie Elite degli HP non mi da alcun problema, mentre gli zbook non mi hanno convinto.

Aster

Allora non credo che li ha,ti conviene virare sui thinkpad serie P,noi usiamo quelli come workstation,mentre dalla mia compagnia i dell precision,

UnoQualunque

Non so se il fornitore li ha. Per uno di quell'ufficio che aveva bisogno di poca potenza ho preso un HP zbook 14u non è male ma mi dice che ogni tanto fatica.

Aster

secondo me con dei gigabyte aero ti salvi sia per il peso che per le prestazioni

greyhound

E dove sarebbe il minidesktop?
A sto robo devi aggiungere comunque un case per il resto dei componenti...

Esistono case itx grandi qunato sta egpu con supporto double slot

faber80

thunderbolt... così di nicchia che fa apparire firewire come un successo.

Andrej Peribar

Tutti quanti avete cercato di spiegarmi a che serve.
Lo so a che serve, dico solo che è senza senso come rapporto spesa/resa.

poi per carità ognuno. :)

Andrej Peribar

come odio il "che ne sai tu".
è proprio il modo per dare un inizio stupido ad una risposta.

Tutto ciò che scriviamo rappresenta una visione personale, questo caso non legata a conoscenze, ma ad una opinione.

Fingiamo che non inizi così la risposta.

___
Ovviamente ci saranno sempre persone che vogliono esattamente questa disposizione, ma se chiedessi a me, la spesa non giustifica la resa.
Quel box non è "da trasporto" ma da scrivania ovviamente, onestamente io predisporrei in rapporto a spesa/resa una postazione fissa ed una mobile.

poi ognuno... c'è anche chi compra ultrabook solo per il soho e il web, per me è una pessima spesa in rapporto alla resa, eppure...

Andrej Peribar

Tutto è in proporzione al prezzo.
Se costa poco o meno o il giusto tutto acquista una giusta prospettiva.
Ma effettivamente paghi troppo per avere meno

Darkat

Se costassero il giusto invece avrebbero senso, sua per chi vuole un ultrabook che per chi compra un mini desktop, il problema sono proprio i prezzi assurdi

Fandandi

Secondo me un ultrabook sarebbe troppo poco, ti troveresti con una cpu veramente poco potente rispetto ad una workstation. Forse dovresti andare su una via di mezzo, quindi non ultra leggero, ma neanche 3kg. A quel punto però forse conviene mettere una gpu decente già dentro al portatile e dire addio a quella esterna...bho, giusto una mio opinione per avere un punto di vista alternativo.

Darkat

Queste egpu hanno dei prezzi assurdi, lo scorso anno con GPU molto meno potenti andavano allegramente sopra i mille

Goose

Io, personalmente, ci vedo una buona GPU a cui affidare un po' di machine learning in mobilità o per chi magari non ha una workstation, per esempio. Per giocare probabilmente no.

Mat

Anche col peso non si va tanto lontano xD
Questa è comunque una soluzione intrasportabile

VoltoReato

Sono soluzioni pensate per il rendering e il video editing e per chi vuole un solo pc e ha necessità di spostarsi spesso. Chiaramente ci si può anche giocare (stesso discorso delle nVidia Quadro) ma non è è una soluzione che nasce per questo.

Fabio Biffo

? Che ne sai tu?
Se io volessi andare in giro con un portatile ultra leggero con un buon i7 o Ryzen, poi al posto di avere 2 computer semplicemente collegare un cavo e avere la potenza di un PC di fascia alta (nel frattempo, caricando il portatile, usando la porta ethernet e avendo a monitor, VR, tastiera, mouse e altre periferiche come un normale desktop).

Ovvio che non tutti hanno questa esigenza, ma molte persone che non vogliono avere 2 computer si.

UnoQualunque

Essendo completamente ignorante su questo argomento chiedo a voi. Visto che le docking type-c costano sui 200 euro, una di queste egpu, magari con una scheda grafica non troppo performante giusto per qualche rendering 3D leggero o disegno cad, quanto costerebbe? Ora in ufficio ho delle workstation portatile ma si lamentano del peso quando sono fuori ufficio e in giro non serve potenza. Avevo pensato di prendere un ultrabook e poi collegarlo ad una egpu ma sono in dubbio sul risultato.

riccardik

si, una gpu come queste è sicuramente limitata, con una gpu di fascia più bassa l'impatto è decisamente minore

Andrej Peribar

In rapporto al costo, le dimensioni, la resa e i consumi.

Per poi cosa, giocare con un cpu da portatile?
Io non ci vedo davvero il senso.

Domenico11

Potevano mettere la Thunderbolt 4

Celletti81

Che fosse l'unico modo per prendere una 3080? nel senso compri il box lo smonti e monti la scheda sul pc.....

Cloud387

Senza contare il costo di questi supporti eGPU.
A volte conviene farsi un PC fisso ed uno portatile

Galy

Possono farla anche a fusione nucleare, ma se poi viaggi su Thunderbolt tanto vale...

T. P.

l'ultimo articolo che letto su questo argomento, si era limitante...

Goose

Perché? Se posso chiedere. È limitante la Thunderbolt?

Andrej Peribar

è roba senza senso

La (mia) postazione da Creator: dal Desktop MSI al Monitor 5K Prestige

Recensione Mac Mini Apple Silicon M1, ho QUASI sostituito il mio desktop da 2K euro

Recensione HONOR Router 3: il miglior Router Wi-Fi 6 qualità/prezzo

Apple Silicon è il futuro di Apple: da desktop a smartphone, andata e ritorno