NVIDIA Ampere A100 in formato PCIe 4.0 per i sistemi server

22 Giugno 2020 4

A distanza di circa un mese dalla presentazione della GPU Ampere A100, NVIDIA e i suoi partner annunciano il debutto sul mercato dei primi server basati su quella che viene definita dall'azienda come la GPU più avanzata al mondo. In un comunicato ufficiale, NVIDIA rende noto che oltre 50 nuovi sistemi server saranno presto disponibili, in diverse configurazioni e form-factor, utilizzando la variante PCI-E (Gen 4.0) della potente GPU a 7 nanometri con architettura Ampere.


Parliamo ovviamente di sistemi destinati ad ambiti come l'HPC (High Perfomance Computing), l'Intelligenza Artificiale e calcoli/simulazioni scientifici avanzati, ambienti di lavoro che potranno beneficiare della nuova architettura e delle ultime tecnologie ad essa legate.

NVIDIA A100 permette di ottenere prestazioni 20 volte superiori se paragonata alla precedente soluzione basata su architettura Volta, il tutto grazie anche a importanti funzionalità sviluppate ad-hoc per ottimizzare al meglio l'utilizzo dell'hardware. Tra queste segnaliamo le più importanti, ossia la nuova tecnologia Multi-Instance GPU e NVIDIA NVLink di terza generazione: la prima permette di "partizionare" la GPU come 7 GPU indipendenti per ottimizzare i carichi di lavoro, la seconda invece migliora il supporto Multi-GPU in modo da utilizzare più schede grafiche come un'unica grande GPU.

Server GPU Gigabyte G492

NVIDIA conferma che la prima ondata di server basati su Ampere A100 arriveranno quest'estate, gli altri modelli invece saranno disponibili entro fine anno.

Tra i produttori di server partner in prima linea con NVIDIA A100 troviamo:

  • ASUS (server ESC4000A-E10)
  • Atos (BullSequana X2415)
  • Cisco (Cisco Unified Computing System e Cisco HyperFlex)
  • Dell (PowerEdge)
  • Fujitsu (PRIMERGY)
  • GIGABYTE (G481-HA0, G492-Z50, G492-Z51, G292-Z40)
  • HPE (ProLiant DL380 Gen10 e Apollo 6500 Gen10)
  • Inspur (NF5468M5, NF5468M6, NF5468A5, NF5488M5-D, NF5488A5, NF5488M6, NF5688M6, NF5888M6)
  • Lenovo (ThinkSystem SR670 AI-ready e ThinkAgile)
  • One Stop Systems (OSS 4UV Gen 4 PCIe expansion system)
  • Quanta/QCT (QuantaGrid D52BV-2U, D43KQ-2U, D52G-4U)
  • Supermicro (4U A+ GPU system)
Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da Mobzilla a 485 euro oppure da Unieuro a 569 euro.

4

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
c0s87

Networking si anche io ho infrastruttura huawei, ma come server non sono tanti, in rai quanto ne possono avere come anche nelle uni, a Bologna e salerno che conosco ne hanno mantati molti pochi in totale tra i due atenei, poi tutto su altro hardware.
Huawei è il principale fornitore di cabalggio per tutta europa, ogni collegamento è fatto su tale hardware se non full almeno in larga parte passa da suoi apparati.

GTX88

Ce ne sono eccome, vari comuni e varie università e la rai sono i principali clienti che conosco, poi c'è tutta la parte di networking di aziende importanti tipo poste italiane, non so negli altri paesi ma qua a breve diventerà una delle aziende principali

c0s87

I FusionServer non hanno mai veramente preso piede almeno non nelle realtà più importanti, da 8 anni monto solamente ProLiant, poweredge e super micro in varie configurazioni, idem se parliamo di altri grossi concorenti come OVH ect...

GTX88

Niente huawei che ormai grazie a trump fa da se...

Recensione MateBook 14: è il migliore tra i notebook Huawei

Apple annuncia i processori proprietari per Mac basati su architettura ARM

PlayStation 5 ufficiale: due versioni, design grintoso e futuristico | Caratteristiche

Recensione Honor MagicBook, al pari di MateBook D14 ma costa meno!