Intel Core i9-10900K ufficiale: è il re delle nuove CPU desktop Serie S

30 Aprile 2020 237

Intel rinnova l'offerta di processori desktop presentando la nuova gamma Core serie S di decima generazione. Protagonista assoluto è l'i9-10900K che parte da premesse importanti: essere il processore gaming per sistemi desktop più potente del mercato. La casa di Santa Clara raggiunge l'obiettivo puntando alla massima frequenza di funzionamento che, a determinate condizioni, può raggiungere i 5,3GHz su un singolo core.


Puntare sulla frequenza per consolidare la posizione nel mercato delle CPU gaming è una scelta che parte dall'assunto dell'esistenza di un gran numero di giochi che traggono il massimo giovamento proprio da tale parametro piuttosto che dal numero di core. Il top gamma dà il cambio al precedente i9-9900K, è un chip con processo produttivo a 14nm+++, TDP a 125W, 10 core / 20 thread (che partono da una frequenza di funzionamento base di 3,7GHz) e trae beneficio da novità e affinamenti a livello hardware e software.

Dal primo punto di vista l'i9-10900K, così come gli altri nuovi chip serie S sbloccati (sono identificati al solito dal suffisso "K"), può contare su una rinnovata l'interfaccia termica: l'azienda è riuscita ad asportare strati sottilissimi di silicio dal die riducendone di 0,8mm lo spessore e, conseguentemente, aumentando di 0,3mm quello dello spreader con vantaggi in termini di capacità di trasferimento del calore prodotto dal die.

La nuova struttura dell'interfaccia termica a destra: ridotto lo spessore del die per lasciare più spazio allo spreader

Per spingere al massimo le frequenze Intel ricorre poi a una tripletta di tecnologie che operano congiuntamente. Più nel dettaglio si tratta del Turbo Boost 2.0 già usato in precedenza da Intel che può aumentare la frequenza dei core sino a 5,1 GHz, a questa si aggiunge il nuovo Turbo Boost Max 3.0 che, sulla base di algoritmi software, individua i due core più prestanti e ne incrementa la frequenza sino a un massimo di altri 100MHz (5,2GHz), lasciando invariato la tensione.

Turbo Boost Max 3.0: individua i due core più prestanti e ne incrementa la frequenza di fuzionamento

A dare l'ultima spinta (con altri 100MHz) interviene la Intel Thermal Velocity Boost che consente di toccare la soglia di 5,3GHz (come detto, su un singolo core). Tra le condizioni analizzate dagli algoritmi software di quest'ultima tecnologia c'è la temperatura: Intel ha fissato la soglia termica di 70° superata la quale il Thermal Velocity Boost non interviene.

Chi intenderà spremere al massimo il chip dovrà quindi mettere in conto l'impiego di un prestante sistema di raffreddamento (consigliato uno a liquido). Da tenere presente che questo tipo di Boost può anche contribuire ad incrementare la frequenza di più core in modo proporzionato: il limite massimo è di 4,9GHz ed anche in questo caso sono gli algoritmi software ad individuare i core migliori.

Le tecnologie Turbo Boost e Thermal Velocity Boost lavorano in automatico, ma Intel dà comunque nuove possibilità di intervento manuale agli utenti intenzionati a cimentarsi con l'overclocking e a intervenire manualmente sui parametri di funzionamento: ci sono rinnovati strumenti per ottimizzare la curva della tensione e della frequenza o per intervenire sull'Hyper Threading che può essere attivato e disattivato per ciascun core tramite BIOS (vale per le CPU della nuova serie S dai modelli i3 agli i9).

L'incremento prestazioni dell'Intel Core 10900K rispetto al Core i9-9900K (sopra) e al core i7-7700k (sotto)

Tutto quanto sopra si traduce in un aumento del numero di fotogrammi: rispetto al precedente top gamma Core i9-9900K si parla di incrementi che nel caso dell'i9-10900K oscillano dal 10 al 33% a seconda del gioco. Ancor più marcato il divario con il processore che tre anni fa rappresentava la proposta top delle CPU gaming per sistemi desktop di Intel ovvero il Core i7-7700K: in questo caso l'aumento di FPS varia dal 37 all'81%. Benefici si registrano anche con le applicazioni di produttività: con Adobe Premiere l'i9-10900K permette di incrementare del 18% le prestazioni dell'i9-9900K. Si tratta di riscontri indicativi, basati sulle informazioni ufficiali fornite da Intel ed in attesa di prove sul campo.

