Apple pensa a MacBook con tastiera deformabile e Force Touch | Brevetto

06 Ottobre 2020 8

È già da un po' di tempo che Apple sta studiando un sistema per far evolvere le classiche tastiere fisiche: il touch screen non è proprio un'alternativa ideale, per via della mancanza di feedback tattile, ma una soluzione va trovata per sconfiggere definitivamente briciole e altri agenti esterni - ed evitare altre brutte figure come quella del meccanismo a farfalla. Il brevetto pubblicato recentemente in America usa come ingredienti principali una superficie deformabile in concomitanza con una vecchia conoscenza del mondo Apple: il 3D Touch.

Detta semplicemente: la parte inferiore di un ipotetico laptop è costituita da una superficie perfettamente liscia e continua, ma deformabile. Il software stabilisce il layout da abilitare e la superficie si deforma di conseguenza. Grazie al 3D Touch, tecnologia che abbiamo visto su diverse generazioni di iPhone ma che è stata pensionata con la generazione 11, l'utente dovrebbe applicare una vera e propria forza su ogni tasto "virtuale", invece di semplicemente sfiorarlo. I vari tasti con didascalia sarebbero delineati da una sorta di guida luminosa.


Questa soluzione è potenzialmente molto versatile: si potrebbero richiamare layout diversi in base alle esigenze, per la gioia degli utenti multilingue, e inventarne di completamente nuovi (serve una tastiera con solo e soltanto i tasti necessari per il proprio gioco preferito? E perché non richiamare due trackpad in contemporanea? Oppure un trackpad associato a un controller rotante stile Surface Dial?). Come se non bastasse, Apple dice che la superficie potrebbe essere anche realizzata in metallo, permettendo così di mantenere il look pulito ed elegante tipico dei MacBook - e in generale dei prodotti della Mela.

Chissà se un prodotto del genere vedrà mai la luce. Apple e le grandi aziende in generale depositano letteralmente decine di brevetti a settimana, e solo una piccola parte di essi viene effettivamente realizzata. Questa idea sembra un po' troppo futuristica, ma non sarebbe certo la prima volta che la Mela ci lascia a bocca aperta.

Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da interteria a 455 euro oppure da ePrice a 496 euro.

8

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
piero
Anders Ge (f.k.a."usagisan")

Non intendevo questo, ma tutto l’ecosistema che questo le permette di creare.

xCode

Esistono già soluzioni simili in commercio (su prodotti che puoi acquistare!) da un paio d'anni, vedi Microsoft SQ1 ed SQ2 o addirittura Qualcomm 8cx.
Non sta portando nulla di nuovo...

Black_Codec

Se fosse fatta in metallo addio dinamicità...

Anders Ge (f.k.a."usagisan")

Bè, però quest’anno, con la presentazione dei nuovi processori arm fatti in casa, qualcosa di nuovo lo ha portato.

Kamgusta

Macbook Tastiera Force Pro, from Salerno / SA to Parigi / PA, started with 79% battery / arrived with 81% battery, 2464 km traveled in scarce 35 hours + scarce 14,3 hours to recharge 15 times, paid 104 euros for electricity, average consumption 221 Wh / km - 7.01 km / kWh

The frame

Recensione MacBook Air con Apple Silicon M1, il futuro dei notebook è già qui

Recensione Mac Mini Apple Silicon M1, ho QUASI sostituito il mio desktop da 2K euro

iPhone 12, Mini, Pro e Max: vi spieghiamo le differenze (e quale scegliere)

Recensione iPhone 12 Mini: grazie Apple, ci voleva