Apple MacBook potrebbe tornare come primo Mac con processore ARM

15 Giugno 2020 133

Il primo computer Apple con processori ad architettura ARM potrebbe essere il nuovo MacBook, erede diretto del sottilissimo e compattissimo modello da 12" prodotto qualche anno fa. Lo sostiene in un lungo post su Reddit l'account noto come Fudge o @choco_bit su Twitter, uno dei leaker che gravitano attorno alla società di Cupertino maggiormente convinti che l'esodo da Intel inizierà in tempi brevi - magari addirittura già in occasione della WWDC 2020, che ricordiamo si terrà la settimana prossima (in formato solo digitale per via della pandemia).

La fonte argomenta che il MacBook sia il prodotto ideale per fare da apripista a questo colossale cambiamento, per le doti di sottigliezza e leggerezza che hanno caratterizzato il modello originale (ma che hanno anche causato qualche grattacapo ai processori Intel lato prestazioni e gestione delle temperature). Potrebbe anche segnare il ritorno del famigerato meccanismo a farfalla, finalmente riveduto e corretto per garantire un'affidabilità in linea con le aspettative degli utenti. Questi switch, in tandem con i chip basati su architettura ARM, hanno il potenziale di far raggiungere ai MacBook livelli di sottigliezza fino a prima impossibili.


Non vengono forniti dettagli più precisi su come sarà questo nuovo MacBook. Gli interrogativi aperti rimangono numerosi, e sono importanti: sia per quanto riguarda questo specifico portatile sia, più in generale, sullo sviluppo dell'iniziativa Apple on ARM. Per esempio: si continueranno a usare le GPU AMD o si passerà a quelle proprietarie? Quante e quali porte potrà avere un MacBook con chip ARM? Ci sarà la Touch Bar? Come verranno gestite le applicazioni (soprattutto quelle professionali di fascia alta) progettate per la vecchia architettura x86? I processori per sistemi desktop saranno montati su socket in modo da garantire upgrade facili?

Comunque vada, la fonte prevede che entro i prossimi anni tutti i Mac verranno pian piano aggiornati con processori ARM proprietari. Si tratta di poco più di speculazioni, è bene precisarlo, ma sono tutto sommato condivisibili. Voi cosa ne pensate?

Il perfetto compagno nella fascia media? Redmi Note 9 Pro, in offerta oggi da Mobzilla a 205 euro oppure da Unieuro a 274 euro.

133

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ROY MUSTANG

Il bagno di sangue è stato per gli utilizzatori, non per apple.

"Però quelle differenze esistono, e sia il software di sistema che le parti di software applicativo che richiedono elevata velocità sono scritte in C o comunque in uno degli altri linguaggi che consentono il pieno sfruttamento delle caratteristiche della macchina."
Si e no, ti do ragione sulle performances, ma C viene usato più sui sistemi embedded o comunque in certi casi, uno dei vantaggi è che ti devi gestire da solo l'utilizzo di memoria che poi è una arma a doppio taglio, forse ti confondi con C++. Nel senso possono essere usati entrambi ma C++ è più ad alto livello, non quanto Java o C# ma rappresenta una sorta di via di mezzo. La scelta del linguaggio è funzionale allo scopo e alla tipologia di applicazione.

"Windows on ARM è già molto più difficile, perchè a differenza di quanto è già accaduto diverse volte in passato per Apple, lato Microsoft tolto il singolo caso di .NET Framework le software house hanno immancabilmente dimostrato di non essere disposte a farsi imporre scelte da Redmond."

Da qualche anno c'è .NET Core e ti assicuro che è sempre più utilizzato, fidati lato enerprise Microsoft se la passa bene! E ti dirò passano gli anni ma un ide migliore di Visual Studio non l'ho ancora trovato...se poi consideri che si stanno aprendo (con .NET Core) a funzionare su altri sistemi operativi, ti lascio immaginare i vantaggi. Questo per dire che una volta che hai creato un'applicazione .NET Core ,salvo qualche caso, cambia poco il sistema operativo sul quale girerà o se x86/x64 o Arm. Utilizzandolo ti posso dire anche che si evolve in fretta. Lato server ad esempio è una manna dal cielo.