Intel Core i9-10900K è una summa delle nuove caratteristiche introdotte con i nuovi processori desktop di 10a generazione: a completare il quadro intervengono la possibilità di sfruttare le memorie DDR4-2933, la presenza dell'interfaccia WiFi 6 AX201 (Gig+) integrata e il supporto alla connettività ethernet 2.5G Intel I225. I processori utilizzano il socket LGA1200 e il chipset Intel 400 - sarà disponibile come di consueto nelle varianti Z (con supporto all'overclock) e H (proposta di fascia bassa senza supporto all'overclock) - possono gestire sino a 40 linee PCIe e supportano le tecnologie Intel Optane e Thunderbolt 3.

La disponibilità dei nuovi processori parte da maggio.

NUOVI INTEL CORE I9 E I7 (DESKTOP)

La famiglia dei processori Intel Core Serie S è molto articolata: al vertice si trova il già citato i9-10900K, che può essere collocato nel primo gruppo di modelli comprendenti anche i processori della linea i7-10700. In totale sono 8 e si differenziano per TDP (ci sono varianti da 125W e 65W), numero di core (da 8 a 10 core fisici, tutti con Hyper Threading) e frequenze di funzionamento (la tecnologia Thermal Velocity Boost è riservata alla serie i9). Le varianti K indicano i modelli sbloccati e quindi adatti all'overclock, quelli con il suffisso F invece sprovvisti di grafica integrata Intel UHD Graphics 630.

INTEL I5 E I3 (DESKTOP)

Scendendo più in basso si trovano le proposte Intel Core i5 e i3 per un totale di 9 modelli. In questo caso si rinuncia alla più recente tecnologia Intel Turbo Boost Max 3.0 (oltre che all'Intel Thermal Velocity Boost). Al vertice si trova l'Intel Core i5-10600K, una CPU con 6 core / 12 Thread che parte da una frequenza di funzionamento di 4,1GHz e può spingersi sino a 4,8GHz grazie al Turbo Boost 2.0. Fatta eccezione per questo modello e per la sua variante F senza grafica integrata che hanno un TDP da 125W, in tutti gli altri casi si tratta CPU con TDP a 65W.

SERIE T: CORE, PENTIUM E CELERON

Il terzo gruppo racchiude 10 CPU serie T delle linee Core, Pentium e Celeron. Grazie al TDP da 35W sono tutte indicate per l'integrazione nei sistemi embedded o fanless. Il modello di punta è l'Intel Core i9-10900T un 10 core / 20 thread con frequenza di funzionamento base a 1,9GHz che può raggiungere i 4,6GHz grazie alla tecnologia Intel Turbo Boost Max 3.0.

PENTIUM GOLD E CELERON

L'ultimo gruppo comprende i processori delle linee Pentium Gold e Celeron con architettura dual core, frequenze sino a 4,2GHz, TDP di 58W. Nessuno dei modelli può contare sulle tecnologie Turbo Boost.

Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da Emarevolution a 462 euro oppure da Amazon a 543 euro.

237

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Domenico Belfiore
Fabios112

Davvero? Allora ho preso una cantonata

Gark121

glofo che avrebbe fatto esattamente? sono prodotti da TSMC i ryzen eh

TheAppleFanDroid

Il re di cosa? Ehhhh?

La novità sarebbe l'IHS migliorato? Hanno finito la fornitura di dentifricio?

remus

Si è molto lontano invece.

Sbrillo

sei liberissimo di usarla come credi :)

robertogl

Questo processo produttivo non è così lontano da quello AMD eh

Fabios112

Mi sa che a sto giro AMD vince davvero su tutto. Super complimenti. Partendo da quel mezzo zombie di glofo hanno lavorato bene.

Davide Nobili

Pensa che c'è anche chi dice che non si possono fare assemblamenti, quindi non potresti neanche comprarlo online, tanto non potresti assemblarlo!

soxxoz
Account Anniversario

si ok, hai ragione tu... tranquillo, rimettilo nelle mutande che altrimenti prende freddo.

