Meteo, in UK il super computer da 1,2 miliardi di sterline

17 Febbraio 2020 15

In un periodo in cui il Regno Unito è flagellato da una serie di tempeste, prima Ciara e da qualche ora anche Dennis con venti di oltre 145 km/h, arriva la notizia che il Met Office, il servizio meteorologico nazionale, riceverà dal governo britannico 1,2 miliardi di sterline (1,45 miliardi di euro) per realizzare il supercomputer climatico più potente del mondo. Questo investimento è di gran lunga il più elevato nella storia del Met.

Il computer fornirà previsioni più tempestive e accurate che consentiranno di prepararsi a gestire al meglio tutte le emergenze creando un "gemello digitale" della nostra atmosfera con dati relativi alla velocità del vento, temperatura, pressione dell'aria e altro ancora. Le previsioni saranno focalizzate su aree di circa 1.000 metri che scenderanno a 300 metri attorno agli aeroporti.

Non solo previsioni ma anche servizi utili a mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici. Il super computer, afferma il Met, contribuirà a sostenere la transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio nel Regno Unito e verrà utilizzato anche dalle università per lo sviluppo di farmaci, intelligenza artificiale, accumulo di energia e altri tipi di ricerche.

L'attuale Cray XC40

Il computer sarà pronto nel 2022 e inizialmente avrà una potenza sei volte superiore all'attuale XC40 di Cray, società statunitense acquisita lo scorso anno da Hewlett Packard Enterprise, ritenuto già uno dei 50 computer più potenti del mondo. Dopo cinque anni riceverà un aggiornamento che migliorerà ulteriormente le prestazioni rendendolo quasi 20 volte più potente.

Il computer dovrebbe costare 854 milioni di sterline, mentre i fondi rimanenti saranno destinati alla gestione, agli investimenti nella rete di osservazione e negli uffici del programma per un arco temporale di dieci anni.


15

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Mauro Morichetta

In Italia lo avrebbero fatto ma con Windows XP perché il 10 proprio non mi ci trovo hahahahahahahahaha

pollopopo

il ginocchio del mio nonno arriva a 2 giorni con una precisione del 95% :P

JP

Ricordo che quando ci sono andato la cosa che mi colpì di più fosse la velocità con cui si spostavano le nuvole, di corsa proprio ahah

Zimidibidubilu

Mio nonno si affacciava alla finestra e ci prendeva più dei supercomputer.
Ed era gratis.

L'illuminato

vabbè ma tanto basta dire che l'uragano è colpa nostra e servono soldi per fermare gli uragani raccontando qualche frottola come la c02 e si intascano tanti miliardi facilmente

NonLoSo
ghost

In europa lo faremo potente il doppio per fargli un dispetto

Luca Lucani

vorrei stabilirmi li

Garrett

Aspetta perché sul blog devono ancora arrivare gli allenatori.

db1997

Non parliamo di quelli italiani eh. #HPC5

Light

ma se piove 6 giorni su 7 a prescindere, non so a cosa li serve

nutci

Benaltrismo a chili anche oggi!

Garrett

Magari pensare al territorio e spendere lì i soldi...
Tanto l'uragano non lo fermi

Aster

Cosi imparano a uscire dalla UE:)

Recensione Apple MacBook Pro 14 con M1 Pro, che goduria!

Recensione Gigabyte Z690 AORUS MASTER: prestazioni al top, ma non solo

Nuovi MacBook Pro con M1 Pro e Max, perchè comprarli e perchè no

Recensione Intel Core i5-12600K: Alder Lake-S al banco di prova