"L'unica possibilità di vedere ARM sui Desktop è che Apple faccia da apri pista.
Gli altri seguiranno."
Non essendo la prima non può fare da apripista, non siamo nel 2007!

Sintetizzo il mio pensiero, è giustissimo che la tecnologia vada avanti perchè rientra nella sua natura, ma il togliere la retrocompatibilità ignorando l'eterogeneità dell'utenza è anormale, se Ms facesse una cosa del genere sarebbe il caos. Poi vabbè dalla loro Apple lato desktop ha un infinità di macchine in meno.
Windows 10 ha delle ottime performances e riesce a farti girare del sw fatto per Windows 98 per dire, e dovrebbe essere così. Chiaramente non mi aspetto compatibilità al 100% ma nemmeno il completo opposto.

Federico

Si ma l'espressione "bagno di sangue" dovrebbe essere giustificata da un crollo delle vendite, visto che ho fatto espressamente riferimento alla forza commerciale, ed io non vedo crolli nelle vendite.

Capisco che non tutti programmino in C, e ovviamente al salire con il grado di astrazione si perdono le differenze fra l'avere dei registri a 32 o 64 bit.
Però quelle differenze esistono, e sia il software di sistema che le parti di software applicativo che richiedono elevata velocità sono scritte in C o comunque in uno degli altri linguaggi che consentono il pieno sfruttamento delle caratteristiche della macchina.
Supportare il software a 32 bit aveva perso ogni senso già molti anni afddietro.

Windows on ARM è già molto più difficile, perchè a differenza di quanto è già accaduto diverse volte in passato per Apple, lato Microsoft tolto il singolo caso di .NET Framework le software house hanno immancabilmente dimostrato di non essere disposte a farsi imporre scelte da Redmond.
Un po' meglio andrebbe a Google, perchè sia il software Android che quello Linux necessari al suo ChromeOS hanno già compilazioni native ARM; però in questo caso sono gli OEM ad essere restii perchè dovrebbero creare linee di prodotto totalmente diverse per ChromeOS e Windows. Troppo costoso.

L'unica possibilità di vedere ARM sui Desktop è che Apple faccia da apri pista.
Gli altri seguiranno.

ROY MUSTANG

Ho un collega grafico che sta letteralmente a due metri da me ed utilizza mac os, quindi non è un discorso campato in aria visto che tra l'altro utilizzava sw Adobe e altro sw non aggiornato, "al tempo" risolvemmo tornando ad una versione precedente (parlo di un mesetto dopo l'uscita di Catalina). Programmando so anche che spesso e volentieri si è limitati nella scelta dalle librerie esterne, sa quante volte è capitato? Anche perchè chiaramente capita raramente che un dev o un team usi sw fatto da 0 al 100%, non per pigrizia ma giusto perchè non ha senso reinventare la ruota..chiaramente negli ultimi anni questi casi nei quali ho dovuto compilare a 32bit (almeno per me) non sono pìù ricapitati, e quindi come target uso sempre i 64bit ma io da solo non faccio statistica..ed il mondo dell'informatico è così vasto che la metà basta. Poi c'è anche da parlare delle applicazioni che magari hanno pezzi fatti a 32bit anche se sono a 64bit, e ripeto sono scelte che possono essere dettate da pigrizia o esigenza. Detto questo come guardai con interesse la presentazione di Windows on ARM, vedrò con lo stesso interesse anche questa presentazione.

PS non tutti programmano in C e non tutte le app che scarichi sono fatte in C. Ci sono linguaggi che "se ne fregano" del tipo di cpu che hai sotto!

suoko

9 su 10 sì e dato che cmq a consumi non li batti, sono sicuramente "fanlesser than x86"

Giova91

Tranquillo che per quando avverrà l'avrai gettato per la batteria usurata da un pezzo

Giova91

ARM non vuol dire fanless

Federico

Un anno fa c'è stato un bagno di sangue al passaggio dai 32 ai 64 bit?
Non ho visto bagni di sangue.
Se realmente sei un programmatore e sviluppi in C dovresti sapere che avere contemporaneamente in vita versioni a 32 e a 64 bit costringe a mantenere due linee di prodotto, perché molti algoritmi vengono ottimizzati in modo differente quando si compila per target con registri a 32 bit piuttosto che a 64 bit.