Lorenzo Poli
Mario Di Domenico

la cosa piú importante é il prezzo e non c'é......

giuseppe

mannaggia lo avrei comprato all'istante ,cacchio di virus ........

kanna mustafa

Qua in regno unito gli AF su amazon costano come un 2600x , purtroppo sono 1600AF francesi per qualche motivo perciò costicchiano di più

Pezz8

E pensare che l'alienware area51m dava la possibilità di cambiare la CPU

-INTEL cambia socket

NOT STONKS

Ahahahah
Ganzissimo! Ti prenderò in prrstito la battuta

Sbrillo

Si è scoperta la causa del riscaldamento globale

Sbrillo

Avete dimenticato qualche decine di + sul processo produttivo...

BlackHoleInfinity

Dovrò capire esattamente su quale raffreddamento a liquido puntare e poi potrò far girare rdr2 a 30fps con i9 10900k più la rtx 2080ti strix

Gark121

1) essenzialmente il target per le APU son quelli che piratano i giochi. Tanto sono già abituati a giocare a mezzo gioco (no online, spesso mancano le patch, etc), che problema vuoi che sia giocarci anche con la grafica del 2010 a 30fps non costanti... Sul "fuori dall'europa e dall'america", che presumo tu intenda come "fuori dai paesi sviluppati", stendiamo un velo pietoso. Se pensi davvero che AMD pensi di far soldi con le apu in india, tieniti pure la tua convinzione.

2) csgo, dota 2, pubg... tutti giochi che richiedono tanti fps per non essere ingiocabili. fare 70fps di media ma droppare a 20 e andare in stutter quando c'è una scena con tanta gente è un ottimo modo per straperdere in tutti quei giochi, senza divertirti per niente perchè nemmeno hai avuto l'occasione di giocare. GTA V vabbe', fa 40fps a fatica con una 1050ti se metti la grafica di GTA V e non quella di Vice City, di cosa parliamo. football manager gira pure su una patata.

3) Non servono 1000€. servono 100€ in più dei 500 che ti servono per l'APU. non stai confrontando un pc da 1000 con uno da 100, stai confrontando un pc da 500 contro uno da 600 e una console da 200 (e a breve molto meno). Se per te ha senso avere 1/3 di quello che potresti avere con il 20% di spesa in più, beh, non è un problema mio.

4) NO, è qui il punto. se fa 60HZ rock solid in FHD con una UHD 630 in tutto ciò che non è gioco, non è che con una vega 11 passi a 180Hz, sempre a 60 vai, perchè lo schermo è quello. Quello che citi tu è un pc obsoleto, che non ha niente a che fare con l'integrata intel moderna. gli manca decodifica hardware per qualunque cosa, quindi deve far tutto via software e scalda un'esagerazione anche per guardare un video su youtube! Ma qui tu non stai confrontando 2 prodotti equivalenti: intel in questo momento ti offre una CPU MOLTO migliore di quella delle apu attuali, e la stessa amd ti offre delle cpu MOLTO più longeve (6 core) agli stessi soldi.

Se ti metti a fare un piccolo montaggio del filmino delle vacanze o a editare una foto, la APU NON va meglio, perchè il grosso del lavoro lo fa la cpu, e lì sei carente. E' proprio un falso assoluto quel che stai dicendo, stai dando alle UHD delle colpe che non hanno. il tuo i3 lagga a manetta perchè ha performance single threaded scadenti e perchè gli mancano funzionalità hardware che le UHD630 hanno tanto quanto le vega.

5) Se e quando vedrò delle APU che raggiungono i requisiti minimi per svolgere i compiti che si prefiggono, ossia la potenza di una 1650 circa senza framedrop causati dalla DDR4 e single core al livello che ci si aspetta, sarò felicissimo di consigliarle. La mia critica non è al concetto di APU, ma alla realizzazione che lascia troppo sul campo senza offrire reali benefici.

I monitor ad alto framerate e alte risoluzioni lasciali fuori dal discorso: se puoi permetterti un QHD 144hz, puoi permetterti una gpu, e se vuoi usare una tv 4k come monitor per office/web/film lo fai SENZA NESSUNA DIFFERENZA con una UDH615 o con una 2080 overcloccata e raffreddata ad acqua, te lo dico per esperienza.

Gark121

1) quelli non comprano apu desktop, quindi NON SONO UN MERCATO PER CIO' DI CUI STIAMO PARLANDO. Non me ne frega niente che esistano, se non comprano il mio prodotto, è inuitile che io lo adatti a loro.
2) la tipologia di problemi è determinante. la stragrande maggioranza è colpa dell'utente, e uno con un minimo di esperienza può capirlo in 3 righe. Nel caso di AMD, la percentuali di problemi reali che emerge (non dò credito ai forum, non gliene ho mai dato, ma semplicemente li uso per espandere il campione statistico che avvalora o contraddice la mia esperienza personale, che non è così scarsa) è molto più alta di ciò che avviene con la controparte. Vuoi per la complicazione dei driver, vuoi per l'approssimazione che regna sovrana in casa AMD (gli zen2, che pure son ottimi, sono solo l'ultimo caso, con credo 6 o 7 bios per cercare di raggiungere la frequenza dichiarata, senza per altro riuscirci se non in contesti di idle, ossia dove non serve. Tutto oltretutto col paradosso che in realtà andavano alla grande anche senza quei 100-150MHz), vuoi perchè hanno usato (soprattutto in passato) processi produttivi non adeguati, vuoi perchè riciclano la stessa architettura per anni e anni cercando di cavare il sangue da una rapa, non so esattamente quale sia la motivazione principale, mi limito a constatare l'evidenza.
3) W10 per essere una nuova realease di windows è di gran lunga la più stabile che io abbia visto. tutti i software nuovi hanno dei bug, ma rispetto al passato e contando pure le scelte di microsoft di forzare gli aggiornamenti automatici e modificare costantemente il software (che non aiuta assolutamente), è sicuramente andata molto meno peggio di quanto sia successo in passato. Lungi da me dire che sia perfetto eh, ma ho avuto più rogne con W8 in un anno che con W10 negli ultimi 3.
4) appunto: W10 mette i driver da solo, quindi la gente non ha più bisogno di installare i driver del pc di 10 anni fa che ha cambiato in quello nuovo e poi lamentarsi che non funziona. In questo senso ne hanno beneficiato tutti, ma secondo me intel è quella che ne ha beneficiato di più, con un pacchetto di driver più basilare e più stabile che non richiede altro che lasciare che windows faccia da solo.

Gark121

Io non ho una "filosofia intel inside", benchè ammetto che possa sembrare questo dalla nostra conversazione (ti invito a guardare gli altri miei commenti recenti sul tema, vedrai che non è così), ho solo un'avversione per gli obbiettivi mancati, e le apu fino a oggi sono questo: un obbiettivo mancato.

"senza togliere potenza grafica per uso videoludico" QUESTO è il punto. Giocare con un'APU è un modo illogico di spendere i soldi. Compri i giochi nuovi pagandoli per buoni, e ti trovi un'esperienza videoludica tremenda, peggiore di quella che potresti avere facendo retrogaming a costo quasi nullo o quella che potresti avere facendo una spesa solo poco più alta. Framerate incostanti, risoluzioni da ps3 (seriamente, 720p nel 2020 su hardware nuovo non si può vedere), limitazioni di ogni genere.

Trovo insensato spendere 500€ in un pc che va 1/3 di uno che costa 600 (e che avrà una longevità drammaticamente superiore) o di una ps4 che costa 200. A maggior ragione se uno ha pochi soldi, spenderli in modo sensato è importante, e un'APU ha un rapporto qualità/prezzo pessimo.
Per avere un rapporto qualità/prezzo alto, non basta che il denominatore sia piccolo, serve anche che il numeratore non sia troppo basso.
Con AMD che ti propone hardware vecchio per la cpu, solo 4 core (addirittura senza SMT nel 3200g), metà delle linee pcie che ti aspetteresti e quant'altro, io non vedo NESSUN valore aggiunto rispetto ad un i3 4c/8t, o ad un ryzen senza gpu (ma che magari puoi trovare con 6c/12t e una longevità impressionantemente maggiore). E' una soluzione "intermedia" tra "non gioco affatto" e "gioco davvero", ma senza davvero raggiungere la fascia del gioco e senza nemmeno far meglio nell'uso base.