Che Apple non sia in grado di imporre qualcosa l'ho sentito dire ad ogni profondo cambiamento voluto da Cupertino, ed ogni volta sia clientela che software house hanno seguito

ROY MUSTANG

Ma del bagno di sangue che ci fu neanche un anno fa del passaggio forzato ai 64bit? Se ne è scordato? E prima di scagliare la pietra sulle sw house, io mi soffermerei sul senso di togliere obbligatoriamente il supporto ai 32bit su un sistema operativo desktop, non tutti possono prendersi il lusso di aggiornare il sw ogni tre per due (professionalmente parlando) e non è neanche detto che la sw house che ha prodotto un applicazione la aggiorni...dovrebbe andare a vedere la lista del sw non ancora compatibile con Catalina! Ha avuto successo ma questo switch l'ha fatto poi un paio di volte, una delle quali lato desktop...fatto sta che saranno gli sviluppatori a decretarne il successo, e dipenderà molto anche dalla bontà degli strumenti forniti ai dev. Felice di essere smentito!

Ma da programmatore le torno a ripetere, basandomi sull'ambiente nel quale lavoro e sono appassionato da anni, che lato desktop Apple non impone più della concorrenza.

ROY MUSTANG

Si è visto con la transizione forzata ai 64 bit, nonostante abbia avvisato prima

Federico

Questa non è una disputa su chi controlla più macchine ma su chi ha o non ha la forza di imporre al proprio mercato ed alle software house nuove tecnologie in radicale discontinuità con il passato.
Apple lo ha fatto diverse volte ed ha immancabilmente avuto successo.
Microsoft ci ha provato diverse volte e tranne che per un unico caso ha sempre fallito.

ROY MUSTANG

Ripeto mondo mobile e desktop sono mondi diversi, e si apple ha una notevole influenza nel primo ma nel secondo? Considerando che l'anno scorso le vendite dei loro pc erano in contrazione mentre in generale quella fetta di mercato ha tirato un sospiro di solievo...lato sw desktop è ancora microsoft a farla da padrona, cioè immagino che chi fa sw per mac os sarà interessato...ma se consideriamo quanto è sterminato il campo sw microsoft parliamo di mondi diversi

Goose

E quante applicazioni erano presenti a quel tempo per quei Mac? Veramente pochissimi e la differenza con Windows era abissale. È stata una scelta motivata, forse obbligata, ma Intel/AMD con x86 è diventato lo standard del PC. È difficile pronunciarsi sull'avvento di ARM e farlo passare come prossimo standard, anche perché vedo Intel e AMD per nulla preoccupati. Fino adesso abbiamo visto la maggior parte dei soci ARM funzionare su dispositivi dalle dimensioni contenute, su sistemi operativi scritti nativamente per quel tipo di architettura. Non si può prendere ARM e infilarlo in un comune PC come se nulla fosse, c'è così tanto lavoro da fare e soprattutto dimostrare che lavorino allo stesso modo di un comune processore x86. Prendo l'esempio di Windows on ARM, è stato un buco nell'acqua.

Davide

Adobe avrà fatto le sue scelte commerciali. La possibilità di ricompilare dipende anche dalle librerie che si utilizzano; se ho acquistato librerie x86 e le uso attivamente non posso ricompilare in tranquillità.
Le grosse software house però non hanno di questi problemi e lì é tutto una questione di soldi. Perché spendere giornate per ricompilare, testare, distribuire e mantenere versioni per piattaforme che non usa nessuno?

Davide

Ahahah livello di conoscenza della programmazione: 0

Felk
suoko

Il cambiamento più grosso avverrebbe nei data center se tutto diventasse fanlesss, a prescindere se arm o x86. Al momento sono sicuro che ci sono tante ventole e tanti condizionatori che girano praticamente a vuoto: quel che verrà pagato per aggiornare i device verrà risparmiato in corrente elettrica

Marco Olisteri

Intel, ora come ora, è troppo arretrata in termini di architettura e progresso.
Nel 2021, se tutto va bene, lancerà il 7 nm (mentre con processo ARM, Apple già si ritroverebbe a 5 nm).