Io sono assolutamente dell'idea che una APU fatta bene sia estremamente interessante, al contrario di quanto tu possa credere, solo che non ne ho mai vista una.
Provo fisicamente del fastidio ad ammettere che qualcosa di questa lineup (che per me non dovrebbe esistere, basta con sti 14nm e socket nuovi messi a caso che portano 0 nuove feature), ma oggettivamente l'i3 mi sembra una soluzione più a fuoco di un 3400g.
Con "APU fatta bene" intendo con performance single core ottime (è la cosa più importante per un uso generico, e anche per imparare le basi di photoshop o del cad) e le performance di una GPU dedicata base gamma (qualcosa nell'ordine di una 55000xt se vuoi restare su amd). Questa è una vera APU che ti permette di far tutto quello che dici, ed è un prodotto che consiglierei stravolentieri e metterei nel mio pc secondario, magari dilettandomi a costruirci un case custom ultracompatto attorno. E non escludo che un ipotetico 4600G, con 6 core zen2, pcie 4.0 (così da compensare le sole 8 linee con una velocità doppia) e una integrata su base RDNA che faccia almeno 2x dell'attuale come potenza sarà esattamente questo, e avrà i miei soldi (non 600€, ma 250-300 si). Facessero anche un 4400G identico come gpu ma 4c/8t, lo consiglierei molto volentieri al tuo casual gamer, e anzi, sarebbe finalmente la fine dello spreco di alluminio, plastica e silicio che risponde al nome GTX1650.
Ma la condizione attuale è che ti compri una cpu più scarsa di un i3 (in single) o di un 1600af (in multi) con una gpu che però non ti permette nessuna longevità, richiede sacrifici assurdi per provare a cavarne un ragno dal buco e nel farlo limiti la tua aggiornabilità futura (pci e cpu scarsa). E senza offesa, ma che tu venga a dirmi che ci si gioca in fhd, mi conferma solo che non hai idea di cosa "giocare" voglia dire. Non basta fare un benchmark e vedere che fa 50fps con tutto low di media. Serve avere una consistenza nel frametime e dei "low" non troppo bassi. Se mi trovo 100fps in una stanza vuota in cui cammini e basta e poi 20fps nella scena concitata in cui veramente succede qualcosa, perdonami, ma per me non è un risultato accettabile nemmeno se la media tra le due cose fa 60fps, perchè la mia "partita" sarà rovinata dai framedrop nei momenti critici, oltre che dal fatto che sto pagando un gioco nuovo per avere un'esperienza grafica degna del 2010, quando tanti bellissimi giochi del 2010 costano spiccioli.

Adri949

Sento già gli orsi polari sudare

1. Quando mai ho detto che chi ha un'integrata andrà a spendere 70 euro per un videogioco? Ripeto: non tutti sono giocatori appassionati che stanno dietro alle ultime uscite. C'è chi si fa un buon pc da mettere in camera (o se lo compra) e ci vuole giochicchiare. Con un integrata intel non lo può fare, con una amd si. E' una possibilità in più che molti hanno, che fino a poco tempo fa non avrebbero mai avuto.Tu puoi anche definirlo inutile, milioni di altre persone (sopratutto in paesi fuori dall'europa e dagli usa, che sono la maggior parte della popolazione mondiale) le schede grafiche e l'usato costano un fottio rispetto ad un processore nuovo con scheda integrata

2. Oltre al fatto che steam e vari negozi online offrono un sacco di offerte interessanti per giochi anche abbastanza recenti (3 o 4 anni), al giorno d'oggi esiste il game pass per pc, che ti offre 200 giochi ad un prezzo abbastanza buono, sia che tu abbia una 2080 ti o una gpu integrata. Però ritorniamo un attimo a steam, i giochi più giocati sono csgo, dota 2, pubg, gta 5, football manager 2020 ... Proprio pesantissimi sti giochi eh. Ecco un'intel hd graphics te li fa andare a 20 fps, una igpu amd a 70 (non scherzo quando dico che va dalle 2 alle 4 volte meglio).

3. "Spendi altri 100€ (anche meno), e fai un pc che possa svolgere la funzione richiesta, o non comprare, è meglio". Ma che discorso è? Già è tanto se la gente ce l'ha un computer a casa, figuriamoci se li spende 1000 euro, sopratutto gli studenti che sono la fascia più precaria in termini di reddito. Poi per carità, possiamo discutere su come certe persono spendano per comprarsi s1garette, vada in discoteca e quant'altro, ma molti preferiscono avere un'esperienza discreta, piuttosto che non avere nessuna esperienza

4. Per carità, un'integrata intel fa il suo dovere, ma lo fa 3 volte più piano. Se oggi nel 2020 devo prendere un pc, scelgo quello chi ma da prestazioni migliori ad un prezzo discreto (spesso i rivenditori te lo fanno pesare molto se anche ti mettono una scheda video scarsa). Anche sul mio vecchio i3 330m rieso a fare tutte le cose di base, ma la ventola parte all'impazzata, per renderizzare un piccolo video di 40 secondi ci mette 30 minuti se va bene, per fare un po' di modifiche alle foto della vacanza fatte con la fotoamera non ne parliamo nemmeno, lag a manetta ...
Anche su una integrata intel fare molte cose, ma rispetto ad una igpu di amd lo fai semplicemente peggio, ci metti più tempo e hai meno possibilità

5. Unico aspetto in cui rayzen era inferiore fino alla zen2, tra poco però usciranno le nuove apu serie 4000 e lì il discorso cambia: hai prestazioni single core simili, multicore superiori e una gpu vega a 7 nm che va tre volte meglio rispetto a quella intel ... E ritorniamo al discorso di prima: nel 2020 in cui i programmi richiedono più risorse (anche grafiche), in cui steam ha una buonissima libreria di giochi 3d, forse non all'avanguardia ma che molti non hanno nemmeno giocato, in cui monitor ad alto refrash rate e alte risoluzioni costao meno e sono più accessibili. beh avere una igpu all'altezza mi sembra il minimo.

Angelo Perrone

GRAZIE AMD :D

Gark121

desktop a basso consumo, 35W di tdp

TheAppleFanDroid

Sono 50 + che faccio lascio? Madò Intel, come hai fatto a ridurti così. E ancora un nuovo socket eh, ovviamente.

Superdio

sono desktop a basso consumo o mobile?

John _the _red

Il problema è che quei 7fps spesso sono sul picco massimo per i 53s del boost, per poi avere fps minimi inferiori, frame time peggiore e media simile

faber80

"continuo a non vedere un singolo caso in cui un 3300x+gtx base o un i3 siano inferiori ad un 3400g"

perchè l'apu semplicemente costa meno, si adatta a tutto nei limiti della sua fascia di prezzo, consente configurazioni compatte senza togliere potenza grafica per uso videoludico e anche office/scolastico a 360'. E' insomma una via di mezzo tra 3300x+gtx base e un i3 senza alcuna gpu degna di nota. Il rapporto qualità/prezzo di un'apu è innegabile. Tu non calcoli la fascia media e quella casual gaming.
Poi certo, non puoi essere di questo avviso se parti dal presupposto
-"Mi rifiuto di considerare "gaming" nel 2020 giocare a 720p/60 con dettagli low" (anche se si gioca decentemente fhd come già detto da me e altri)

-"la gpu amd è perfettamente inutile per qualsiasi compito diverso dal muovere l'interfaccia"

affermazioni che mostrano quanto poco obiettivo sei e quanto poco conosci delle apu e in generale delle gpu integrate amd, visto che sono superiori alle tue decantate intel sotto qualunque aspetto. Non sarò certo io a cambiare la tua filosofia "intel inside" e non pretendo di farlo, ma almeno circoscrivo le disinformazioni.