AMD sicuramente sarebbe stata un'ottima scelta (visto che non si sarebbe mai pensato che nel corso degli anni avrebbe surclassato Intel), ma ciò avrebbe comportato anche alla riscrittura di macOS per AMD per poi dover riscrivere nuovamente macOS per ARM in tempi più brevi.

Apple Ax, più che a un fatto di risparmio economico (la progettazione in proprio non è che sia gratuita in se), permetterebbe ad Apple stessa di ricreare un qualcosa lato hardware/software decisamente di più ottimizzato (come fa tutt'oggi con iPhone/iPad) e, allo stesso tempo, non stare appresso ai progressi di lancio Intel che, ovviamente, non seguono minimamente la stessa tabella di marcia dei prodotti con SoC in proprio (difatti i progressi dei Mac sono sempre molto più lenti). Inoltre, gli ARM, se progettati bene (perché bisogna essere capaci di progettare, non come Samsung che con i suoi 2Core Moongose ha trasformato un ARM in un tiranno energivoro), di certo consumeranno molta meno energia (quindi adatto assolutamente nei Notebook alimentati a batteria).

Leggo qualcuno che diceva che NON bisogna guardare che gli ARM siano il TOP guardando i numeri dell'A12X.
L'A12X è studiato per lavorare su un iPad, ha 2 Core per alti carichi e 4 Core per bassi carichi (Hexa-Core). Quello che Apple dovrà lanciare per Mac, almeno quanto si legge finora, oltre a disporre del doppio dei Core (Dodeca-Core), ha la formula big.LITTLE esattamente al contrario, ossia, 8 Core per alti carichi e 4 Core per bassi carichi (quindi non bisogna assolutamente prendere A12X come modello base). C'è più spazio dentro un Mac, quindi nulla toglie che possa esserci un SoC ARM con ventola di raffreddamento in quei terminali dove serve potenza di calcolo decisamente più elevata per la loro dissipazione del calore.

I SoC ARM per Mac che Apple dovrà lanciare, da come leggo, sono 3:
- Uno LOW (sarà probabilmente quello presentato al WWDC2020 come starter)
- Uno MEDIUM
- Uno TOP

Come GPU, non si sa nulla in merito.
Come logica penso sia proprietario nella fascia bassa e GPU AMD nella fascia media/alta.

ScardracS

Si vede che non hai mai usato un processore ARM su PC. Provato un software di montaggio video su ARM e x86 e il primo gli ha dato la paga nonostante sulla carta fosse più lento

ScardracS

Prima di avere un passaggio completo ad ARM be passerà del tempo, per cui comprare adesso un Intel non è così un gran dramma

ScardracS

Non basta "ricompilare" il software. E nel dirlo penso a pacchetti come *Adobe* che manco per il c***o si sono sforzati di rilasciarlo per Linux

lore_rock

L’air lo vedo bene come agnello sacrificale per mostrare i vantaggi di una configurazione ARM

lore_rock

Dimentichi che microsoft non é mai stata capace di fare le cose per bene dall’inizio alla fine

LoZio

Ma i vecchi processori PowerPC G3, G4 e G5 erano RISC 3 andavano una bomba.. Da quando Apple è passata a Intel, è iniziata la decadenza

Black_Codec

Ahaha... No questa la segno... Microsoft che non ha neanche un os decente per arm e ci lavora da 5 anni vede Apple su arm e subito implementa un os funzionale in 4 e 4 8... No scusa sto ancora ridendo...

Tram vai

Dai efremis non sai nemmeno scrivere in italiano e non hai visti nemmeno il documentario hahaha non sai nemmeno di cosa si parla ! sempre piu zerbini voi mela fan!

ivanpsp

Ma che c"entra? I Ryzen sono sempre CPU x86 come Intel. Ad Apple interessa unificare la piattaforma ; quindi ARM per iPhone, iPad e Mac.
Io non ho mai comprato una vite da Apple ma guardo questa mossa con interesse.

fabrynet

Certo, se si vuole un software buggato e mal ottimizzato, basta ricompilarlo.
Ma non è il caso di Apple immagino.