Gark121

Guarda, che sia io a capitare male fa veramente ridere. Non mi serve starti a descrivere la serie infinita di problemi (grandi e piccoli) con cui mi diletto ogni volta che ho a che fare con le amd della serie professionale (che abbiano cambiato nome 3 volte in 10 anni cercando di levarsi di dosso la fama che si facevano è già esplicativo), mi limito a dir questo: lo standard di nvidia è diverso, almeno da Kepler in poi (non ho dimenticato la quadro 4000, resterà nei miei incubi).
I mac nuovi con amd non li ho mai usati in modo serio, non escludo che lì funzioni tutto benissimo, non ne ho idea e non mi piace parlare di roba che non conosco.
Quanto alle integrate intel, sono scarne e basilari. E fanno quello che dovrebbero, né più, né meno. Quello che devi capire è lo standard di cui stiamo parlando. Se stiamo parlando di lavorare seriamente in ambito grafico, sono inutili, esattamente come inutili sono le apu amd, e il budget da mettere in conto per l'hardware è un altro, e non mi sembra sia il contesto in questione.
Se stiamo parlando di uno studente a budget ultra ridotto, che deve arrangiarsi, continuo a non vedere un singolo caso in cui un 3300x+gtx base o un i3 siano inferiori ad un 3400g, compreso se mai dovesse andare all'università e imparare a usare il Cad (e certo non impari con assiemi da 5000 parti o modelli da 7-800 feature...).

Pip

Nuovo socket, stessa architettura di sempre, tdp astronomico con addirittura necessità di assottigliare il die per anche solo provare a mantenere temperature umane, soliti numeri enormi sulle frequenze senza mai specificare che sono per un tempo molto limitato e con un consumo assurdo, introduzione del multithreading su serie di CPU che storicamente non lo hanno mai avuto e prezzi più che dimezzati rispetto a prodotti passati.

Ah, che bello vedere intel nella disperata rincorsa a chi è ormai oggettivamente superiore in tutto

faber80

io posso parlare solo per la mia esperienza, in 7 anni i grafici non hanno avuto problemi e nel mio piccolo ho sempre usato in gran parte ati/amd e gli unici casi di problemi sono capitati dalla migrazione a w10, poi risolti con un fix di Ms.
La differenza è che tu fai di tutta l'erba un fascio, io parlo di esperienza personale e lavorativa decennale. E ho a che fare con tipografici che usano anche configurazioni apple con amd, mai un problema.
Capiti male con me, molto male.
Poi per carità puoi anche dirmi che con le intel vai tranquillo di autocad, magari di editing 3d e persino di minig XD.
Ma sappiamo tutti che le integrate intel sono capocchie di spillo che non vanno oltre un'ati/nvidia di 10 anni fa, con un driver talmente scarso e scarno che ricorda i tempi di xp.
Se ti piace lavorare con intel non è un problema, ma da qua a elogiarne superiorità, perdona ma alle favole siamo grandicelli.

oxidized

Mi fa piacere

Gark121

Non è solo una questione di stabilità (e no, non sono stabili uguali, ste robe puoi darle a bere a qualcun altro se vuoi, ma io ho di tanto in tanto la spiacevole esperienza di lavorare con un'azienda dove usano amd e ogni volta ho dei una storia nuova da raccontare in merito) , ma proprio di performance. Adobe gira meglio su cuda, a pari scheda. Ovvio che se metti una 5700xt e una 1050 la radeon andrà meglio, ma a pari soldi spesi, nvidia funziona meglio. Inoltre, la suite è assolutamente ottimizzata su intel, e anche qui, a pari performance "grezze", rende meglio su intel, non so né mi interessa sapere perché, ma puoi aprire un qualunque video di test degli ultimi anni e vedrai i risultati.
Detto ciò stiamo parlando di una APU confrontata con un i3 e/o un ryzen+gtx base o usata, e non vedo nessun contesto in cui l'apu sia in vantaggio restando nell'ambito della suite Adobe.

faber80

"gira una m e r d a su hw amd, e idem il resto della suite Adobe"

vorrei precisare, siccome mi sento preso in causa, essendo web designer, abbiamo un intero studio di grafici fatto di svariate configurazioni amd e nvidia e la cc funziona egregiamente in tutte le configurazioni. Ormai dopo 7 anni credo di poter affermare che sono egualmente stabili.
Evitiamo disinformazione. I problemi possono capitare a qualunque Hw ma da qua a farne un mazzo unico....

Gark121

Non c'è tdp a disposizione per integrare una gpu che svolga qualche compito più delle integrate attuali.

Gark121

Anche con pochi soldi, è importante spenderli bene. Inutile che compri l'ultimo fifa per giocarci coi dettagli di pes 6, hai buttato soldi ugualmente. O l'ultimo assassin's creed per poi giocare come su ps2, ammesso che parta.
Spendi altri 100€ (anche meno), e fai un pc che possa svolgere la funzione richiesta, o non comprare, è meglio. Risparmia la paghetta altri 2 mesi e non metterti in c r o c e per anni, se l'età è quella.

La parte su photoshop nemmeno vale la pena parlarne, al netto del costo del software (ah già, è gratis...), gira una m e r d a su hw amd, e idem il resto della suite Adobe. Anche qui, se l'uso è "studente spiantato che vuole imparare" o "tizia che deve togliersi il brufolo prima di mettere la foto su insta", sei tranquillamente in grado di farlo con l'integrata intel, di cui parlate come se non potesse fare ste cose, mentre in realtà le fa benissimo. Inoltre, benefici molto più di avere una cpu più veloce (single core) che di una integrata migliore in quel contesto, provare per credere.

"gestire schermi a risoluzioni più grandi". Senza neanche parlare dell'assurdità di comprare monitor costosi (magari più di uno) e per far le pulci per 100€ più o meno sulla gpu, io ho un 32" 4096x2160p, e l'integrata intel di un core m gestisce tutto senza alcun problema, nessun frame drop o stutter o altro, purché ovviamente restiamo in uso office e quant'altro. Presumo che lo stesso valga per quella desktop che ha il triplo del tdp a disposizione.

Scemo 2.0

Eh appunto

Luca Lucani

inaccettabile

csharpino

Quando le situazioni erano invertite AMD aveva consumi alti e prestazioni ridicole.. Quindi i consumi anche in quel caso non erano l'ago della bilancia...

faber80

1. quelli non compreranno apu desktop a prescindere perchè usano un notebook e non capiscono i vantaggi neanche di cambiare notebook, ma il discorso principale è che sono giocatori.

2. anche i problemi con le integrate intel li trovi tranquillamente su internet, quindi ?
3. Si perchè con w10 funziona tutto XDXD la sagra dei bug...

gp 1

dove lo vedi che il 1600af costa come un 2600x ?
il 1600af costa 100€ spedito, il 3600 170€

Scemo 2.0

-Solita architettura dell'anteguerra
-Solito vecchio processo produttivo
-Consumo energetico scandaloso
-AIO obbligatorio
-Non tutti i chip sono overcloccabili
-Socket nuovo
-Sicurezza boh

Se cercavate un'occasione per buttare via i vostri soldi, eccola.

faber80

ma anche sul 3500u (vega) a starcraft2 non scendevo sotto i 80fps.

Gark121

Solo per quelli overcloccabili, che sono gli unici con le frequenze spinte e problemi di temperatura.
Cioè, saldare un i5 T non è che porti chissà che benefici...

John _the _red

Solo per i top però

Gark121

Hai presente la i miliardi di acquisti fatti dai ragazzi etc? Si, benissimo. Ma nessuno dei quei ragazzi comprerà una apu desktop, continueranno a comprare i portatili, ergo è un mercato del tutto diverso e totalmente inconfrontabile con quello in questione. Se qualcuno in amd pensa davvero di far soldi vendendo le apu desktop a gente che usa il portatile che i genitori gli comprano dal cestone del supermercato, beh, è un i m b e c i l l e patentato.
Lo "spot" è ciò che affronta chiunque. Fatti un giro su un qualunque forum di informatica, troverai solo gente che di lamenta dei driver video delle apu, desktop e mobili. Su intel, che pure vende (e soprattutto ha venduto) un ordine di grandezza in più, il 99% dei problemi sono gente che ha toccato dove non era capace di toccare o roba pre-windows 10 (che non fa nient'altro che installare i driver da solo).

E che ti aspetti? Già hanno aumentato i core, vuoi anche delle igpu decenti?

La (mia) postazione da Rog Fan: dallo Smartphone al PC fino allo Zaino | Video

Recensione Apple MacBook Air 2020: basta finte ventole, scalda troppo!

Recensione Huawei MateBook X PRO 2020, sempre bellissimo e ora con Intel 10th Gen

Recensione Google Nest Wi-Fi: bello e smart ma non perfetto | Video