Chirurgo Plastico

Perché allora non andare sui Ryzen?

Davide

Il gap prestazionale é abissale e non verrà colmato nemmeno tra 10 anni.

Davide

É tutto una questione di costi. Sono ormai così verticali sui SoC che prodursi parte delle CPU in casa porterebbe a risparmiare milioni.
Per il resto dimostri di non avere idea di come funzioni un software dato che basta ricompilare i sorgenti per cambiare architettura, altro che "progettare software del futuro"

remus

No non condivido, arm negli ultimi anni ha compiuto passi avanti enormi, anche lei avvalendosi dei processi produttivi migliori spinta dalle vendite lato mobile. Ma al salire della potenza non c'è molta differenza in efficienza, hai preso come esempio l'A12x è un mostro da 10 miliardi di transistor e che consuma circa 4 watt per core big a 2500mhz, un ryzen 4000 mobile fa meglio.

fabrynet
Daniele Nasetti

La mazzata potrebbe arrivare più avanti. Perché nel caso funzionasse bene questa architettura verrà implementata anche in tutti i computer Windows. Quindi Intel dovrebbe cercare di progettare processori arm per continuare a vendere nel mercato consumer

Francesco Renato

Stanno tutti pensando di passare ad arm perché i processori X86 non possono più aumentare di potenza a costi ragionevoli e comunque la loro attuale potenza è più che sufficiente per soddisfare il mercato; i processori arm, invece, più efficienti, possono aumentare di potenza più facilmente aumentando il numero di core e diventare in prospettiva i sostituti degli X86.

Davide

Vi sfugge una cosa fondamentale:

- costo CPU Intel = 100-150$ (se va bene)
- costo CPU ARM autoprodotta = 15-20$

Ecco perché vogliono cambiare

Davide

Un file creato da telefono e uno creato da PC non hanno certo la stessa qualità.
É come usare il Quick Sync di Intel

Davide

In realtà Apple ha a malapena il 10% del mercato e i MacBook sono lo 0,x%.
Intel dorme sonni sereni

Ivan Clemente Cabrera

ecco l'ennesimo tubero che ha scoperto ieri che le corporation
utilizzino qualsiasi strumento a loro disposizione per fare
soldi...indovina un po' per sono gli individui in mancanza di leggi e
regolamentazioni fanno un po' quello che vogliono...incredibile no?
NO..

Tram vai
Tram vai

E cosa centrano le onlus ?

efremis

Chissà se sarà veramente annunciato qualcosa fra 1 settimana a tal proposito.

Riga89

A me risulta che Adobe ci abbia messo più di un anno dall'annuncio per riscrivere in formato ARM Photoshop completo per farlo girare (sempre e comunque in beta) su IPad Pro, e di Illustrator ancora non si è visto nulla. Va bene che Apple è fatta di pura Magia perché in realtà è gestita da DJ Franchino ma qui viaggiate un po' troppo con la fantasia

AllBlack

Semplice, è uno dei tanti utonti hater Apple. Lode anche ai vari che hanno messo like...

faber80

una mazzata epocale per intel.

Marco Resti

ma secondo te non stano già lavorando con le principali software house da anni? Ma dove vivi?

Frà

sicuramente è il futuro. Stavolta tifo apple (detto da uno che l'ha sempre criticata e ha sempre evitato qualsiasi prodotto apple)

LuPo

;-)

CAIO MARIOZ

Infatti secondo me per vedere il primo prodotto ARM ci vorrà 1 anno di attesa dopo l’annuncio.
iPhone, iPad ed Apple Watch uscirono tutti con svariati mesi di ritardo per avere un software decente.

Joel

Emulate perché? Annunceranno macOS 11 con supporto nativo

fabrynet

Concordo sul fatto che la tastiera a farfalla è tutto un altro mondo.

Apple annuncia i processori proprietari per Mac basati su architettura ARM

macOS Big Sur ufficiale: benvenuti processori Apple

iPadOS 14 ufficiale: ecco come cambia iPad

iOS 14 ufficiale: tutte le novità, widget inclusi